Salta i links e vai al contenuto

Depressione, solitudine e fine di una storia

Lettere scritte dall'autore  diego.s.
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

54 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6

  1. 21
    Incaxxato! -

    io con tutte le illusioni e tutto il male che mi ha fatto sto iniziando a odiarla.è riuscita a far vomitare di dolore il mio cuore dopo che l’ha prso e buttato nel cesso almeno un centinaio di volte,la ruota prima o poi gira!

  2. 22
    laura -

    Diego sono nella tua identica situazione.Lasciata via sms dopo otto mesi di convivenza per liti che andavano avanti da tempo.Mi diceva sempre che non ci saremmo mai lasciati per le litigate,mi amava piu della sua stessa vita.Mi chiese di sposarmi il prossimo dicembre,voleva figli subito ma lui in cerca di lavoro ed io precaria.Ho sbagliato tante volte con lui prendendo la porta ed andando via,non l’ho amato abbastanza forse perche’ non ho mai amato neanche me stessa.Da Aprile sono sprofondata in un vortice di paure ed ansie,amici e famiglia non bastano più..Vado dalla psicologa ma la ogni giorno sento l’eco del vuoto dentro di me.Il paradosso e’ che ho sempre sentito di scoppiare d’amore da riversare su qualcuno ma la volta buona,la mia occasione e’ ormai perduta per sempre.Lui sta con un’altra gia’ dopo un mese dalla fine ed e’ tranquillo,non ha piu’ avuto dubbi o ripensamenti.Forse c’era gia’ lei nel periodo finale della relazione.Se cosi non fosse stato sarebbe rimasto con me,gli uomini odiano restare soli anche un solo giorno.Come si suol dire aveva già la pappa pronta.Non credo piu’ in niente,Santi,Divinità o quant’altro…troppe batoste sentimentali nella vita e non credo di averle meritate mai.Carattere impegnativo ma donna buona e fedele da sempre.Ho perso il sorriso che da sempre mi contraddistingueva in tutti i settori della vita,non m’importa piu’ delle chiacchere o vicende altrui,poco del mio lavoro.In quattro mesi ho perso 12kg e stavo quasi per ammalarmi fisicamente.Lyi lo seppe ma mai un messaggio o una chiamata.Al pari di un animale,forse peggio.Auguro a tutti quelli che attraversano quest’inferno di ritrovare almeno un decimo della serenità di un tempo.Forza e coraggio Diego.

  3. 23
    Roberto1972 -

    Ciao Laura, beh, fare un figlio senza un lavoro lui e tu con un lavoro precario non mi sembra tanto da persone mature, anzi.

    Se lui ti dava troppo amore è impossibile che potevi dargliene anche tu, o si da metà e metà o è sbilanciato da una parte.

    Tu come me e anche Diego soffriamo già da prima di mancanza di autostima, ci siamo aggrappati alle lusinghe e all’amore dei nostri compagni per carenze nostre, credo..
    PiPure io vado da una psicoterapeuta, avevo già sofferto di attacchi di panico anni fa, quindi sono ritornato da lei per la sofferenza dell’abbandono.

    Avere un amico nella realtà al quale poter dire il nostro stato d’animo, e che ti capisce, sarebbe il top, però purtroppo ci sono molti menefreghisti.

    Continua la tua psicoterapia e in bocca al lupo, a tutti.

  4. 24
    Never -

    Laura
    Lasciati per sms deve essere quanto mai triste, anche se la sostanza non cambia. Ti assicuro che anche di persona ho percepito un certo distacco 🙂
    Guarda, anch’io un paio di batoste le ho prese ma qua non si tratta di meritarselo o no,quando più di trovare persone in partenza stabili. Io per esempio analizzando le mie delusioni alcuni denominatori comuni li trovo.Anche se non posso dire che “servano da lezione”, perchè non è che abbia imparato molto dalla situazione,se non che molte volte le persone fanno scelte di loro tenendoti all’oscuro :). Hai usato il termine “donna impegnativa” e forse questo può spaventare talune categorie di persone, specie al giorno d’oggi dove il concetto di amore è legato solo a quello del divertimento. Si tratta ora di vedere come si vuole impostare la propria vita, se continuare a buttarsi in storie, prendersi una pausa o altro. O forse per ora si tratta solo di tenere botta aspettando tempi migliori…

  5. 25
    laura -

    Never,purtroppo l’essere lasciata via sms ha creato in me una gestalt aperta per usare il termine tecnico della mia psicologa.Dunque una situazione inconclusa,un cerchio aperto perché l’ultima volta che lo vidi mi disse che mi amava ancora,che ero la sua famiglia ma che gli occorrevano dei giorni per smaltire la rabbia dovuta alle liti.Bugie per farmi stare buona mentre se la svignava.Mai piu mi cerco’,dovetti andare a casa sua e parlare con la madre perche lui si rifiuto di vedermi e di rispondere alle mie chiamate.Mentre ero con la madre lui la chiamava al fisso dicendole di non preoccuparsi se mai fossi svenuta per il dispiacere,di rifarmi una vita senza di lui,che non gli importava piu niente di me,di sparire.Lui aveva lasciato il suo lavoro al Nord per stare al Sud con me,subito fece incontrare le famiglie malgrado io fossi restia.Dopo cinque mesi parlò di matrimonio e figli.Ma io esitai perché stordita da tanto bene.Fui diffidente,paranoica,lunatica,pessimista,infantile,egoista,talvolta debole.Per questo ho usato il termine impegnativa.Non ero pronta per farmi una famiglia,mi ripeteva..Stavamo insueme da poco tempo,volevo fidarmi di piu’ di lui.Mi pressava quasi convincendomi che non lo fossi.Era la mia prima convivenza,lui invece uomo “vissuto”..sempre pronto a lasciare lavoro e citta’.Ho sbagliato tanto io..Ma quando capi’ i miei errori,dopo pochi giorni dall’ultima volta che mi cerco’,gli portai rose cariche di richieste di perdono,di buoni propositi ma non volle darmi un’altra possibilita’ lasciandomi implorare un incontro,l’ascolto della sua voce..Nulla,svenni davanti ad un negozio per la disperazione.Fu contattato dai miei familiari perché terrorizzati dal mio annullarmi,perché non mi nutrivo più,non dormivo,non proferivo parola.Mi trasformai in un fiume di lacrime.Nessuna pieta’.L’unico sms che invio’,spacciandolo per suo, lo fece scrivere alla sorella che da sempre si occupa delle faccende del fratello quarantenne. cinque mesi son passati ma sono rimasta ferma a quel 20 aprile,quando ancora,mentendomi mi chiamava amore.Ho avuto pochissime relazioni nella mia vita,si contano sulla punta delle dita.Prima di lui quattro anni di solitudine voluti.
    Lui busso’ quasi alla mia porta all’improvviso,mi scelse,diceva..Era la mia ultima chance,il mio unico,vero Amore ma lo capi’ alla fine e per questo mi condannero’in eterno.Perché non esiste psicologa in grado di spegnere l’inferno dei sensi di colpa.

  6. 26
    laura -

    Roberto hai ragione sull’autostima e sulla dipendenza affettiva che sembra devastare alla fine dell’ennesima storia,tra l’altro da me fortemente evitata all’inizio.Ma poi con i suoi giochi da mago mi tiro’ dentro alla sua rete,dichiarandosi ufficialmente Amore eterno della mia vita di fronte all’umanità.Sui figli,posso dirti col senno di poi di essermene pentita,gli avrei dimostrato quanto l’amavo in questo modo,invece si senti rifiutato.Ci saremmo arrangiati i primi mesi,poi saremmo andati fuori per stabilizzarci lavorativamente.Era già in programma.La cosa che mi stordi’ facendomi tirare indietro era la sua fretta boia nel voler creare questa Benedetta family.Ho 37 anni..e sono una donna..per voi uomini l’orologio biologico non e’ un problema..Ho tanta paura..mi sta divorando.Mi dispiace che tu non abbia un amico fidato.Buona terapia anche a te

  7. 27
    valery -

    ciao,ti capisco..anche io mi sto lasciando dopo tre anni di convivenza…l’iniziativa di finirla l ho presa io,ma litigavamo troppo e anche lui si era stufato..la cosa peggiore è che io ho anche perso dei soldi…risparmi di una vita.non sono una materialista,ma purtroppo non ho nessuno che mi ha mai aiutato economicamente e ora devo ricominciare tutto da zero.rimettersi in gioco.piu ferita,ma anche meno ingenua..insomma spero che aver sofferto mi aiuterà a evitare certi errori in futuro..ci credo ancora nella vita.anche se sono rimasta scottata,bisogna rialsarsi,e andare avanti a testa alta..non è facile..ma magari qualche amico puo aiutare..credo nel chiodo schiaccia chiodo.dobbiamo amarci di piu,essere anche un po egoisti nel senso buono del termine,rispettando sempre gli altri.io ho dato troppo a uno che..non meritava niente da me..la vita cmq è bella.e vale la pena lottare per la felicita perche è un diritto nostro.lo dico io che non ho piu niente..ma spero ancora..

  8. 28
    Roberto1972 -

    Ciao Laura, quante cose ci accomunano nella nostra storia, la pressione psicologica ricevuta in primis.

    Io, mi ero appena ripreso da un paio di mesi da una relazione chiusa da lei, dove mi aveva promesso amore all’ennesima potenza e che poi mi ha mollato per un altro, pure lei pressava.

    Quando è arrivata questa ragazza nuova, tra l’altro più giovane di me e con già un figlio piccolo, uscita da un matrimonio dove lui la picchiava e nulla tenente, ha visto, (secondo me), la sua ancora di salvezza, un uomo di 40 anni, senza fidanzata, senza figli e con un lavoro stabile, lei lavorava sotto cooperativa.

    Stranamente senza nemmeno conoscermi si era innamorata di me, io ovviamente spaventato dalla situazione, e di quello che mi era successo con la relazione precedente, ero spaventato, non mi fidavo.
    Lei ha fatto di tutto per arrivare all’atto sessuale, e ancora prima di arrivarci ha giocato sulla mia mente con sensi di colpa, dicendomene di ogni, che io usavo le donne solo per sesso, che non volevo responsabilità, che ero immaturo e senza palle.
    Lei uscita da quel matrimonio ha vissuto 2 anni in una comunità di casa famiglia, non ha genitori, purtroppo mi sono fatto intenerire il cuore dalla sua situazione, l’unica soluzione tra me e lei era di andare a vivere assieme, tutto senza nemmeno conoscersi, una cosa assurda, la mia paura più grande era quella di essere usato per sistemarsi.

    Gli ho ripetuto di sistemarsi e poi li avremmo potuto conoscersi, come credo faccia qualsiasi essere umano, per di più dopo che ha ricevuto mazzate.

    No,io per lei ero solo un approfittatore e un negativo, ovviamente ci sono stati anche bei momenti, però soprattutto legati al sesso e cianfrusaglie varie, il fatto che la seguissi quando cercava casa e la consigliassi, c’è stato un coinvolgimento nella sua situazione dove l’ho anche molto ascoltata e consolata, giorno e notte quando non dormiva, le dicevo di trovarsi passioni, di imparare a risparmiare, di non gettare soldi inutilmente, lei mi diceva che ero avaro e arido.

    Ero impaurito si, impaurito di andare di punto in bianco a vivere con una che oltre a qualche coccola e buon sesso non conoscevo, in più con un figlio figlio carico presente 24 ore su 24,suo marito non gli passava nulla.
    Senza volerlo mi sono andato ad intossicare di una droga che non volevo, avevo già pensato più volte di chiudere ma come un drogato non riuscivo, ero entrato nel vortice… Continua

  9. 29
    Roberto1972 -

    Continua…
    Un vortice maledetto, con lei stavo bene e stavo male, se le dicevo di no mi sentivo una merxa, se dicevo di si mi sentivo una storia forzata e non mia.

    Mi ero fatto manipolare per bene, lei era comunque una donna molto affettuosa, sembrava dipendente di me, diceva che soffriva tantissimo, forse non per me ma per la sua situazione, senza soldi, senza mamma, con un figlio figlio e un ex marito che se ne fregava e nn le dava nulla.

    Diciamo che di tutte le esperienze che mi potevano capitare, mi è capitata la peggiore a livello mentale, se forse avessi avuto più amor proprio all’inizio, non l’avrei mai fatta entrare.

    Morale della favola?
    Esce dalla comunità l’agosto scorso, prende un appartamento, l’ho visto 2 volte quell’appartamento, sparisce dalla sorella per 2 settimane, appena prima di andare mi dice che mi ama e che gli piacerebbe stare con me, io gli dico che adesso potevamo conoscersi meglio, senza orari di comunità, torna dalla sorella, mi vuole vedere, mi dice che con me vorrebbe sempre avere dialogo, dirsi tutto, “finalmente”, gli dico va bene, l’indomani la invito a fare colazione, stiamo bene e ridiamo, le dico che mi sto attaccando a lei tantissimo, lei ora dice che vuole andare con calma perché con me ha sofferto troppo, le dico va bene, l’indomani per SMS non mi ama più, ha bisogno di fare le sue esperienze, quelle che io all’inizio dicevo che doveva fare, non ci credo, i miei colleghi sono increduli, lavorava con me, mi dicono è impossibile per come era presa.
    Tagliando, io non ti lascio per un altro, non c’è nessuno, non sono come quella prima che aveva un altro.
    Dopo 2 mesi va a vivere con un carabiniere di 50 anni, lei 26, lasciamo stare che lui è inguardabile, e non è detto dalla mia gelosia, lui però l’ha sistemata, tutto l’amore che provava?
    Era un contratto?
    Mi sarei aspettato un, “ascolta Roberto, io non riesco ad arrivare a fine mese, avevo bisogno di una spalla, tu non te la sei sentita e io ho dovuto trovare rimedio”, invece di, non ti amo più.
    Mi ha pure detto, tieni aperto il tuo cuore altrimenti resterai solo, in amore ci vuole coraggio, devi donare… Si, cosa, €€€?

    Amen…

  10. 30
    Never -

    Laura
    Ti capisco bene guarda. Dal tuo racconto sembrerebbe cmq che lui sia abbastanza immaturo nonostante l’età. Probabibilmente la sua era un’infatuazione e non amore. Si è buttato un po’ a capofitto nella storia che per lui si è esaurita in fretta. E quasi sempre chi lascia è proprio chi all’inizio invece insisteva per mettersi assieme. Non sono daccordo però quando parli di ultima chance..perchè mai? Magari non sarà oggi o domani, ma non penso che l’amore ti sia precluso. Per ora si tratta di superare la delusione alla meno peggio, poi qualcosa di buono potrebbe ancora arrivare 🙂

    Roberto

    Mi sembri avere una sufficiente dose di ironia e stabilità e sono certo c’è la farai a superare il tutto 🙂 Cmq si, certe cose fanno sorridere. Anche a me il giorno che fui lasciato furono dette come contorno varie frasi criptiche e sentenze di vita. Quasi a volermi insegnare qualcosa…per carità c’è sempre da imparare, ma sentirsi spronare dalla ex a migliorare la tua vita non fa piacere 🙂

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili