Salta i links e vai al contenuto

Come si conquista un ragazzo timido?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti sono una ragazza di 23…Vi racconto la mia storia…VI CHIEDO UN CONSIGLIO VI PREGO AIUTATEMI!!!
All’inizio dell’anno accademico a lezione insieme al prof veniva sempre un suo specializzando che lo aiutava con il pc…sapete slides e cose varie….A me è piaciuto da subito così ho cominciato ad indagare su di lui…Una sera lo incontrai per caso anche ad un pub e inizialmente non lo avevo riconosciuto,poi mi sono accorta che mi fissava ma non ci siamo comunque detti niente…Sempre quella sera sono venuta a conoscenza del fatto che lui fosse molto amico di un ragazzo che conosceva bene una mia cara amica dell’uni…Così dopo averle parlato lei e questo amico ci hanno organizzato un incontro informale nel quale dovevamo essere noi 4. Premetto che la mia amica quando ha parlato con l’amico del ragazzo che mi piace le ha detto come mi chiamavo,infatti lui mi ha subito cercata su fb e probabilmente mi ha fatto vedere al suo amico….Quindi questo ragazzo sapeva che mi piaceva….Il primo incontro che ci hanno combinato alla fine è saltato perchè il suo prof lo aveva trattenuto,pochi giorni dopo per caso ne è stato organizzato un altro e lui è stato molto carino perchè ci ha offerto il caffè anche se non ha parlato molto. Lui è molto timido e si è lasciato da poco,però non mi guardava quasi mai,parlava poco….io nn capivo se la sua fosse timidezza o semplicemente non gli piacevo…nn so….Però lui sapeva perfettamente chi doveva incontrare anche perchè anche la stessa mattina c’eravamo incontrati di sfuggita dato che io per una settimana devo stare nello stesso suo reparto…Insomma se nn voleva non sarebbe venuto….La mia amica la sera stessa dell’incontro ha chiesto al suo amico quali fossero le impressioni e lui le ha risposto che non ce lo voleva dire e “se son rose fioriranno”…poi il giorno dopo ci siamo scontrati per caso in reparto,io con i miri colleghi e lui con i suoi,ed io sono stata presa dal panico,quindi ho abbozzato un mezzo sorriso,solo che lui è rimasto a fissarmi per qualche secondo senza dire niente,lì come un pesce lesso,nemmeno un “ciao”…poi ogni tanto si aggirava lì dove stavo con i miei amici ma niente,meno di zero….insomma nn pretendevo chissà che,però dato che sa che a me piace non dovrebbe essere lui a fare qualche passo?Poi alla fine mentre stavamo nella sala del prof. arriva lui e quando mi vede rimane con la faccia di uno che non se l’aspettava di trovarmi lì e prima che il prof ci congedasse lui alza la testa(dato che stava sistemandogli delle cose)e ci dice “ciao a tutti”,naturalmente non guardando me…
Io ho altri 3 giorni in cui starò lì nel suo reparto,ma non so se è il caso che sia io a prendere l’iniziativa o invece rimanermene buona,perchè non vorrei passare come l’adolescente che va dietro al ragazzo più grande e che fa il tappetino,non so magari non gli piaccio o se è solo molto timido e non sa come sbloccarsi…Vi prego datemi qualche consiglio!!!

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    credoalvero -

    Non posso sapere meglio di te se è timido o no… di sicuro non è un caso patologico visto che aiuta il professore davanti a persone a lui sconosciute e le persone timide a livello di malattia andrebbero già nel pancio quindi mi sento di escludere questa grave timidezza “invalidante”… semmai lo è in maniera moderata-normale forse è il caso che prenda una piccola iniziativa che non vuol dire fare l’adolescente innamorata ma lanciare un segnale chiaro che potrebbe aiutarti a sbloccare la faccenda o risparmiare del tempo
    personalmente posso dirti che per come sono distratto se alcune ragazze non avessero fatto qualcosa neanche le avrei conosciute!! e sarebbe stato un peccato!!

  2. 2
    Andrea -

    Ciao dudu,
    da come hai descritto i vari incontri a me sembra semplicemente un ragazzo timido, non penso che ti guardarebbe se non gli interessassi.
    Tu mi sembri un pò più spigliata di lui, per cui senza troppe fisime, se ti piace, potresti tranquillamente fare il primo passo.
    Voi ragazze spesso la fate tragica all’idea di fare il primo passo, tuttavia può voler dire parlargli un pò in maniera leggera, mettersi a scherzare con lui, non per forza deve essere una dichiarazione d’amore.

  3. 3
    dudu -

    Grazie per i vostri consigli,li seguirò…io rimarrò fino a lunedì lì quindi ho poco tempo da poter sfruttare…cmq ieri è stato lu a salutarmi per primo e mentre io facevo finta di nn guardarlo l’ho visto che spesso mi guardava e poi distoglieva lo sguardo,spesso cambiava posto e stava sempre lì con noi però….NON PARLA! eppure c’è stato modo di attaccare conversazione….oggi non ci siamo visti ma spero di riuscire a farlo parlare e soprattutto a farmi chiedere il numero altrimenti nn lo vedrò più….

  4. 4
    Lizzie -

    Anche io sono una persona timida per cui azzardo un ipotesi…forse sei partita con l’approccio sbagliato. Mi spiego meglio, a quanto ho capito ti sei rivolta ad un amico comune e avete combinato un uscita organizzata e magari l’amico gli ha pure detto che avevi un interesse per lui, niente di male se non fosse che una situazione del genere crea una certa spettativa, insomma una certa “ansia da prestazione” che su un timido ha l’effeto di legargli la lingua con conseguente figura da allocco (ahimè parlo per esperienza personale). Non ti resta che cambiare tattica,cerca di trovare un terreno comune un hobby, una materia di studio, conoscenze. Magari dato che lui ci sa fare con il computer potresti chiederti di aiutarti a fare qualcosa al pc o chiedi se può dare un occhiata perchè il pc ha il tale problema (se non ha problemi fai il modo che li abbia!!!)magari gli dici che il pc non ti serve subito e che può pure impiegarci qualche giorno…che magari se vi scambiate il numero vi mettere daccordo su quando potrà restituirtelo (così gli chiedi il numero ma senza esporti troppo e senza creare pressioni a lui :D). Insomma dai, non è un impresa impossibile conquistare e far parlare un timido, solo bisogna pazientare e non forzare i tempi.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili