Salta i links e vai al contenuto

Il buon seminatore raccoglie

La popolarità del Presidente Usa s’è conclusa. L’idea della guerra in Iraq lacunosa sin dal principio, gli scandali continui determinati dal Partito Repubblicano e il troppo interesse dovuto al denaro come lo stesso fosse l’essenzialità, sembra non trovare più consensi dal popolo americano. E’ con i raccolti che si vedono quale beneficio le semine consegnano.

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Mondo

3 commenti

  1. 1
    Cesare -

    “Si raccoglie quello che si semina”

  2. 2
    Bruno -

    E dire che la guerra in iraq doveva essere l’arma vincente anche per berlusconi, il quale per mantenere i nostri mercenari, ha dirottato l’8*1000 senza che nessuno italiano ne fosse a conoscenza.

    E si.. quello che si semina si raccoglie.. però per certuni non è sempre cosi.. oltre a perdere al poltrona ci vorrebbe anche una vagonata di merda in pieno volto.

  3. 3
    veronica -

    sono brutta

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili