Salta i links e vai al contenuto

Eritrofobia, paura di arrossire

  

Qualcuno ne sa qualcosa? O meglio ha avuto qualche esperienza in merito? Io ne soffro da parecchio e la cosa mi disturba parecchio.
Chi la conosce sa cosa significa, comunque ho deciso che probabilmente mi opererò, ora che si può farlo, se qualcuno ha esperienze e vuole dire la sua, grazie!

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Salute

34 commenti a

Eritrofobia, paura di arrossire

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    silvana_1980 -

    non vedo cosa ci sia di male nell’arrossire, con tutte le faccie da tolla (per non dire altro sai) che ci stanno in giro
    operarsi per una cosa simile??? ma non esiste, sei affezionato all’ospedale?
    per andarci in ospedale mi ci devono portare in fin di vita (spetta che faccio gli scongiuri, valà) o al massimo se devo andare a trovar qualche parente o amico ammalato…o per far qualche visita specialistica necessaria!!!
    pensaci n’attimino: ci son cose ben più gravi non è una malattia sta qua
    sarà che io son pure contraria allla chirurgia estetica; meglio qualche sano diffetto che l’uomo o la donna di plastica

  2. 2
    fabiana -

    Non so quanti anni hai ma io da piccola anche solo per un ciao arrosivo e a scuola era un incubo a tal punto che decisi che prendendo sufficientemente sole il piu possibile il mio colorito scuro lo mascherasse.
    Mi è passato soltanto con il tempo e soltanto e ripeto soltanto avendo piu sicurezza in me stessa.Lascia perdere eventuali operazioni deve partire da dentro!

  3. 3
    passante -

    In cosa consiste un intervento per eliminare l’eritrofobia? Ma tu sei anche quello che non riesce a guardare negli occhi? Se così fosse ti consiglierei di rivolgerti ad uno psicanalista più che ad un chirurgo. Il tuo sembra decisamente un problema di “testa”, non altro.

    Saluti

  4. 4
    mari1 -

    shaine,
    conordo con Fabiana e Silvana.Che male c’è nell’arrossire.Non farne una fobìa .Io personalmente ne farei un pregio non un difetto.
    Arrossire, mi sa tanto di “acqua e sapone” di semplicità e non sfrontatezza.Certe volte può sembrare imbarazzante ma col tempo passerà e..se non passerà la gente imparerà ad apprezzarti per quella che sei e non per quella che vorresti essere o sembrare.
    Comunque sia…..lascia stare l’ospedale…non ne vale affatto la pena.Ripeto personalmente la persona che arrossisce mi fa tanta tenerezza.
    ciao e……auguri

  5. 5
    shaine -

    non credo che arrossire con tutti,padre,madre,fratelli,amici,sconosciuti ecc ecc sia un pregio,questa è una vera e propria fobia,chiedevo solo se qualcuno avesse avuto delle esperienze in riguardo

  6. 6
    Stan -

    Io ce l’ho avuta Shaine. Da piccino a volte arrossivo come un peperone quando mi trovavo al centro dell’attenzione delle persone, quando tutti mi guardavano, ma poi a vent’anni la cosa è degenerata e si è presentata ogni volta che ascoltavo o parlavo con qualcuno, anche con amici o famiglia. E’ diventata una brutta fobia che non mi faceva vivere normale, mi ha allontanato da tutti, mi ha fatto perdere un sacco di tempo nel conseguimento della laurea e mi ha fatto stare male. Io l’ho superata con il tempo e da solo, non ne ho mai parlato apertamente con nessuno e per questo ho sbagliato, perchè magari avrei fatto prima..
    Comunque io l’ho superata FREGANDOMENE e ascoltando solo le persone che vedevano in questo mio arrossire una cosa molto dolce e bella. Fregatene degli str...i e superficiali che ti prendono in giro o che ti guardano in modo strano. E quando senti che stai per arrossire ripetiti nella testa: “Io divento rossa, ebbene sì, ma che problema c’è?! e chi se ne frega!!”. E poi cambia ambienti, distrai il cervello (perchè infatti è quasi tutta una cosa di testa, una fobia costruita su una cosa spontanea), perchè più ci pensi e più spesso ti accade..E comunque non avere paura di parlarne con qualcuno e perchè no, anche con uno psicologo..non c’è nulla di male!
    Io comunque arrossisco ancora adesso a volte, ma non è più una fobia come prima. Qualcuno si è anche innamorato di me per questo mio lato del carattere, pensa te!

  7. 7
    nino -

    arrossisco e in alcuni momenti,sembra che tutti coloro chemi sono intorno mi osservano,e sudo sulla fronte…questo mi innervosisce ancora di piu’..cosa devo fare???Si…OK… dipende da me..ok!!ma nn ci riesco,soprattutto se mi devo confrontare con qualcuno,qulche cena di lavoro,in mensa con i colleghi,eppure la cosa strana E’ che faccio l’animatore x feste in genere…STRANO???NO???

  8. 8
    Serena -

    Mi chiamo Serena e ho 22 anni.
    Non mi capitava mai di arrossire, ma un giorno mi trovai in una situazione imbarazzante…e arrossì.
    Da quel giorno la mia vita non è più la stessa, arrossisco senza motivo o almeno senza nessun motivo apparente, co chiunque, parenti amici e colleghi.
    Stà diventando un problema serio il punto è che dipende da me!è una specie di “trip” più ci penso e più arrossisco, ma non riesco a non pensarci perchè arrossisco!!!
    Ho paura che questo problema possa un giorno, modificare la qualità della mia vita e che io mi auto-limiti

  9. 9
    stefania -

    Arrossire perchè ci si sente scrutati da chi ci parla e si arrossisce anche quando si è al centro dell’attenzione.
    Rimedio: Concentrarsi su quello che si sta dicendo, e non pensare al fatto che si sta arrossendo, muoversi con il corpo e non restare rigidi ed inerti. Imparare ad entrare al centro dell’attenzione caricandosi di energia con respiri profondi e imparare a gesticolare anche con le mani. Si arrossisce solo per qualche istante poi passa se continuiamo a parlare con gli altri.
    ciao

  10. 10
    Crista -

    Solo chi ne soffre può capire di cosa stiamo parlando, ed io capisco
    perfettamente. Viviamo in una società dove a volte è necessario
    nascondersi per la sopravvivenza ma a noi eritrofobici non è concesso.
    Parlano bene quelli che non conoscono il disagio: loro possono
    nascondere la loro intimità, noi no. Riuscite ad immaginare cosa possa
    significare avere dipinti in faccia i pensieri più intimi che hai,
    senza poterli nascondere?Soprattutto non poter sfuggire a domande come
    mi è successo l’altro giorno in cui non volevo rispondere ad una
    domanda privata, intima ed imbarazzante, ma dopo il mio rossore mi è
    stato detto:”hai risposto comunque”.Essere additata di continuo con
    “sei diventata tutta rossa!” oppure “dai, ma non arrossire sempre!”.
    Non immaginate nemmeno a quali torture e cattiverie psicologiche siamo
    sottoposti continuamente. Io voglio riappropriarmi della mia sfera
    intima e privata e non essere sempre sezionata su di un banco
    dall’opinione e dalla cattiva stupidità degli altri. Sono in analisi
    da anni, ed ho un buon metodo di lavoro su me stessa, ma per fare un
    passo avanti nell’espressione di me nel mondo avrei bisogno di
    riappropriarmi della possibilità di tenere per me i miei segreti. A
    volte mi sembra che gli occhi mi schizzino fuori dalle orbite da come
    sono rossa!Provate questo e poi mi saprete dire se vale la pena o no
    fare l’intervento. io ci sto pensando molto seriamente.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili