Salta i links e vai al contenuto

Domanda per le Donne (che hanno abbandonato)

Lettere scritte dall'autore  massi_a
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

110 commenti

Pagine: 1 5 6 7 8 9 11

  1. 61
    camy -

    continua

    è questo pensiero che mi disturba sentire… perché porsi già come i vincenti rispetto a loro, come gli esseri superiori, perché ostinarsi a dire quanto siete bravi buoni belli voi, in un rapporto di coppia, mentre le donne sono solo delle frignone e anche delle insensibili crudelie demon?? non ci siamo.
    i bisogni delle donne come per esempio quello delle piccole attenzioni che ho fatto (giusto per farne uno) sono altrettanto importanti come i vostri come per esempio quello che avete di essere capiti quando siete nervosi, capire che non c’entra con il rapporto. hai ragione, kid, non si capisce facilmente da parte di una donna, ma non perché lei sia cattiva, ma solo perché lei pensa e ragiona in modo diverso, perché lei se si pone in modo silenzioso e distante è in genere perché sta meditando sulla relazione (ecco perché pensa che voi fate altrettanto). quindi perché “rimproverarle” di una diversità che dipende solo dalla natura? perché volerle uguali a voi? l’unica cosa che si può fare è partire col presupposto che una donna non capirà immediatamente le vostre intenzioni, se non le spiegate, così come un uomo non capisce perché una donna sta in silenzio come in questa lettera che ha scritto max.
    ora, che non basti parlarne sarà pure vero, ma lì c’è allora molta poca voglia di venirsi incontro. se un uomo mi dice: “non stavo pensando a noi e a come chiudere, in questo momento di silenzio, stai tranquilla, ti amo ancora”, io gli crederei. per dirti un esempio. se non crede i casi sono due: o si dice nel modo sbagliato, cioè nervoso e si ottiene l’effetto contrario (infatti se mi rispondi male io penso ancor di più che mediti sul fatto che non mi ami più, perché ho solo bisogno che mi tranquillizzi che mi ami ancora) oppure davvero lei si ostina perché non interessata a venire incontro e capire.
    scusate la lunghezza, e anche tu, kid, ti ho preso come esempio per delle tue frasi, non per giudicare te personalmente che neppure ti conosco, ma per far capire il mio punto di vista sull’argomento. non so se sono sata chiara, spero di sì. ci vuole una NUOVA VISIONE delle cose, accettare la realtà, e dare alle donne ciò che vorrebbero (essere corteggiate ogni tanto ancora come il primo giorno, essere capite nei propri bisogni, essere ascoltate e non sminuite perché sentiamo importanti cose che per voi non lo sono), così come noi donne dovremmo cercare di darvi ciò che vorreste (sostegno, amore, sesso).

  2. 62
    Andrea -

    Kid
    Il punto è sempre lo stesso, o si parla di singoli casi e allora davvero capita di trovarsi di fronte alle storie più variegate oppure si generalizza e si analizzano i dati a grandi linee.
    “L’amore ed il sesso possono anche viaggiare su binari alterni e sono caratteristiche personali che possono essere comuni a uomini e donne.”
    Certo, se si prendono i singoli casi è così, se si ragiona però sui grandi numeri, sulle specifiche inclinazioni di genere maschile e femminile, i dati sono altri.
    Un uomo che sta bene con la propria compagna di fronte alla disponibilità sessuale di una donna che lo attrae, può rifiutare certo, ma lo fa spinto dal senso di colpa, dal non rovinare quanto finora costruito, dal rispetto per l’altra..istintivamente però ci andrebbe, perché per noi è più naturale che sia così.
    Viceversa una donna non avrebbe nemmeno quell’istinto, perché in quella fase è appagata e dato che lega più dell’uomo sesso e sentimenti, potrebbe arrivare anche il più figo del pianeta ma non avrebbe effetto su di lei. Poi ci sono eccezioni, per carità, nessuno lo nega, ma se ci fai caso, la maggior parte di loro tradiscono o lasciano quando è finita (sempre nel loro caso) la fase emozionale, per cui sono spinte a cercare un’altra fase emozionale. Mentre noi (sempre generalizzando) abbiamo maggiormente bisogno di una costante fase sessuale, che ci intrighi e ci stimoli.
    Ho detto delle ovvietà, ma appunto se non si impara a capire e accettare la diversità, noi uomini saremo sempre offesi e incazzati con loro.

    Maximum
    “eh no vedi non ci siamo, pensate ancora con categorie tipo la poco di buono, la seria, la brava…”
    Non dico che quella tizia fosse un’aliena, ma sono convinto che mentre alcune godono di fronte al malessere dell’ex, altre possono anche essere sinceramente dispiaciute.
    Non dico nemmeno che tu abbia fatto male a “usarla” solo per quello, anche perché probabilmente per il tipo di donna che ha dimostrato di essere meritava giusto solo quello, dico però che se avessi fatto quel gesto sarebbe stata una bella rivalsa e le avresti dimostrato qualcosa. Mia opinione eh..
    “guarda che oggi son loro che ti saltano addosso se gli piaci la sera stessa”
    Lo so, lo so, vivo sulla terra, tranquillo. Ma quello accade solo ad un tipo di categoria, categoria alla quale probabilmente, fortuna tua, appartieni…

  3. 63
    Andrea -

    …ai “normali”, che poi è quella a cui appartengo io, difficilmente saltano addosso la sera stessa, poi ci sono anche gli zerbini, che hai citato tu, ma loro non possono fare altro che vivere in quel modo per sperare qualcosa.
    Comunque sia, per la tua categoria diciamo, questi sono i tempi d’oro, vista la quantità dilagante appunto che stravede per l’uomo tipo tronista (per intenderci), per cui chi se la passa meglio di te?
    Detto questo e ne sono sicuro perché l’ho vissuto sulla mia pelle, ci sono anche quelle a cui del tronista un po’ atteggiato non frega nulla, percentualmente poche, per carità, ma esistono (fortuna di noi altri comuni mortali).
    E ho conosciuto anche brave ragazze, alcune ingenue, per nulla carogne.
    Per cui ogni volta che viene fuori una lettera come questa, non capisco il senso e soprattutto l’utilità di far partire il solito circo del “sono tutte spietate, insensibili ecc..”
    Attualmente sono senza dubbio più le donne a lasciare, per tutte le ragioni che abbiamo detto: farfalline, facilità di incontro ecc.. ma alla fine sono convinto che dopo che saranno svolazzate di fiore in fiore per anni e anni, non saranno mica più felici e appagate.
    Anche questa mia convinzione eh..

  4. 64
    maximum -

    ahahha.
    ragazzi ma qui scrivono solo donne che son state lasciate, loro poverine che son state con uno stronzo o con un coniglio, loro che sono così brave e bisognose d’amore ma che purtroppo han scelto sempre quello sbagliato!
    LOL
    queste son nella fase “voglio una storia seria” e si lamentano perchè non ce l’hanno.
    ora prendete queste e dategli un uomo con la U maiuscola….hahahahh….il cosidetto vero Uomo, corretto, dolce, sottomesso, che le tratta come delle reginette.
    oppure anche solo premuroso e responsabile, che le ama davvero, il tipo serio e tranquillo di cui ci si può fidare.
    ecco, tempo un paio di annetti cosa credete che ne venga fuori?
    che lei un bel giorno ne ha piene le scatole di mr.giusto!!! che nooooiaaaa…….ahahahahahahah
    lui non le fa più i complimenti come all’inizio…la routine è cementata e mortale, non sente più emozioni, si sente come un fiore che appassisce!!
    che senso ha la vita senza le farfalline nello stomaco?!?!
    il nostro povero uomo con la U non la fa ormai più sentire femmina malgrado sia comunque rimasto lo stesso identico di quando si son conosciuti, malgrado sia sempre corretto e premuroso…il sesso si riduce a una bottina standard una volta ogni due mesi, tre mesi….con lei che si concede controvoglia perchè ormai ha già detto troppe volte che c’ha il mal di testa o il mal di pancia…lololol
    e toh.. un giorno arriva mr.x (non per forza l’utente qui….) che gli fa un complimentino qua e la…che gentile durante la pausa caffè la guarda con gli occhi dolci e le fa qualche regalino e svuuuuuuup oddio cosa mi succede!!!
    lo penso giorno e notte!!!
    mi bagno solo a pensarlo…oddio oddio….vuol dire che non amo più mr.Uomo serio e corretto…
    oddio cosa è successo gliel’ho data l’altro giorno è stato il sesso migliore della mia vita…io che non avrei mai pensato di tradire…uuuhahahahahahha….
    ora magari salta fuori che quello è sposato e ci ha pure na famiglia…e via.
    fantascienza?
    no cari miei, fatti di vita quotidiana.
    oserei quasi dire normalitá.
    normale amministrazione.
    la colpa di chi è?
    mah relativo, di lei, di lui dell’altro di come siam fatti tutti quanti.
    alla fin fine è così… ognuno si arrangi come crede, ognuno creda quello che vuole.
    eppure venitemi a dire che non è così.
    e allora attenzione con lo sposarsi e tutto il resto, soprattutto agli uomini, attenzione con lo sposarsi e tutto il resto.
    per carità fate pure, ognuno sa per se ma attenzione.
    uomo avvisato…

  5. 65
    Kid -

    Camy

    Non ti preoccupare se mi prendi per esempio.
    Tu dici che mi pongo in una maniera superiore , ma non è così . Io parlo per esperienza vissuta e rivissuta e , anche se non mi conosci , voglio rassicurarti sul fatto che non sono un presuntuoso . Questo significa che so pesare le cose , i miei meriti ed i miei demeriti :Quando e come sono stato rassicurante e quando e come mi sono innervosito e perché.
    Spesso , almeno io , quando sbotto , in generale , con chiunque , è per una sola ragione : Non mi sento aiutato o quella persona mi ostacola , in altre parole mi crea un problema, quando non è il momento giusto e ,invece , dovrebbe collaborare .
    Quel sentirsi “osservato ” , in quei frangenti mi innervosisce ancor di più .
    Ma come uno ogni santo momento in cui c’ha cose da conciliare e risolvere , deve rassicurare l’altro sul fatto che?
    No guarda , io credo che se una donna c’ha di questi dubbi è perché se li vuole creare .
    Tu sai che le nostre decisioni , a livello celebrale , vengono nella maggioranza dei casi prese a livello automatico ed inconscio?
    Sai che il metro decisionale spesso è affidato ad un termine di paragone , che potrebbe peccare di oggettività?
    Sai che il nostro cervello deve scegliere , quello che nella contingenza appare la soluzione migliore, ma non è detto che lo sia , e pertanto per non deluderci ci crea delle giustificazioni plausibili?
    Ti chiedi perché una persona che vuol lasciarti anche qualora provi un sentimento , inizia a distruggerti , sminuendo quello che tu hai fatto ed esaltando quello che lei stessa ha fatto?
    Ti faccio degli esempi :
    – cervello automatico : una relazione va bene , tutto va bene, quella persona è perfetta per te , malgrado tutto . Una relazione ha una crisi , della stessa persona inizi a vedere solo i difetti . Eppure è la stessa persona!
    – Termine di paragone: Nel mentre della crisi , arriva un terzo/a , che apparirà come colui che ti “capisce”.Ti fidi delle sensazioni verso un perfetto sconosciuto/a , a scapito del tuo partner sulla cui affidabilità ed amore il tempo ti ha dato la prova certa.
    – Giustificazioni plausibili : Sai che voltando le spalle al tuo partner (addirittura tradendo) , potresti sbagliare o azzardare , ma del resto se la relazione non andava più (giustificazione!)
    E , magari , si buttano via anni fatti di tante cose, in poche settimane , senza averci provato seriamente a fare qualcosa di pratico.
    Mettila come vuoi , a me le donne sotto sto profilo fan paura..
    E so bene quel che dico

  6. 66
    Kid -

    Bene , spero di essere stato di aiuto a rispondere alla domanda iniziale , in una maniera più oggettiva possibile .
    Spesso si lascia , perché non si ha la conoscenza ed il controllo dei meccanismi che regolano le decisioni . Ci si affida a luoghi comuni , a consigli di persone a cui si racconta solo la propria versione , a malumori che dovrebbero essere superati perché così va ed andrà la vita , al fatto che è più semplice ripartire con tante porte aperte che provare a non chiuderne una , al fatto che occorre mettersi in discussione perché non è detto che l’altro non abbia parimenti un giudizio lusinghiero di noi, ed allora è più facile reinventarsi agli occhi del mondo .
    Non a caso , a volte , ci sono i pentimenti ed i ritorni . Perché il metro di paragone in realtà si è rilevato sbagliato o perché si son prese delle decisioni impulsive ed affrettate . Ma tocca sempre vedere cosa è successo tra l’abbandono ed il pentimento.
    Io ho lasciato due sole volte , la prima perché volta in quanto lei credo fosse mezza pazza e mi rendeva , a momenti , la vita impossibile ; la seconda perché venni a conoscenza di uno strappo in auto dato all’ex , con il quale manco si salutava.
    Ma non mi son mai permesso di massacrare emotivamente nessuna delle due .
    Per il resto posso dire di essere stato lasciato come tanti: “dall’oggi al domani” , dal sereno al niente , dalle frasi d’amore all’essere rinnegato , in poche settimane . E non è stato per niente bello vivere le alternanze emotive, i fuochi di paglia , le accuse , i pianti , i falsi convincimenti e le deludenti cadute finali.
    Posso dire sempre di aver cercato di trovare una soluzione , per non cadere nei meccanismi che ho sopra descritto , io stesso, e cercando anche di farlo capire all’altra parte :da un lato ribadendo le mie giuste ragioni , perché ci mancherebbe che passi sopra a me stesso (questo sarebbe azzerbinarsi)ed ascoltando parimenti quelle giuste altrui, ma dall’altro dimostrando i miei sentimenti per quelli che erano veramente.
    Ma non è mai servito a niente .
    Non ho mai trovato nessuna che abbia avuto l’apertura mentale per considerare le situazioni nel loro insieme ,con oggettività e maturità e non limitarsi a quello che fosse solo la propria visione soggettiva, che a quel punto diviene egoistica , “volutamente” distorta e quindi provocatoria anche di forti reazioni (perché le accuse ingiuste o i “tira e molla” non piacciono a nessuno), ottusa ed autoreferenziale .

  7. 67
    darkan -

    quelle poche che rispondevano sono scappate…

  8. 68
    camy -

    Kid no, non è che si deve stare a dire continuamente “cara ti amo” per rassicurare la propria donna, ovvio che no. Si parla soprattutto dell’inizio del rapporto, quando, per forza di cose essendo due mondi diversi che si vengono a incontrare, le incomprensioni nascono. E nascono da sole, non perché uno se li vuole creare, sia nell’uomo che nella donna ci possono essere dubbi, ferite dovute a delle parole, cose così… il passaggio importante è cercare di capirsi per andare oltre quell’episodio e la prossima volta che si ripresenta sapere già cosa l’altro intende, e che non intende ferirci.
    Riguardo le “decisioni automatiche” (penso ti riferisci a una mente femminile) e le dinamiche relazionali con le donne che tu descrivi, il problema secondo me, come ho scritto in un’altra lettera – a parte le differenze uomo-donna che portano per forza a incomprensioni, come ho già detto – è che se una donna non sa chi vuole accanto a sé (e parlo di caratteristiche caratteriali ben chiare, non di sogni del principino azzurro irreale) farà i danni che tu hai descritto, nelle decisioni, nei comportamenti, e che giustamente ti fan paura… ho conosciuto donne molto giovani eppure con le idee chiarissime sul loro uomo, che hanno pure lottato per lui e sono tuttora felici con lui dopo anni e anni…. le donne instabili, che non sanno cosa vogliono finiranno per fare sempre di questi danni, essere indecise, insicure e sfasciare relazioni una dopo l’altra… i tempi odierni di “facile ricambio umano” (lascio uno tanto ne ho 100 che mi corteggiano) non facilitano alle donne capire chi davvero vogliono. allora una deve capire che deve usare la testa, avere ben chiari i propri obiettivi amorosi e solo così non muterà in breve tempo, né si farà convincere dagli altri, né entrerà continuamente in lotta con il proprio uomo sul non sentirsi capita anche se lui l’ha già rassicurata, ecc…, perché sa di amare quell’uomo, ne è sicura, e cercherà sempre un punto di incontro per non perderlo.

  9. 69
    Silvia -

    Io avevo scritto qualche pagina addietro, ma nessuno mi ha risposto.
    Io ho sempre lasciato. Con grande dolore. Ci ho messo anni a smaltire i sensi di colpa e ora mi ritrovo nella medesima situazione. Certe volte vorrei solo essere lasciata, per non dover cadere sempre nel limbo e nei sensi di colpa.
    Dover far soffrire una persona, di nuovo. Ho riconosciuto di aver un problema con me stessa, che adesso in qualche maniera dovrò risolvere.
    Però credetemi, non tutte le donne sono come dite voi. Ci sono quelle oche e memefreghiste, ma anche gli uomini sono così. Bisogna accettare che le persone sono tutte diverse e le generalizzazioni e i luoghi comuni non portano a niente. Le storie finiscono. E non ci possiamo fare niente. Purtroppo di mezzo ci sono a mio avviso dei problemi, per esempio egoismo, opportunismo, immaturità, paura di stare soli e non sapere quello che si vuole. Vale sia per uomini che per donne.
    Bisogna bastare a se stessi poco da fare. Io me ne sto accorgendo ora e piuttosto di fare ancora del male ad altri preferisco soffrire.

  10. 70
    MR X -

    meglio…..che volevi che dicessero? Sanno solo giustificarsi e fare le vittime.

Pagine: 1 5 6 7 8 9 11

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili