Salta i links e vai al contenuto

La coscienza…

Lettere scritte dall'autore  

Salve, mi chiamo Alberto e ho 31 anni, da 11 anni sto con una ragazza, e in questi ultimi 4 anni abbiamo iniziato a progettare un futuro insieme, tra cui una casa che attualmente stiamo costruendo. Ed è proprio 4 anni fà che dentro di mè scaturi’ qualcosa che ancora a oggi mi porto dentro, infatti e come se inconsapevolmente appunto nel 2006 iniziai una sorta di “esame di coscienza involontario” dove mi misi ad analizzare il mio comportamento all’interno della mia relazione. Questo mio scavare nella mente portò a galla dei fatti commessi anni addietro di esperienze sessuali di tipo feticista, i quali sul momento dell’atto non ebbi nessun senso di colpa ma a distanza di 4 anni sono piombati nella mia testa come un chiodo che non vuole lasciarmi piu vivere serenamente, infatti sono perennemente agitato e ansioso, sopratutto quando sto con la mia ragazza, e in me avverto come un senso di vergogna e consapevolezza che non mi merito di stare con lei nè di ricevere il suo amore La mia domanda ora è : cosa devo fare? devo convivere con questo malessere interiore o devo raccontarle tutto? Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    dancan -

    dipende da lei se è in grado di capire e accettare. comunque… il passato è passato. se hai dei dubbi, lascia perdere. se invece sei disposto a rischiare… parlane. ma con le dovute precauzioni, ovvio.

  2. 2
    Lo -

    Ciao… Io penso che debba considerare quello che è successo semplicemente come “esperienze” che hai fatto prima di conoscerla… E’ come se avessi avuto altre storie prima di incontrarla, è normale e capita a tutti! Quello che hai fatto, mentre lo facevi, non ti sembrava sbagliato; mentre lo facevi eri adulto, consenziente e probabilmente ti è piaciuto, e penso non ci sia niente di male. Hai esplorato la tua sessualità, è un’esperienza che ti ha permesso di conoscerti meglio. Perchè condannarla a distanza di tempo? Penso che la morale cattolica, nel nostro Paese, faccia troppo danni, e questo mi sembra un caso tipico: vivere il sesso come peccato e con senso di colpa. Se sei cattolico e credente potrebbe aiutarti la confessione, il tuo peso così potrebbe alleggerirsi sapendo che sei stato perdonato. Penso che non dovresti dirlo alla tua ragazza per il fatto che è una cosa tua molto intima e non c’è motivo di condividerla; pensi che lei potrebbe giudicarti male? Ciao 🙂

  3. 3
    ALBY -

    Ciao Lo, il problema è che queste esperienze le ho avute nel 2006 quando già stavamo insieme da 6 anni…

  4. 4
    dancan -

    scusa, ma se ti spieghi alla ******** di cane….. cioè il punto non è che hai tradito la tua compagna, ma che hai fatto robe da feticista? ( che poi, c’è roba e roba…)
    quindi, tu non sai se confessarle un tradimento, o confessarle del feticismo?

  5. 5
    ALBY -

    confessarle del feticismo

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili