Salta i links e vai al contenuto

Crisi interiore, non so più cosa voglio

Sono una ragazza di 21 anni, e sto vivendo un periodo di grande crisi, come non mi capitava da tempo. Ho perso la mia serenità, il mio equilibrio, o forse non ne ho mai avuto entrambi. La mia storia è molto particolare, e spero che possiate riuscire ad aiutarmi ad uscire dal caos in cui ora mi trovo. Sette anni fa conobbi quello che sarebbe diventato il mio migliore amico, una persona straordinaria. Era un periodo molto difficile per me, e lui fu la mia vera ancora di salvezza. Ho sempre basato tutto su di lui, tra noi negli anni si è instaurato un legame di profondità vera, puro, di anime che si incastrano alla perfezione. Diventa più di un semplice amico, diventa il mio unico punto di riferimento, la mia unica certezza. Comincio a dipendere da lui, a metterlo sopra tutto e tutti. Pur non essendoci mai stato alcun tipo di attrazione o di approccio fisico da parte di nessuno dei due, sembravamo destinati a essere legati eternamente, e forse tutti e due insconsciamente avevamo la certezza che prima o poi questo sarebbe successo. Con gli anni che passavano diventavamo sempre più vicini, anche se sottolineo, non a livello di gesti affettivi come baci, coccole.. su quel lato c’è sempre stata una sorta di freddezza, di imbarazzo. Io non mi sono mai sentita desiderata come donna, anzi, l’ho sempre avvertito lontano su quel lato. Lui intanto mi prometteva amore, ma in un futuro.. mi ha sempre detto che io sono la donna della sua vita, ma al momento sbagliato. Che non è che non mi amasse, ma che in questo momento della sua vita è immaturo, e tutto si rovinerebbe. Intanto continua a tenermi legata a sé con frasi e gesti bellissimi, e io continuo ad aspettare non so nemmeno cosa, un gesto, un segno da parte sua. Mentre lui fa le sue esperienze, io rimango ferma e fissa su quell’idea, lascio passare persone interessate, anche perché io non riuscivo a ricambiare nessun tipo di interesse. Ho sempre messo la sua felicità davanti alla mia. Poi arriva lui, che chiamerò D, che mi dà quello che aspettavo da tanto, troppo tempo. Mi fa sentire bellissima, desiderata, chiude la sua storia di 3 anni per me, mi riempie di attenzioni, di gesti dolci che mi fanno sentire come io volevo sentirmi da così tanto tempo.. Così per una volta decido di pensare a me stessa, non voglio rinunciare a questa felicità, e intraprendo una relazione con lui. Per i primi due mesi va tutto benissimo, a C non parlo di D e viceversa, io sono davvero felice. Poi tutto cambia: un giorno D legge un messaggio di C molto forte, mi chiede spiegazioni, e lì per me crolla tutto: entro in crisi profonda, sprofondo nel terrore di ferire qualcuno, mi sento in colpa, mi tormento e mi chiedo che cosa ho sbagliato, mi addosso tutte le colpe.. Non voglio perdere D, non voglio perdere quella tenerezza che cercavo, allora prendo in mano la situazione, affronto C e una volta per tutte gli dico di scegliermi adesso o mai più, e lui in lacrime mi ripetele stesse cose, che non fa altroche immaginare un futuro con me, che sono io tutto quello che vuole, ma non ora.. e scappa via, dicendo che l’unica soluzione è non vederci per un pò, stampandomi prima un bacio in bocca senza senso alcuno che oltre a trasmettermi solo un forte senso di stranezza, infonde in me un gran senso di angoscia e altri sensi di colpa verso D. Io volevo solo una persona che mi amasse davvero e che ricambi tutto l’amore che io ho dentro. Non ho visto né sentito C per quasi due mesi, poi essendo io sull’orlo di una crisi di nervi, l’ho implorato di vederci e abbiam deciso di andare avanti con un rapporto sano, non più morboso, che permetta a entrambi di vivere liberamente. Tutto così sembrerebbe sistemato. Ora continuo la mia storia con D, anche se nulla è più come prima.. io putroppo non sto più bene con me stessa. Continuo a tormentarmi di dubbi, a sprofondare nel terrore di poter fare del male.. non sono più tranquilla. Ho il terrore di sbagliare ovunque mi muovo, ma al tempo stesso non voglio lasciare D perché è una bella persona che sto scoprendo giorno dopo giorno, e non voglio rinunciare a lui.. La mia paura più grande è però non riuscire a innamorarmi dopo quello che ho vissuto. Ho paura di ferire D, cosa che mi ditruggerebbe.. so che forse si è capito poco, sono davvero tanto confusa, non riesco a uscire da questo circolo..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Gigetta -

    Penelope, scusa la franchezza, ma non ti stai comportando bene nei confronti di questo D. La tua relazione con lui mi sa tanto di ripiego e forse sotto sotto stai con lui solo per cercare di smuovere qualcosa in C. Se C. domani ti dicesse “Ok, ho deciso, voglio stare con te”, tu che faresti? Un bel calcio nel sedere a D. e correresti fra le braccia di C., un ragazzo che fra l’altro se la sta prendendo comoda da anni, tanto tu lo aspetti e in qualsiasi momento saresti pronta a stare insieme a lui. L’unica vittima in tutto questo è D., preso per il di dietro proprio dalla sua ragazza. Non c’è nulla di sbagliato nell’avere un migliore amico di sesso opposto, ma in questo caso non si tratta di un amico fraterno. C’è ben altro dietro, e tu lo sai benissimo. Nonostante questo, continui a tenerti buono D., un ragazzo a posto e per bene, a quanto ho capito, nel caso C. non dovesse mai farsi avanti. Prendi in mano tu la situazione, visto che C. sono anni che tentenna e comunque ti tiene legata a sè con la vaga promessa di un futuro insieme ( e intanto sta insieme ad altre donne…mah…). Alla fine sei tu che devi scegliere: se davvero sei interessata a D., parla chiaramente con C. e digli che non hai più intenzione di aspettare in eterno qualcosa che probabilmente non arriverà mai. Ma devi volerlo davvero. E sinceramente non mi sembra che tu voglia semplicemente un’amicizia da C. Fatto sta che stai insieme a D. solo per ripiego e assolutamente non è giusto nei suoi confronti. A questo punto, o lo lasci, dimostrandoti per una volta onesta e leale nei suoi confronti, e torni ad aspettare il tuo C. per l’eternità, oppure stai con lui ma sul serio, senza sotterfugi e senza slealtà.

  2. 2
    incompresa84 -

    Cara Penelope4567,
    anche a me anni fa,quando avevo l’età di 14 anni,è capitata più o meno la stessa cosa.Ero diventata la migliore amica di un ragazzo che mi veniva dietro e che mi piaceva da morire.Anch’io per paura che fidanzandoci avremmo rovinato il nostro meraviglioso rapporto,alla sua proposta, di diventare la sua ragazza, la mia risposta fu un bel no!Nel frattempo lui si fidanzò con un’altra ragazza ed io cominciai a stare male ed a vivere con mille dubbi sul fatto che il mio no fosse stato una vera cavolata ma…lui mi chiedeva insistentemente di vederci come qualcosa di più che due buoni e perfetti amici ma,contemporaneamente,non lasciava la sua ragazza se io prima non gli confermassi l’inizio della nostra storia.E fu allora che io capì che era stata davvero una fortuna il non essermi messa con lui perchè era evidente che il suo interesse per me non era sincero ma soltanto un capriccio.A volte il crescere insieme con delle persone ci lega così tanto da non capire quasi che importanza hanno davvero nella nostra vita!Poi incontrai quello che oggi è diventato mio marito e credimi, non ho amato mai nessuno come amo lui!!Peccato che nella nostra bellissima storia e nel nostro matrimonio purtroppo sono subentrati altri fattori(mia suocera per esempio)che non ci fanno vivere il nostro amore così come andrebbe intensamente vissuto!!Anche quel ragazzo di cui ti parlavo poi si è sposato con la ragazza con cui si era fidanzato.Secondo me dovresti vivere la tua storia con l’attuale ragazzo che frequenti in piena sincerità e dovresti concentrarti solamente su di lui.Solo così potrai capire se t’interessa veramente o se è il caso di chiudere.Ma lascia perdere quel C…secondo me se provava qualcosa di serio per te,allora quando hai conosciuto D. avrebbe fatto di tutto per non perderti e avrebbe subito esternato i suoi sentimenti per te!Buona fortuna!!
    A.

  3. 3
    fede -

    incompresa84,non è facile andare d’accordo con le suocere,perchè principalmente sono gelose dei figli ,e chissà perchè non c’è una nuora che stia loro simpatica.devono trovare il pelo sull’uovo in tutto ,mettere alla prova,creando disagi ecc…
    io posso capire antipatie ecc…però ostacolare il vostro legame mi sembra un’po troppo…
    deve essere felice per il figlio ed accettarti a suo malgrado,perchè se lo rendi felice ad una madre dovrebbe bastare,ed invece l’idea di non potersi più occupare di un figlio,le rende talvolta insopportabili,perchè cercano i diverbi quanto non se ne vorrebbero .

  4. 4
    Luc -

    Penelope ciao.
    La soluzione è oramai davanti ai tuoi occhi: certo si tratta di fare una scelta che, come tale, permette di prendere per sé stessi qualcosa e, di riflesso, impone di rinunciare a qualcos’altro.

    Il tuo migliore amico, comunque ha già preso una decisione… forse incomprensibile a te, magari incomprensibile a lui stesso.. MA ha deciso! Ha deciso di non trasformare la vostra storia in una effettiva relazione sentimentale e questo è un fatto che non puoi trascurare e, a mio modesto avviso, ti facilita il compito di scegliere cosa vuoi per te in questa fase della tua vita.

    Io penso che lui abbia avuto paura di perderti completamente nel caso che la vostra relazione sentimentale fosse finita male per una qualsiasi ragione in futuro: per questa ragione HA PREFERITO NEGARSI la possibilità di essere il tuo ragazzo. Resta il fatto che lui ora ha deciso.

    Quindi perché tormentarti ancora con dubbi ed indecisioni, e rimuginare su tutto questo: lo hai messo esplicitamente davanti ad una scelta e lui, per motivi che io posso solo ipotizzare, NON ha scelto di avere una compiuta relazione sentimentale con te.

    D’altra parte tu stessa affermi che la tua attuale relazione con questo nuovo ragazzo é importante e senti che può portare a qualcosa di sentimentalmente trascinante ed appagante per te, qualcosa che hai sempre cercato e desiderato per te stessa e che ti sei voluta negare finora.

    A questo punto al tuo migliore amico, l’occasione di avere te, tu gliela hai data e ha rinunciato, forse per paura, forse perché non sentiva di essere innamorato, o per altri motivi.

    Invece se di fronte a te senti di avere adesso un ragazzo che può farti felice perché dovresti rinunciarvi? In nome di qualcosa che poteva essere e che non è stato per volontà di un ragazzo che non si è sentito abbastanza uomo da prenderti per sé? Oppure devi ancora capire quali sono i tuoi veri sentimenti verso entrambi?

    Di sicuro non penso sia saggio aspettare un ragazzo che per adesso non sa bene se volerti o meno!

    Ovviamente la scelta spetta solo a te alla fine.

    Ti saluto cordialmente.

    Luc

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili