Salta i links e vai al contenuto

Ingiustizia e maltrattamenti

di

Un anno fa sono stata picchiata con calci pugni gomitate e strattonamenti un giorno in maggio da mio fratello che ha un anno in più di me.. Sono stata a letto per 3 giorni perché non riuscivo a stare in piedi a causa dei dolori delle botte alla testa, schiena e braccia. In più non riuscivo a bere avevo il labbro e il resto della faccia gonfi e in più mezzo dente m a era rotto a causa dei pugni. Dopo quello che é successo stavo per svenire ero in stato di shock tremavo e non riuscivo a reggermi in piedi. 

Il motivo scatenate é che io stavo cantando in bagno, a lui dava fastidio perché aveva lavorato tutto il giorno..sono andata quindi in camera mia ma avevo lasciato degli asciugamani sporchi in bagno e lui éentrato da me dicendomi che nn dovevo lasciare le cose sporche in bagno mi ha spinto lui l ho spinto e da li é partito e non si é più fermato..

I miei quando sono arrivati si sono arrabbiati con mio fratello. Ma per loro picchiare é una cosa normale. Vi dico solo che il giorno dopo ero a letto visto le mie condizioni e mia madre sé inca perché mi aveva chiesto di andare a fare gas alla sua macchina ma le.ho detto che non potevo. E lei non capiva..sé incazzata..e io nn riuscivo neanche a stare in piedi e a parlare..vi faccio notare l.intelligenza.. 

Il lunedì ero cmq andata a lavoro nonostante i lividi i. Faccia ..non riuscivo a stare seduta per il dolore..sono andata in ospedale per vedere se cera qualcosa di rotto..per fortuna niente..ma ho dovuto subire l umiliazione di far finta che non fosse successo niente..agli infermieri che avevano capito tutto ho dovuto dire che ero caduta dalla bici..mi guardavano come x dire ma “ci prendi in giro..”

Cmq Ho riportato tutto ai carabinieri i quali l.hanno chiamato e gli hanno fatto un bel discorso. Dopo qualche mese per fortuna se ne andato di casa..lui non m ha chiesto neanche scusa..da quel giorno non lo saluto più e non lo considero più..

Mio padre qualche mese dopo si meraviglia che io non gli parli più me lo chiede anche nonostante sappia cosa mi ha fatto..

Ieri mio padre mi ha aggredita perché ero a tavola e stavo parlando a mia madre di un paio di pantaloni che si erano sbiaditi naturalmente ed erano appena comprati e mi era venuto un po il nervoso..ma non stavo urlando..mio padre incomincia a interrompermi dicendo che la devo smettere xk é stanco dalla mattina di lavoro e vuole stare in pace. Io continuo a parlare a mia madre. Lui mi minaccia,si alza mi strattona e mi butta per terra perché vuole mandarmi via dalla cucina..io resisto mi prende e cerca di strattonarmi via dalla cucina mia madre cerca di fermarlo ma non ci riesce…dopo un po riesce a buttarmi fuori.. Le gambe m tremavano e respirato affannosamente.. Io chiamo i carabinieri,intanto mio padre esce dal retro..mia madre non crede al fatto che io stia chiamando il 112 e m fa con stupore “LAURA”…io continuo con il carabiniere al telefono e gli spiego tutto. Mi dice che gli farà una chiamata e la prossima volta mandano una pattuglia..

Oggi lui mi dice che gli dispiace e mi chiede scusa ( dice sempre così ) poi m dice che io però ho un comportamento che a lui non piace ( quando queste cose accadono per anni e anni ti distacchi e lui non accetta che io non gli parli o non lo consideri) luiha dei problemi che purtroppo non vuole risolvere.. Lui si ” affida alla Chiesa e a Dio” con ” una confessione si risolve tutto” mi dice. Mi fa ” dovresti farla anche te così ti togli Satana da dentro e sei meno strozza”..

Ma vi rendete conto?!?!? 

Io gli ho risposto ti tenersi le sue scuse e il suo dispiacere perché é un falso e un’ipocrita e le sue scuse non m servono a niente. 

L'autore ha scritto 23 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

4 commenti a

Ingiustizia e maltrattamenti

  1. 1
    Regina Incoronata di Splendore -

    Il mio parere è che dovresti andartene di casa e vivere la tua vita; i tuoi, perdonali ma salvaguardati se ti usano violenza, anche diffidandoli, se lo ritieni opportuno. La confessione non è il beneplacito per continuare a peccare: non vale in quest’ ottica, ed anzi accresce il peccato stesso, perché è un abuso della Misericordia Divina. È necessario il pentimento reale ed il proposito di non più commettere il peccato. Questa è la vera penitenza. Poi si va a rendere conto al confessore di come si è adempiuta la penitenza. Il timor di Dio occorre, altrimenti neanche un esorcismo al giorno aiuta, se non c’è la volontà di sradicare violentemente quel peccato, e forse in tuo padre non c’è. Il peccato non muore mai di dolce morte, ma di morte violenta: va troncato senza ripensamenti, con volontà ferma nella grazia di Dio.

  2. 2
    Lajo -

    Ciao, si lo so sono d accordissimo! L ho scritto per sottolineare il fatto che non é un ragionamento sensato! Io me ne andrei anche da casa..ma purtroppo ho da iniziare l università e trovarmi un lavoro part time a settembre! Ora lavoro full time e sto mettendo da parte i soldi x l uni..ma comunque se decidessi e andare via Avrei troppe spese! Anche se non sai quanta voglia ho d andarmene..
    Queste persone meritano di essere lasciare da sole! Spero che muoiano da sole ! I miei figli non li vedranno mai..se ne avrò

  3. 3
    Sirenetta -

    Io ti sconsiglierei di iscriverti all’università e di cercare solo un lavoro o cmq di tenertelo perché la tua situazione famigliare è fin troppo grave, poi da quello che ho capito hai dei genitori chiesaroli, credenti alla chiesa e si sa che più delle volte sono le persone peggiori di questo pianeta, cmq sia tuo padre che tuo fratello gli potresti denunciare per violenze domestiche visto che sono maggiorenni. Cmq la chiesa ha rovinato un sacco di persone e questi sono i risultati

  4. 4
    rosa11 -

    quoto Sirenetta
    accantona per il momento l’idea dell’università e trovati un lavoretto che ti permetta di mantenerti….probabilmente avevi altri obiettivi nella vita…..studiare ecc…. ma direi che in casa tua non puoi più rimanere
    Straquoto Sirenetta sull’opinione delle persone che frequentano attivamente la Chiesa…..sono in assoluto le peggiori….

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.