Salta i links e vai al contenuto

Dio c’è… ho le prove

Lettere scritte dall'autore  Leilaluna
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Leilaluna -

    Cara Ilde.. intendevo che Dio cì+ nel fatto che noi per un’anno e mezzo abbiamo sopportato questa persona come nostro superiore perchè non potevamo fare altro.. ultimamente volevamo a tutti i costi mandarlo via.. trasferirlo, fare in modo di non averlo più tra i piedi per il semplice fatto che era una persona molto poco furba, ci maltrattava ed era il primo a condannarci davanti al nostro principale se commettevamo un’errore.
    Avevamo tutti del malcontento, lavoravamo male, non ce la facevamo veramente più, io come molti andavo a lavorare con svogliatezza, quando bene o male quello che faccio mi è sempre piaciuto, mi mancavano le motivazioni, mi chiedevo quale scusa avrebbe trovato ogni giorno per riprendermi..io come gli altri.
    E’ successo quasi un miracolo perchè come ho detto era poco furbo e un’altro responsabile s’è accorto del furto, noi possiamo essere licenziati solo per giusta causa e il furto è una causa molto grave.
    Il giudice del lavoro non so se potrà fare molto visto i vari testimoni, la ripresa di una videocamera e uno scontrino, cmq sia ancora non sappiamo se verrà licenziato o meno, ma di una cosa siamo certi che noi non lo vedremo più.
    E’ venuto un nuovo superiore ed è una persona abbastanza alla mano e ci da abbastanza fiducia e libertà, lavoriamo meglio e con il sorriso.. è davvero successo un miracolo.. spero che l’attività riprenda agli antichi splendori quando tutto il gruppo era unito invece di metterci l’uno contro l’altro.

  2. 12
    ChiaraMente -

    Diciamo che il furto in sè potrebbe essere di così lieve entità che potrebbe dire di averlo preso in prestito per uso personale in ragioni d’ufficio, ma se come sappiamo è così crudele nessuno sosterrà la sua causa. Infatti è stato destituito nel frattempo anche per interrogarvi suppongo. Avrebbe motivi ben più seri di essere cacciato che per il furto di una pinzatrice o giù di lì. La sua crudeltà è il vero motivo.mi rallegro, può essere che ci sia giustizia ogni tanto. Personaggi così abusano della loro posizione per umiliare gli impiegati costringendoli a lavori non idonei oltrechè pericolosi non dovrebbero stare in circolazione così a lungo da abbruttire la vita da un intero ufficio. Non fategliela passar liscia non appena avrete occasione.

  3. 13
    silvana_1980 -

    mal che vada, dio ci penserà tra 3 anni quando il bastardone del mio dirgente andrà in pensione
    lo sentite il disco samba??? la vedete la bottiglia di spumante????
    PE PE PEPPEPEPE’…ehhhhh mi amigo charlieeeee…ehhh mi amigo charliee brown…charlie brown
    e se poi la sua segretaria niente niente domanda il trasferimento
    Evvai coi fuochi d’artificio
    voi potete anche no credeci ma il conto alla rovescia è cominciato
    😉

  4. 14
    Leilaluna -

    chiaramente.. ora non posso dire con precisione cosa ha fatto.. ma non è un furto di lieve entità questo te lo garantisco.

  5. 15
    ChiaraMente -

    Allora tanto meglio, risponderà di tutto senza sconti!

  6. 16
    Esther -

    Io pure: il fatto che esisto!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili