Salta i links e vai al contenuto

Giù di morale

Lettere scritte dall'autore  sicily

Ciao a tutti sono Sicily di Busto Arsizio. Scrivo questa lettera perché sono molto giu’ di morale perché sono stato dimenticato anche da chi fino a poco tempo fa mi ha sostenuto ed aiutato. Sembra quasi che il mio stato sia diventato un’abitudine nel senso che siccome la mia situazione di disagio permane da quasi 4 anni molte persone non si interessano piu’ della nostra condizione. Io e la mia famiglia eravamo felici perché c’era qualcuno che ci aiutava sia dal punto di vista economica che da quello morale, si immedesimavano a noi e ci incoraggiavano a non mollare, tutto questo per noi era fondamentale perché ci dava sollievo e speranza. Adesso abbiamo notato che nessuno ci chiama e nessuno si interessa come se no gli importasse piu’. Il prossimo mese compio 50 anni dovrei essere felice ma non lo sono per niente perché mi sento inutile perché non ho un lavoro e neanche reddito e neanche nessuna speranza di trovarlo perché a 50 anni non interessi piu’ a nessuno perché non te lo fanno capire per non offenderti ma e’ cosi. 50 anni sono importanti ma con quale animo posso festeggiarli se non hai piu’ nulla? Questo e’ il motivo perché mni sento giu’ di morale, la mia forza sono i miei figli e mia moglie, sono loro che mi aiutano a non sentirmi inutile, altrimenti non so cosa farei. Anche i 50 anni di mia moglie non li abbiamo festeggiati e mi sono sentito male perché non ho potuto fare nessun regalo perché non potevo e e la stessa cosa e’ valsa anche per i miei figli. Spero tanto di ritrovare al piu’ presto quello che ho perso, la mia dignita.

Ciao!
Giacomo.

L'autore ha scritto 33 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Giù di morale

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    jojo -

    Sicily.la dignità l’hai mantenuta eccome: hai una moglie e due figli che ti sostengono,quindi hai una famiglia unita e pacifica,gia questo gioca a tuo favore. Dal punto di vista economico,scrivi una lettera o un e-mail alla famiglia che vi sosteneva in passato comunicando il vostro stato ed esortandoli a rispondere al piu presto. Auguri per i tuoi 50 anni

  2. 2
    Angelo9 -

    La dignita’ non si misura col denaro, ma certamente l’indigenza ci mette a dura prova. Non credo che siate stati dimenticati. C’e’ chi prega per voi nel segreto. Quanto all’aiuto economico, purtroppo di questi tempi non e’ sempre possibile darne. Vedrai che qualcosa di nuovo arrivera’. Continuate a cercare lavoro. Non mollate.

  3. 3
    omorana -

    che c.... !!!! Almeno tu hai una famiglia,io sono nella stessa tua situazione da 6 anni lasciato da varie donne che prima mi promettevano il mondo e poi scappavano a gambe levate. fatti forza hai una famiglia vicino e se proprio non ce la fai rivolgiti ai servizi territoriali e vai da uno psicologo ,sono gratis. Forse sei depresso. Fatti fare una visita. Non sei solo e non abbattetevi uno con l’altro

  4. 4
    giacomo -

    Grazie a tutti voi per la parole di conforto e di coraggio che mi date. Come dite voi avere una famiglia e’ una ricchezza ed io sono felicissimo di averla perché la vera ricchezza non si misura col denaro e il denaro non ti fa essere dignitosi ma purtroppo si vive anche di questo e’ in questo momento e’ importante perché le sole parole non ti danno da mangiare. Io parlo di dignita’ perché quando ti viene tolto il lavoro ti hanno tolto la dignita’ perché e con questo che si vive. Numerose volte mi sono rivolto ai servizi sociali ma ti allargano le braccia dicendoti che soldi non ce ne sono e che le famiglie come la sua ce sono tante. Io non sono per niente depresso e neanche ho bisogno di un psicologo ho solo bisogno di riavere quello che mi hanno tolto con l’inganno perché chi ha i soldi ha anche il potere di rovinarti senza farsi scrupoli fregandosene se hai una famiglia da mantenere.Io non ho mai chiesto niente a nessuno chi mi ha aiutato lo ha fatto perché ha capito e perché lo ha sentito dentro o perché ha vissuto quello che adesso sto vivendo. Io non credo che non ci sia stato mai nessuno che nella sua vita non abbia vissuto certe situazioni. Io mi auguro, con l’aiuto di Dio e di tutte le persone che pregano per noi, che la mia famiglia possa ritornare ad essere una famiglia come tutte le altre e non parlo solo della mia ma anche delle altre e di tutte quelle persone che sfortunatamente sono sole, nella speranza che trovino tutta la serenita’ e tutto il bene di cui hanno bisogno, non solo i soldi. Grazie tanto Angelo per la tua preghiera preghero’ anche per te e per tutto quello che desideri nella vita.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili