Salta i links e vai al contenuto

Credo che mio figlio non sia mio

Buonasera a tutti. Non so che mi prende ma da tempo ha cominciato ha balenarmi in mente l’idea che mio figlio non sia realmente mio. Ormai è da così tanto tempo che questa cosa mi sta in testa che ho cominciato a cercare ogni indizio possibile su internet e sui libri. Sto impazzendo. Tutto è iniziato quando la maligna moglie di mio fratello mi ha fatto notare che evidentemente lui non può essere mio figlio, è troppo bello. Li per li non ci ho dato peso, anche perchè non do mai peso a quello che dice quella donna. Qualche giorno piu tardi però vedo mia moglie che si perde via guardando delle fotografie di lei con le amiche di un tempo e rileggendo scritti di anni ed anni fa dei fidanzati piu o meno seri che ha avuto prima di me (lo fa molto spesso, dice che le fa piacere). Ad un certo punto un amica la chiama e lei lascia tutto li in terra. Faccio per uscire dalla stanza dietro di lei quando scorgo un qualcosa che mi sconvolge l esistenza. La foto di lei ed un ragazzo uguale identico a mio figlio! La guardo meglio e ne deduco che in quella foto lei doveva avere 23 anni, ossia l’età in cui dovremmo aver concepito il nostro unico erede. A quel punto mi vengono in mente le parole della carogna e mi intasco la foto. Comincio a fare il quadro della situazione e comincio a chiedermi come è possibile che mio figlio sia alto oltre 1.90 mentre sia io che sua madre non raggiungiamo il metro e 70. Oltretutto lui ha il fisico che io avrei sempre voluto essendo appassionato di bodybuilding. Lui è asciutto e pulito mentre io ho dovuto faticare per decenni per raggiungere certi risultati. Ma la cosa che mi son sempre chiesto è un altra. Com è possibile che lui ha degli occhi azzurro ghiaccio mentre sia io che sua madre li abbiamo marrone scurissimo quasi neri???? Lei ha sempre detto che è geneticamente possibile che fra due occhi castani nasca un occhio azzurro. Ma io ho scoperto che questo sarebbe vero solo se entrambi portano il gene recessivo dell occhio chiaro, ma io occhi chiari in famiglia non ne ho! Lei non si sa perchè è adottata ma essendo di origine latino americana non penso proprio! Ho pensato al passato con lei e mi sono ricordato che proprio nell anno prima che lui arrivasse io ero entrato in una fortissima depressione perchè non trovavo lavoro da un anno. Lei mi è sempre stata vicina nonostante le dicvo sempre brutte parole per colpa della mia malattia fino al giorno in cui ho fatto una cazzata e l ho delusa moltissimo. Lei mi ha perdonato ma mi ha detto che non avrebbe mai dimenticato e che un giorno non troppo lontano avrebbe fatto anche di peggio per farmela pagare. E mi ricordo ancora di una notte in cui mi aveva detto di essere a una fiera con delle amiche ma poi è tornata a casa alle 5 di mattina passate, dicendomi che avevano sbagliato il treno ed erano finite in Francia e allora avevano dovuto aspettare l altro. Ho sempre pensato che quella volta mi aveva mentito. Con tutti questi dubbi addosso ho deciso di parlarne con mia moglie anche per chiedere chi è il ragazzo nella foto. Alla fine della spiegazione lei è scoppiata a ridere e mi ha detto che era soltanto un amico, che la versione di quella notte era vera e che sono uno sciocco a farmi tutti questi problemi. Quando però le ho chiesto di far fare a nostro figlio degli esami è andata su tutte le furie come non accadeva da anni. Mi ha detto che non dovevo neanche pensarci anche perchè nostro figlio soffre di una forma di emofilia (infatti di solito anche solo per la puntura di un piccolo ago puo sanguinare tutto il giorno). Io allora mi sono scusato ma il dubbio non mi è passato ed anzi ora è più forte che mai. Che devo fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

43 commenti a

Credo che mio figlio non sia mio

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    camy -

    per fare l’esame del dna basta un capello con la radice, o la saliva. non c’entra proprio il sangue, non deve fare nessuna analisi del sangue. secondo me ti conviene farlo anche di nascosto altrimenti non vivi più. i tuoi dubbi potrebbero essere leciti da ciò che hai scritto, non mi sembrano tue fantasie. perciò prova a farlo senza dire niente a lei. è giusto che ti togli questo dubbio.

  2. 2
    sarah -

    scusami ma mi sembri esagerato. Inanzitutto i ragazzi di oggi sono sempre più alti quindi è normale che tuo figlio sia alto. Per il suo fisico anche lì non puoi basarti su quello che hai scritto. Gli occhi azzurri possono venire eccome, appunto che lei è stata adottata che ne sai che un nonno o il padre non abbiano fatto figli con persone non latino americane?Mia cugina ha una figlia coi capelli rossi e gli occhi azzurri, nessuno dei genitori li ha ma la famiglia di lui ha questi geni che si sono riproposti solo in questa bambina. Credo che tua moglie si sia arrabbiata per il test perchè si è sentita offesa, dopotutto quando gli hai parlato dei tuoi dubbi ha riso mica è stata sulla difensiva. Secondo me stai facendo tutto sto casino per una parola detta da una che tu stesso definisci maligna!Puoi insistere col test ma poi non so come andrà’ con tua moglie!
    Sinceramente non so se basti un capello, non mi fido ciecamente di quello che vedo in tv e poi come glielo strappi?La saliva come gliela pigli?Sai già’ cosa faresti se avessi ragione?a anche se non avessi ragione?A parte che non credo che tu possa portare un capello in un laboratorio, quello lo fanno in caso di crimini, non di semplici test di paternità’, ma poi come lo spiegheresti a tuo figlio che vuoi fare questo test?A parte che se è maggiorenne può rifiutarsi di farlo.Immagina il putiferio che creeresti, poi magari è davvero tuo figlio e tu hai fatto passare per traditrice tua moglie facendo venire anche dubbi a tuo figlio, finisci per far finire un matrimonio solo perchè hai dato retta a una che non aveva di meglio da fare che spettegolare malignamente!Inoltre se tua moglie te la voleva far pagare ma secondo te per forza con le corna?Lo credi davvero?
    Io ti consiglio di rilassarti e poi i maschi somigliano di solito alla madre non al padre!

  3. 3
    Andrea74 -

    Camy basta guardare tutti ‘sti CSI! Per fortuna questo è un paese civile, non credo che si possa correre in laboratorio con un capello munito di follicolo e convincere dei PROFESSIONISTI SERI ad analizzarlo per magari disconoscere la paternità di un figlio! I DNA da analizzare poi sono tre, figlio, padre e madre, perché se anche vai con una sputazza in mano o un capello del ragazzo e ti danno dei risultati.. come li colleghi o scolleghi a te stesso se non c’è il tuo DNA e quello della madre per i confronti? Ah.. i danni causati da FOX Crime!

    Tornando a cose serie, selon moi ti sei autoconvinto. Prendi la storia degli occhi azzurri: non regge molto, perché se tua moglie è latinoamericana e tu supponi che non possa avere occhi azzurri in famiglia, allora poteva andare anche con un danese albino e il figlio avrebbe avuto comunque occhi scuri, perché, APPUNTO, GLI OCCHI CHIARI SONO UN GENE RECESSIVO. Ma a parte questo, stai collocando le tessere per comporre a tutti i costi un certo puzzle. La notte in Francia? Scusa ma.. tua moglie ha bisogno di tornare alle 5 per andare a letto con un altro? O ci può fare sesso anche alle 14, come io credo? Fartela pagare voleva dire per forza tradire?

    E poi.. quanti anni ha tuo filio? Perché se è alto 1,90 non credo ne abbia 10, e tu che fai, gli dici “andiamo in laboratorio ché secondo me sei figlio di un altro?”
    Il VERO problema è questo, l’emofilia non c’entra un belino.
    Un altro VERO problema è che questa tua ossessione può minare seriamente il rapporto di fiducia tra tua moglie e te, perché prima o poi tu ti potresti impuntare e potresti metterla alle strette ed a quel punto non potrà più invocare l’emofilia e qualche gocciolina di sangue di troppo (mica muore dissanguato!).

    Il punto è: quanto sei ormai ossessionato da questa idea? Poniti questa domanda e, se la risposta è “molto”, preparati a delle liti furibonde con tua moglie…

  4. 4
    Annalisa -

    @Marco.Ricordati che i figli non sono di chi li fà ,ma di chi li cresce.
    Metti che i tuoi dubbi sono fondati,cosa fai ha tuo figlio lo mandi al suo vero padre?.
    Davanti a tutti tu sei suo padre,hai visto nascere questo bambino ,hai perso delle notti quando non stava bene,insoma hai fatto dei sacrifici x lui,cosa cambia se sai la verita?.
    Credo che lo ami più di ogni cosa,se fose tutto vero perdi figlio ,moglie,TUTTO.E x cosa?
    IL mio consiglio ,che secondo me dovresti fare ,è di lasciar perdere,goditi tuo figlio.
    Una domanda:pensa se tuo figlio vuole conoscere suo padre biologico,tu cosa fai?….ti guardi test di paternita e ti pulisci il sedere ,mentre l’altro che non ha moso un dito si trova con un figlio già grande.

  5. 5
    maste -

    Marco, se lei ha denaro da spendere e vuol star tranquillo, per poco meno di 200€ può richiedere un test di paternità a titolo informativo (che non ha valore legale e non necessita di autorizzazioni). Su internet trova tutto, alcuni laboratori spediscono a casa il kit per i tamponi salivari, basta la sua saliva e quella di suo figlio (non occorre coinvolgere la madre). Dopodiché rimandi i tamponi al laboratorio, dove verrà effettuato il confronto tra i due DNA. La specificità e sensibilità del test variano da laboratorio a laboratorio, dipende dagli standard dei macchinari utilizzati, comunque se il figlio è illegittimo non vi sarà evidente compatibilità tra i due campioni. Confido nella buonafede di sua moglie, in ogni caso, se il risultato dovesse essere sfavorevole per lei, sappia che non potrà utilizzare questo primo test contro sua moglie in caso di richiesta di separazione, ma dovrà richiedere di rifare un secondo test, questa volta a valore legale a tutti gli effetti, che necessita autorizzazione di moglie e figlio (se è maggiorenne). Spero che queste informazioni le siano d’aiuto, buona fortuna.

  6. 6
    IO -

    tieni presente che una buona percentuale di figli non sono del padre ed in questo si racchiude tutto lo schifo a cui possono arrivare le donne (non tutte ovviamente) ma le donne lo fanno senza problemi..
    molto semplice, prendi un capello di tuo figlio e lo fai analizzare in un laboratorio per vedere se è compatibile col tuo DNA
    spendi un paio di centelli al posto di martellarti il cervello per tutta la vita

    ps
    non acquistare kit fai da te.. vai in un laboratorio serio, perchè se per caso il kit è fasullo veramente rischi di sconvolgerti la vita per niente

    per quelli sopra che dicono che il padre è chi lo cresce e non di chi ha solo fecondato la moglie hanno ragione in parte, lui rimarrà sicuramente il padre, ma se permettete almeno non sta con una zo....a

  7. 7
    rob -

    Un capello tuo ed uno di tuo figlio….poi vai privatamente in un centro specializzato….però penso che serve una firma di entrambi…informati da un genetista
    PS: Comunque non ci fai sapere che cazzata hai fatto tu…che ha scatenato volontà di rivalsa su tua moglie…però se ti è stata vicina in un periodo buio e attualmente siete ancora insieme…indaga meglio su questo tuo dubbio…specialmente valutà anche la possibilità che alcuni fatti “televisivi” non abbiano sconvolto la tua mente forse “paranoidea”…e qualora il tuo dubbio abbia esiti “positivi”: NON FARE CAZZATE!!!!!

  8. 8
    Angelo9 -

    I tuoi dubbi possono forse avere un fondamento apparente, ma per questa strada non si va da nessuna parte se non nel baratro. Se sei convinto a priori di qualcosa troverai sempre indizi che sembrano confermarla. Quanto ad un esame di nascosto di tua moglie, eviterei nel modo più assoluto. Se viene a mancare la sincerità, il vostro rapporto è già finito. Perchè non ci metti una bella pietra sopra e ricominci ad occuparti di tuo figlio? Come tale lo hai accolto in questo mondo e come tale te ne sei preso cura. Vuoi darla vinta alla “carogna”? Ci sono persone gelose del bene altrui e cattive che vivono per mettere zizzania e rovinare le vite degli altri. Non lasciarti coinvolgere in quello che diventerebbe, comunque, un tunnell senza via d’uscita. La reazione di tua moglie è comprensibile, non potevi aspettarti che accettasse a cuor leggero una richiesta del genere.
    Concordo con çAnnalisa. Riprendi la tua vita insieme alla tua famiglia e non rovinartela rimuginando su un passato che probabilmente non esiste. Tu, tua moglie e tuo figlio siete una famiglia: questo conta.

  9. 9
    Vera -

    Sono d’accordo con Camy rispetto al tuo diritto di toglierti il dubbio.

    Che rapporto hai con tuo figlio? Ritieni che il ragazzo abbia un carattere tale da potergli parlare apertamente, seppur con molto tatto, del tuo dilemma? Credi che potrebbe prendere un po’ la cosa sull’ironia (senza nulla togliere all’importanza che invece tu attribuisci alla cosa) prestandosi per il test, oppure soffrirebbe?
    Molti al suo posto vorrebbero la verità, e nel dubbio ricercarla, ma è anche vero che può essere difficile e pericolosa.

    E riprendere il discorso con tua moglie è proprio impensabile? Con delicatezza, spiegarle con calma e sincerità che non riesci a toglierti questa idea dalla testa?

    Capisco il suo risentimento: nell’eventualità in cui ti sia sempre stata fedele sarebbe desolante sentire venir meno la fiducia del proprio compagno.
    Ma, al contempo, l’orgoglio femminile dovrebbe far sì che sia la prima a volerti dimostrare che ti sbagli sulla paternità di vostro figlio e, di riflesso, sul suo conto.

    Ad ogni modo, ti auguro che si risolva tutto per il meglio.

  10. 10
    maste -

    Basandoci su alcune combinazioni particolari del vostro genotipo, senza scomodare alcun genetista, sarebbe possibile sin da subito farsi una grossolana idea di paternità se lei conoscesse già il gruppo sanguigno del figlio, il suo e quello di sua moglie. Se, per farle un esempio, sua moglie fosse di gruppo B, lei (Marco) AB, e vostro figlio 0, in tal caso potrei affermare con sicurezza che lui non è geneticamente figlio suo. Calcoli di questo tipo, con gli alleli, vengono utilizzati in genetica medica anche per costruire alberi genealogici familiari e valutare la trasmissione di eventuali patologie ereditarie (suppongo che questi argomenti non siano nuovi per lei considerando che il figlio soffre di una patologia ereditaria) ma come le dicevo, purtroppo questo metodo non è applicabile universalmente a tutte le combinazioni di gruppi sanguigni.

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili