Salta i links e vai al contenuto

Evasione Fiscale

Credo che per il Governo, così come per tutti i precedenti, in Italia sia una delle piaghe più difficili da risolvere. Ecco qualche numero:

  1. 19 miliardi di euro l’evasione accertata nel 2000: solo il 2% è stato recuperato nel 2005.
  2. 100 miliardi di euro il totale delle tasse non pagate ogni anno.
  3. il 45% delle società italiane non ha pagato le tasse perché ha dichiarato reddito zero nel 2004.
  4. 354 aziende italiane dichiarano meno di 500 milioni di fatturato.
  5. Di queste, 164 non hanno versato tasse.
  6. Secondo Fisco oggi, l’evasione pesa per 2000 euro per ogni cittadino.

Sono cifre “clamorose” che dovrebbero far riflettere, cifre che ci spiegano perchè le tasse aumentano (per chi le paga), che ci spiegano perchè i servizi pubblici sono carenti, perchè le infrastrutture sono insufficienti.

L’Evasione Fiscale è un cancro enorme e le cure sono difficili da trovare. Il Governo ci sta provando, speriamo che sia “la strada” giusta.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Politica

6 commenti

  1. 1
    filippo -

    mi pare 200 MldEuro, non 100, di evasione complessiva.
    Stato, Banche e Assicurazioni: i 3 vampiri di questo paese!
    Dipendenti e Autonomi: il materasso delle botte da una parte, i 40 ladroni da quell’altra.
    trovato il razionale, chi tira fuori le eccezioni non fa che confermare la regola!
    non è una piaga difficile da risolvere; è che non si vuole risolvere!
    non punizioni, ma condoni!
    dov’è il problema?!
    tanto c’è sempre la possibilit

  2. 2
    Vax -

    Intanto credo che i cittadini dovrebbero essere i primi a voler far rispettare le regole, magari chiedendo lo scontrino al panettiere quando invece prova a non farcelo, chiedendo lo scontrino al banco del mercato, e la fattura al dentista invece di farlo lavorare in nero per ottenere uno sconto.

  3. 3
    leo -

    per la fattura del dentista, chi non la pretende commette un errore, visto che, almeno in parte, si può detrarre.
    se uno potesse portare in detrazione anche il ticket del macellaio o del fruttarolo, come si fa in altri paesi, certo che lo pretenderebbe, ma qui non è così; e nel ticket c’è la ladronissima e perfida IVA, ardere la quale su un rogo altissimo sarebbe un dovere morale, perché rappresenta la seconda e terza tassazione di denaro già tassato con l’IRPEF.
    adesso pare che vogliano eliminare pure la possibilità di detrarre il ticket della farmacia a meno che non sia accompagnato da debita prescrizione, il che vuol dire un piccolo ma ulteriore aggravio fiscale.
    allora, avendone solo danni, perché un cittadino deve comportarsi come un finanziere?!
    i cittadini non sono la Finanza; essi sono quelli che pagano CC, VVUU, VVFF, Polizia di Stato, Finanza etc… per avere ciò che uno Stato deve garantire, sennò lo Stato che ci sta a fare, solo per pappare?!
    ma questi sono discorsi già fatti.
    la questione di fondo è che lo Stato italiano, così come è stato definito dalla Costituzione repubblicana, è una mangiatoia burocratica antidemocratica impiantata sulle fondamenta di uno Stato monarchico e fascista e sugli interessi faziosi e ideologici dei partiti emersi dall’oscuro “crogiuolo” della “Resistenza”.
    se non si arriva a capire questo, si continuerà sempre a girare attorno al problema senza cavare un ragno dal buco e continuando ad arricchire le caste (medici, farmacisti, industriali, preti, artigiani, commercianti, avvocati, notari …), le lobbies e le mafie che speculano sul CAOS che ormai regna sovrano in questo paese in cui uno stupro ai danni di una ragazzina di 12 anni vale 0 se fatto da un ragazzino di 13 anni, 1 se fatto da un ragazzo di 17, 2 se fatto da uno di 20 anni, X se fatto da uno con più di 20 anni, ma in ogni caso non vale mai 30 anni di galera.
    l’Italia deve essere ripensata ex-novo dalle sue vere fondamenta in base ai principi liberali (per sapere quali sono i principi liberali si può vedere Wikipedia, che è una fonte discreta; evitare invece Berlusconi e Forza Italia come la peste).

  4. 4
    Vax -

    Che sia un errore non chiedere la fattura del dentista, così come quella di un altro medico qualsiasi è vero, vista la possibilità di detrarre queste spese, cosa che facciamo in diversi ma non tutti.
    E’ vero anche che non siamo Finanzieri, ma da buoni cittadini, se abbiamo a cuore le sorti dello Stato, dobbiamo PRETENDERE che gli scontrini e le fatture vengano emessi, perchè è giusto che sia così, sta tutto nella moralità di ognuno di noi.
    Concordo anche sulla questione stupro, così come sulla consultazione di Wikipedia che è molto utile.
    Purtroppo devo dire che il Nano di Arcore riscuote ancora consensi, e continuo a chiedermi perchè, anche se forse io non faccio testo perchè non ho mai condiviso la sua pseudo-politica.

  5. 5
    leo -

    “E’ vero anche che non siamo Finanzieri, ma da buoni cittadini, se abbiamo a cuore le sorti dello Stato, dobbiamo PRETENDERE che gli scontrini e le fatture vengano emessi, perchè è giusto che sia così, sta tutto nella moralità di ognuno di noi”

    scusa Vax ma non sono per nulla d’accordo.
    non è pretendendo lo scontrino che si è buoni cittadini, ma rispettando le libertà altrui e partecipando attivamente alla vita politica nell’interesse collettivo.
    quanto allo scontrino lo si può legittimamente chiedere, come faccio io, non pretendere; se s’incontra opposizione, si può denunciare il fatto, ma non si può e non si deve svolgere le funzioni che non spettano ad un cittadino, bensì bisogna pretendere che le Istituzioni preposte facciano il loro mestiere. quanto a questo – ed ecco che si arriva al dunque – non sono riuscito ad ottenere interventi della Finanza su violazioni ben più grosse della elusione di uno scontrino fiscale, cose che riguardavano aziende da 1000 dipendenti, come non sono riuscito ad ottenere i controlli di Ispettori del Lavoro sulle violazioni dei contratti e sul lavoro nero; dovevo “stare tranquillo e sopportare, per non fare danni all’azienda e quindi ai lavoratori”!
    chiaro adesso cos’è che non va in questo paese e perché ho scritto ciò che ho scritto più sopra?!

  6. 6
    Vax -

    Quella degli scontrini e delle fatture è una piccola battaglia, però è dalle piccole cose che si deve partira. E visto che chiedere uno scontrino non costa nulla, non vedo perchè non farlo.
    Purtroppo vedo anche io i soldi che molti dipendenti prendono in nero, magari non in aziende da 1000 dipendenti, ma in diverse ziende più piccole. Purtroppo è una realtà conosciuta in Italia, e che ci sarà sempre perchè c’è chi necessita di quei soldi e che continuerà ad accettarli.
    Naturalmente denunciando queste situazioni si mette a rischio anche la propria posizione, magari uno può farlo quando cambia lavoro…..

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili