Salta i links e vai al contenuto

Diritto di passaggio ostruito

Dal 1920 ho diritto di passaggio attraverso il fondo dei miei vicini, cosa confermata anche dal tribunale qualche anno fa, dopo che avevano tentato di chiuderlo, adesso sembra che siano d’accordo e non vengono potate le piante, pini rovi ecc. ostruendo il passaggio. Cosa devo fare rivolgermi ad un avvocato per far valere i miei diritti, rimettendoci altre migliaia di euro? O posso tagliarmele da solo senza incorrere in denunce?
Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

5 commenti

  1. 1
    asdf -

    Se hai un diritto di passaggio, il mio parere è che puoi provvedere da solo a ripulirti il sito dove devi transitare, se i proprietari non lo fanno. Questo li metterebbe in condizione, qualora avessero qualcosa da eccepire, di doversi fare attori nei tuoi confronti, cioè dovrebbero essere loro a intentarti una causa per… non so immaginare quale danno. Certo che se prima chiedi un consulto ad un avvocato, più di 50 euro non ti può prendere, per spiegarti come sarebbe meglio muoversi a termini di legge. Certo è che il diritto di passaggio è comunque un diritto tutelato dalla legge, quindi non possono lasciare che la vegetazione te ne privi: se non provvedono loro, lo fai tu. Auguri.

  2. 2
    Francesco -

    Ciao! strana coincidenza, anche a me oggi e capitata la stessa cosa!Sono andato in un mio terreno dove ho delle piante di frutta, per raggiungerlo devo passare in un’altro terreno dovo ho la servitù di passaggio.

    anche io il tuo stesso identico problema. nella strada sporgono una marea di rami dell’ulivi del vicino. ho provato a passare ma tutti i rami finiscono sull’abitacolo dell’auto graffiandola con in rischio di rompere qualcosa visto la grandezza dei rami. ho dovuto scaricare il decespugliatore ( stavo andando a tagliare l’erba) e proseguire a piedi!

    non so come fare questo non ne vuole sentire di sistemare una volta per tutte le piante.. nell’atto del terreno viene ben specificato che la strada deve e essere di 3 metri di larghezza e credo che in quei 3 metri la strada debba essere sgombera.

    fammi sapere come risolvi.

    io cerco di andare dal giudice di pace per vedere cosa mi dice.

    mio domando sempre… ma il vicino pensa che chi ha il terreno dell’altra parte ci deve arrivare dal cielo??

    ce davvero da mettersi le mani in testa!

    fammi sapere!
    ciao

  3. 3
    Francesco -

    il commento era vecchio non ho visto bene la , mi fai sapere come hai risolto??

  4. 4
    Gildo Rogna -

    Il condominio è titolare di una carreggiata che conduce ad altri terreni di proprietari diversi. Uno di questi ha il diritto di passaggio e obbliga il condominio a togliere alcune piantine da frutto (piccole perché appena interrate) con la scusa che in seguito potrebbero ostacolare il passaggio. Faccio notare che la larghezza della carreggiata è di 5 metri e 85 centimetri, ed è sconsigliabile il passaggio con automezzi, come indica il cartello all’inizio della carreggiata: (transito pericoloso) perché in alcuni punti ha panchine cedevoli che fiancheggiano un canale di irrigazione, pertanto si passa solo piedi o in bici. Chiedo se, il condominio, titolare della carreggiata, ha diritto di lasciare le tre piantine, poste al limite di un solo lato della carreggiata e che occupano uno spazio di circa 50 cm. e prive di rami lunghi e che non limitano per niente il passaggio? o può essere costretto a toglierle?

  5. 5
    Yog -

    Senti, Rogna: togli ‘ste piante. Qualunque frutto facciano, al Conad con 3 euri al chilo te la cavi. Non è il caso di far rogne per così poco, indipendentemente dal tuo nick. Credi ammè, costa meno l’espianto.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili