Salta i links e vai al contenuto

Come essere in un vicolo cieco

Lettere scritte dall'autore  

Saluti a tutti, ho 42 anni e ho passato la vita a rincorrere qualcosa che bene cosa sia nemmeno io lo so bene. Ho sempre lavorato , senza risparmiarmi in alcun modo. Ho creato dei piccoli imperi, ma evidentemente senza buone fondamenta. Ho sempre dato giustificazioni a tutto quello che mi e’ capitato, ma forse anche quelle sono finte. Booh! Non lo so, credo di non aver fatto mai del male a nessuno volontariamente, non credo di aver mai rubato, ucciso o cose simili. Si sicuramente ho commesso degli errori, e anche tanti, ma ora mi ritrovo senza un lavoro, senza nessun bene materiale, con cattivoni che vogliono dei soldi, “che non ho” minacce e quant’altro.
Cosa fare? Le forze dell’ordine,….. Lasciamo stare. L’ultima volta che ci ho avuto a che fare ho passato 3 giorni in custodia picchiato, e perche’. Poi si sono accorti che era tutto uno sbaglio ma nel frattempo.
Ho voglia di morire. Mi trattiene solo il fatto che ho una moglie che veramente ha dato tutto per me e un figlio, che dire la mia vita. Ma non reggero per molto. Sentendo a volte alcune frasi tipo la pagano solo i buoni, i cattivi non li tocca nessuno, pensavo che fosse solo demagogia. Invece e’ cosi.
Scusate per questo sfogo ma non so con chi parlare , e a mia mogli alcune cose non posso raccontargliele.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    leilaluna -

    e invece io credo che è ora di dire tutto a tua moglie..
    di condividere i problemi.. il matrimonio infondo serve a questo.
    E vedrai che una soluzione si trova sempre.. e la troverete insieme.
    Ricomincia..
    La morte non serve a niente.

  2. 2
    kykyna76 -

    parlarne con qualcuno è la soluzione migliore, c’è sempre un rimedio a tutto, solo a una cosa non c’è rimedio alla morte!!

  3. 3
    chillido44 -

    beh..parlare con qualcuno..e con chi???…io ho giocato la vita mia e di miei figli…non mi aiutato nessuno…dovevo lasciare tutto,mia casa,mia vita e andare dove non sa nessuno chi sono..tutto sola non mi aiutato nessuno!!!!..ora qui dove abito sto mangiando pane secco ma viva e in pace..perche per lo stato piu importante è che collaboratori di giustizia hanno tutto che li occorre nelle circondarie è le vittime degli cosi detti pentiti possono pure morire..chi se ne frega….noi..gente normale e onesta che lavoro siamo solo carnefice …chiedo scusa per modo di scrivere ma non sono di origine italiana…max!!! non cercare la giustizia perche non c’e ..è solo una scusa per poter lavare panni sporchi…cerca di iniziare d’capo..se vuoi vivere….

  4. 4
    massimo -

    carissima
    anzitutto non s bene cosa ti è capitato ma sono ugualmente dispiaciuto e se ti va di parlarne per quant possibile sono a tua completa disposizione,
    dicevo non so cosa hai vissuto , ma ti assicuro che i problemi non hanno un metro di misura uniforme, ma sono grvi o meno a seconda della capacità di sopportazione dell’individuo. dalle tue poche parole la situzione è già grave senza alcun metro di paragone. io so che ora ho bisogno di parlare con qualcuno , anche solo per potermi capire meglio.

    saluti e auguri

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili