Salta i links e vai al contenuto

Bulimia nervosa, come uscirne

Premetto:

Lo so che non è un blog di medici/psicologi/terapeuti ecc. Ma scrivo qui perché magari un qualcosa di sensato ne esce.

Ho 27 anni soffro di bulimia nervosa da alcuni anni.

Sono sempre riuscita bene o male a “gestire” questo disturbo all’inizio (vomitavo una volta al giorno, di sera) ma da alcuni mesi è diventato un incubo. Nei week end arrivo a vomitare 4, 5 volte al giorno. Sono esausta, e mi sento molto debole. Fisicamente però sono nella norma. Abbastanza snella, proporzionata, decente direi. Per ora. Di questo disturbo sanno i miei genitori ed il mio fidanzato, che però vive a 100 km da me con i suoi.

Aggiungo che vivo da sola da anni, da sola con mio figlio, un delizioso ragazzino di 6. Lo so che per amore di mio figlio dovrei combattere, ma ci provo ogni giorno. Lui è tutta la mia vita, e mi vergogno molto.

Ma perdo sempre. E finisco ogni sera con il mangiare l’impossibile e vomitarlo. E – anziché stare con lui – sprecare un‘ora, anche due ore, in bagno, e uscirne sempre più depressa. Lo so che è disgustoso, ma non posso farci niente.

Mi sento come se stessi fallendo tutto quanto, come se sbagliassi in continuo. Aggiungo che – non so se centra qualcosa – ho praticamente perso la capacità di decidere. Sono sempre insicura, anche sulle cose più demenziali, anche su che colore mi piace indossare, e mi sento incapace.

Ecco, totalmente incapace. Come se fossi bloccata. Spesso tratto MALISSIMO mio figlio ed anche il mio fidanzato. Esplodo per un nonnulla, rispondo, divento cattiva e piena di odio. E poi magari dopo scoppio a piangere come una demente e mi scuso mille volte.
Il mio fidanzato continua ad arrabbiarsi, giustamente, e a dirmi che “BASTA LA BUONA VOLONTA’. MA TE NON HAI VOGLIA”. Certe volte mi sembra che star con lui faccia peggiorare tutto quanto, ma oramai sono 4 anni e mi sento stanca solo al pensiero di cominciare un altro discorso sui miei disturbi, che finirebbe che io ho torto e sono pigra.

Ma vi giuro che ci provo….e mi impegno. Ogni giorno mi riprometto che ci proverò, ma la fine della giornata è sempre quella.

Purtroppo non ho mai potuto proseguire una cura terapeutica come si deve perché lavoro in un posto dove l’orario è inflessibile e sono molto rigidi. E alla prima risposta un po’ così, ecco qua: ”SE non ti piace, lì è la porta, nessuno ti trattiene”.

C’è qualcuna/qualcuno che ci è passato?

Grazie in anticipo.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Salute

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    sospeso -

    cara amica devi fare sport e sfogare il tuo nervoso in modo sano e salubre

    cio’ ti aiuterà anche a ritrovare forza e fiducia in te stessa.

    Psicologi, diete, farmaci e ricoveri sono a mio avviso cazzate dispendiose e basta (ho una sorella bulimica)

    Mia sorella è cosi’ lazzarona e piena delle sue illusorie convinzioni (quindi neppure disposta a mettere in forse certe certe sue fondamenta caratteriali) che non è disposta a sudare neanche un po’ o cambiare i suoi atteggiamenti. Non capisce che il problema è nel suo modo di vedere la vita, e non invece nella vita che è comunque dura per tutti.

    Coraggio, metti da parte la tua lazzaronite e la tua frustrazione, infila un paio di scarpe da ginnastica e vai a correre un ora al giorno (o meglio uno si ed uno no)
    vai in guerra contro quei pensieri malsani. Piu’ corri , piu’ resisti e piu’ sarai forte di loro
    !
    questo è il mio consiglio e sono sicuro che ti farà benissimo, cura migliore di tutte le altre. Vedrai che leonessa!!!. chiaramente pero’ devi fare lo sforzo e vomitare fatica! ma senzA sforzo i salami non cadono dal cielo e la naturale autostima per i progressi raggiunti non arriverà.

    coraggio, senza se e senza ma.

    e la domenica carbonara ovviamente!!! 🙂

  2. 2
    scruciola -

    Ciao

    ho avuto e purtroppo a volte mi capita ancora, per intenderci una volta al mese, (anche più mesi) soprattutto in prossimità del ciclo dove gli ormoni incidono! è dura mi sono imposta negli anni passati che fare questo gesto sarebbe stata la mia tomba! e quindi mi sono detta o che morivo o vivevo, ovviamente ho scelto la seconda! il nostro amico qui sopra ha ragione devi cambiare stile di vita! iscriviti in palestra, cerca di fare uno sport che scarichi tutto il tuo stress, vedrai che sarai così stanca a tal punto da desiderare di nutrirlo il tuo fisico e non di svuotarlo, questo è solo l’inizio, cerca poi di riflettere su ciò che ti fa star bene e quello no e comincia a migliorare la tua vita sociale a volte i problemi sono tutti concentrati lì!!! in bocca al lupo ce la puoi fare.

  3. 3
    s. -

    lo so che ci provi, lo so che ce la metti tutta.
    ma la forza di volontà non basta, non perchè tu sia debole, anzi…credo sia sano aver bisogno di aiuto.
    non è colpa tua, non sei sbagliata…sei una persona che non sta bene e che merita di essere aiutata. non sei disgustosa come ti vedi!
    però non riesco a credere che tu non possa farti aiutare a causa degli orari di lavoro. magari mi sbaglio di grosso, ma detta così sembra che tu abbia qualche resistenza più o meno inconscia all’idea di farti aiutare seriamente. che in fondo ci sta…
    ma per come la vedo è l’unica strada per uscirne. la bulimia è una malattia che come tale va affrontata e curata.
    non basterà lo sport, nè una pacca sulla spalla nè una lettera in forum…e non basterà neanche l’amore per tuo figlio che anzi in questo momento ti fa sentire in colpa ulteriormente perchè non riesci a prendertene cura nel modo bello e sano che desideri.
    fermo restando che la base della guarigione sta sì nella forza di volontà, non puoi fare a meno di un supporto psicologico/farmacologico.

  4. 4
    piero74 -

    esatto! alzati e vai in guerra contro i tuoi pensieri e corri! fai sport, ma devi volerlo! non devi mollare.

  5. 5
    sospeso -

    cara amica devi fare sport e sfogare il tuo nervoso in modo sano e salubre

    cio’ ti aiuterà anche a ritrovare forza e fiducia in te stessa.

    lascia stare chi ti dice di prendere farmaci e psicologi e via. Questi ti ruberanno solo soldi e tempo. devi venirne fuori tu.

    DEVI FARE SPORT FREQUENTEMENTE.

    almeno prova no???!!!! fai un mese ad andare a correre…poi tra un mese vieni qui a scrivere e ci dici come ti senti? scommetto meglio, ne sono sicuro. Perchè non fare neanche una prova? costa troppa fatica correre? beh, se non metti la fatica…farmaci e psyco non ti regalano niente. mettitelo in testa. cmq prova e vedrai
    IO SONO SICURO che ti farà bene (di anoressiche e bulimiche ne ho conosciute un sacco.)..
    x rientrare in contatto col tuo io DEVI FARE SPORT MOLTO FREQUENTEMENTE. E’ PRORPIO LA CURA CHE TI PRESCRIVEREI COME DOTTORE

  6. 6
    alicia19846 -

    @Sospeso: Lazzaronite è buffo come termine, e forse un po’ mi calza. 
    Cercherò di provare a fare della corsa (a me piaceva tanto il nuoto, penso vada bene anche lui). Hai ragione, forse la stima per me stessa arriverà DOPO i progressi e gli sforzi.

    Ho sempre pensato allo sport come qualcosa di noioso e spiacevole. Ma…Proverò!!!

    Grazie a tutti per l’incoraggiamento e le risposte, davvero.

  7. 7
    sospeso -

    brava alicia.se saprai resistere allo “sforzo” e avere la pazienza di aspettare i risultati arrivare…ti assicuro che arriveranno. cosi’ mi piaci, la voglia non c’è…lo so…ma ti devi sforzare e farlo pure contro voglia..a costo di vomitare sangue. forza!

    ps: il nuoto va benissimo!

  8. 8
    Mary -

    Ciao, ho 26 anni e anche io sono bulimica da diversi anni… se vuoi un sostegno, un’amica con cui parlare, ci sono.
    mary.ud87@yahoo.it

  9. 9
    eugenia -

    Ciao.anch io ho 27anni..ed ho letto la tua lettera alice..non a caso sn su internet..perche cerchiamo delle risposte che nella quotidiana non riusciamo a trovare.(almeno x me)..sono4anni che convivo con quest incubo..ma a differenza tua di me nessuno sa..cerco di nasconderlo ma ora sono arrivata la limite..ed ho bisogno serio d aiuto..perche non c ela faccio piu..e cm dici tu non è mancanza di volonta..in quei momenti non sei tu a decidere!forse x colpa qualche frustrazione che non riusciamo a superare..almeno..io lo faccio x sfogare..4-5volte al di ora..e piango ogni volta..perche è piu forte di me e non ho controllo della mia mente..che come tutti sappiamo è la peggior cosa quand la mente si ammala e questa è una malattia!non so tu ma sto riscontrando un sacco di problemi oltre ad aver i tuoi stessi sintomi:insicurezza,non sopporto la gente a volte..mi vien il panico e divento cattiva.triste,,!ho problemi all intestino..cardias incontinente..gastrite..reflusso biliare.esofagite..stitichezza.ec..insomma..mi sono decisa a chiedere aiuto a qualcunoqua,confrontarmi con qualcuno perche non lo faccio mai.dunque non sentirti sola..perche c è ki come te cerca di lottare..!Mi sono promessa piu volte che sarebbe stata l ultima volta che lo facevo..ma da quand sono tornata dai miei(convivevo col mio ex ragazzo.e a casa ho una situazione triste)sono peggiorata…perche non sopporto la situazione!a volte mi fanno sentire strana ma dicono sia 1bella ragazza..alta..snella..ma io mi vedo un mostro..e sn insicura di tutto soprattutto dopo aver scoperto il mio ex ragazzo futuro sposo,mi hamanipolata mentalmente x2anni..avev altre identita..ma nn voglio parlarne perche mi vien voglia di vomitare x l l appunto..!!L insoddisfazione di qualcos ci porta ad aver dentro questa rabbia repressa..che sfoga nell ingozzarsi..e vomitare..credimi mi vergogno com te.e tu sei fortunata perch qualcun sa..ho letto l altra lettera..(che hai lasciato il tuo fidanzato)ma se ora ti senti rilassata vuol dire che c era qualcosa che dovev esser risolto..come me..prima capitava una volta raramente..ora sempre!!!E ho sempre la paura che chi mi vede si accorga di quanto sono debole..ho perso la mia personalita..e non bisogna mai sottovalutaree gli effetti che i rapporti di coppia hanno nella mente..io sono disperata..perche non ho nessun con cui parlarne..nemmeno un lavoro x ora ancor..solo un grande bisogno di star bene di salute almeno..perch mi sento uno schifo..come donna..tu cone mamma sentiti amata..appagata e cerca di occupare il tempo con qualcos che ti dia serenita..me l dico anch io..ma viviamo in un mondo dove sono tutti egoisti..io non mi reputo tale..ma spero di trovare la forza..finalmente ho trovato qualche annuncio che corriosponda alle mie rikieste..!Cmq hanno ragione x lo sport!ho frequnetato 1 mesela palestra(la odio)ma ti diro…mi sentivo bene,poi non ho piu potuto.ma ero piu libera!contattami se vuoi in privato!sxo ti sia stata utile..un abbraccio:-)

  10. 10
    piero74 -

    ciao eugenia, posso dirti solo una cosa: non per farmi grande agli occhi delle persone e tanto meno di quelle che scrivono qua sopra, a parte che non è il caso, poi perchè su certe situazioni non amo scherzare; io ho la stessa situazione che stai vivendo tu, mi sembra di aver capito: 38 anni, non lavoro, vivo in una famiglia che è a dir poco un disastro tra liti quotidiane e quant’altro, da quando è venuto a mancare mio padre, mio fratello che è abituato a fare il padre e padrone, pretende che tocchiamo il fondo assieme a lui e la sua prepotenza e arroganza…. ecc.; ti dico subito che sono un non vedente, l’ultimo di 11 figli: in famiglia siamo 4 non vedenti: 2 fratelli e 2 sorelle: in famiglia e tanto meno in paese non posso parlare con nessuno dei miei problemi perchè la gente conosce i “grandi capi” della mia famiglia e, perciò non mi sento compreso da nessuno: la mia famiglia è composta così: 7 sposati e 4 siamo rimasti in casa: i motivi di alcune liti sono problemi di eredità: le due mie sorelle non vedenti, quelle che sono rimaste in casa, litigano continuamente per problemi loro che non mi soffermo a dire e, stando quasi sempre in casa, io, logicamente, mi sento tirato da questi problemi: come se non bastassero i miei! io ho un diploma di centralino, preso 20 anni fa, una causa tirata per le lunghe per un posto di lavoro che dovevo prendere in un comune vicino al mio paese, ma non ho fatto più nulla perchè c’era un falso invalido al mio posto, 7 posti di lavoro rifiutati fuori regione, un po. per colpa delle mie insicurezze, un po. per colpa della famiglia: in pratica, avrei voluto che i miei mi dicessero: anche se vai a lavorare fuori regione e non ti troverai bene, comunque vai e dopo un tot di tempo di trasferisci! insomma, avrei voluto un po. di conforto, avrei voluto chi mi incoraggiasse a partire verso una nuova vita, cosa che non è avvenuta! sono non vedente, ma diciamo che sono autonomo: viaggio da solo, mi muovo da solo, mi lavo da solo, ecc. ma non so cucinare; io non sono qui per annoiarvi, parlando di me, sono qui, oltre che per un semplice sfogo personale, anche per cercare di dare un consiglio a queste 2 ragazze: ora io prendo la pensione con l’accompagnamento e il tutto ammonta a 1100 euro circa; ho un conto postale cointestato col “mio capo”; ora, di queste 1100 euro, io beneficio di massimo 500 euro al mese, a volte 550, perchè questa è la somma che mi dà mio fratello; conta che io fumo u pacco di sigarette al giorno, ho 3 sim telefoniche, 9 euro a settimana mi piace giocarli all’otto, ecc. quando posso dare una mano agli altri, non mi tiro indietro, anche se in cambio del bene si ricevono solo mazzate morali, ecc. ora io che sono non vedente e sono in un paese dove le persone non sanno cosa vuol dire dare una mano, e

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili