Salta i links e vai al contenuto

Esperienze di pre-morte NDE

  

Cosa ne pensante dell’esperienze di pre-morte (NDE)?
Ho letto diversi articoli al riguardo, ma mi piacerebbe sapere qualcosa in più, magari qualcuno che ha vissuto o che conosce altri che hanno avuto questo tipo di esperienza.
Oppure se vi va ditemi semplicemente cosa ne pensate.

Grazie.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Spiritualità

48 commenti a

Esperienze di pre-morte NDE

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    toroseduto -

    Molti anni fa mi facevo le tue domande, sono scettico per natura, devo toccare con mano…Fu per caso che alla Feltrinelli trovai un libro che attirò la mia attenzione. Il titolo del libro è ” ALLE PORTE DEL TEMPO” di BRIAN WEISS. Ha scritto diversi libri, quello che presi io era forse il terzo, insomma ho tutti i libri e stralci di conferenze che ha tenuto. Weiss era uno psichiatra, e mentre stava in piena seduta con una paziente sotto ipnosi, cominciò a parlare di una sua precedente vita,ricordava il momento della morte, la sorpresa fu che senza accorgersene parlava di un’altra vita ancora. Lo psichiatra era scosso, era molto legato alle tecniche collaudate e tutto questo lo sconvolgeva.Andò quasi avanti per un anno con questa paziente, e provò a riportare alla “regressione” (a ricordare altre vite) un altro paziente, un’altro, e poi affinandosi a questa tecnica,trovò il coraggio di pubblicare su una rivista scientifica la sua esperienza. Ci fu nel campo psichiatrico molto scetticismo, e lui che ormai si era sbilanciato, durante una conferenza invitò una persona qualsiasi a sottoporsi alla regressione. Fece scegliere ai più scettici,in breve, si ripetevano le cose cui lui era ormai abituato. E’ una persona molto schiva che non ama i riflettori. Oggi sono moltissimi, particolarmente in America i psichiatri che hanno adottato questa tecnica, non voglio anticiparti niente, ti dico solo che ho letto e riletto i suoi libri e mi faccio spedire tutto quello che riferisce nelle sue affollatissime conferenze, è affascinante il suo primo libro “MOLTE VITE, UN SOLO AMORE” due pazienti si sono rincorsi per molte vite,quando è stato certo li ha fatto conoscere. Ho vissuto un’esperienza straordinaria, particolarmente quando il paziente desciveva la sua morte e vedeva il suo corpo privo di vita, poi i Maestri lo conducevano via. Ho letto anche altri autori, ma penso che la cosa migliore sia cominciare con Weiss. Sai perchè mi chiamo toroseduto? Alla prossima…mario

  2. 2
    Mery85 -

    Grazie, appena possibile mi procurerò i libri di Weiss…
    Ho già letto qualcosa riguardo la tecnica della regressione, ma di altri autori…
    Come mai toroseduto?

  3. 3
    toroseduto -

    Bè anch’io ho letto altri libri, ma sinceramente sono venuti dopo che Weiss annunciò al mondo scientifico la sua esperienza, dato che la materia mi appassiona, preferisco l’iniziatore…e cominciò per caso!
    Toroseduto perchè fin da piccolo ho sempre auto un’attrazzione per gli indiani, se trovavo dei pezzi di stoffa con i simboli indiani,riuscivo a capire cosa raccontavano. Sono ormai certo che in una precedente vita sono stato un indiano, potrei raccontarti mille episodi a conferma di questo, anche sul fatto di avercela con gli europei-americani che hanno devastato e occupato le terre di quelli che considero i miei avi. Vissi un’esperienza traumatica al cinema, ti parlo di molti anni fa, avevo 18 anni, ed era la prima volta che in un film i cattivi erano i bianchi,distruggevano interi villaggi, uccidendo tutti, bambini compresi, scene di violenza inaudita che preferisco non riportare. Il film è SOLDATO BLU con Candice Bergen. E’ stato trasmesso qualche volta in televisione.Ho trovato molti riscontri leggendo “La storia D’America” è andata peggio che nel film.
    Dovendo scegliere un nome mi è venuto spontaneo usare un nome indiano. Nell’ultimo libro che ha scritto, insegna come arrivare alla regressione, io ho resistito alla tentazione di provare,non mi sentivo pronto. Comunque troverai quello che ti interessa più altro ancora.Posso chiederti perchè ti interessa questo stato particolare? Nel caso dovessimo scambiarci altre informazioni, dato che io mi sono
    interessato a tutti gli aspetti conosciuti,ci sono molti libri patacche in giro, ma partendo da Weiss so distinguere. Perchè hai impiegato tanto tempo a rispondere? Mi ero quasi dimenticato! ciao ciao

  4. 4
    Mery85 -

    Il motivo principale che mi ha spinto a chiedere delle esperienze pre-morte è che, dopo aver perso, qualche mese fa, la persona più importante della mia vita, sto cercando “prove” sull’ aldilà.
    Ho scritto un’ altra lettera qui, dove parlo della mia perdita.
    Nella mia ricerca, per prima cosa lessi testimonianze su queste NDE.
    Non mi interessa la regressione in particolare, ma tutto ciò che almeno mi faccia mettere in dubbio che davvero esista qualcosa dopo la morte.
    Ho trovato anche dei siti dove ci sono persone molto convinte nell’esistenza di una vita (vera) ultraterrena.
    Che hanno avuto dei segnali…
    Scusa, ho risposto solo ora perché non ho sempre voglia di stare al pc…
    Purtroppo non sto vivendo un bel periodo…
    Grazie…
    A presto

  5. 5
    toroseduto -

    Sono andato a leggere la tua precedente lettera. Avevo intuito qualcosa ora so tutto. Ho due figlie di cui una ha la tua età. Ho vissuto la tua stessa esperienza con mia moglie, andata via 3 anni fa per lo stesso male che ha colpito tua madre.L’amavo più della mia vita e sarei voluto andarmene io,in quanto mi sentivo più pronto di lei, lei voleva vivere, io che ho sempre creduto che la vita sia come un treno che ti scarica in una stazione, ma ci sarà pronto un altro treno e avrai una destinazione diversa. Voglio raccontarti due episodi,che confermano queste mie certezze,il primo è l’aspetto rilassato, sereno, appagato che aveva mia moglie quando morì,aveva l’espressione di chi anela di arrivare ad una meta e finalmente la raggiunge. Altro episodio,mia figlia, la più piccola aveva preso la patente ed era in macchina col fidanzato, guidava lei. Arrivò una macchina che aveva perso il controllo e ando a sbattere tra la portiera e il parafango, mi telefona il fidanzato, e vedo uno spettacolo allucinante,c’era la polizia e i vigili del fuoco,mia figlia era rimastra bloccata dalle lamiere contorte e non riuscivano a tirarla fuori,finalmente con molta attenzione tagliarono la macchina in vari pezzi e finalmente la tirano fuori, la caricano sull’ambulanza e subito all’ospedale m’imponevo la calma era 4 mesi dopo il fatto di mia moglie. I medici increduli mi fanno entrare; sorrideva, non aveva nemmeno un graffio mi disse:papà ho sentito come una cosa morbida vicino al piede e alla gamba, ho pensato che è stata mamma!Non voleva che mi facessi male. dopo tutti gli accertamenti e stata dimessa poco dopo è anche uscita col fidanzato e gli altri amici.Sono tornato sul luogo dell’incidente, la macchina era stata fatta a pezzi, ma nel punto dove lei aveva il piede sinistro, la lamiera combaciava con il fondo del pianale,impossibile pensare che non aveva neppure un graffio. Ero solo ho alzato gli occhi al cielo cercando di capirci qualcosa…razionalmente una nuvola(CONTINUA)

  6. 6
    toroseduto -

    sembrava volesse attirare la mia attenzione, ho guardato attentamente
    ho visto per un attimo lo sguardo di mia moglie sorridente. Puoi pensare quello che vuoi,mi ritengo una persona razionale, non vivo di sogni ma questo fatto ha lasciato tutti increduli e stupiti. Non ho ritenuto fosse il caso di raccontare la mia visione.Mia figlia è convinta che sia stata la mamma a mettere un cuscino per proteggerla.
    La notte dopo mentre ripensavo a tutto questo,non so neppure se ero sveglio o dormivo ho sentito la sua voce che mi chiamava, l’ho vista era entrata da una porta lasciata aperta da cui penetrava una luce abbagliante e lei mi diceva: ho poco tempo,ho convinto il Maestro buono ad aprire la porta…ma dove sei? chiesi…è molto difficile spiegarlo, non capiresti, ho voluto che sapessi che io sono sempre con voi…non posso dirti altro devo andare. Con un sorriso mi ha fatto un saluto e la porta si è rinchiusa. Non mi interessa quello che pensano preti, veggenti,o altro, so solo che dopo un pò ero completamente sveglio, mi alzai e cominciai a suonare (in cuffia) una
    musica (Sono un musicista, ho uno studio in casa) e sono rimasto 4 giorni e quattro notti finchè non ho ritenuto completa la musica,mentre componevo, la sentivo in me, anzi è la “nostra” musica il titolo emerse dalle note IN VOLO CON TE se vuoi puoi sentirla, perchè gli amici di questo sito mi chiesero di ascoltarla e allora vincendo un pò la mia reticenza,era anche un modo per dire grazie alle belle parole che mi avevano scritto.
    http://www.myspace.com/mariusmusica
    Puoi cliccare direttamente qui e ti troverai sulla mia pagina, ci sono anche altre musiche,lasciale perdere,ascolta,solo se vuoi quella che ti ho dato il titolo. Forse il concetto di regressione, non ti è molto chiaro, se uno regredisce in un’altra vita, vuol dire che si torna a nascere, il corpo rimane sulla terra ma l’anima, lo spirito di vita, vive ancora.Leggi Weiss, poi ne riparliamo. con affetto mario

  7. 7
    Mery85 -

    La ringrazio davvero di cuore per aver condiviso con me questi episodi speciali dell sua vita.
    E’ davvero tutto molto bello ciò che mi ha raccontato.
    Mi è venuta la pelle d’oca.
    Purtroppo per ora, io no ho ancora avuto nessun tipo di segnale, ma mi è stato detto che il dolore agisce come un blocco, quindi finché nel mio cuore ci saranno solo rabbia, dolore e disperazione non la sentirò.
    Però ho letto diverse testimonianze che in qualche modo provano l’esistenza di una vita ultratterena, sto frequentando anche due forum sull’aldilà e considerando che sono sempre stata molto scettica e diffidente, è già molto che ogni giorno i miei dubbi aumentino.
    Quindi voglio crederle con tutto il cuore, poi che motivo avrebbe per “inventare” una cosa simile?
    Questo mi fa capire, che in qualche modo, anche mia mamma continua a proteggermi e che finalmente dopo tutto ciò che ha passato ora si trovi in un posto bellissimo e che non stia più soffrendo.
    Purtroppo durante la malattia ha sofferto davvero tanto e gli ultimi giorni il suo viso era così sofferente, mi ha fatto un effetto così strano,vederla dopo che……, era completamente cambiata, il suo viso era così disteso, sembrava serena, tutto il dolore era scomparso, non stava più soffrendo, era così bella… da quanto tempo non la vedevo così, era tornata la mia mamma di sempre.

    “In volo con te” mi ha fatto provare qualcosa che è difficile da spiegare a parole…
    Non so perché ma ho sentito un calore in tutto il corpo…ho percepito speranza e amore…
    Grazie infinite per avermi dato l’occasione di ascoltarla.
    Complimenti a lei e a chiunque l’ha aiutata…

    Appena posso cercherò i libri, grazie di tutto…

    Mery

  8. 8
    toroseduto -

    Mery, sono felice di quello che hai scritto. Voglio solo aggiungere un
    pensiero.Col tempo ti passerà la rabbia, che offusca ancora il tuo liberarti da quello che ti permetterà di inquadrare la tua esperienza. Io non vado più al cimitero, lei non è più qui su questa terra, la sento in me e assimilando tutto quello che ho imparato e vissuto, ne sento la mancanza fisica anche perchè ci amavamo molto…io continuo ad amarla con tanta tenerezza, dopo IN VOLO CON TE ho continuato a scrivere musica,ho abbandonato quasi del tutto la commercializzazione della musica, sapessi quanto mi hanno offerto, ma io non la voglio commercializzare, non posso vendere il mio amore, perchè nei giorni che ero preso dalla composizione io la sentivo dentro di me lei era in me, io ho scritto quelle note insieme a lei,comunque non mi ha aiutato nessuno,ho un’attrezzatura professionale,quelli di my space, non accettano tutti quelli che mandano musiche inedite, ora sono loro a chiedermi di inviare altre musiche, anche perchè io ho preteso che chi si iscrive e lascia un messaggio,la può anche scaricare.Ora che l’hai sentita, sarai daccordo con me che non è musica commerciale, è una musica…per volare alto con lo spirito,so che è stata scaricata moltissime volte,perchè loro mi hanno invitato a commercializzarla, ho minacciato di ritirarla, anzi di abbandonare il sito,ne trovo altri cento. Mi fa piacere segnalarla a chi riesce a ricevere qualcosa, è la promessa che feci a mia moglie negli ultimi giorni, aiutare chi è in difficoltà e dare un senso diverso alla mia vita.Sono impegnato anche in altri campi,ma la cosa che so fare meglio è la musica, è il mio dono d’amore a chi è in difficoltà. Hai notato la bellezza sul volto di tua madre, come io ho notato la sua dolcezza, lo spirito di vita,aveva finalmente lasciato quel corpo. Non tutti hanno questo privilegio. Se tua madre era ritornata così come la conoscevi,è sicuramente nel posto giusto, se lo è meritato. Grazie per le belle parole. mario

  9. 9
    Fanny -

    MERY85, le prove dell’esistenza dell’adilà sono tantissime ma nessuna è “schiacciante” nel senso che noi vorremmo. Questo perchè possa esistere la virtù bellissima della fede, che prove schiaccianti renderebbero superflua. La fede invece è bellissima perchè ci spinge già in questa vita a superare i nostri confini e ci mette in comunicazione con tutti quelli che amiamo, oltre ogni spazio e tempo. Capisco bene il tuo interesse per questo argomento da quando hai perso la tua mamma, vorrei dirti parole definitive di consolazione e darti delle certezze, ma non ne esistono perchè in noi viva la virtù bellissima della speranza. Speranza di ritrovarci, speranza che nell’intimo del nostro cuore diventa certezza, anche se non è spiegabile a parole. Ho una vasta raccolta di letteratura discretamente seria sul tema dell’aldilà, se conosci l’inglese e mi dai la tua mail ti posso mandare qualche articolo sulle NDE o i DBV (death bed visions). Oppure puoi cercare da sola in internet digitando i nomi Peter Fenwick oppure Pin van Lommel oppure Chris French. Sono medici che hanno fatto delle ricerche e pubblicato in riviste serie. Poi ci sono i libri di Barrett, Osis, Kübler-Ross, ecc. Tuttavia, non troverai su questo argomento mai la parola definitiva, appunto perché possano esistere Fede, Speranza e Carità. Ti abbraccio, Mery, coraggio, siamo in cammino.

  10. 10
    Fanny -

    MARIO, credo alle tue esperienze ed al miracolo dell’incidente di tua figlia. Sono credente, ma sono anche molto razionale ed ho un lungo passato di ricercatrice nel campo delle neuroscienze. Per questo, quando credo di avere delle esperienze simili alle tue, o comunque ambigue, le pongo mille volte al vaglio della prova galileiana. Quasi sempre trovo spiegazioni razionali per ciò che i miei sensi avvertono. Quasi sempre, ma non sempre. Per i casi inspiegabili razionalmente ho un cassetto mentale ed un quaderno in cui li annoto e li tengo in osservazione. Non mi azzardo a definirli interventi soprannaturali, ma nemmeno mi va di liquidarli come “casualità”. Aspetto e penso.
    Per quanto riguarda l’ipnosi regressiva, la mia esperienza non mi permette di considerarla una prova della reincarnazione. Penso piuttosto che in stato di ipnosi (che non si sa che cosa esattamente sia), si entri in comunicazione medianica con qualcosa di simile all’inconscio collettivo junghiano o, se vogliamo, con altri spiriti che hanno accesso alla nostra coscienza. Quindi, le vite che noi “ricordiamo” nell’ipnosi regressiva non sono state vissute da noi, ma da altre persone, con il cui spirito in quel momento siamo in contatto medianico. Se ti interessa l’ipnosi, ti consiglio di leggere il trattato di Granone, è un po’ vecchio, ma resta ottimo anche perchè non ci sono a distanza di 30 anni altre conoscenze sostanziali nel campo. Molto importanti anche degli studi sul sogno che si stanno facendo attualmente e la scoperta che si sogna anche nelle fasi non-REM. Anche nel sogno la coscienza forse potrebbe entrare in contatto con altri livelli di coscienza. In fondo, quando Marconi ha inventato la radio, pare che stesse solo cercando un modo di comunicare con l’aldilà…
    E poi speriamo davvero che la reincarnazione non ci sia, pensa che fregatura, finalmente arrivi in Paradiso e ti dicono che tua moglie è appena scesa un’altra volta. No Mario, speriamo proprio di no!

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili