Salta i links e vai al contenuto

Dopo la rottura mi sento a pezzi! Voi come reagireste?

di Rupestre

Buongiorno a tutti, e perdonate lo sfogo ma ho come la sensazione che il mio stesso corpo collassi dalla mancanza appena il pensiero si posa sul ricordo di lei, peggio dell’astinenza da droga. È passato pochissimo, giusto una decina di giorni e ora dopo i primi momenti di sicurezza e rabbia, e di silenzio totale casco nel ricordo e nella paranoia.

Brevemente 5 anni insieme di convivenza vissuti pienamente ed in particolare empatia per poi come sfumare in una relazione di semi amicizia spenta e priva di coinvolgimento. Ho acceso io la miccia che poi ha condotto alla rottura perché stavo male ed ero insoddisfatto ma sapevo vigliaccamente di avere lei e speravo che il momento no potesse essere temporaneo e che magari forzando un po’ ci saremmo riavvicinati, ma ho avuto conferma contraria.

Voi come reagireste? Mi sento a pezzi e non è la prima relazione che ho avuto ma una botta così era un po’ che non la prendevo. Scusate il piagnisteo che non è da me, ma se sono arrivato qui è perché ho letto un sacco di ottimi commenti talvolta spietati ma oggettivi e credo che l’opinione asettica di terzi possa aiutare, visto che gli amici sono stati più stupiti di me nell’apprendere la situazione. Vi ringrazio.

Lettera pubblicata il 28 Aprile 2024. L'autore, , ha condiviso solo questo testo sul nostro sito.
Condividi su facebook: Dopo la rottura mi sento a pezzi! Voi come reagireste?

Altre lettere che potrebbero interessarti

Categorie: - Amore e relazioni

La lettera ha ricevuto finora 5 commenti

  1. 1
    gabriele -

    Ancora una volta merita un approfondimento, domanda schietta, fai riferimento “al fatto che sia peggio dell’astinenza da droga”, essendo che tu stesso ne parli nella lettera, e che dici di avere altre storie dove hai avuto momenti “no”, e non dando altri dettagli, se non la convivenza, di cinque anni, e poi un “momento no” da parte tua.
    Se hai letto i commenti del forum, sai anche che nessuno giudica tali situazioni, come uno stato di indigenza o uno stato di tossicodipendenza, che nel tuo caso sembra, o è questa la mia impressione da ciò che scrivi che possa esserci una sorta di dipendenza alla base della rottura e del “momento no”, al di là della tua condizione personale, una dipendenza può aver causato il “momento no” e la conseguente rottura fra voi? Difficile, che sia solo una “amichevole relazione”, che poi quasi naturalmente è finita.
    In ogni caso c’è poco da consigliare, perchè pochi sono i dettagli su ciò che VI riguarda e che vi ha portato a finire il…

  2. 2
    Lorenza -

    Datti tempo, se siete arrivati a questa scelta è perché per quanto sia difficile e non esista il momento giusto prima o poi era da prendere…se invece non è così prima o poi vi ritroverete

  3. 3
    white knight -

    Comprensibilissimo. Il “fuoco” nelle relazioni dopo un po’ si affievolisce. Tuttavia se si arriva allo spegnimento totale vuol dire che qualcosa è andato storto.
    Nella fattispecie non saprei dirti cosa, e purtroppo non ho nulla da darti per farti star meglio.
    Posso solo dirti che comunque, secondo me, sei sulla strada giusta. Lo sei sempre stato: il fatto che anche in passato tu ti sia posto il problema denota una personalità attenta a quella che poteva essere una problematica di coppia non indifferente.
    Ho notato che molte persone “sottovalutano” suddetto problema, ma secodno me chi fa così:
    -o ha la stessa personalità di un porro lesso;
    -o è qualcuno che deve in qualche maniera “giustificare” la propria vita di mer*a e un rapporto di coppia decotto.
    Stay strong.

  4. 4
    Ana -

    Io anche mi sono sentita a pezzi dopo saputo che il mio ex mi ha cornificata con la mia ex migliore amica, non con una random. Loro due si sono comportati da schifo. Due persone a tradirmi. Poi i loro amichetti e le loro amichette che trovavano preteste per bullizzarmi o mandarmi frecciatine se mi incontravano per la strada. Sono stata male per mesi e mesi.

  5. 5
    Geg -

    Pensare che i problemi si risolvono da soli è un illusione oppure delegare li altri a trovare una soluzione. Mettendo la testa sotto la sabbia rischia che la piaga diventa sempre più larga finché tutto crolla.
    Quando una storia crolla, per esperienza, è perché è giunta a capo linea.
    E’ normale provare delusioni dopo una rottura, ma non è la fine della propria vita.

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera alla volta. Max 3 links per commento.

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili