Salta i links e vai al contenuto

Due amiche… come dovrei comportarmi?

Ho 28 anni e credo di essermi innamorato una volta sola, non corrisposto, di una persona molto insicura con la quale mi frequentavo.  Dopo anni di tira e molla (dai 21 ai 25),nei quali ci vedevamo per mesi e dopo magari lei spariva per un anno, è definitivamente scomparsa dalla mia vita nel 2014 ( con un messaggio su WhatsApp, nemmeno la fatica di dirmi le cose in faccia). Intendiamoci, negli anni sono uscito con molte ragazze e ho avuto molte avventure, avrei potuto avere già diverse storie serie ma nel mio egoismo mi sono impuntato con questa persona che considero tuttora molto più intrigante di altre, anche se mi ha fatto soffrire tantissimo. Questo mi ha portato negli anni a far soffrire a mia volta molte altre ragazze che da me volevano qualcosa di più serio (dimostrandomelo in tutti i modi), ma ricevendo da parte mia solo sesso, bugie e freddezza quando inevitabilmente facevo i confronti con l altra ragazza per la quale invece avrei dato l’anima. Con il lavoro che faccio, per anni ho sfogato la mia voglia di conoscere ragazze con molte turiste da tutto il mondo, avventure di una notte nelle quali talvolta ho incontrato amanti passionali e talvolta invece ragazze particolari con le quali avrei anche provato a cominciare qualcosa di più serio (peccato che inevitabilmente queste vivessero in Canada, America, Francia o Giappone!). Facendomi un esame di coscienza, sono arrivato ai 28 anni senza avere niente di concreto in mano, se non il mio lavoro e il vivere da solo, oltre a il saper pensare con la mia testa. Non un amica, non una fidanzata, non un supporto né tantomeno un’amore corrisposto. Mi sento molto solo e oltretutto non è che brilli per le mie amicizie, ho davvero pochi amici(ho sempre dato la precedenza alle donne e questi sono i risultati). In realtà non è che mi lamenti più di tanto, tanti potranno dire che sono uno stronzo e che tutto ciò mi stia bene, ma ho capito che in effetti è vero e non rinnego per niente il mio passato. Anzi, sono convinto di essere più completo e molto meno superficiale e impostato 5della maggior parte della gente che mi circonda e non mi cambierei per niente e nessuno al mondo.

Quest anno però mi è successo qualcosa che mi ha fatto mettere tutto in discussione, cosa che non avrei mai creduto possibile. Ho conosciuto questa ragazza al lavoro, più giovane di me (poco più di 20 anni), fidanzata da 4 anni. All inizio non mi interessava minimamente, anche perché mi avevano detto che era fidanzata e di non fare cazzate. In un momento di incomprensione, si è lasciata con il suo ragazzo e l ho invitata a cena, trovandomi davvero bene con lei. Grattando sotto la superficie delle cose, ho conosciuto una ragazza meravigliosa che mi ha fatto tanta tenerezza e anche se tra di noi non è successo niente, questo è il sentimento più vero e più bello che abbia mai provato per una persona in questi 28 anni. Spiegarglielo a parole sarebbe davvero impossibile.

Cercando di trattarla al meglio delle mie possibilità, ho cercato di dimostrarle in tutti i modi che per me era molto di più di una semplice scopata. Mi sono trovato spiazzato e sono diventato il suo confidente, ascoltando i suoi problemi e cercando di aiutarla e farla sentire bene (lasciando però da parte tutta la parte del sesso che con qualsiasi altra mi verrebbe naturale tirare fuori come prima cosa e invece con lei mi sono sentito bloccato perché avevo paura di svalutarla). Lei forse si aspettava un ragazzo più serio, o più deciso, o magari pensava che fossi solo un superficiale per un’avventura e via. Fatto sta che si è molto avvicinata a me, ma quando l ex è tornato a farsi sentire, io non me la sono sentita di gettare fango su un ragazzo che per quanto ne so potrebbe amarla alla follia. Le ho detto che non si può chiudere un rapporto con una persona da un giorno all’altro e l ho invitata a decidere il meglio per lei, anche se sono convinto che con questo ragazzo sia ormai una questione di abitudine e paura di cambiare e lasciarsi il passato alle spalle (anche lei è una ragazza molto insicura).Neanche a dirlo sono tornati insieme e io ho cambiato con lei mille atteggiamenti, dicendole anche cose molto personali e confessandole quello che sentivo per lei. Sono riuscito a incrinare l’ intesa speciale che c’era tra di noi, arrivando a farmi odiare, quando invece lei mi aveva chiesto se potevamo lasciare le cose com’erano e continuare ad essere confidenti anche se non era facile.

Dopo qualche mese, mi sentivo molto  solo e ho cominciato ad uscire con un’altra collega che mi faceva la corte (più o meno la stessa età). Completamente opposta alla prima ragazza  come carattere, con lei c è stata una passione fisica travolgente e dopo un paio di appuntamenti siamo finiti a letto insieme. Questa non mi faceva nessuna tenerezza, anzi avendo più o meno il mio stesso carattere (a tratti odioso) spesso litigavamo e tiravamo fuori uno il peggio dell altra. Per l’ennesima volta mi sono sentito svalutato in quanto da me lei cercava solo sesso (io a lei ho detto che non la volevo come fidanzata, ma cercavo un’amica prima di tutto e lei non si comportava come tale). Prima di cominciare a trattarla davvero male perché il sesso era l’unica cosa che funzionava, ho deciso di diradare le uscite e lei in tutta risposta si è molto arrabbiata ed è sparita. L ultimo giorno di lavoro sono stato sveglio tutta la notte e ho scritto una poesia e dipinto un quadro ad acquerelli per la prima collega, lei ha respinto il tutto in maniera abbastanza pesante dicendomi che è fidanzata e le dispiace per me ma non può accettarlo, addirittura cancellandomi da Facebook. (lo so, è una cazzata ma forse ha paura che le possa scrivere in bacheca e lui veda?comunque non lo farei mai. ). Io allora l ho abbracciata e le ho detto che mi dispiace tanto avere perso un’occasione con una ragazza meravigliosa come lei. La seconda collega invece è sparita ma io non l’ho più cercata.

Nel frattempo, sono un paio di mesi che non le vedo e sono venuto a sapere che una è andata a convivere con il suo ragazzo (io credo per salvare il rapporto), mentre l altra essendo davvero appariscente ed estroversa l’ ho già vista in giro con più di un ragazzo.

In questo momento non ne voglio sapere di ragazze, voglio concentrarmi sul lavoro e sui viaggi (viaggio molto per passione). La mia domanda è, sapendo che l anno prossimo le rivedrò entrambe, come dovrei comportarmi? La prima sinceramente non riesco a togliermela dalla testa ma non posso credere che non sia stata capace di tagliare i ponti con il passato e sento di aver fallito, perché tutto quello che vorrei è farla stare bene perché lei tira fuori il meglio di me. Dovrei fare l’indifferente o avercela con lei? Ho paura che finirò per fare finta di niente ed essere suo amico restandoci così male ogni volta che la vedo e non penso di meritarmelo. Con la seconda invece vorrei levarmi un peso e dirle che mi dispiace averla trattata male perché stavo passando un periodo nero, anche se in realtà le ho dato quello che voleva finché non mi sono annoiato e non credo dovrei sentirmi in colpa. Assolutamente non vorrei che nessuna delle due sapesse che ho fatto lo scemo in modi diversi con entrambe (probabilmente lo sanno già perché i miei colleghi glielo avranno detto a entrambe, da quanto ne so!).

È meglio avere due amiche (levandosi una dalla testa e chiedendo scusa all’altra), o lasciare che come sempre l’orgoglio prenda il sopravvento (avendocela con una perché non se l’è sentita di cambiare e fregandomene se l’altra adesso ce l ha con me)?

A voi la sentenza. 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Relazioni

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Gabriele -

    Eccolo lì. l’ennesimo errore. Hai mai pensato, che forse sei tu a sbagliare? Il fatto di demandare agli altri la scelta se vale la pena stare con te o no, o dirti quello che devi fare tramite “una sentenza”. Tira fuori gli attributi, siamo tutti bravi a scoparcene 100 il problema è amarne una. La mia ragazza con cui sto da cinque anni, prima stava con un altro ragazzo, che a momenti le faceva pure un favore a stare insieme a lei. Io ero completamente ignaro di questa situazione, e l’ho invitata ugualmente a bere una cosa, anche se sapevo che aveva il ragazzo. Se la storia va bene, di solito si viene rifiutati, se va male no. A te la scelta, continuare con le scopatine, veloci e prive di piacere, oppure fare l’amore con la persona che ami. Sicuramente la mossa la devi fare tu, è non cercare alibi, per fare niente, il fatto che lei abbia il ragazzo non vuol dire nulla.

  2. 2
    St3llalontana -

    Direi che ci hai preso in pieno Gabriele, ormai le scopate fine a se stesse per me non hanno più lo stesso fascino che avevano fino a pochi anni fa. È anche vero che ho notato che la vita mi ripropone sempre lo stesso schema,in fatto di donne :
    1)conosco una persona che giudico una brava ragazza, magari insicura, ci piacciamo e sono felice ma ho paura di trattarla in maniera superficiale come tutte le altre e alla fine divento il confidente e non il fidanzato. Ci resto male e finisco per farmi odiare perché non accetto di essere amici e basta.
    2)dopo qualche tempo conosco una ragazza dal carattere forte, ci piacciamo e all’inizio è un sollievo, il sesso è grandioso ma inevitabilmente faccio confronti e alla fine scarico tutta la frustrazione che ho accumulato attraverso freddezza, bugie e parole taglienti. La ragazza forte a questo punto sparisce dalla mia vita come ci è entrata, ovviamente molto arrabbiata e delusa. Io ci resto male e le chiedo scusa ma è sempre, giustamente, troppo tardi.
    3)passo un periodo in cui non penso alle ragazze.
    4)ricomincio con le avventure, puro piacere fisico che non mi lascia niente.
    5)si ritorna al punto 1.

    È davvero arrivato il momento di spezzare questo schema, ma davvero non so come

  3. 3
    Michelle -

    Ciao,

    Ti direi prima di tutto di riflettere su cosa vuoi davvero in una ragazza e in una relazione. Fatti una lista di cose che per te sono indispensabili (esempio onestá, lealtá, comunicazione ecc) e cose che invece sai gía che per te non vanno assolutamente bene.
    Elenca tutte le caratteristiche che vorresti per la tua Lei.. poi rileggiti la lista e chiediti se tui hai tutte quelle cose. Se non ce le hai, inizia a lavorare per averle, perché per trovare una persona cosí, devi essere tu il primo ad avere quelle caratteristiche.
    Se vuoi una ragazza onesta e fedele, inizia tu per primo ad essere cosí, indipendentemente dalla persona che hai di fronte. Se vuoi una ragazza diretta e aperta riguardo i suoi sentimenti, allora inizia con l’esserlo tu.
    Tieniti questa lista a portata di mano e rileggitela spesso, controllando i progressi che fai e di quante cose puoi dire di essere orgoglioso.
    Vedrai che le cose inizieranno a cambiare e che inizierai ad attrarre ragazze piú adatte a te!

  4. 4
    Gabriele -

    Smettendo di farti paranoie inutili, non mi sento di dirti “buttati” perchè ormai sei nella fase amicizia-per poi provarci, ma come fai a provarci se ti sei dichiarato e questa che ti piace ti manda via? A meno che non sia una nostalgica, ovvero una sì che si lamenta per l’altalena, ma che dopotutto le piace, perchè essendo indecisa, così ha l’alibi per giustificarsi col mondo: sono insicura e non posso farci niente. Magari anche sul lavoro ripropone lo stesso schema di “insicurezza”

  5. 5
    Yog -

    Mi pare che il tuo ciclo standard ricalchi quasi completamente il ciclo di Frenkel. Io cercherei di rompere gli schemi inserendo un periodo di sbombate epiche di narda dopo il punto 3), ma non nel periodo estivo perchè rischi di finire steso.

  6. 6
    St3llalontana -

    Grazie a tutti, ci tengo a precisare a Gabriele che lei è assolutamente un’insicura e ripropone questo schema anche sul lavoro: infatti dopo averla conosciuta ho sempre avuto un occhio di riguardo per lei, con gesti e parole gentili che la facessero sentire a suo agio. Mi ha detto cose molto personali, tipo che si odia per non essere mai in grado di prendere una decisione ed esserne certa al 100%. Mi ha fatto una tenerezza infinita e le ho detto che tutto quello che voglio è il meglio per lei,ma non cambierà mai nulla se lascia che i suoi genitori o il suo ragazzo prendano le decisioni importanti per lei. Credo abbia molta paura di restare da sola e quando si erano lasciati l ho vista davvero triste e in difficoltà, per quello mi sono avvicinato, volevo in qualche modo farla stare meglio e solo dopo mi sono invaghito. Quando mesi dopo lei ha visto me in difficoltà però, è stata davvero brutale (quando non ha accettato il mio disegno l ultimo giorno d lavoro, le ho detto chiaramente “non te ne frega un cazzo di me”). Insomma, si è ritagliata la sua zona di comfort e a questo punto vede me come una minaccia a tutto questo. Non mi avvicinerò più,non voglio essere suo amico e non voglio essere antipatico, preferisco l’indifferenza.

  7. 7
    Golem -

    Sentirti svalutato perchè una ventenne vuole sesso da te? Mai sentito.
    Sei troppo “buono” guaglione. Pensare di “non gettare fango su un altro che potrebbe amare alla follia una ragazza”, che ti piace e che ti sta frequentando con piacere, invitandola pure a riflettere sull’interrompere quel rapporto, è da fessi agli occhi di una donna, e questo genere di persone non fanno molta strada nella vita. Se sono buone e sentimentali pensano che di loro non ti interessa niente, se sono normali ti giudicano un pappamolle. E una femmina normale non vuole un maschio del genere come suo uomo.
    In un rapporto sessual-sentimentale, fare gli “amici” all’inizio significa giocarsi il futuro se ti interessa andare oltre essere un semplice confidente.
    Come devi comportarti reincontrandole? Come ti pare, perchè a nessuna delle due interessi realmente per come sei. Non te la prendere, ma non si perde la testa per uno come sei tu adesso. Continua con le poesie e gli acquarelli che non ti deludono. E auguri comunque.

  8. 8
    St3llalontana -

    Grazie Golem, forse era proprio quello che volevo sentire, chi lo sa. È anche vero che, ora come ora, hai ragione su tutta la linea. Incasso, imparo la lezione e vado avanti, come sempre. Ciao

  9. 9
    Golem -

    Devi imparare solo a non dipendere dal giudizio degli altri. Il resto verrà da sè. E non esagerare coi “principi”. Se una cosa ti piace prenditela, altrimenti lo farà un altro al posto tuo. Forza su, abbiamo bisogno di giovani maschi decisi.

  10. 10
    Bruce100 -

    Ma che paranoie ti fai? Amiche?? Ma state diventando tutti fin occhi?? (Con rispetto ma tanto quelli veri non si offendono)
    Trombale tutte e due (se ci riesci insieme nello stex momento meglio per te ) e amen

    Ho letto solo il titolo perché il pippone era troppo lungo ma potresti fare così : Le inviti ad uscire insieme , le porti a mangiare fuori e fai il brillante, le fai bere e ridere e divertire. Poi cominci a baciarne una e subito dopo L altra . Senza vergogna . Vedi come reagiscono.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili