Salta i links e vai al contenuto

Hai fatto la gattina con me perché erano 2 anni che stavi sola

Sei fantastica! Sei una delle cose più belle che mi siano mai capitate finora. Credo che la mia vita abbia avuto un risvolto decisivo da quando sto con te… Però mi dici che non sai ancora dirmi se ti senti fidanzata.
Come è bello, cara, essere igenuo quando sei innamorato chimicamente. Credo che forse tu, voglia farmi capire proprio questo, e che anche se sono 2 mesi, quei cosi, nel cervello, continuano a svilupparsi perché reagiscono a degli impulsi esterni in modo piuttosto piacevole, positivo……Porca vacca! E chi l’aveva mai pensata a una cosa talmente scientifica? E tutta questa pippa mentale per convincermi che se lei non mi ama, o meglio, non mi vuole più, è perché lei ha solo anticipato quello che farò io…. più avanti…. quando non l’amerò più….
Per me è tutto così strano,, #@]offuscato.[-# Una cosa nuova? Perdio sono stato con tante ragazze anche più grandi…eppure… sembra come la prima volta che ci si sente “lasciati”. La cosa è ovvia. Percettibilissima!! Immediata per chi ama chi non è più amato……… succede che lei ti guarda e il suo sguardo sembra un vortice di oppressione. Quasi mi sento in colpa…. E’ cupa, lo sguardo perso con mille pensieri per la testa tranne che su di noi… ormai sono qualcosa di superato, magari di fastidioso, di inutile alla sua vita, di opprimente, Ca##o!! Insomma per quale motivo io devo dirle che le voglio bene e sentirmi dirme ma io di più ed io non è vero e lei tu non puoi capire????? Cosa non posso o devo capire?? Rifletti dico io…. ti dico ti voglio bene e con te sto bene…tu io di più…. e allora cosa non posso capire? Non sei innamorata…. hai fatto la gattina con me perché erano 2 anni che stavi sola con il tuo cagnolino, e quando hai consosciuto il meridionale come te con mille cose in comune te ne sei andata nel pallone…… e io come te….. solo che lo sono ancora nel pallone….
E sono qua… a sfogarmi con non so chi, cosa e perché…. l’unica cosa certa è che vorrei dirle a te, rosa, queste cose. Ma quando ti rivedo a te? Chi ti ha più rivista da quella domenica notte… sei stata sincera con me… credo…
Hai bisogno dei tuoi spazi, di non essere in condivisione costante del proprio tempo cose del genere…
Sei andata, invece, da chi hai veramente bisogno, da chi vuoi che passi sempre il tempo con te… e non dei tuoi spazi…
Semplice. Non eri in grado di darmi quello che io volevo….
Lo so perché ci sono arrivato io a capire tutto questo semplice cambiamento di interesse nei confronti di un’altra persona…
Sei stata un pò sciocchina…e io un pò fessacchiotto… ma tu di più!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    Rossella -

    Non prendertela. Probabilmente non eravate fatti l’uno per l’altra. Tutto qui. Ogni persona dovrebbe essere libera di decidere in coscienza cosa fare del suo futuro. Che dire? Il ragazzo più buono di questo mondo potrebbe farmi rimpiangere la mia libertà. Per me essere una donna libera significa svegliarsi la mattina e guardare con occhi trasognati un uomo che nel lasso di tempo che va dall’innamoramento alla conoscenza vera e propria mi ha fatto sentire donna. Ma non ho nessun tornaconto, perché è chiaro che la realtà in alcuni casi non potrebbe mai reggere il confronto con l’immagine (non idealizzata) che ha suscitato in me determinate emozioni. Sarei ipocrita se dicessi che la fetta di torta mancante non fa la differenza. Non è così. E in questo momento non penso solo all’amore. Non sono tanto giovane da riuscire a compensare con la mia ingenuità un difetto di natura. Lo considero un difetto, ma non pretendo niente da nessuno. Che dire? L’uomo di oggi da questo punto di vista non ha “scusanti” perché la parità (quando due persone si conoscono dopo i 17-18 anni) ti fa vivere il tuo futuro marito come un compagno di classe che mette la mano davanti (non le mani avanti come ai vecchi tempi) al compito per non far copiare il collega. Ci può stare, per carità (io non voglio niente da nessuno)… ma se non mi vedi neanche come donna-amante penso che non abbiamo proprio niente da raccontarci per ovvi motivi. L’orgoglio finisce dove comincia il buon senso.

  2. 2
    Rossella -

    Ovviamente si tratta del mio punto di vista. Il parlar chiaro è fatto per gli amici… nel momento in cui mi fai capire che vivi la sessualità come un valore aggiunto, io rispetto il tuo pensiero e ti dico che anche se per me non è fondamentale non sarei in grado di gestire la relazione perché l’aspetto esteriore non mi è indifferente.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili