Salta i links e vai al contenuto

Il nuovo ministro della propoganda usa il web e i social

Nell’era digitale chi sa usare meglio i nuovi strumenti di comunicazione di massa ha la possibilità di influenzare in modo significativo il popolo e tradurre questo in consenso politico.
Da qui deriva una propaganda politica che cerca di usare a proprio vantaggio ogni evento e di dare una interpretazione della realtà che molto spesso non ha nulla a che fare con la verità dei fatti ma è solo tesa a far emergere
il proprio interesse.
Chi è il più bravo di tutti nell’uso di questi strumenti, sà magistralmente comunicare ciò che la gente vuol sentirsi dire. Poco importa se per far questo bisogna evocare paure, odio, o qualche altro spauracchio.
Però questo modo di raccogliere consenso a volte mostra un punto debole importante, La mancanza di visione, la politica ridotta a spot non porta da nessuna parte, ma al popolo questo non importa perché capisce solo il suo piccolo torna conto immediato.

Avevano ragionato cosi anche coloro che marciavano con orgoglio sotto il balcone del dittatore di turno salvo poi trovarsi nelle steppe con le scarpe di cartone a fare una vergognosa ritirata.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

5 commenti

  1. 1
    Angwhy -

    Okay caro Vf400,si è gia capito come la pensi,ma oggi funziona cosi nel caso non te ne fossi accorto,pure il Papa fa i tweet,e comunque “quel” ministro non è piu(almeno x il momento)

  2. 2
    Yog -

    Va ben, Vf, ma basta che fai a meno di leggere i social e sei a posto. Non c’è ancora la censura in Italia, anche se ci stanno provando.

  3. 3
    Enza -

    I social sono solo uno strumento. Sono i contenuti che deprimono. Bisogna attivarsi nell’essere informati, altrimenti è facile per i politici di turno manipolare l’elettorato/popolo.

  4. 4
    white knight -

    Se per ministro della propaganda intendi l’ex ministro Salvini non sono d’acordo con te perchè A ME SALVINI PIACE. Tuttavia, il problema relativo all’uso spropositato del web da parte di chiunque e della relativa influenza che ha sulla società è vero… Anche se comunque più che il rischio dittatura (personalmente) ravviso il rischio anarchia. Può essere per esempio che il “pinco pallino” di turno ottenga uno share smodato, ma verrà presto rimpiazzato da “pinco pallino 2” che avrà quella micro-trovata che lo renderà “nuovo”, “originale”, “innovativo”, per poi a sua volta essere rimpiazzato da “pinco pallino 3” e così via… Questa è l’era della digitalizzazione, si creano miti dal nulla con un nonnulla (un tweet, una insta-foto, ecc) e nel nulla ritornano con un nonnulla. E la società anzichè radicarsi, si liquefa sempre di più. Con ovvi risvolti drammatici per tutti sotto il profilo psico-relazionale, esistenziale, ecc. e quindi indirettamente anche sui versanti economici, sociali, ecc.

  5. 5
    Yog -

    Grande White Knight! Finalmente uno che lo dice chiaro: “Salvini mi piace”.
    Spero anche io che l’Emilia-Romagna sia la Caporetto dello sterco che attualmente ci ammorba con le sue fetide esalazioni.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili