Salta i links e vai al contenuto

Dio c’è… ho le prove

Sinceramente non so da dove iniziare.. ma stasera voglio scrivere una lettera per festeggiare un pò un avvenimento che io e tutti i miei colleghi credevamo impossibile che si avverasse.
Il mio superiore oggi è stato cacciato, è stato cacciato perchè rubava.
Era una persona meschina, e cattiva e non sto qui ad elencare tutte le cose storte che ha fatto a me e ai miei colleghi tanto da finire per farsi odiare da tutti.
Nonostante questo non potevamo cacciarlo.. anzi è stato lui a cacciare noi.
Un mio collega ha perso il posto per “un’errore”, ha una moglie incinta e non sa come fare.. io ho inghiottito bocconi amari e solo per dirla tutta per causa sua ho un dolore fisso alla schiena in quanto mi ha costretto a fare dei lavori pesanti da uomo per quasi un’anno.. tanto che ora non ho nemmeno più la forza di sollevarmi correttamente come facevo prima, per non parlare di tutto quello che ci ha fatto passare, di tutti i suoi sospetti contro di noi quando lui era il primo.. e io almeno (parlo per me) ho sempre avuto la coscienza a posto e non ho mai e dico mai preso nemmeno uno spillo che non mi apparteneva.
Adesso so solo una cosa.. che Dio c’è.. che tutto quello che fai di male nella vita ti torna indietro e sono contenta come lo siamo stati tutti oggi.
Per tutte le volte che ci ha guardato storto ora è lui a pagarne le conseguenze delle sue azioni visto che lui era il primo a non dare il buon esempio.
Adesso siamo in attesa di un nuovo superiore, si spera una persona più umana.
Morale della favola, mai perdere la speranza, che i bastardi prima o poi fanno un passo falso e vengono buttati fuori, non so ora cosa accadrà.. se verrà licenziato oppure occuperà un’altro posto.. ma di una cosa sono certa, che nella nostra sede non dovrà mettere più piede.

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

16 commenti a

Dio c’è… ho le prove

Pagine: 1 2

  1. 1
    guerriero -

    magari fosse sempre così

  2. 2
    senzafine -

    ma che c azzecca dio scusa…

  3. 3
    lipsia -

    Spero che passi anche di qui allora……..

  4. 4
    angelica -

    Cara Leilaluna come dire…fai bene e dimentica…fai male e pensa!Purtroppo ce ne sono tante di persone di questo genere ma tanto il loro orgoglio, la loro presunzione e caparbietà non li porteranno mai da nessuna parte.Sicuro!Cmq, ne conosco tante di queste persone che credono di essere degli esseri superiori a tutti ma in realtà…non valgono niente!Ora dipende da noi essere forti e cosi’ come si montano e si gasano noi dobbiamo essere forti e costanti e capaci di farli smontare subito subito ignorandoli. Ma che dire…per il resto la vendetta non è nostra sui nostri nemici ma spetta a Dio agire che sa come farlo nel miglior dei modi.E se noi siamo fiduciosi in questo…non ci vorrà molto tempo prima di vedere i nostri nemici che vacillano!
    Saluti
    Angelica

  5. 5
    Monk -

    Aspetterei che si pronunci il giudice del lavoro, prima di esultare: non credo che non farà ricorso contro il licenziamento, specialmente se per l’impresa è difficile dimostrare inequivocabilmente le motivazioni del licenziamento (=presunta e asserita sottrazione di denaro, come dici tu).

  6. 6
    Leilaluna -

    no caro monk.. non ha sottratto del denaro.
    Ma ha debitamente sottratto una cosa che noi vendiamo senza pagarla.. abbiamo tutte le prove e tutti i testimoni, e il mio principale ancora non sa se licenziarlo per giusta causa o mandarlo da un’altra parte. Io esulto perchè so che non lo vedrò più e che se lo vedessi gli sputerei in faccia come merita.

  7. 7
    Monk -

    @Leilaluna: i testimoni valgono fino ad un certo punto, avere anche altri tipi di prove, invece, è un’ottima cosa 😉

    Non vedo perchè non potrebbe scattare il licenziamento per giusta causa.

    Ad ogni modo, ‘sto Paese sembra quasi più pulito quando chi deve pagare paga (anche se mi auguro che paghi con il licenziamento). 🙂

  8. 8
    Maxim_Max -

    Ciao Leilaluna,

    sono d’accordo con quanto detto da Guerriero…magari fosse sempre così! che arrivassero delle belle “castagnate!” augurandosi poi che sia così sempre, specialmente nell’ambito stesso dei soggetti che ci hanno rovinato la nostra vita.

    Magari succedesse davvero…sarebbe penso la felicità di noi tutti, speriamo che quanto dici tu, cara Leilaluna, sia vero.

    Maxim.

  9. 9
    guerriero -

    angelica concordo

  10. 10
    ilde -

    Purtroppo Monk dice giusto. Il giudice del lavoro potrebbe reintegrarlo e reintegrargli eventuali stipendi non percepiti e danni vari. Questo riguarda il datore di lavoro che deve farsi assistere e consigliare bene. Riguardo l’esitenza di Dio concordo. Sono credente ma in questi casi credo nella giustizia tecnica. Vale a dire nel giudice ordinario (e non del lavoro) il quale, messo alle strette da una impostazione tecnicamente ineccepibile (testimoni, prove, quantificazione del danno in solido e morale, etc.) non potrà fare altro che condannarlo. E poichè ‘ad albero caduto accetta e fuoco’, aspettarei la caduta per servirgli una causa collettiva (almeno due) per mobbing o simili. Questo sarebbe un gesto di classe. Importante è fare 2. Perchè non c’è 2 senza 3. Ciao.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili