Salta i links e vai al contenuto

Depressione e tristezza e solitudine e mal d’amore

Dopo un anno e mezzo di grande amore sono stato lasciato. Lei si è messa con un altro dopo una settimana. Sono passati quasi tre mesi e non l’ho ancora superata. Ma non voglio parlare di quanto possa essere assurdo il comportamento di certe persone. Mi limito a prendere atto che certe cose fanno parte della vita e a riconoscere che l’amore purtroppo, e mai come ora, ha una data di scadenza.
Il vero problema è la mia depressione…non ho voglia di fare nulla. Mentre eravamo insieme ci siamo chiusi parecchio alla vita sociale. Ora sento solo pochi vecchi amici, da cui tra l’altro mi ero gia un po’ allontanato. So che la cosa migliore sarebbe distrarmi e fare, ma cosa? Non sono nella condizione giusta di conoscere nuove persone perchè, apparte pieno di impegni con l’università e con il lavoro, non sono quasi mai solare e lucido, ho sempre la mente altrove e sono quasi sempre triste. Non è facile conoscere nuove persone cosi. In più sono un po’ timido e riservato. Esco con vecchi amici che per quanto mi stiano comunque vicino, non mi ci trovo cosi tanto bene. Non so come uscirne, mi sento terribilmente triste e solo. Sono giovane, ho 23 anni, e so che passerà.
E’ normale non aver ancora voglia di uscire e non essere sereno e propositivo e particolarmente solare e interessante dopo tre mesi dal trauma?
Lo so è una domanda un po’ stupida ma non so più a che aggrapparmi.
Mi sento sbagliato, anche se so che non lo sono. Mi sento inetto, anche se so che non lo sono. Mi sento poco interessante anche se so che non lo sono.
Non lo sono potenzialmente, ma la depressione ti porta ad esserlo. Come risolverla?
Un saluto.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    mya -

    Ti capisco, so che stai affrontando un brutto momento. L’amore è il più brutto inganno in cui la vita ci possa trarre, ma purtroppo siamo fatti così, c’è chi è predisposto a soffrire, ad amare e a metterci tutta l’anima per rendere felice il partner e chi invece vive a spese altrui, godendo fino all’ultimo di ogni beneficio. Stai affrontando la parte più difficile: lei non tornerà e nessuna cosa riesce a distrarti. Passerà questa situazione, un giorno ti stancherai di soffrire e ti aprirai al mondo più forte di prima, probabilmente ciò accadrà conoscendo nuove persone, visto che i tuoi amici pur sforzandosi non riescono a comprenderti veramente…
    Quello che ti consiglio è di essere forte, di non sconfortarti e di pensare a chiunque possa aiutarti e attaccarti a lui, uscendo dal guscio e chiudendo la tua mente ai ricordi di quando eri con lei, per farti tornare in mente tutte le cose più belle fatte insieme quel giorno che sarai uscito da questa inutile depressione.
    Un abbraccio

  2. 2
    pilaisoosi -

    Ciao,

    leggere le tue parole è come descrivere la mia storia, molto simile alla tua: relazione di 2 anni, poca vita sociale, vecchi amici con cui mi ci ritrovo poco e soprattutto mancanza di reazione.
    Ci sarà un modo per rialzarsi, ma dopo 4 mesi continuo a non vederci chiaro.
    Di dove sei? In due già si potrebbe iniziare.
    Un saluto

  3. 3
    andy -

    caro amico il dolore che provi è stato il dolore di tutti, hai scoperto che la vita non è un film e non hai alcun bisogno dell’aiuto e del compiacimento di nessuno: sei solo entrato nel mondo delle femmine.
    sei un ex illuso ed anzi di la verità: fino a poco tempo fa guardavi gli altri (vero?) e ti sentivi un superuomo dinanzi a loro, quando stavi con quella femmina e ritenevi pure di esser fortunato, mentre gli altri, poracci, non lo erano..

    ecco questo è quello che capita a chi vende la pelle dell’orso prima di averlo abbattuto.

    purtroppo il fatto che le femmine fanno la pacchia è dovuto soprattutto alle illusioni di chi, subito da loro il lavaggio del cervello, non crederà mai che la ruota gira per tutti e se ne fotte degli altri.. per poi però venire a chiedere l’aiuto da chi si riteneva “pazzo, sfigato e frustrato”, quando tutto si è compiuto.
    ma aiuto di che!?
    ma come si fa a negare l’evidenza? a negare la pacchia delle femmine?

    ti consiglio, caro amico, se vuoi un “aiuto” di andare a pagina 75 di questa stessa discussione e di leggerti il commento 1865.
    ma ti avviso che non troverai pacche sulle spalle e carezze.
    a tutti piace stare con una femmina appetibile ed infatti poi arrivano gli avvoltoi a far scoppiare i rapporti, perchè come hai gli occhi tu per capire di stare con una bella femmina, anche gli altri vogliono bombarsela.. e la femmina fa la pacchia senza muovere un dito..
    il problema è che con questo sistema legislativo che non impone il rispetto delle regole alle femmine, non siete protetti nemmeno se ve le sposate e ci fate figli, anzi siete ancora più in pericolo perchè vi mandano sotto ad un ponte.. quindi oggi dove c’è gusto, poi non ci deve essere lamento.
    è un bene che vi svegliate e che cominciate a capire che ad oggi, non ci sono le condizioni per tenersi le femmine normali vicino, figuriamoci quelle fighe.
    io mi chiedo come possiate solo immaginare che con la pacchia sociale che vivono le femmine in questo momento, possiate illudervi così tanto.
    bisogna essere proprio convintamente egocentrici eh..
    il mondo non gira per voi e l’italia è un paese-pacchia per le femmine e l’unico modo per vivere normalmente COME SI FACEVA FINO A 40 ANNI FA è proprio quello di.. TORNARE A 40 ANNI FA, quando le femmine non avevano alcun diritto di fare le meretrici, non osavano nemmeno pensare di lasciare il proprio uomo (cooooosa!?!?) ed avevano il dovere di badare alla casa!

    forza e coraggio caro amico, esci, comincia a fare sport e leggi ciò che ti ho detto 🙂
    con lo sport avrai un sacco di femmine ai tuoi piedi.. tante ti sembrano ora così complicate ed invece sono così tragicamente comprensibili nelle loro superficialità!!!

  4. 4
    essercinelmondo -

    Grazie delle risposte..
    Andy di quale discussione parli, non la trovo!
    Comunque hai ragione, di fatto come ho anche scritto mi sto rendendo conto di come effettivamente siamo tutti quanti dentro a questo circo, pure chi dice, come lo dicevamo noi, che “no il nostro è qualcosa di speciale, diverso, unico…=)” prendo atto e tutto sommato non ci ho mai creduto fino in fondo. Anche se ero diciamo inesperto perchè fondamentalmente è stato il mio primo vero amore, beh non ci vuole molto per rendersi conto di come gira il mondo, guardandosi in torno. E comunque tra credere di sapere guardando il vissuto degli altri e il vivere te direttamente una situazione cosi ce n’è di differenza…
    Ma come mi limito a prendere atto e di godermi quessto dolore, che di sicuro mi porterà ad essere una persona più completa e consapevole.

    Ho paura di sviluppare una certa misoginia che mi porti a trattarle con distacco…diventare uno stonzo insomma. Fondamentalmente mi sono sempre considerato un gran romantico, mi spiace essermi svegliato!

  5. 5
    franncyfra -

    Mi dispiace per la tua depressione e ti capisco perchè anch’io da 4 mesi ci combatto.
    Dicono che se ne esce…aspettiamo.
    Per andy:sono una femmina….anche se sarebbe piu’ corretto scrivere donna (ma forse sei rimasto un pò indietro nei tempi).Sono anche una bella femmina.O come dici tu “figa”….anche qui il termine…vabbè.
    Ma da femmina ti posso dire che mai e poi mai avrei lasciato il ragazzo che amavo e che amo ancora.Altre possibilità mentre stavo con lui?Certo:capita a voi maschietti,capita anche a noi femminucce.
    Ma mai….mai fare di tutta un’erba un fascio.Amavo il mio ragazzo…avevo prospettato un futuro con lui:matrimonio convivenza,figli non figli.Tutto ciò non mi importava perchè volevo solo stare con lui.E se tornasse ora a distanza di 4 mesi forse ci tornerei anche se avrei tanta paura.
    Noi femmine soffriamo come voi maschietti.Le femmine delle quali parli tu sono quelle che non sono in grado di amare…ma che vogliono solo non essere sole finchè non arriva qualcosa di meglio.Come fate anche voi quando state con una ragazza ma non avete voglia di impegnarvi:quindi quando il rapporto diventa serio scappate a gambe levate.
    Come vedi ognuno di noi ha i propri difetti.
    Teniamoceli e ammettiamo di non essere perfetti.

  6. 6
    pasetto -

    Le parole scompaiono non servono a nulla
    e ogni frase tracciata non tiene più a galla
    io quando sto con te soffro di solitudine
    come dal fabbro si tu sei il martello e io l’incudIne
    il tempo stringe come al detenuto nel braccio della morte
    l’attesa della fine si moltiplica si fa più forte
    certo che tutto si poteva fare in modo che andasse diversamente
    ma ora in questo oceano di silenzio ci servirebbe un salvagente
    fare ricorso ai cosiddetti tempi andati non mi aiuta per niente
    invece di questo macello a bassa resa il desiderio è di quietarsi la mente
    io quando sto con te soffro di solitudine
    come dal fabbro si tu sei il martello e io l’incudIne
    La vita mi è malefica la rabbia matematica l’amore solamente per la musica
    Il dolore si moltiplica l’ego si mortifica tutto si confonde nell’ennesima giornata atipica

    sto male ma il malessere è fase catartica
    in fondo per salire in un’alba più dinamica
    la stasi è un sottoprodotto di meccanica
    preparo il movimento successivo con la metrica
    io quando sto con te soffro di solitudine
    come dal fabbro si tu sei il martello e io l’incudIne
    La vita mi è malefica la rabbia matematica l’amore solamente per la musica
    Il dolore si moltiplica l’ego si mortifica tutto si confonde nell’ennesima giornata atipica
    Vangogh senza estetica Leopardi in zona epica
    Bardot che mi risponde senza ribellione fobica
    http://youtu.be/8aWzcbPESbY

  7. 7
    andrea -

    Ciao ragazzi leggo con attenzione i vostri commenti..guardate vi dico io come sono messo:4 mesi ke sono in depressione per amore…non esco più se non per fare sport…i miei amici,la mia compagnia non la vedo più…non rido più…sono infelice…i miei genitori nn sanno più cosa fare…antidepressivi e ansioliti(zero effetto)…adesso sono in cura da una psicoterapeuta mah…giocavo a calcio ero semi-professionista(ritirato)…studiavo medicina uno dei migliori del corso(ritirato)….fate due conti voi…poi si può parlare di tutto ma queste sono vere tragedie ke rischiano di compromettere molto solo chi ci passa può capire davvero di cosa si tratta…chi pensa di trovarsi nella mia situazione mi contatti grazie;)…ho 23 anni…comunque un bel ragazzo simpatico con la voglia di vivere…adesso non sono più io…vegeto…sono andato anche vicino al suicidio…non so più come uscirne

  8. 8
    andrea -

    Chi pensa di trovarsi nella mia stessa situazione tipo il ragazzo ke ha scritto la lettera o pilaisoosi o franncyfra..mi contatti a questo indirizzo… andrea.vivi@libero.it ..magari se ne parla insieme…grazie ciao

  9. 9
    david -

    Andrea è un mondaccio.

  10. 10
    Barbara -

    Ciao, storia complicatissima la mia per me che credevo in tutti i sani valori della vita..l’ho lasciato perchè lui mi drogava e maltrattava..soffro da sei anni di depressione per i sensi di colpa..mi sembra di aver ammazzato un neonato..io cerco di stare calma ma mi chiedo come posso vivere con questo senso di colpa..mi sento un fantasma..mi sembra di essermi autonegata la felicità..di essermi soffocata..penso che ogni volta che cercherò di stare bene con qualcuno mi verrà in mente lui e la vera felicità che potevo avere con lui che sento di aver soffocato in due anni di vita. Vegeto senza una buona ragione di vita. Ho deciso di vivere a caso ma sembra davvero di impazzire, di lottare contro l’aria..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili