Salta i links e vai al contenuto

La cresima, la religione… io non ci credo e non me la sento

Lettere scritte dall'autore  

Buona sera, mi chiamo costanza e sto affrontando una mini crisi esistenziale, mi spiego, non so più in cosa credere… Tra pochi giorni verranno celebrate parecchie cresime e la mia è una delle tante… Il problema è che io non me la sento, non ci credo e so che facendola andrei contro me stessa ma che non facendola andrei contro la mia famiglia… La mia, di non credere, non è stata una scelta così, superficiale, l’ho meditata, facendo tutte le considerazioni a riguardo, e penso che la maggior parte delle persone in italia come nel mondo seguano la propria religione per ”tradizione”, non per scelta… il che mi turba al quanto, perchè penso che la religione, il proprio credo, sia un punto fondamentale nella vita di ogni essere umano, una debolezza, se così si può definire, una risposta abbastanza soddisfacente alla parola nulla, perchè l’occhio umano non vuole vedere il nulla, ma l’infinito e l’infinito si rispecchia nella religione. Ora, io vi chiedo, voi cosa fareste? Andreste contro voi stessi, la vostra etica morale, mentendovi spudoratemente per fare contenti gli altri, o li deludereste tutti, dal primo all’ultimo, scegliendo però la sincerità almeno verso di voi? Non so che fare, vorrei poter scegliere la mia religione, il mio infinito, non posso o sì? Deludo gli altri o me stessa? Mento agli altri o a me stessa? Ho paura di quello che potrebbe succedere dopo una mia confessione a riguardo, ho paura delle reazioni che susciterebbe… Ho bisogno di consigli…
Vi ringrazio per la pazienza, e spero in tanti commenti!
Costanza

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

- Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Spiritualità

5 commenti

  1. 1
    Stefano614 -

    Cos’è il nulla ? Pensi veramente che da esso possa nascere qualcosa ?
    Capisco che il nichilismo imperante faccia molti proseliti ma non credo che una cresima possa castrare la tua identità in qualche modo.
    Se vuoi essere coerente allora niente matrimonio, niente riposo domenicale ecc ecc

    Saluti

    Stefano

  2. 2
    libera -

    E se invece facendo la cresima lo Spirito Santo ti illuminasse veramente? Se non la fai non lo potrai mai sapere.
    Non andare con lo spirito ”lo faccio solo pr accontentare i miei”, ma vivila come un’esperienza che potrebbe darti qualcosa interiormente.
    Poi se nulla cambia amen, ma non credo che si tratti di andare contro la propria etica morale, in fondo non è mica chissà quale atto o sforzo o cattiva azione che compiresti!

  3. 3
    Lili.. -

    Ciao..non posso dirti ciò che devi fare, posso solo raccontarti la mia esperienza..sai anche io non credo in Dio, e come te il periodo in cui ho dovuto fare la cresima è stato molto duro..non volevo farla perchè mi sentivo di prendere in giro me stessa e gli altri..mia mamma però mi ha praticamente costretta dicendo che se le mie idee fossero state quelle anche n futuro, non avrebbe potuto far altro che accettarle, però la cresima dovevo farla..bè posso dirti che non mi ha cambiato la vita, è stato un giorno di festa, e non mi sono sentita in colpa verso nessuno..le mie idee erano e sono rimaste quelle, ma avere o no quel sacremento non mi ha cambiato per niente la vita..pensaci un pò su, non è mica la fine del mondo..

  4. 4
    Stefano -

    Ciao Costanza,
    la mia risposta è tardiva e me ne rammarico. Metto subito in chiaro le cose: sono ateo. O meglio, un ateo di ritorno giacché nasciamo tutti atei e in seguito ci viene insegnato a credere. Sono stato battezzato, comunicato e cresimato. Ma il mio cammino in seno alla comunità cristiana è terminato a 15 anni, quindi i dubbi che ora ti tormentano non li ho avuti come te prima della cresima ma tre anni dopo.
    Visto che sei così precoce, perché hai timore di accontentare il tuo dubbio? Sospendi il giudizio, fa’ un atto coerente con le tue perplessità. Se le argomentazioni della Chiesa ti convinceranno, se in te crescerà la fede sarai sempre in tempo per recuperare e potrai cresimarti più tardi.
    Per ora, sii fedele a te stessa, non preoccuparti di deludere gli altri. Saranno loro che ti deluderanno se non capiranno la maturità che stai dimostrando con la tua titubanza.
    Probabilmente ha ragione Lilli; non ti cambiera la vita. Ma essere coerente con se stessi cambia se stessi e questo farà bene a te e, sperabilmente, anche ai tuoi genitori e a tutti coloro che temi di deludere.
    Mi piacerebbe sapere se infine ti sei cresimata oppure no; puoi rispondere qui!
    Ciao e buona fortuna,
    Stefano

  5. 5
    colam's -

    Per sapere: quali sono i tuoi dubbi ?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili