Salta i links e vai al contenuto

Egregio presidente Silvio Berlusconi (2)

  

Egregio presidente Silvio Berlusconi la prego di soffermarsi su queste quattro righe che le scrivo.
Sono una donna di 49 anni dalla Sicilia pr di Catania, separata da molto tempo e che ho portato avanti la famiglia fino adesso sola, le sto scrivendo col cuore in mano.
Accudivo mio padre purtroppo è venuto a mancare quindi sono in mezzo alla strada senza lavoro, sto vivendo una forte depressione non so più cosa fare ho un figlio di 18 anni che ha finito le scuole anche lui senza lavoro, è un grandissimo tifoso del Milan.
Qui i comuni non danno aiuto, lo danno solo a categorie differenti in cui io non rientro, del tipo dei 3 figli che non ho. Sono alla disperazione mi dia un piccolo aiuto, per arrivare a scrivere a lei sono alle spalle al muro, mi aiuti cortesiemente.
Distinti saluti sono nelle sue mani.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

6 commenti a

Egregio presidente Silvio Berlusconi (2)

  1. 1
    michele -

    Se aspetti berlusconi..e le istituzioni in generale hai vogliaa…prova a chiedere aiuto a parenti se ne hai..o a parrocchie..caritas..associazioni di volontari..magari ti danno anche un supporto psicologico..in bocca al lupo

  2. 2
    Michele -

    Salve sig Silvio Berlusconi mi chiamo Michele sono della provincia di Salerno o 30 anni padre di due figli senza lavoro mia moglie e casalinga e sono stato io fino a qualche mese fa a tirare avanti ora non so cosa fare qui in Campania e difficile trovare lavoro io sono disposto a spostarmi per lavorare perché i miei figli devo mangiare come tutti purtroppo o anche il mutuo che mi sta perseguitando lei è l’ ultima tappa ma io credo in voi mi scuso per il disturbo ma questa e la mia disperazione distinti saluti Michele pucciarellli

  3. 3
    Christiane -

    Medetica@libero.it

  4. 4
    ARMANDO -

    Egregio Presidente Silvio Berlusconi, poco tempo fa’, avevo effettuato una richiesta di conto corrente ONLINE a CHE BANCA ( MEDIODANCA ) stamattina 04/04/2017 mi ero recato presso una filiale di Varese per l’identificazione e’ la firma del contratto, educatamente: ( un’insegnamento dei miei genitori ) sono entrato e mi sono presentato,per prima cosa ho notato un’impiegato che non mi dava retta poiche’ stava giocando sul suo telefonino, poi ne e’ arrivato un’altro impiegato alle prime armi mi ha riferito che i terminali erano fuori uso, a questo punto tutto potrebbe anche andare, ma la cosa che mi ha dato fastidio e che mentre parlava mi guardava dalla testa ai piedi, forse perche’stavo vestito un po troppo sportivo per entrare in una banca o forse ci sono ancora persone che credono che l’abito fa il monaco. A questo punto ho ringraziato ugualmente e’ sono andato via. Ho telefonato al numero 02/88291 gli ho spiegato il tutto, e ho fatto la cancellazione della richiesta. Egregio Presidente,scusatemi del mio prolungamento,ma e’ era doveroso farVi sapere che vi sono impiegati che non stanno all’altezza del loro compito. La ringrazio vivamente

    Distinti saluti.

  5. 5
    Yog -

    Senza dubbio il Berlu sarà rimasto basito a leggere ciò che accade in quella filiale! Insisti, un comportamento del genere non è normale e poi l’abito non fa il monco, è vero.

  6. 6
    Golem -

    Ma non si parla mai dei monaci che fanno gli abiti. Pecchè.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili