Salta i links e vai al contenuto

Esaurimento a causa di un collega

Salve, racconto la mia storia.
Sono un disabile della vista e sono stato assunto da un anno e mezzo circa. Per un anno il lavoro è andato benissimo, senza problemi nessuno si lamenta, anzi.. Tutti erano contenti del mio lavoro. Da circa 5 mesi nel mio ufficio è stata trasferita un’altra persona. Disabile anche lui (problemi mentali e altre patologie varie), che ha girato per vari uffici. Prima in infermeria, poi in segreteria e adesso l’hanno mandato da me.
All’inizio tutto sembrava andare per il meglio, poi… il suo carattere, il suo comportamento ed i suoi problemi hanno preso il sopravvento. Es. bestemmia in continuazione usando un linguaggio volgare, a causa dei suoi problemi di salute si fa sotto e quindi non cambiandosi rimane la puzza di urina in tutto l’ufficio. Tutto “bagnato” si siede sulla poltrona destinata sia allo scrivente e ad altri colleghi incurante di bagnarla (l’abbiamo fatta lavare già 3 volte), puzza in continuazione di fumo. Per tutte le sei ore continua a lamentarsi dei suoi problemi di salute, racconta bugie per screditare gli altri, ogni volta che arriva una chiamata chiede chi è, cosa voleva, a chi l’ho passata. Se mi allontano 5 minuti anche per andare in bagno comincia a chiamarmi perché ha bisogno di aiuto (quando io non sono in sede per ferie, sta solo e non chiama nessuno).
Io mi sto esaurendo, a volte comincio a balbettare, mi dimentico di fare delle chiamate, ho problemi allo stomaco, la mattina quando devo andare a lavoro mi vengono forti palpitazioni. Non riesco a fare bene ciò che facevo di solito!! Che fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Salute

5 commenti

  1. 1
    emisquiz -

    Richiedere degli interventi di supporto mirati per questa persona che evidentemente ha molto bisogno di aiuto.

  2. 2
    elisa -

    ciao, ho letto la tua lettera, secondo me dovresti parlarne col direttore e fare in modo, se è possibile, di cambiargli il posto di lavoro. per l’incontinenza forse non si può far niente ma si richiamare perchè non deve sedersi sporcando le sedie creando cattivi odori. per quel che riguarda il comportamento lui, anche se disabile, non ha il diritto di dire parolacce, di avere comportamenti che ti fanno venire l’ansia eccetera, quindi dovresti fare in modo che vengano presi provvedimenti disciplinari di qualche genere invece di subire.

  3. 3
    claudia -

    ma guarda caro amico vorrei poterti dire che la vita e’ tutta rosa ma purtoppo anche io sono in una situazione pressoche’ simile
    sono claudia e da molti anni sopporto una collega invadente , volgare ,che mette continuamente zizzagna tra tutti i colleghi , a volte ho pensato persino di licenziarmi tanto ero stanca ( ancora adesso ) , il piu’ dei gg. arrivo dal lavoro distrutta psicologicamente e purtroppo c’e’ anche una direzione che non ascolta i problemi personali ( in questo caso pero’sarebbe mobbing ), lo so potrei rivolgermi ad altre sedi ma sai ,come tutti , ho il terrore di perdere il posto …. con questo art. 18 c’e’ da stare in guardia,ciao

  4. 4
    christian -

    Il rispetto deve essere per tutti ,e tutti dobbiamo esigerlo ,bisogna farsi rispettare ,soprattutto se chi viola tutte le leggi ,va denunciato a polizia e carabinieri ,nessuno puo maltrattarci ,bisogna essere fermi su questi punti ,un ufficio deve essere decoroso ,e non deve puzzare di urina o peggio .I direttori sono sempre i primi responsabili dazienda ,e possono essere condannati per negligenza ,anche grave .Cambiamenti per normalizzare la situazione ,e non per mandare via un collega ,a meno che le autorita lo arrestino trasferendolo in prigione ,per reati contro piu persone ,e complotto contro un innocente.le forze dell ordine sanno come intervenire ,basta parlarne ,con i comandanti dicendo sempre la verita ,le bugie anno sempre gambe cortissime .

  5. 5
    christian -

    Molte persone forti del loro stipendio ,credono di poter dire e fare cio vogliono ,in barba a tutte le leggi italiane ,in danno a tutti i cittadini che lasciano erroneamente correre .E la grande arroganza di pensare che tutto e ‘ sbagliato,e nulla e ‘ giusto ,ma quando ti ritrovi in fondo alla scala e tutti quei scalini da rifare ,dal fondo.Le certezze che svaniscono ci fanno ritornare al punto di partenza ,per partire con un carattere piu equo ,giusto ,onesto ,piu umano ,e senza farsi distruggere dagli altri ,e da se stessi ,bisogna sempre farsi rispettare ,altrimenti chiunque credera di poter prenderci in giro quando vuole ,filmato col cellulare ,e poi dritti dritti da polizia e carabinieri ,che sia chiaro!!!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili