Salta i links e vai al contenuto

Cittadini Svizzeri a Milano

Lettere scritte dall'autore  guglielmo giorgetti

Solo due righe per dire che gli Svizzeri a Milano hanno sempre causato guai.
Partiamo dai Lanzichenecchi per arrivare al pilota dell’aereo che ha centrato il Pirellore e terminare a settimana scorsa all’incidente con morti e feriti causato dal Suv (Svizzero) in corso di Porta Vittoria. Perchè questi fatti??
Semplicissimo questi svizzeri al loro paese sono come le pecore quando invece passano la frontiera si sentono novelli lanzichenecchi (maleducati) e Milano ridiventa loro terra di conquista.
Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Cittadini Svizzeri a Milano

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti

  1. 1
    lipsia -

    Perchè non ti documenti bene, prima di dire cose non vere?

  2. 2
    Cesare -

    Mai generalizzare, è un grave errore.

  3. 3
    MEGGY -

    Ma stai zitto, ……..! Ma scendi giù, bada che cadi. Ti senti importante, grandissima oca? Oh, é importantissimo il parere di guglielmo guglielmetti, presto andiamo a vedere cosa ci dice ‘sta papera! Ah, bello, avete voglia di criticare i “signori”, perché signori sono, gli svizzeri, e te lo dice uno che é nato italiano come te! Vieni a berti un caffè, da queste parti, poi ti passa la smania, solo nel vedere come “si vive”, in un mondo che é già precario. Gli svizzeri fanno danni? Ah si, vieni a vedere, a Lugano, quartiere Speranza, gli italiani, che bella merda hanno combinato! Che ci mandassero a fare in culo a noi italiani, me compreso! Guardiamoci allo specchio, le scimmie che stanno sugli alberi, in Africa, sono più civili. E non vi lamentate troppo, sporchi siete e sporchi rimanete.

  4. 4
    robinhood2 -

    Guglielmo (a proposito, come mai ti chiami come il più noto personaggio svizzero?), i Lanzichenecchi sono passati da 500 anni. Gli svizzeri sono 7,5 milioni. Tu mi citi due casi isolati, quando ogni giorno migliaia di svizzeri vanno e vengono dall’Italia con la massima educazione e rispetto delle leggi.
    Sarebbe come dire che siccome in Germania la ‘ndrangheta ha fatto di recente una strage, oppure negli USA hanno arrestato decine di mafiosi italo-americani,allora tutti gli italiani sono mafiosi.
    Oltre tutto, quanto a guida imprudente, se vai sulle strade e autostrade svizzere, lì non scherzano con chi viola il codice (e infatti non hanno tutti i morti e gli incidenti che abbiamo noi) , e se ti informi bene, alla procura di Milano hanno centinaia di rogatorie per multe non pagate contro automobilisti milanesi che sono stati presi in Svizzera dai radar e multati per eccesso di velocità, lo diceva anche il Corriere della Sera poche settimane fa.
    In Svizzera una multa per eccesso di velocità viene irrogata in base al reddito, quindi il miliardario che corre non può sperare di cavarsela con poche decine di franchi. Dovrebbero fare lo stesso anche in Italia, diminuirebbero gli incidenti.

  5. 5
    Ari -

    Povero Guglielmo che botte!
    Meggy è una villana e mi meraviglio che la redazione pubblichi una lettera così piena di insulti gratuiti.
    Non hai torto quando dici che chi è represso in patria si sfoga all’estero, pensa ai tifosi inglesi così composti nei loro stadi e a come si comportano gli hooligans quando vengono nei nostri.
    Noi che facciamo danni in casa e fuori siamo più simpatici.
    Ciao.

  6. 6
    ... -

    cmq il tipo ke guidava il SUV, era ITALIANO ke lavorava in svizzera e si era fatto la cittadinanza li…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili