Salta i links e vai al contenuto

In amore non esiste una pausa

Salve… è la prima volta che scrivo una lettera… e volevo raccontare la mia storia.
Oggi il mio ragazzo mi ha chiesto di restare solo a riflettere… per capire cos’è che vuole realmente dalla sua vita….
Io sono a pezzi… sto malissimo… perché non faccio altro che pensare in negativo… lo amo ed è tutta la mia vita…. la sua è una PAUSA DI RIFLESSIONE, ma per me questa non è un spiegazione valida perché le pause di riflessioni si hanno quando non si sa se si ama o meno una persona!! Quindi o non è sicuro di ciò che prova o non ha mai provato nulla e non sa come lasciarmi….!!! Cosa devo fare??? aspettare o dimenticare?? aiutatemi….

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    Davidino -

    Prima parte: La fine dell’amore, soprattutto la fine di un amore in cui per la prima volta ci si è davvero persi uno tra le braccia dell’altro, scatena emozioni fortissime mai conosciute prima, emozioni per le quali non siamo assolutamente preparati. Ci proviamo in tutti i modi a negare la realtà quando un amore finisce, ma la realtà non si fa cancellare. Sei depresso e agitato; senti che devi fare qualcosa ma non sai che cosa. Tutto sembra inutile e allo stesso tempo non puoi stare fermo, a guardare la nave che affonda. Cerchi di ragionare ma i pensieri sono confusi: è colpa mia? E’ colpa sua? Dov’è l’errore? Come si può rimediare? Sensi di colpa e desiderio di rivalsa si mescolano: “ho sbagliato tutto”, “no! E’ lui/lei che non ha capito nulla”. Nella mente si affacciano strane fantasie… un incontro tra sei mesi… l’amore che rinasce… oppure tu che hai una nuova relazione bellissima e lui/lei che finalmente si accorge di che cosa ha perso! Sotto tutti questi pensieri resta un chiodo fisso, qualcosa che ti picchia nello stomaco. Essere lasciati è come ricevere una “dichiarazione” al contrario, è come se qualcuno ti dicesse: “non vali niente”. Sicuramente l’altro non la pensa così, ci sono mille motivi per cui un amore finisce, ma non c’è nulla da fare, quello che ti resta dentro è questa vocina fetente: “non vali niente, sei sbagliato”. Con l’aggravante che questa voce la senti arrivare proprio da chi ti aveva detto un giorno il contrario, ti aveva detto “ti amo”. Se non sei forte, se non sei convinto delle tue qualità, questa vocina ti scombussola. Il dolore si trasforma in rabbia, alle fantasie di rivalsa si sovrappongono fantasie di distruzione: “mi ha preso in giro, mi fa stare male, deve scomparire”.
    Non sono pensieri belli ma sono ancora pensieri normali; l’importante è sapere che sono fantasie che non devono diventare reali. A questo punto, per ritrovare serenità, devi mettere distanza tra te e l’oggetto del tuo dolore: tra te e lui, tra te e lei. (continua)

  2. 2
    Davidino -

    seconda parte: No, non c’è nessun modo per salutare qualcuno che ti ama senza farlo soffrire. Non c’è nessun modo per lasciare qualcuno che sente il diritto di averti senza farlo arrabbiare. Al mondo esistono pochi esseri umani adulti, indipendentemente dall’età, in grado di accettare le scelte degli altri, pur nella sofferenza che queste talvolta provocano: e anche questi pochi, nel momento del distacco, soffrono. No, non c’è nessun modo per costringere qualcuno ad amarti, non c’è nessun modo per convincere chi ha già le proprie convinzioni e di queste non si vuole o non si sa spogliare. No! Non è colpa di nessuno se tu sei come sei e se l’amore in cui credevi non riesce a durare. Piangi, se è questo che senti nel cuore; sbatti i pugni sul muro, se è questo che senti nella testa. Non restare inerte, non congelare la tua angoscia! Brucia il tuo dolore, non averne paura. Ascolta i tuoi pensieri, anche se ti fanno male, e dopo averli ascoltati impara a combatterli, a contrastarli. Non ti fissare nel cercare ragioni che forse non ci sono. Non tramutare in odio quello che ieri era amore. No, non c’è cattiveria in chi ti lascia per un nuovo sogno o nuove strade; lo capirai quando sarai tu a chiuderti una porta alle spalle e a lasciare qualcun altro solo. No, non c’è nessun modo per farsi volere bene da tutti. No, non c’è nulla di sbagliato in te e non c’è nessuna ragione per cui nessuno, oggi, ti vuole bene. In ogni caso nulla dura per sempre, nemmeno questo dolore, nemmeno questa solitudine. Prenditi cura di te, sii per te stesso madre, padre e fratello. Prenditi per mano, accompagnati nel mondo, cammina e respira. Passo dopo passo, respiro dopo respiro, quando meno te lo aspetti, sentirai di nuovo le tue labbra allungarsi in un sorriso. Lentamente, quando meno te lo aspetti, questo dolore, questi brutti pensieri che oggi ti sembrano senza rimedio svaniranno. Fidati. E’ così.

  3. 3
    toroseduto -

    Sballata,hai scelto questo nome perchè ti senti in questo stato d’animo,essendo la prima volta che scrivi. Perchè il tuo ragazzo ti ha chiesto la fatidica pausa di riflessione. Fanno bene queste pause, se vissute con i piedi per terra e non con la testa che gira a mille e costruisce mostri spaventosi…Può esserci di tutto in una pausa, problemi di lavoro, insicurezza sull’avvenire, sto facendo quello che veramente voglio fare, sto con la persona giusta…Quando si è molto giovani, sono queste scelte che fanno crescere,che ci dicono che la vita non è la giostra dai cavalli bianchi in cui possiamo sciegliere quello che più ci attrae.Vivi questo momento con serenità, fai anche tu delle riflessioni…se lui ha fatto ricorso a questo per mollarti, dovresti quasi gioirne, un uomo vero dice in faccia cosa bolle nella sua testa, se è stato un pretesto, è un bambino che gioca con i sentimenti degli altri, se invece ha Veramente bisogno di una meditazione, qualunque sia l’esito, accettalo…con amore! Se non si sente pronto a una relazione seria, è immaturo contare su di lui. Per afferrare il senso di quello che ho scritto, fai anche tu le tue considerazioni, e se riesci a scindere razionalmente la cosa che più ti sta a cuore, potresti scoprire qualcosa di profondo in te, noi che abbiamo la capacità di amare, abbiamo una marcia in più, maturiamo in fretta e impariamo dove sono i nostri limiti e quelli degli altri. Non essere pessimista, io a leggere Davidino ho provato più di una stretta al cuore, perchè non stava rivolgendosi a te ma a se stesso, quindi metti ordine nelle cose, per il momento prendiamo per buono e vero il desiderio del tuo ragazzo di riflettere, senza enfatizzare troppo la cosa, io ho cercato di farti uno scenario completo di questa situazione…perchè sono avanti con gli anni, e come te ho amato molto, quindi non bruciarti, chi ama davvero non sarà mai solo, e chi non ci merita che un giorno dovrà accontentarsi di qualche rimanenza.Buona fortuna…mario

  4. 4
    stella -

    Cara sballata mi sento di dirti di non essere pessimista, perchè non sai mai come vanno le situazioni, per cui non porre l’attenzione su ciò che farà lui ma poni l’attenzione su te stessa. Ogni persona che passa nella nostra vita ci lascia qualcosa di se e per questo comunque vada è stato bello aver conosciuto una persona, per cui concentrati su quello che questa storia ti ha insegnato, perchè e solo così che si superano le situazioni, ti ripeto comnque possa poi andare a finire. Ma sicuramente dopo una bella analisi su quello che hai imparato sarai più forte e probabilmente tu scoprirai di non volere questo ragazzo.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili