Salta i links e vai al contenuto

Dal puro divertimento a “festa politica”

Ciao sono antonio, spero che qualcuno possa rispondermi in modo chiaro come cercherò di esserlo io.
Da un po’ di anni organizzo una festa serale nella mia città, evento molto genuino che vede la partecipazione di migliaia di persone che coinvolge ragazzi e ragazze di tutte le età compresa gente adulta, evento nato da un palchetto di 2 mt. x 2 mt. ed un impianto sonoro di max. 1000 w, dopo tanto impegno sono riuscito a migliorare il tutto portando ad un palco di 10 mt. x 10 mt. e un impianto sonoro di 15000 w e coreografie varie con un seguito di sponsor non indifferente che finanzia il tutto, patrocinato comunque dal comune della mia città con un piccolo contributo simbolico ( che non mi consente neanche di pagare un elettricista di palco). Ora cosa succede…..un gruppo di persone naturalmente spinti da vicini parenti politici a loro volta intrallazzati con politici importanti stanno cercando di soffiarmi il tutto anticipandomi nei tempi di richieste di autorizzazioni tanto è vero che la richiesta di patrocinio e autorizzazione comunale per un pelo sono riuscito a farla qualche giorno prima ed in più già deliberata dal consiglio comunale in mio favore, purtroppo la richiesta di utilizzare il suolo (di competenza dell’autorità portuale) l’ho consegnata qualche giorno dopo rispetto alla richiesta del gruppo che politicamente sta pressando la preferenza a favore di chi non è in possesso della delibera comunale. Ditemi!! C’è qualche santo in paradiso che mi guarda e mi tutela? Cosa posso fare se l’evento mi viene soffiato? Grazie di cuore spero che vinca l’onestà e non la pressione politica………..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Cittadini

10 commenti a

Dal puro divertimento a “festa politica”

  1. 1
    guerriero -

    purtroppo questa è l’Italia, dove almeno da 62 anni va avanti il + cretino ignorante, ma ammanicato o lecchino del politico di turno. Quello che puoi fare è combattere a costo di sputtanare questi individui.Magari cerca anche tu contatti con la politica, a questo punto, dato che sei costretto devi ripondere con le stesse armi.

  2. 2
    Rox -

    Concordo alla grande con il Guerra,cioè Guerriero,nn ti azzardare ad arrenderti!!!Se c’è una cosa che ho capito soprattutto negli ultimi anni è che se qualcuno ti mette i bastoni tra le ruote è perchè di te ha una paura fottuta!!Combatti a testa alta e con fierezza,perchè la tua idea è forte ed un giorno ti darà ragione.Hai tutta la mia ammirazione.Coinvolgi più gente che puoi,crea un fronte unico e parla cn intelligenza alle persone,come sicuramente saprai fare ma ci devi credere prima di tutto tu per poter rendere credibile ogni tuo messaggio.Nn ti piegare!!!Mai!Chi ha il coraggio di lottare è chi ha qualcosa da fare!!Ti abbraccio e ti faccio tanti auguri per tutto! ;))

  3. 3
    anto -

    ciao, se ci dici in quale città sei forse possiamo darti una mano. intanto incrociamo le dita e facciamo il tifo per te! 🙂

  4. 4
    antonio2107 -

    Affrontare una battaglia da solo è una cosa molto dolorosa, oggi mi rendo conto di non essere solo grazie alla vostra corrispondenza in caso di perdita sentirò meno dolore, grazie per la forza che mi state dando na avevo bisogno perchè oggi mi ritrovo a combattere una battaglia solo contro il branco…..diplomaticamente stò agendo sulla disgregazione del branco politicamente non mi sento abbastanza forte, e poi mi immedesimo nelle persone che credono in qualcosa ma non hanno il santo in paradiso, perchè devono essere perdenti? solo perchè questa è l’italia?…..
    Per ANTO visto che sto lottando contro un branco ogni notizia precisa che sarebbe da me pubblicata giocherebbe a mio sfavore. TI e VI lascio il mio contatto alternativo da poter prendere accordi privati in seguito. GRAZIE HO BISOGNO DI VOI TUTTI………attila.al@email.it

  5. 5
    silvana_1980 -

    più chi il santo, per queste cose ci vuole il “santolo”
    che letteralmente dalle mie parti significa “padrino di battesimo” ma che nella realtà, ahimè, significa che anche con tutti i meriti di sto mondo per ottenere le cose bisogna essere un minimo paraculati (spero che non mi bannino questo termine perchè rende abbastanza)
    ormai il fenomeno è radicato in Italia, lo troverai ovunque anche (per farti un esempio) per farsi una semplice visita medica in ospedale saltando le code
    fa schifo, ma se proprio ti vien da vomitare non c’è altra soluzione se non andare all’estero

  6. 6
    Rox -

    Eh ma da soli,Antonio,nn si vince.Lo sai meglio di me!Hai bisogno di alleati!Ci deve pur essere qualcun altro che la pensi come te,che voglia portare avanti questo spettacolo che organizzi!Se il nemico vedrà un gruppo compatto,per lo meno dovrà prendere atto di qst dato!Se ci credi veramente in qst progetto devi andare avanti.Nn esiste persona che nn abbia dovuto lottare per ciò in cui ha creduto.In fondo si lotta ogni giorno per i più svariati motivi!Almeno potrai dire di averci provato.Nn avrai rimpianti!

  7. 7
    antonio2107 -

    Cari amici, sono contento di avervi vicino, parlavo nella mia lettera di chiarezza, oltre a provarci che sicuramente sono cose che farò fino alla morte su tutto quello che la vita mi riserva……difficilmente mi arresto sono come un treno in corsa…..volevo un consulto d’azione, praticamente oltre allo sputtanamento politico (cosa che farò in caso di perdita) ho bisogno di sapere se giuridicamente posso fare qualcosa essendo in possesso della delibera di patrocinio ma ancora senza autorizzazione per l’utilizzo del suolo. considerate comunque che non ho il marchio registrato dell’evento, mi sembra ovvio chiarirvi certi aspetti prima che mi date un consiglio o una soluzione.
    grazie ragazzi

  8. 8
    Rox -

    Devi visionare Il Regolamento Comunale,il cui contenuto varia da ente ad ante.In esso troverai gli articoli riguardanti le manifestazioni pubblike, quindi,il pagamento del canone per l’occupazione delle aree pubbliche.Generalmente tutte le occupazioni di suolo pubblico finalizzate allo
    svolgimento di manifestazioni su strade, piazze e, comunque, sui beni appartenenti al
    demanio o al patrimonio indisponibile del Comune sono soggette al pagamento di un canone.Inoltre,L’Amministrazione può anche riservarsi la facoltà di esentare dal canone le occupazioni di suolo
    pubblico conseguenti allo svolgimento di tutte quelle manifestazioni cui viene concesso il patrocinio del
    Comune, o anche di ridurne il corrispettivo dovuto.Devi, naturalmente, verificare se è il tuo caso.
    Ma scusa,dato che hai detto che questa manifestazione l’organizzi da un pò di anni,gli altri anni come hai fatto? Nn hai dovuto chiedere alcuna autorizzazione?
    E cmq,devi affrettarti,perchè,come puoi bene immaginare,le domande di autorizzazione da inoltrare al Comune devono essere presentate entro dei termini (ke trovi indicati nel Regolamento)e sempre entro altri termini riceverai dal Comune il provvedimento di accoglimento o diniego della tua domanda,che deve contenere la specificazione dello scopo dell’iniziativa, del relativo periodo di svolgimento e,in caso di suolo pubblico, della superficie
    necessaria, indicando anche la durata complessiva dell’occupazione.Ma,ti ripeto,devi informarti su tutti qst aspetti.

  9. 9
    antonio2107 -

    Grazie ROX, vedo che non sei uno sprovveduto, penso che nella lettera iniziale ho saltato qualche passaggio, dicendo di aver migliorato l’evento sicuramente anche per le relative autorizzazioni, il gioco sporco del branco è che hanno protocollato la richiesta per l’utilizzo del suolo qualche giorno prima della mia richiesta, viceversa la richiesta di autorizzazione comunale e patrocinio io l’ho protocollata prima, ora chiedo, con quale criterio l’autorita portuale rilascia l’autorizzazione? tiene conto dello storico e dell’affidabilita’ dell’organizzatore, o tiene conto solo della data di arrivo della domanda e della pressione politica, non teneno conto che l’altra parte non ha neanche l’autorizzazione comunale e neanche il patrocinio?
    Nelle passate edizioni a me la medesima autorita’ chiese la delibera comunale come la chiese la PS per quanto riguarda l’ordine pubblico ed i viglili urbani per quanto riguarda il piano di viabilita’. Ora chiedo, di cosa tiene conto l’autorità portuale prima di rilasciare un autorizzazione?
    ciao ROX

  10. 10
    antonio2107 -

    Conunque ROX, io ho lasciato un indirizzo mail alternativo, ogni espressione chiara su quello che scrivo potrebbe giocare a mio sfavore……. a presto

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili