Salta i links e vai al contenuto

E se a 23 anni… gli amici iniziano a “sfottere”?

Lettere scritte dall'autore  Beatris01

Scrivo qui per chiedere consigli sul da farsi in merito alla piccola situazione alquanto scomoda in cui mi sono venuta a trovare soltanto ora.
Gli amici in questione non sono il gruppo con cui esco la sera, con i quali invece tutto va a gonfie vele come sempre… Sono i miei compagni di kick-boxing, quindi l’opzione “lasciali nel loro brodo” non è contemplabile in quanto 3-4 volte alla settimana stanno a meno di due metri da me…. Nel corso siamo divisi fra quelli che vengono a lezione giusto per imparare, e noi che invece ci alleniamo per le competizioni in quanto facciamo sport a livello agonistico: in seguito alla selezione naturale, siamo rimasti soltanto in 3, due ragazze ed un ragazzo. Quest’ultimo si allena sempre col maestro, spesso anche in giorni diversi dai nostri, mentre io e l’altra ragazza ci alleniamo insieme…in questi momenti da sole parliamo un pò di tutto, ho imparato a conoscerla, e le ho raccontato anche cose che non ho mai detto a nessun altro e viceversa..addirittura mi lascia intendere che sono la sua migliore amica (dato che mi ripete spesso che non ha amiche al di fuori di me)….insomma, c’è un’intesa. Lei ha un carattere molto forte e libertino, non si fa mettere i piedi in testa da nessuno e non gli interessa del parere di nessuno, è molto volgare e diretta nei suoi discorsi, e come lei stessa ammette, le piace essere al centro dell’attenzione, essere la prima donna del gruppo, e quindi non si fa molti problemi a provarci anche pesantemente con tutti gli iscritti al corso, anche se lo fa solo per scherzo dato che è fidanzata. A me tutto questo va benissimo, non sono cavoli miei, ed a me non da fastidio. Il problema è che non appena avvista un ragazzo qualunque che si dirige nella nostra direzione, lei cambia completamente atteggiamento nei miei confronti: sostanzialmente comincia a darmi dell’incapace, a sfottere le mie mosse, e a cercare di coinvolgere il tizio di turno (comunque sia compagni comuni) mettendomi in ridicolo. Dice che lo fa per scherzo. Effettivamente riconosco che il tono non è serio, ma sa tanto di quello sfottimento pesante che dopo un pò comprendi non essere proprio genuino e ilare. Purtroppo, ora anche il ragazzo del magico trio farà sempre più spesso i nostri stessi giorni: con lui ho un’ottima confidenza, forse anche migliore che con lei…siamo anche usciti insieme una volta, ma da allora il nostro rapporto è diventato un continuo prendersi in giro a vicenda…ma con lui ci sta! Perché siamo solo io e lui, e quindi so che sta giocando solo con me….e non mi sta mettendo in ridicolo davanti ad altri! Ecco, ora che siamo tutti e tre riuniti…uno sfacello. E’ già la terza volta che si coalizzano sfottendo qualsiasi movimento io faccia, il mio modo di parlare, ed i miei risultati in generale.
Io per carattere sono una persona con una pazienza infinita…stile “pace interiore zen” per intenderci, e quindi non mi va di iniziare una discussione, soprattutto con loro due coalizzati, quindi continuo a sorridere e punto sull’autoironia. Ieri, dopo mille finti sorrisi alle loro battutine (e dopo aver constatato che la tecnica dell’indifferenza non funge per nulla!) ho detto loro ridendo che se andavano avanti me ne sarei andata all’istante…insomma, minaccia vera detta a battuta. Lui per risposta si è scusato all’istante, dicendo che forse aveva esagerato… Lei invece ha esordito con un “se vuoi puoi sempre andare a piangere in bagno”…. ora. Pace zen un corno. In quel momento mi sono girate talmente tanto che ho finito l’allenamento un quarto d’ora prima. Oggi l’ho vista in palestra ma non l’ho manco chiamata a stare lì con me.
Non so che farci sinceramente. Da una parte vorrei prenderla e parlarci, ma la conosco: sicuramente poi andrà a dire all’altro (che sinceramente un pò mi interessa) che io sono una (bo! non so che termine potrebbe usare!) che se l’è presa subito mentre loro stavano soltanto scherzando…. Poi lo direbbe anche a tutti gli altri, ne farebbe un caso di Stato con tanto di tgcom per la diretta streaming. -.-
Come seconda opzione, ho pensato di limitarmi a far bene il mio sport: se sono incriticabile, che potrà mai dire? Peccato che non riesco a non sentire cosa dicono, mi deconcentrano, e poi effettivamente sbaglio tutto, anche le cose più semplici, dal nervoso.
Come terza opzione ho pensato di risponderle a tono, con frecciatine mirate. Peccato che a meno che voi non ne abbiate in serbo qualcuna, io sono proprio sfornita di dardi, non le ho mai dovute fare ‘ste cose perché mai nei miei (quasi) 24 anni di vita sono stata oggetto di scherno. E sinceramente ‘sta cosa mi ha buttato un pò in terra, mi sono quasi autoconvinta di essere realmente incapace come dicono, nonostante quando ci alleniamo da sole, nel 60% dei casi la batto. Invece in queste situazioni crollo, manco ogni bersaglio, perdo l’equilibrio da sola…un macello. Di conseguenza lei sembra più forte di me, e quindi lui fa i complimenti a lei, e ‘sta cosa mi tira ancora più in terra perché alla fine lui non ha mai visto le mie vere capacità, ed in questi casi più mi impegno per fargliele vedere e più faccio figuracce improponibili! Anche oggi, da sola, non ero in grado di fare una cosa giusta….assurdo!!
Pensavo quindi di chiedere se posso fare lezione con il gruppo grosso…e se loro due mi chiederanno qualcosa, gli dirò che insieme mi risultano troppo pesanti da sopportare. Ma anche qui, farei la parte della lagna..

Che fareste voi al mio posto considerata la situazione?? Frasi ad effetto pronte da servire?? xD

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: E se a 23 anni… gli amici iniziano a “sfottere”?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia

10 commenti

  1. 1
    roxana -

    Sinceramente da quello che hai detto su di lei, cioè che ti ha fatto capire che ti considera la sua migliore amica, io penso che lo faccia davvero solo per scherzare. Sai per creare quel rapporto molto confidenziale e di scherzo tra amici. Io la prenderei a ridere, sarà che io ho un carattere molto adattabile e più che altro giocoso, non me la prendo mai quando mi sfottono perché parto dal presupposto che io sono io e tu sei tu 😛 nel senso che so chi sono quindi anche se mi vuoi far apparire una cretina io non me la prendo perché so di non esserlo.
    Ti racconto un episodio giusto per farti capire. Mesi fa organizzammo una cena con la mia coinquilina. Lei invitò il suo fidanzato e un amico. Io stetti tutto il sabato pomeriggio ai fornelli, lei si limitò ad apparecchiare……. Al momento della cena il suo ragazzo ( scherzando diceva lui ) disse che il primo era immangiabile e il dolce sembrava una tavoletta. Cioè il lavoro di un pomeriggio era andato perduto. L ho presa a ridere perché sapevo che del suo parere non me ne importava una cippa.
    Questo solo per farti capire…

    Perdonami se mi sono dilungata.
    Comunque se davvero è un problema parlane tranquillamente con lei..

  2. 2
    Serena -

    Cara roxana qui non si tratta di una sporadica battuta su un pranzo qualsiasi qui è diverso,dunque hai detto che la tua amica ama stare al centro dell’attenzione quindi ha dei comportamenti da prima donna, se è davvero tua amica non dovrebbe metterti in ridicolo specie con i ragazzi,per lei é come se scattasse una specie di competizione,fatti quache domanda il perché non ha amiche al di fuori di te…forse per il suo smisurato ego di mettersi in mostra sminuendo gli altri? fossi in te me la chiamerai in disparte e gli farei capire che non ti piace essere ridicolizzata con battutine e gesti simili, non c’è niente di male fargli capire come ti senti e se è una vera amica capirà cmq mi sono imbattuta anch’io in persone simili che cercano di contrastare gli altri sminuendoli,nasce dall’insicurezza generata spesso da gelosie e il passo successivo,scatta la competizione fino ad arrivare alle battutine o umilizioni più pesanti. Guardati bene le spalle da persone del genere nel mio caso erano amici del mio ex e non potevo escluderli del tutto,mi hanno fatto un male assurdo con gesti molto simili ma molto più pesanti fino al punto di ottenere quello che volevano,sto ancora facendo i conti con i danni che mi hanno fatto,addirittura anche lasciata e loro hanno ottenuto ciò che volevano e soddisfazioni coprese. Tu prendi il toro per le corna e fatti rispettare,nessuno ha il diritto di farti sentire inferiore.

  3. 3
    maria grazia -

    Stessa situazione come quelle che ho vissuto anch’ io per anni. La solita storia dell’ “amica” che deve sminuirti per sentirsi più ammirata, per l’ avere l’ attenzione di qualche MERLO in più. che tristezza ! sono contenta di avere quasi esclusivamente amici maschi ! La tua amica non è forte, altrimenti non avrebbe bisogno di denigrarti davanti agli altri per sentirsi al centro dell’ attenzione. E’ solo STRONZA, che è diverso ! non discuterci, tanto non capirebbe. dalle una bella smerdata studiata a tavolino e poi sfanculala. e comunque raramente nella vita troverai AMICHE VERE. Le donne di solito sono tutte invidiose, anche senza un vero motivo, e sono una vera palla. ore e ore a parlare al telefono di minchiate, problemi con gli uomini e palle varie, shopping compulsivo, domeniche senza senso passate nei centri commerciali, serate davanti alla tv a vedere programmi insulsi e film d’ amore mentre gli uomini vanno fuori a divertirsi e far casino con spirito cameratesco ( e fanno benissimo ! ). e quando poi si fidanzano o si sposano nove volte su dieci non le vedi più. e ovviamente quando non ci sei è tutto un parlare alle spalle. amiche donne ? NO GRAZIE.

  4. 4
    Serena -

    @ maria grazia
    condivido il tuo pensiero hai descritto esattamente quello che succede la gran maggioranza delle amicizie femminili sono rari i rapporti puri e sinceri però come dici te di smerdarla e comportarsi così vuol dire diventare come loro e abbassarsi a loro livello..se agiresti in questo modo dalla ragione passeresti dalla parte del torto,da carogna agli occhi degli altri passerebbe pure per vittima e tu magari pure disprezzata dal terzo ragazzo tra voi perchè magari avrai esagerato.agisci con intelligenza,parla chiaro e digli di finirla con queste pagliacciate da deficiente o altrimenti potrebbe perdere la tua amicizia per sempre,sai che bello poi perdere l’unica amica troppo buona perchè oltre te avrà la solitudine più totale,non avrà nessuna da farle come “spalla” per fare la stronza.

  5. 5
    Lorenne -

    @ Maria Grazia e Serena
    Il mio più grande e unico sogno nella vita era di trovare un’amicizia come quella delle due protagoniste del film Pomodori verdi fritti alla fermata del treno. Ho preso un colpo così duro da una ragazza con cui credevo di avere qualcosa in comune (e io ritengo tutti “conoscenti” e l’appellativo di amico lo trovavo giusto solo per lei) che soffrirò per il resto dei miei giorni.
    Detto questo però, non capisco perché non si possa essere amiche tra ragazze che capiscano quanto sia dura l’amicizia tra donne? Non è che la gelosia e l’invidia le provate anche voi? Perché anche tra ragazze intelligenti ( non come la tizia stronz@ di cui parla l’autrice della lettera) non è possibile un’amicizia?
    Chiedo a voi due, Maria Grazia e Serena questo, anche perché credo abbiate più esperienza alle spalle. Vi chiedo inoltre un piccolo consiglio su come difendersi, come affrontare chi cerca di metterci i piedi in testa nella vita di tutti i giorni. Mi piacerebbe leggere le vostre idee e forse anche altri, autrice della lettera compresa, potrebbero imparare qualche “trucchetto” per non soccombere all’ondata di gentaccia che c’è là fuori…

  6. 6
    Serena -

    @ lorenne

    Quello di cui parli è un rapporto tra due donne che sfocia anche in una sorta di storia d’amore,ma è difficile trovare un amicizia femminile alla thelma e louise,ti sembrerà assurdo ma non sono di quelle invidiose e arrecano danni alle persone,semmai mi sono ritrovata a stare tra quelle persone che hanno subìto le peggio carognate,per capire meglio se vuoi ho scritto un post “se ti hanno amato veramente o meno” tra le risposte spicca la mia storia alquanto bizzarra sembra la trama di un film così assurdo,ma è quello che ho vissuto purtroppo sulla mia pelle…dopo questa esperienza che mi ha buttata giù fino a toccare il fondo,sto risalendo e con le mie gambe,a volte impari proprio dalle esperienze negative,ti danno delle lezioni di vita e nel bene e nel male ti cambiano,ti crei una scorza così da non permettere più a nessuno di rifarti del male,la mia pecca è stata un po per l’età e l’inesperienza con la timidezza,mi hanno “sbranata” e non lo meritavo…ora sono io quella che se deve,sbrana se necessario,mi ha aiutata fare un lavoro interiore su me stessa,ovvero migliorare il proprio inner game,la propria autostima e nella capacità di farsi scivolare le cose senza farsi condizionare,se si incrociano nella vita persone come la stronza della storia la cosa migliore è l’imperturbabilità,nei casi migliori se si può allontanarle perchè succhiano le tue energie positive compresa la tua autostima,ti rendono così incapace di tutto che alla fine ti ritrovi a crederlo per davvero,giocano sulla vulnerabilità, ma non si rendono conto che quelle più vulnerabili ed insicure sono proprio loro…ma dipende dalla situazione ci sono casi in cui bisogna prenderle di petto e tirare fuori gli attributi per non farti affossare. In linea generale spero di esserti stata d’aiuto.

  7. 7
    maria grazia -

    Lorenne
    per quanto mi riguarda io sono arrivata alla conclusione che per avere amicizie serene con le donne, devo rapportarmi con ragazze più giovani e più belle di me, altrimenti ci saranno sempre problemi di invidia. problemi che, ti assicuro, non dipendono minimamente da me perchè per indole naturale non tendo ad essere invidiosa delle donne che riscuotono più successo di me in fatto di conquiste maschili. anzi ti devo dire che mi è anche capitato di percepire invidia nei miei confronti addirittura da ragazze che, per il loro aspetto fisico, potevano tranquillamente surclassarmi. forse perchè rispetto a loro ho più personalità, e gli uomini se ne sentono attratti. boh non saprei… dico solo che per me queste sono tutte sciocchezze ! quando vedo come gli uomini si comportano tra loro, penso a come sarebbe bello se le donne avessero quello stesso spirito solidale, quella stessa voglia di divertirsi, di ridere e di scatenarsi che hanno gli uomini quando si ritrovano tra loro. invece se mi capita di uscire con altre donne, è sempre lo stesso triste copione che si ripete da anni: se proponi cose un pò fuori dalle righe tutte si tirano indietro ritenendole “pericolose” e sconvenienti, se cerco di divertirmi veramente e di godermi il momento ( carpe diem… ) le altre stanno sempre lì piantate e “imbastonate” e sono incapaci di lasciarsi andare per paura non so di cosa. e allora tu ti senti un pò come un’ “ubriaca” in mezzo “agli astemi” ( il paragone è improprio, perchè io NON BEVO E MI DIVERTO SENZA BERE ALCOOLICI, ma è per rendere l’ idea ). e poi le solite grette piccolezze che mi fanno cadere le braccia: quella sparla di quell’ altra, quell’ altra che ti chiede che vestito indossare per la serata, e quell’ altra ancora che mi cava via il cd della mia musica preferita ( il rock potente ) per spararsi Elisa e Laura Pausini ( senza nulla togliere a queste cantanti, ma la loro musica mi fa scendere il latte dalle ginocchia ). Ragazze mi spiace ma io viaggio su un’ altra frequenza ! sono diversa. Non è questione di “discriminare le femmine” o di essere IO l’ invidiosa. E’ proprio questione che, escludendo il discorso sesso e rapporti di coppia, io mi identifico di più con il modo di vivere dei maschi, che trovo proprio forte, mentre quello delle donne in genere lo trovo PROPRIO TRISTE. mi spiace ma la vedo così. Le uniche donne che mi piacerebbe avere come amiche ? Le ladre e le spogliarelliste. Sono fantastiche secondo me 🙂

  8. 8
    Lorenne -

    @Serena e Maria Grazia
    grazie per le vostre risposte.

    @Serena
    Leggo spesso le lettere di questo sito e avevo già letto la tua storia ma trovo che la peggior cosa che ti sia capitata sia stata quell'”uomo”. Succede sempre che le amiche spariscono quando hanno il fidanzato… Conoscevo una ragazza sprintosa e piena d’iniziativa che da quando si è fidanzata è diventata uno zerbino orbitante solo attorno a lui. Io non penso che le grandi amicizie da film che abbiamo citato sfocino in una sorta di storia d’amore, o per meglio dire, amore e amicizia non sono fatte entrambe d’affetto ( e qui non stiamo parlando di amore lesbico)?
    Anche io sono molto delusa e amareggiata dalla vita. Le mie brutte esperienze mi hanno lasciata sanguinante, ho sempre usato un’armatura per proteggere la mia pelle delicata…spero presto si trasformi in dura scorza.

    @Maria Grazia
    Conosco bene la noia che si prova a stare tra donne e hai ragione sono sempre impalate, “imbastonate” e non ne capisco il motivo; anche io sono timida ma con le amiche perché non lasciarsi mai andare? Invidio moltissimo le amicizie che possono esserci tra ragazzi.
    Visto che in gruppo le donne parlano solo di banalità (shopping,trucco,moda,matrimoni,faccende domestiche,ecc)io mi ero concentrata su una ragazza a cui volevo bene più che ad una sorella ma ahimè le nostre strade si sono separate presto e credo che il passato deve essere lasciato dove sta.

    E’ una vera delusione guardare in faccia la realtà: una donna al massimo può puntare a cercarsi un uomo e basta. Che senso ha parlare di femminismo allora? Non erano le donne quelle piene di sentimenti ed emozioni?Io ho trovato (con un’unica breve eccezione)solo “vecchie nell’anima” e “furbe sfruttatrici”.

  9. 9
    maria grazia -

    “Io ho trovato (con un’unica breve eccezione)solo “vecchie nell’anima” e “furbe sfruttatrici””

    purtroppo Lorenne ti devo dare atto di questa triste verità… ovviamente spero sempre di ricredermi sulle amicizie femminili perchè non sono una persona con la mente chiusa che vive di pregiudizi. ma sai com’è… SE NON VEDO NON CREDO. un abbraccio

  10. 10
    Serena -

    Lorenne,nel mio caso le “amiche” in questo periodo sono senza lavoro e senza fare nulla tutto il giorno come molti, quindi l’unico “diversivo” è il fidanzato,se lo tengono stretto perchè non hanno altro,non escono al di fuori del fidanzato addirittura,per non subìre paturnie di conseguenza si sottomettono completamente che tristezza! Io invece non vivo per aggrapparmi agli altri,ce la metto tutta per rialzarmi da me nonostante la rabbia perchè ero una sognatrice,nutrivo grandi aspettative nei confronti della vita e degli altri,forse l’avevo sopravvalutata e per scampare alla disperazione capisci che più o meno siamo tutti sulla stessa barca,il dolore o la delusione colpisce tutti non fa distinzione tra sessi ,persone facoltose o meno,nessuno è immune. Cerco di far fluire tutto,senza domande,senza pretese non nego che spero in un domani migliore.Spero ma non aspetto.Non so se sia maturità o rassegnazione o semplicemente una maniera per “sopravvivere” ma credo sia il modo migliore per andare avanti nella vita.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili