Salta i links e vai al contenuto

IVA sui rifiuti: ETRA smentisce il Comune di Selvazzano

IVA sui rifiuti: ETRA smentisce il Comune di Selvazzano

Nel notiziario che recentemente il Comune ha inviato a tutti i residenti è scritto, nell'”Angolo dei Diritti”, che a seguito di una sentenza della Corte Costituzionale l’IVA sulla tassa dei rifiuti non deve essere più pagata, i cittadini hanno il diritto al rimborso per l’Iva pagata negli ultimi dieci anni e per riavere indietro tali somme bisogna fare ricorso ma, per non incorrere in vizi di forma che farebbero rigettare la richiesta, si consiglia di farsi assistere da un legale.

Al contrario di quanto sopra la ditta ETRA S. p. a. nel suo sito internet così ha scritto:
“IVA sulle bollette rifiuti? Si continua ad applicare, in attesa di una pronuncia dello Stato.
I Comuni soci di Etra e la Direzione della società hanno discusso giovedì con il consulente tributario di Federambiente la complessa questione dell’Iva applicata alla Tariffa Igiene Ambientale (o TIA) : si è convenuto di attivare un tavolo tecnico per l’approfondimento della materia e di continuare nel frattempo ad applicare l’imposta sul valore aggiunto nell’emissione delle bollette per il servizio rifiuti, in attesa di un intervento legislativo chiarificatore. ”

Dunque, considerato che le sentenze della Corte Costituzionale di fatto non valgono, non sarebbe stato il caso che, prima di scrivere sul notiziario, il Comune avesse chiesto un parere alla ETRA S. p. a. che, notoriamente, ha più competenze degli enti locali e statali?

Difatti:
-a fronte di quanto stabilisce l’art. 21, comma 8, del DPR del 26. 10. 72 n. 633 : “… le spese di emissione della fattura e dei conseguenti adempimenti e formalità non possono formare oggetto di addebito a qualsiasi titolo… “, da sempre, tranquillamente e indisturbata, la ETRA addebita ai cittadini-utenti: € 0, 72 più IVA (anno 2009) … tanto chi la controlla?
-quando il Comune di Selvazzano eliminò l’obsoleta tassa sui rifiuti e introdusse il moderno “SERVIZIO RIFIUTI”, fu stabilito che per il 2006 la differenza massima tra la nuova tariffa del servizio rifiuti e la vecchia TARSU dovesse essere pari al 10% in più o in meno ma, la ETRA aumentò detto fatto la mia fattura del 18, 3%… tanto chi la controlla?

Ho scritto al Sindaco di Selvazzano: chi si è fidato del consiglio contenuto nel notiziario del Comune e si è rivolto ad un legale per riavere indietro i propri soldi, potrà chiedere al Comune di Selvazzano di provvedere a retribuire i legali dei cittadini che hanno seguito il vostro suggerimento o vale per loro il famoso detto “cornuti e mazziati”?

Finora risposta non c’è stata e dubito che ci sarà.

Claudio De Paulis – Selvazzano Dentro

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

- Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili