Salta i links e vai al contenuto

Da Hera ad Enel Energia

Sono migrato da Hera ad Enel Energia e ora in fattura mi trovo questa voce a € 2,5 al mese che non ho trovato nelle precedenti fatture Hera e neanche trovo dettagli nel contratto.
Cos’è?
Se è l’ennesimo balzello COMPLIMENTI! con inclusa l’iva è più di quanto pago di gas.
Grazie di una risposta

Giancarlo

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori

2 commenti

  1. 1
    frenk -

    gli italiani consumano si e no solo circa 24 twh delle 324 twh in energia elettrica per abitazione le rimanenti 300 sono consumati dal terziario , agricoltura ed industria quindi la lampadina a basso consumo non risolve la terribile situazione degli alti consumi in Italia . Se i nostri governanti avranno buon senso cercano di fare risparmio energetico tra il terziario , agricoltura ed industria : prima di tutto le ferrovie non debbono essere tassate da ponti sullo stretto o dall’Alitalia per il semplice motivo che se la crisi petrolifera è un problema persistente gli italiani non sono ricchi abbastanza da potersi permettere di viaggiare a prezzi esorbitanti nè tanto meno le merci . trovo invece giusto che si dia una sistemata alle ferrovie per far viaggiare merci e persone con un minor consumo energetico quindi non tanto la lampadina a basso consumo ma ci vorrebbero ferrovie a minor consumo energetico . con una sistemata alle ferrovie potremmo sperare la realizzazione di treni a levitazione magnetica in grado di dare le stesse prestazioni di velocità degli aerei . per quanto riguarda l’agricoltura ad esempio in sicilia si spendono enormi consumi di energia per la irrigazione di piante che richiedono molta acqua mentre invece potrebbero benissimo essere coltivate piante come ulivo vite o fico d’india , ed allora il governo dovrebbe dare degli incentivi a bravi imprenditori che ad esempio creano una industria della mostarda che è un dolce fatto da fichi d’india incentiverebbe la coltivazione di fico d’india . infine per l’industria eliminiamo i rami secchi che sperperano energia faccio un esempio diminuire le industrie che producono azoto come fertilizzanti ed aumentare le tecniche diversificate faccio un esempio coltivi le ulive ? a novembre ottobre pianta le fave in cambio di mettere fertilizzanti , poi esistono nuove tecniche che vanno dai lieviti ecc… quindi il governo dovrebbe dare incentivi ad una maggiore distribuzione delle coltivazioni e degli allevamenti per il semplice motivo che le fave prodotte da quel contadino siciliano non vadino a finire negli allevamenti del veneto .

  2. 2
    Silvia -

    Anch’io,ho attivato un contratto con Enel Energia,e come l’utente qui sopra( Giancarlo) ho subito notato che la bolletta riporta questa voce: quota fissa Euro 2,5 x 3 mesi =7,50+20%di Iva che sommato per 12 mesi, fa Euro 30 + Iva.Ma quota fissa di che? Al momento del contratto mi sono lasciata attrarre dallo sconto promesso del 5% su ogni fatturazione.In effetti,sotto la voce varie,troviamo “accredito sconto vantaggioso 5+”.Totale vantaggio, Euro 31,63 (in questo caso)meno Iva.Si tratta dello stesso importo che prima viene dato con l’inganno e poi..ripreso.In effetti,si tratta della medesima somma!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili