Salta i links e vai al contenuto

La contraddizione femminile? Cosa realmente passa loro per la mente?

Lettere scritte dall'autore  

Caro Direttore ti racconto una storia…
c’è una donna di circa 35 anni ed un uomo di 45.
Lei lavora per lui da circa un anno e tra loro è scoccato subito qualcosa di tenero senza però mai andare oltre.
Entrambi si stimano e lavorano bene assieme.
Lei, molto carina, bionda, occhi castani, fidanzata da quasi 8 anni con un uomo di qualche anno di più con cui ha comprato casa anche se oggi vivono separati per questioni ancora incomprensibili (Lei torna a casa solo i fine settimana e qualche volta anche no), Lui uomo imponente tutto d’un pezzo fisicamente forte, occhi castani, oltre il metro e ottanta, convive da oltre cinque anni con una donna splendida.
Nei pochi viaggi di lavoro fatti assieme rigorasamente in camere separate a pranzo e a cena, Lei lo guarda con occhi dolci languidi grandi sorrisi e in certi momenti manifestazoni di affetto… lui invece sempre molto galante, premuroso, protettivo, insomma un corteggiatore di altri tempi che cerca di capire come e cosa pensa questa donna.
Lei è problematica un pò bugiarda, viziata e contradditoria, lui è molto sensibile alla verità e a tutto ciò che essa conduce nel bene e nel male, è uomo autorevole ma anche molto autoritario.
Ma si incontreranno mai?
Ritengo che sia nell’uomo che nella donna esistono dei “momenti” segnati dal destino….. e se questi momenti non vengono colti nel punto esatto ecco che si perde l’attimo e tutto svanisce per un nonulla. Sarà successo questo?
E’ vera la citazione che la donna pensa tutto il contrario di tutto infatti alla donna “manca” una parte fisica che le è stata sottratta alla nascita che invece noi maschietti abbiamo di natura.
Questo la rende molto insicura e vulnerabile a tutti i nostri comportamenti siano essi benevoli o malevoli.
Anche quando noi abbiamo tutte le più buone intenzioni se non è la donna a recepire queste intenzioni esse si trasformano in violenze quotidiane che la donna non accetta e quindi le rimanda al mittente con tanto di vendetta privata: risultato? noi andiamo in confusione…
Es.: Ma come io le ho detto che le voglio bene e mi sono beccato le corna….
Ovvio non le abbiamo dato ciò che lei veramente desidera come ad esempio la presenza, la disponibilità, l’ascolto…
L’ascolto; altra cosa che le donne desiderano si perché vogliono essere ascoltate quando, dove e come vogliono loro.
Se non c’è questo metodo di relazione la donna si irrigidisce e quindi si chiude e noi con lei.
Tornando alla storia dei nostri due piccioncini un giorno sono entrambi a Firenze per una riunione e tornando in stazione lungo gli argini dell’Arno lui l’abbraccia da dietro e Lei con un accenno quasi come fosse un gesto spontaneo e automatico gli sta per prendere la mano che la abbraccia…. ma poi si ferma è imbarazzata…. Cosa è successo? Perché si è fermata? A cosa ha pensato in quel momento?
Ecco sono questi i momenti in cui noi vorremmo avere il dono della lettura del pensiero perché solo così potremmo avere una visone vera e sana di cosa è effettivamente passato per la testa di una donna.
Secondo te caro direttore come andrà tra i due?
Cosa ha pensato Lei durante quell’abbraccio?
Perché si è imbarazzata?
Quale sentimento li lega realmente?
Ringrazio per la tua disponibilità e per le risposte.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    SEcco -

    Solo io trovo terrificante chi parla di se in terza persona?
    Se ha una relazione da 8 anni con un’altra persona, probabilmente avrà pensato a quella. Non tutti sono disposti a rovinare quello che hanno costruito.

  2. 2
    Slayer -

    Ma perchè tutte queste baggianate? Ma quanto fa schifo l’Italia(e quindi anche la mentalità media italiana?)
    Germania aspettami, sto arrivando, presto sarò li.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili