Salta i links e vai al contenuto

Dove ho messo la mia dignità?

Lettere scritte dall'autore  

Sono una ragazza di 20 anni che si sta rovinando la vita per niente. Eppure basterebbero poche parole per mettere la parola FINE a tutto questo. Ma non ce la faccio.

La storia è questa. Sono stata assieme ad un ragazzo per quasi 3 anni. Ci siamo amati, io ero innamorata, e sono sicura che lo fosse anche lui. È finita perché ormai il nostro rapporto era diventato difficile, io ero gelosissima e volevo sempre esserci. Così sono entrata in crisi quando si è messo (senza farmelo sapere nonostante il nostro rapporto di amicizia) assieme ad un’altra ragazza. Una volta smascherato, come se non bastasse, non poteva fare a meno di ricordarmi, puntualmente, di come lei fosse meglio di me. Dopo alcuni mesi ha rotto anche con lei. E allora lui è tornato.. e non fosse mai accaduto. Ora il nostro rapporto è: vedersi di tanto in tanto (quando LUI ne ha voglia, diciamolo) per andare a letto assieme. Questo potrebbe andare bene per chi ha solo voglia di divertirsi, senza legami affettivi. Ma io no, io sono “morta” da quando ci siamo mollati. Vado a letto con lui solo per STARE con lui. E, anche se all’inizio c’era ancora affetto tra di noi (me lo diceva anche lui, di volermi ancora bene), ora sembra solo un rapporto prostituta-cliente. Prima comunque parlavamo molto, e riusciva ad essere tenero. Ora se mi parla, è solo per parlare di cosa faremo quando ci vedremo, e i genti affettuosi si sono ridotti a qualche bacio sulla guancia quando ci salutiamo.

Sono una persona normale, la gente mi fa spesso notare il fatto che sono bella (anche se lui dice che sono “carina \ bellina”, e io inevitabilmente credo di essere solo carina, dato che lo dice lui), ho una vita sociale soddisfacente, molte buone amiche, studio una cosa che mi piace e che mi assicura un futuro, e anche nel mio corso sono una persona apprezzata. Non mancano i pretendenti, ho comunque avuto alcune storie negli ultimi tempi, ma nessuno è stato in grado di farmi dimenticare lui. Sono sempre stata solare, simpatica, e vado d’accordo con tutti. Sono sempre stata rispettata e ora sono la prima a non rispettarsi più, per il mio comportamento. Chi sa la storia mi consiglia di mandarlo a fanculo, scusate il termine. E io so benissimo che dovrei! Ma non riesco a immaginare la mia vita senza vederlo. Mi sono legata ad un passato che non tornerà più, e non riesco a staccarmi. Per la serie “la speranza è l’ultima a morire”.

Possibile che io debba perdere la mia autostima e la mia felicità solo perché non so dire di “no” ad una persona che ho paura di perdere?

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti

  1. 1
    meg87 -

    Ciao Desi.. Mi dispiace per questa tua brutta situazione.. La cosa però che non capisco è come tu faccia ad accettare il solo fatto di andare a letto insieme a un ragazzo, che pure se è stato con te per 3 anni, comunque t considera un semplice diverimento..e questo non è giusto.. Forse anche tu accetti questa situazione in fondo… o forse no… l’unico consiglio che posso darti è quello di essere chiara con lui, di esprimergli quello che pensi perchè così è una tortura e basta..

  2. 2
    andy -

    Cara Desi è facile dirti, mollalo, ma le persone non sanno quello che si prova..
    A me addirittura viene da dirti beata te che da donna riesci a soddisfare almeno il capriccio di andarci a letto.

    pensa a come deve essere per noi uomini, cancellati proprio dal mondo.
    io ti consiglio di “fartelo”, finchè non troverai una persona che ti farà battere il cuore e potrai mandarlo a quel paese davvero.

    ragiona che hai tu il coltello dalla parte del manico e non te ne rendi conto, perchè è vero che vivi nel passato, ma contemporaneamente sei libera di cercare altro, anche se ora pensi che vuoi solo lui.

    io invece sono solo libero e basta e per altro non trovo niente.
    magari potessi rifare sesso con la mia ex.
    magari.

    voi donne riuscite a piangere sempre, dovreste vivere la vera solitudine, la nostra.
    in qualche modo riuscite sempre a spuntarla e ve ne lamentate.

    un bacio, passerà, fidati.
    goditi quei momenti parziali anche per me e per noi che non le vediamo nemmeno le nostre ex e ci schifano pure, altro che sesso di ritorno.
    credimi sarebbe un sogno per me ricevere un sms con su scritto “ti voglio vedere solo per sesso, mi manchi”.

    un sogno.

  3. 3
    marziav -

    No Andy e Desy, davvero vi accontentereste delle briciole? Vi basterebbe il contatto fisico senza nessun coinvolgimento emotivo? Lo trovereste gratificante? Andy, per quanto intensamente tu possa bramare anche solo la possibilità di sfiorarla la tua ex, credo che una relazione solo di letto (proprio con lei!) ti farebbe sentire solo più vuoto. Lo trovo squalificante. Un volersi torturare e illudere di riconquistare qualcuno che non sta affatto tornando da te. Rimandi l’addio e basta. Non parlerei così se anche tu fossi distaccato abbastanza da condividerci solo sesso, ma sai benissimo di volere di più. Sarebbe frustrante: lei che ti sfugge, tu che la tocchi senza stabilire mai un vero contatto. No, ragazzi, ma perché volete autoinfliggervi questa agonia? Questo pensiero mi fa stare malissimo. Da chi amo vorrei anch’io amore, stima, rispetto, allora sì che stare fra le sue braccia sarebbe appagante. Come si fa a lasciarsi andare e a godere l’intimità con chi ci rifiuta?
    Pagasse una mignotta e amen. Al limite, prestategli i soldi. Scusate, ma queste cose mi mandano fuori di testa. Il fatto di donarci (anima e corpo) a chi ci butta nel cesso, intendo. Il fatto di non difenderci. Non lo so se per i maschi è diverso, se possa avere un grande significato e dare profonda soddisfazione fare l’amore con una donna che respinge i tuoi sentimenti e non prova niente per te. Non lo so, spiegami Andy. Per me sarebbe penoso e basta.

  4. 4
    Desi -

    a me potrebbe andare bene se non fosse che gli voglio ancora troppo bene.. dopotutto è anche vero che sono libera di scegliere, anche se “lasciassi” lui non mi troverei comunque ad essere sola. Proverò a lavorarci, magari un giorno troverò il coraggio..

  5. 5
    JhonR4 -

    Ciao Desi, ho letto la tua lettera e per alcune cose é simile alla storia che ho appena vissuto: anche noi insieme da 3 anni, anch’io avevo paura di perderla, ecc, ecc…

    Quando mi ha detto che non mi amava più feci dei pianti assurdi perché la ragione mi diceva subito che ormai l’avevo persa, che non sarebbe stato più lo stesso… Sebbene alcuni giorni dopo successero cose che mi fecero credere il contrario… I suoi comportamenti alla fine mi diedero ragione.

    La verità é che tu lui l’hai già perso: sta a te ora dire basta e non farti più usare, perché di questo si tratta. Avere una spalla che ti dia conforto sempre e cmq sapendo che continuerà ad amarti e che non ti dirà niente é bellissimo e avere un rapporto del genere con una persona é impensabile normalmente ( neanche i fratelli ti lasciando dire tutto di tutto senza mandarti a ca*are prima o poi). Lui esercita e continua ad esercitare dicendo frasi come “bellina, carina” ( sminuendoti in pratica) per avere il controllo su di te e usarti come vuole.

    Spero che tu riesca a trovare la forza di dire basta. Basta per non essere più trattata così e basta per non accontentarti più.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili