Salta i links e vai al contenuto

Idealizzare una persona è sbagliato

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti, vorrei parlarvi del mio problema.
Sto da circa 9 mesi con una ragazza, io 30 anni, lei 22. Tutto è andato sempre bene, affinità, intesa mentale e fisica. All’inizio io ero molto preso e vedevo lei molto più cauta, distaccata. Oggi, a distanza di mesi, la situazione si è ribaltata. Io mi rendo conto di non sentire più per lei quello che sentivo prima. Lei invece dice di amarmi, di volere stare con me. Forse, lo ammetto, sono stato io a calcare un pò la mano all’inizio, a partire troppo velocemente. Quello che mi dispiace è vedere che soffre, se la lasciassi ci starebbe molto male. Credo tuttavia che non sia in grado di valutare i sentimenti. Io le ho ripetuto più volte che amare non vuol dire idealizzare una persona, riporre in lei tutto ciò che noi desideriamo o che pensiamo come giusto nella nostra mente. L’amore contempla anche una fine (anche se si fa di tutto perché non accada ovviamente), la possibilità che una relazione finisca. A me sembra che lei viva tutto questo come una tragedia, che la nostra relazione sia più un’ossessione che un sentimento vero. Idealizzare una persona porta poi, inevitabilmente, a provare maggiore delusione e dolore nel caso la relazione arrivi al termine. Io vorrei lasciarla, provo a farle capire che è meglio per entrambi, ma le voglio bene e mi dispiace vederla soffrire. Capisco che l’amore può essere vissuto in molti modi, ha molte sfaccettature e che io qui esprimo solo il mio punto di vista (relativo), però mi domando, come può una ragazza di 22 anni, intelligente, bella, pensare che se una relazione finisce questo rappresenti una tragedia. L’amore alla “I dolori del giovane Werther” è estremamente dannoso, si deve fare di tutto per stare insieme quando ci si ama, bisogna vivere l’amore con passione e profondità. Ma l’amore può anche passare, mutare,finire, nonostante questo non significa che la vita non vada avanti. Cosa posso fare? Come farle capire quello che penso e sento?
C’è una canzone di Battiato molto bella, “La stagione dell’amore”, che dice:
“Ancora un’altro entusiasmo ti farà pulsare il cuore.
Nuove possibilità per conoscersi “.
Questo dovrebbe animare chi crede nell’amore.
Saluti

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook Idealizzare una persona è sbagliato

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    _Mya_ -

    Ciao Soren, dalle tue parole si capisce chiaramente che tu non la ami più ma che le vuoi soltanto bene.
    Io capisco la tua ragazza perchè anche io tendo ad affezionarmi subito e molto alle persone e questo è un grave rischio perchè tutto finisce e nulla è per sempre.
    Quello che tu dici di non volerla far soffrire già lo stai facendo continuando ad andare avanti, anzi così la stai anche un po prendendo in giro anche se in cuor tuo è l’ultima cosa che vorresti fare.
    Fagli capire che lei è ancora molto giovane e davanti ha un intera vita piena di emozioni, amori, amicizie insomma nuove esperienze digli che tu per lei ancora ci sarai ma non come ragazzo, magari come confidente ma è inutile andare avanti se dalla tua parte non c’è più amore.
    E se lei non vuole capirlo lasciala, soffrirà e il dolore sarà molto, ma il dolore anche tende a passare ci sarà qualcun altro che ricucirà le sue ferite e magari sarà l’uomo con cui costruirà un futuro..quest’esperienza poi gli insegnerà a non riporre tutto in una persona e un giorno ti ringrazierà di averla lasciata e non presa in giro.
    In bocca al lupo, _Mya_

  2. 2
    sarah -

    a me sembra solo che te la vuoi togliere di torno senza che ti rompa le scatole per sentire meno il senso di colpa,ossessione o meno è presa da te,spiegale che non provi più nulla e che probabilmente era solo una sbandato,probabile che ti odi e che non ti voglia più rivedere,meglio,così riuscirà a dimenticarti,puoi essere sincero quanto vuoi ma non puoi pensare di lasciare chi ti ama e che questa ti dica ok e se ne vada,soffrirà in un modo o nell’altro,meglio finirla subito che trascinarsi questo rapporto,ogni minuto che stai con lei è dolore che aggiungi al suo cuore,magari non è detto che ti idealizzi,forse sei tu che non vedi come ti vede lei,ma alla fine cosa importa?non criticare il suo amore ma rispettala,lasciala libera.

  3. 3
    presempre -

    Quando sei innamorato vorresti che fosse per sempre, ma è possibile che quel per sempre non esista.
    Nella condizione umana vige l’accettazione, quindi la persona lasciata deve farsene una ragione, e tu non puoi stare di certo con una persona che non ami piu, per rispetto di te e anche di lei.
    Quello che mi fa specie è la posizione delle donne, che starebbero accanto ad un uomo ad ogni costo, anche quando quest’ultimo non è piu innamorato di loro. Da donna, lasciata e che in passato ha sofferto molto, mi chiedo lo stesso come sia possibile, abbiamo una dignità e un orgoglio che ogni tanto sarebbe giusto tirar fuori.
    Se lei è ossessionata da te non puo’ comunque obbligarti a stare con lei. L’amore è un sentimento e come tale irrazionale, nasce, cresce, puo’ continuare in eterno o morire..ma deve essere un qualcosa di spontaneo non forzato..non mi pare difficile da capire come concetto.
    ciao
    Stefania

  4. 4
    snow white -

    Ciao Soren, ti posso dare qualche consiglio dato che anch’io ho vissuto un’esperienza molto simile a quella della tua ragazza e ho la sua stessa età. Lei purtroppo, come è successo a me, non capisce in questo momento la tua decisione di lasciarvi perchè è innamorata e sarebbe anche disposta ad avere un rapporto spento e “trascinato” pur di starti accanto…purtroppo ci sono persone che concentrano tutte le proprie energie sul loro partner, alle quali basta avere la persona che amano accanto senza aver bisogno di altri contatti sociali. Io non la conosco però posso intuire quali siano le sue paure: magari è una persona molto esigente, che ha difficoltà a trovare una persona con cui stia veramente bene, e perdere te quindi la scoraggia tremendamente. E’ ovvio che la sua vita andrà avanti anche se la vostra relazione ha raggiunto il termine, ma questo lei lo accetterà solo a distanza di tempo. Se sei giunto alla conclusione che non la ami più lasciala, non ha senso stare insieme, darle false speranze..soffrirà e anche tanto, ma prima lo fai e meglio sarà per entrambi. Da quanto ho letto, tu sei come il mio ex ragazzo, considerate l’amore come una cosa in più, la persona che avete accanto è un elemento della vostra vita che vi arricchisce ma che non è indispensabile per viverla e per stare bene con voi stessi, ed è sicuramente il modo più giusto di pensarla, però devi capire che non tutti possono essere come voi. Ognuno ha una sua personalità, una sua mentalità con cui affronta la vita e tutto il resto. Essere bella e intelligente non le saranno d’aiuto totalmente, deve trovare la forza di reagire e pensare positivamente, cose che non sempre risultano facili…starà male, come lo sono stata io e tante altre persone, ma dopo un pò di tempo si riprenderà piano piano. Un bacio

  5. 5
    elisabetta -

    La verità è che chi riesce a parlare di “vita che va avanti”, di nuovi amori, del fatto che un amore può nascere e finire già non ama piu’, ma è proiettato in un’altra dimensione.
    Io credo che se tu fossi al posto di lei, faresti lo stesso, soffriresti molto. Ovviamente questo non toglie che tu debba essere sincera con lei, ma alla fine NON MERAVIGLIARTI se lei ha questa reazione, xkè è ancora innamorata.

    Si, sono d’accordo con chi dice che non vedi l’ora di togliertela dai piedi, che brutto mamma mia… Ho provato questa sensazione sulla mia pelle…ed è davvero umiliante. Mi chiedo come lei non lo abbia ancora capito. Se lo dovesse capire, spero che in nome di una cosa chiamata orgoglio, prenda la decisione di lasciarti..
    Che poi è quello che vuoi..

  6. 6
    Soren -

    Capisco e condivido i commenti fatti. Apprezzo le parole di snow white, credo che tu abbia inquadrato la situazione abbastanza chiaramente. Voglio precisare che, se la penso come la penso sui sentimenti e l’amore, non vuol dire che non riesca ad amare o che il mio obiettivo e’ togliermi la ragazza dai piedi. Anch’io ho sofferto per amore in passato e sono stato tradito, probabilmente certe esperienze e l’eta’ mi hanno fatto cambiare i punti di vista sull’amore e le relazioni. Credo che comunque, per tanto bello e profondo l’amore possa essere, siamo sempre esseri umani e come tali dobbiamo essere presi. Io voglio essere amato ed apprezzato pewr quello che sono, per come agisco, mi esprimo, per come sento e vivo i sentimenti, non per cio’ che potrei rappresentare nei desideri reconditi di una partner che prietta su di me il suo concetto di amore ideale. Tutto questo e’ sbagliato e fuori luogo. Mi si dira’, per come la pensi sembra tu voglia mettere le mani avanti, per non soffrire o altro. No, io semplicemente credo che l’amore sia certo sogno, ma anche realta’, nel senso che va vissuto nella realta’ di tutti i giorni, nelle cose che si condividono con il partner. Se l’amore esiste, se ci si stima e rispetta, non importa il punto di vista, non si pensa a calcolare le azioni o i sentimenti. Pero’, lo ripeto, l’amore non e’ un romanzo “decadente” o alla Goethe, e’ sentimento vivo, realta’, basata su persone con corpo, mente, anima e cuore.

  7. 7
    sarah -

    ma il problema di fondo è che tu non vuoi questa ragazza non che credi che lei ti idealizzi.

  8. 8
    Kid -

    Ho avuto la tua stessa esperienza in passato.
    Una relazione durata un anno , con una ragazza molto piu’ giovane ed esattamente come te , i tempi non hanno coinciso .
    All’inizio anch’io mi sono innamorato e lei non si era lasciata andare ma poi purtroppo , nel mentre che io pazientemente aspettavo , notavo delle caratteristiche di lei che mi facevan sentire la differenza d’età . Mentre il suo sentimento cresceva , il mio si affievoliva . Parlarne era servito a poco , la differenza di maturità , mentalmente parlando , non si puo’ colmare , se non da sola.
    Devo dire che le sono stato molto vicino , dopo averle spiegato tutto , senza spingerla pero’ a fare ragionamenti che per una persona che soffre , soprattutto se indotti dall’oggetto della sua sofferenza , servono a poco . In questo sbagli , credo . Non è il tuo compito offrirle la consolazione in un futuro che le riserverà qualcosa di buono . In questo modo la “devasti” perchè lei soffre per te e ci soffre adesso. Del futuro non le importa.
    Io non mi son mai negato al telefono o ad un’incontro , comprendevo quel che stava passando e ho cercato di usare quanto piu’ tatto possibile.
    Credo di aver fatto la cosa giusta e oggi , dopo tanti anni , se capita, passa a salutarmi , come se fossi un vecchio amico.
    Forse ha apprezzato piu’ la verità e la mia disponibilità che mai è scaduta nel cinismo o nell’ambiguità che mezze bugie o presunte verità sbattute in faccia malamente ( Cosa di cui molte persone dovrebbero solo vergognarsi) .
    E non abbiamo mai riparlato del passato.
    Cerca di tirare fuori il tuo meglio , senza trascendere nel ruolo di “consolatore” , perchè non puoi esserlo tu.

  9. 9
    snow white -

    Non dare retta alle persone che ti hanno scritto che te ne vuoi solo sbarazzare, molto probabilmente con lei rivivono momenti che per loro sono stati strazianti e che non si sono ancora cicatrizzati…comunque immaginavo di aver capito abbastanza bene la tua situazione… se ne vuoi parlare o vuoi qualche consiglio su come affrontarla meglio (perchè conosco fin troppo bene la personalità della tua ragazza in quanto era la mia un anno fa) io sono qua…un bacio

  10. 10
    Soren -

    Grazie a tutti per i vostri commenti, anche se alcuni non coincidono con il mio punto di vista, li apprezzo comunque.
    Grazie anche a te snow white, sei una ragazza in gamba e matura. Mi fa piacere parlare con te. Anche per me il tempo aiuta, sembra forse cinico affermarlo, ma e’ cosi’. Credo che sia, in parte, anche una questione di eta’, oltre che di sensibilita’. Nella mia vita ho avuto altre relazioni, alcune positive, altre negative. Queste, pur nelle loro diversita’, insegnano e lasciano sempre qualcosa. Con questo non voglio dire che con il crescere e le esperienze si diventa piu’ duri, freddi o si ama di meno. Semplicemente si riesce a metabolizzare meglio situazioni del genere, come ad esempio la fine di una relazione. Per questo capisco lei e la sua sofferenza e voglio starle vicino, supportarla, perche’ capisco che la sua giovane eta’, associata alla sensibilita’, le fanno sentire maggiormente il disagio e la sofferenza.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili