Salta i links e vai al contenuto

Ho sbagliato a perdonarla

Lettere scritte dall'autore  SelfMade

Ciao a tutti, ho deciso di scrivere nero su bianco la mia storia travagliata che ormai si protrae da 6 mesi in modo che se qualcuno si ritrovasse mai in una situazione simile sappia che non è stato il solo..

Sono un ragazzo di 28 anni e con la mia ex in questi 3 anni ho condiviso la vita, la casa, il cane e la famiglia.
È stata la mia prima vera convivenza e data l’esperienza ci penserò MOLTO prima di decidere di ricondividere tutto ciò con qualcun’altra.
Lo ammetto, i primi anni sono stati stupendi, lei mi è sempre stata vicina, soprattutto dopo aver “perso” quel poco di famiglia che mi restava, una zia che ha preferito il suo tornaconto economico al nipote e un padre che ormai diventato gravemente disabile non ha avuto più la forza, ne mentale ne economica, per aiutare suo figlio..(se vi state chiedendo se ho una madre,si ma è scappata tempo addietro con un altro)
Comunque nonostante tutto ciò assieme avevamo creato la nostra di famiglia.
Ci siamo conosciuti con amicizie in comune, piaciuti fin da subito e dopo un po’ di tempo
Abbiamo deciso di metterci assieme.
Dopo neanche il primo anno lei doveva traslocare dalla sua stanza in affitto e quindi decidiamo di prendere un piccolo appartamento, che alla fine dividendo le spese sarebbe costato anche meno.
Da lì inizia il nostro periodo rose e fiori, nel frattempo arriva il terzo membro, una bellissima cagnolina che alla fine decidiamo di adottare ( ringrazio il signore di averla intestata a me) tutto sembrava andare per il meglio fino a quando perdo il lavoro, l’attività dove lavoravo ormai da 10 anni chiude per fallimento e io mi ritrovo senza niente in mano, ma non demordiamo, inizio ad impegnarmi in un corso ed un tirocinio nell’ambito sanitario che spero a breve mi portino ad un buon risultato.
Nel frattempo ho dei risparmi da parte e continuiamo a campare, lei continua a lavorare e portare soldi a casa.
Un giorno mi dice che va per un po’ di giorni a trovare i suoi parenti, distano molte ore di treno da dove stiamo e comunque non era la prima volta che andava a trovarli.
Quando ritornò a casa dopo 10 giorni mi fece il più brutto regalo di compleanno mai ricevuto fino ad ora(il giorno dopo compivo gli anni).
Mi racconta con le lacrime agli occhi che in paese incontrò in un locale una vecchia sua fiamma e che avevano passato del tempo assieme in quei giorni, che avevano fatto di tutto compreso ovviamente finirci a letto.
Io sbotto malamente, colmo di rabbia la mando a fanculo, volevo andarmene da lì ma di colpo mi sento imprigionato in casa, l’appartamento era intestato a lei e io senza un contratto e nessuno che mi faccia da garante non potevo andare da nessuna parte.
Passo un mese di inferno, separati in casa, in silenzio, in un monolocale di 35 mq, con un solo letto matrimoniale e nulla più…
Alla fine per non esplodere completamente entro in modalità zen ricominciamo a spiaccicare qualche parola e dopo un serio discorso decidiamo di mantenere un rapporto umano e civile. Dovevamo lasciare comunque entrambi quella casa, ciliegina sulla torta il proprietario non rinnovava più il contratto perché gli serviva l’appartamento.
Dopo molti tentativi alla fine riesco a trovare un appartamento per me e il mio cane e lei trova una per se ma e li che commetto IL MIO PIÙ GRANDE ERRORE.
Appena lei viene a sapere che me ne sarei andato inizia a non vederci più, inizia a dirmi che aveva fatto una grandissima cazzata, che aveva capito che ero io quello di cui aveva bisogno e che dovevamo restare uniti come una famiglia, che mi amava e che dovevamo andare a vivere tutti assieme nella SUA casa nuova, un bel appartamento grande affittato grazie alla firma del paparino.
Io l’amavo ancora, nonostante la ferita, ma le dissi chiaro e tondo che per ricominciare avrei voluto da lei sincerità e rispetto.
Accettai come un coglione e la perdonai, ci spostammo dopo qualche settimana di duro trasloco, fatto dal sottoscritto perché lei era impegnata al lavoro e alla fine ci accasammo nel nuovo appartamento.
Non conscio del fatto che dopo poco tempo sarebbe diventata la mia nuova prigione, solo più grande….
Dopo neanche un mese la vedo che si scrive costantemente con qualcuno e dopo mille domande alla fine cede, sputa il rospo e mi racconta la verità, quei famosi 10 giorni dai suoi erano stati in realtà già programmati con cura, loro si sentivano già dall’estate scorsa, era scappato anche un bacio mentre io povero stronzo non vedevo l’ora che tornasse a casa.
Disse che per paura delle conseguenze mi volle con se in casa nuova attuale ma che non riuscì a non sentirlo più, dopo neanche 2 giorni parte e se ne va da lui per quasi un mese, passo il natale persino da solo con il cane, poi lei torna qui per il lavoro….da allora sono passati sei mesi, si i 6 mesi scritti all’inizio di questa orribile storia.
6 mesi passati nell’ apatia più totale, con lei fissa sul telefono a chattare e parlare con lui, a sorridere ad ogni cosa che le scrive, esattamente come faceva con me un tempo.
6 mesi dove ogni tanto, visto che ormai ho capito che non riesce a stare da sola ha persino tentato degli approcci sessuali occasionali, respinti ormai con freddezza.
Ora manca poco, devo resistere ancora un po’ di giorni e lei se ne andrà dall’altro, lascerò questa prigione anche io, ho trovato un altra casa.
Saremo da soli io e la mia cagnolina ma almeno saremo liberi da questo strano essere che un tempo era la mia ragazza.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Ho sbagliato a perdonarla

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti

  1. 1
    Angwhy -

    Eh si caro una bella sola, ma oggi va cosi mica devi sorprenderti e poi il tuo scritto evince saggezza,vedrai che andrà meglio e ci riderai su. auguri x il lavoro

  2. 2
    Enza -

    Condividere lo spazio fisico in una situazione del genere senza avere una via di uscita immediata deve essere stato allucinante.Complimenti per la tua resistenza. Ti auguro di riprenderti velocemente da questa amara esperienza. Sei fortunato ad avere la tua cagnolina in questo momento.

  3. 3
    Massimo -

    Non è mai sbagliato perdonare una ragazza che ha avuto solo un attimo di debolezza, deve solo capire che tenere il piede in due scarpe non è possibile. E poi noi esseri umani siamo tutti un po’ strani, sono quelli che apparentemente sembrano troppo normali che ci devono preoccupare.

  4. 4
    Mister T -

    E soprattutto non riprenderla più indietro perche sicuro come l’ oro quando la sua vecchia fiamma si sará stancato di montarla e la manderá ( dato che vivono pure distanti) a spigolare lei tornerá da te come un cane bastonato. Quando accadrá dovrai essere forte e indifferente e dovrai a tua volta mandarla a quel paese mi raccomando!

  5. 5
    lauren -

    Ho letto la tua storia con i brividi sulla pelle e prima di risponderti devo stringerti virtualmente la mano,per la forza morale,lo stoicismo e la signorilità con cui hai condiviso 6 mesi fianco a fianco con questa cinica, irrispettosa,squallida donnetta. Perché solo una persona cinica e priva di empatia può arrivare a tanto. Addirittura scodinzolare al tel con quel tipo davanti a te,senza un minimo di rispetto non dico verso un ex fidanzato… ma semplicemente rispetto verso un essere UMANO. C’è qualcosa di malvagio in lei e hai fatto bene a chiudere ogni rapporto. Ma sono certa che appena ti vedrà con un’altra,se il suo tipo l’avrà scaricata,non ti darà pace. È una donna cattiva e senza anima, tienila lontanissima da te

  6. 6
    michelle -

    Che tristezza. Mi dispiace tantissimo per quello che hai passato. Pensa solo che se non l’avessi perdonata, magari ti saresti sempre chiesto come sarebbe andata. Invece ora lo sai e puoi andare avanti senza dubbi e domande senza risposta.
    Mi dispiace anche perché per colpa di persone cosí, ci rimangono paure dentro di fidarci di nuovo e di tornare a convivere un giorno in futuro. Cerca di ricordarti che non tutti sono come lei e di ricordarti quali sono stati i campanelli d’allarme per riconoscerli la prossima volta (per esempio magari giá all’inizio avevi captato da qualche atteggiamento che fosse una ragazza che non sa stare sola). Comunque anch’io ti auguro di riprenderti presto e di ritrovare la tua serenitá. Un abbraccio

  7. 7
    Pappagone -

    Brutta situazione. T.. si nasce e lei lo nacque. Meno male che hai il cane. E se ti ricapitasse una situazione simile: no pietà, no perdono. Al primo errore via.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili