Salta i links e vai al contenuto

Delusione a distanza

  

Buonasera. Non riesco a dimenticare la fine di una relazione di 9 mesi fa.
In un momento di solitudine interiore mi sono iscritto 4 anni fa ad un sito per fare amicizia con persone da vari paesi. Ho conosciuto molte persone, alcune delle quali ancora care, ed in particolare una ragazza ucraina.
Per 3 anni siamo stati solo amici, la distanza c’era e ne eravamo consapevoli, con l’intenzione di non farsi del male, anche se stavamo bene insieme. Poi lei venne in Italia, ci incontrammo un giorno da amici e stemmo così bene insieme.
Da allora senza pianificarlo ci siamo avvicinati velocemente e messi insieme, ben consapevoli della distanza. Ci cercavamo ogni minuto libero, lettere, telefonate. A lei era stato spezzato il cuore da un ragazzo, e nessuno di noi due aveva mai fatto l’amore, e ci promettemmo l’un l’altro, facendo anche sesso a distanza.
Io sono una persona timida, ed aspettai prima di incontrarla ancora, non capivo quanto lei fosse importante per me, e pianificammo di vederci l’estate, dopo circa 7 mesi che stavamo assieme, per avere un pò più di tempo. da passare insieme. Lei però aveva esami, ed anche io facendo un università molto impegnativa, e i 7 mesi divennero 9.
Mai in questo periodo mi espresse dei dubbi, sempre dichiarandomi tanto amore e dicendo di aspettarmi.
Poi poche settimane prima di vederci incontra un ragazzo. Ci esce insieme, lui la tempesta di telefonate, la stringe, e lei si abbandona e mi lascia, senza cercare di riparare, senza concedermi di vederla. Prima mi chiede una pausa, io prenoto i biglietti, poi mi confessa di stare con quel ragazzo, chiedendomi l’amicizia, dicendomi quanto ero importante, di aver paura di perdermi.
Io avevo così fiducia che non mi sono trattenuto, come un bambino ho espresso il mio dolore, sbagliando, anche umiliandomi, come sotto shock, le ho inviato regali, poi ho lavorato su me stesso per controllarmi, cercare di tenerla vicino, lei ha aspettato che io mi riprendessi un pochino per bloccarmi. Io so che anche lei è stata male, ma certo non quanto me anche perché era consolata
Per molti mesi dopo ha scritto su di me sui social, frasi malinconiche, di affetto anche, ci siamo sentiti per un compleanno e mi ha ribadito di essere comunque felice in amore.
Lei ha fatto l’amore, io pure, ho avuto 1 storia in questi 9 mesi, sono cambiato, ho molti più amici, sono meno timido, irrequieto, e ho una nuova storia anche adesso, nella vita reale.
Ma il suo ricordo mi bussa, non riesco a dimenticare un dolore che mi ha cambiato profondamente, non riesco a dimenticare lei, la delusione di non averla vista ancora, il rimpianto, mi fa ancora stare male il pensiero.
Pensavo anche di regalarle dei fiori per il suo compleanno ad Agosto, senza voler riallacciare, solo perché provo ancora sentimento. Avevo anche pensato di scriverle una lettera per sfogarmi a freddo e cercare di superare la cosa più velocemente
Ha senso tutto questo?
E’ più uno sfogo che altro, grazie ha chi avrà la pazienza di leggere e a chi risponderà

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

Delusione a distanza

  1. 1
    Rossella -

    Nella vita in generale si capisce che da un rapporto convenzionale può nascere solo il pregiudizio. Si deve stare sempre a regime per ricostruire i moventi psicologici delle azioni e razionalizzare avvenimenti dai quali ci si sente esclusi, i pensieri, i sentimenti che investono l’anima. Per carità… ci sono le eccezioni. Si tratta di piccoli miracoli. Non te la devi prendere. Anche nelle amicizie non è sempre possibile essere fino in fondo se stessi. Rispettare le gerarchie aiuta tanto. Non si diventa mai veramente amici. Amici significa che ci rispettiamo a vicenda. Una gran cosa. Una persona più grande di te che si è commossa vivrà sempre quella commozione come un’ assistente sociale. Questi stati d’animo che passano ti priveranno di ogni slancio vitale perché il Signore ti parla e ti dice “alzati e cammina!” L’altra persona si può rivolgere a te in tono affettuoso, ma tu devi essere sempre riverente e schiva, rispettosa e umile. Io sono stata tutte queste cose, ma, ad esempio, sono stata sincera. Questo non va bene. Non bisogna essere falsi, basta limitarsi a fare conversazione… parlare del più e del meno con sentimenti di viva partecipazione. Mia madre ha fatto sempre così.

  2. 2
    Rossella -

    Io ho un altro carattere e nella vita ho avuto i miei momenti di debolezza perché a differenza di mia madre, che non ha studiato, ero in cerca di affermazione sociale e nel contatto duro con il mondo all’inizio mi sono scoraggiata e non ho vissuto con la stessa signorilità. Oggi la mia vita è cambiata. Ho trovato il mio posto nel mondo, perché c’è Dio nella mia vita, e non mi aspetto di trovare comprensione perché mi sento capita e posso essere me stessa senza compromessi. Mi sento più energica e vitale.

    PS Ho conosciuto una ragazza che ha riportato questa mentalità anche nella coppia, lei ha messo in crisi la famiglia, ma nel gruppo sono tanti quelli che continuano a ricercare rapporti umani e non si curano di ideologie che riguardano solo lei e il suo consorte.

  3. 3
    Golem -

    Non fare niente, non ti vuole. Inoltre “elemosinare” amore da una donna, se ti va bene le muovi un moto di tenerezza, se va male di pietà. Ma la tenerezza si prova per i bambini e la pietà per i poveracci. Lei quella roba che dovrebbe provare per te lo prova per un altro, rassegnati.
    Hai letto il suggerimento subliminale di Rossye? Alzati e cammina.

  4. 4
    Xavi -

    No no… dai, fai cosi:
    Con 20 euro vai in Danimarca, poi autostop fino in Ucraina.
    Non ti consiglio di andare in Norvegia, costa 50 euro e allunghi ancora di più…
    Per i prezzi non garantisco, ma se chiedi a Yoghi (mehehe), lui cià il tariffario aggiornato.

    Vuoi mettere portargli i fiori di persona? Vedrai che la riconquisti.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili