Salta i links e vai al contenuto

Blocco traffico

Sono l’infelice possessore di un veicolo diesel categoria euro 2, categoria che rientra nel blocco del traffico antinquinamento cominciato anche a Padova.
Tengo a precisare che il veicolo lo uso per lavoro visto che sono un artigiano ma dal 1° ottobre non mi è più possibile se non dopo le 18,30 orario non proprio indicato per visitare clienti.
Resta comunque l’obbligo di pagare bollo, assicurazione e revisione ogni due anni (non capisco a cosa serve il controllo dei fumi) per intero anche se per un certo periodo io posso utilizzare il mezzo solo parzialmente.
Inoltre vedo pochi veicoli anziani e credo che quei pochi rimasti in circolazione e che girano per la città non siano la causa di inquinamento
La nostra amministrazione non si rende conto del problema che ha creato e che ha aggiunto ai molti altri che abbiamo noi lavoratori autonomi e non capisco perché le associazioni di categoria non intervengano per modificare questa ordinanza che lascia molti dubbi sulla risoluzione del problema.
Daniele Broggiato

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

7 commenti a

Blocco traffico

  1. 1
    Yog -

    Non intervengono perché hai una carretta di 30 anni che ogni sbuffo del tubo ammorba la città, comprati un mezzo decente e traccia. Euro 2… incredibile, non sono veicoli “anziani”, sono decrepiti.

  2. 2
    Angwhy -

    Yog fa lo spiritoso ma questa cosa è gravissima.quale sarà il prossimo step?bandire le vasche da bagno?o razionare l’acqua perche in alcuni paesi non piove.nessuno dice niente,boh!

  3. 3
    Marius -

    È vergognoso il blocco dei diesel, anche perché i principali responsabili dell’inquinamento sono gli impianti di riscaldamento.
    Però su quelli nessuno dice nulla, non parliamo poi di stufe a pellet e legna, che per logica andrebbero vietati.
    È chiaramente una manovra politica per obbligare la gente a comprare auto nuove e in questo modo far cassa sulle tasse connesse alle nuove immatricolazioni.

  4. 4
    BROGGIATO -

    Il luminare Yog probabilmente avrà un posticino da dipendente o meglio ancora dipendente pubblico e per dire stupidaggini di quel tipo non avrà mai riflettuto o meglio ancora provato le difficoltà che esistono per i lavoratori autonomi.
    Caro Yog, quando il mio lavoro funzionava non avevo certo bisogno che me lo suggerissi tu di cambiare mezzo, evidentemente non c’ è la possibilità e con queste restrizioni e di conseguenza lavorando meno la possibilità diminuirà ancora

  5. 5
    Yog -

    Bel lavoro facevi se ti trascini con un euro 2.

  6. 6
    Daniele Broggiato -

    Caro amico Yog….non meriti neanche un commento dopo ció che hai detto!!!!

  7. 7
    Gabriele -

    Buona sera Signor Broggiato.
    Sono totalmente d’accordo con Lei, credo che sia inutile fermare le Euro2,Euro3 ed Euro4, Perchè rappresentano a voler stare larghi il 70% del parco circolante (includendo anche veicoli commerciali, tipo il Suo e professionali tipo le motrici ed i camion). Non si capisce Perchè fermare le auto, quando i mezzi impiegati per il trasporto pubblico hanno un’età media, in Italia, di quattordici anni, cioè sono da considerare obsoleti. Senza contare le caldaie che vengono impiegate per il riscaldamento domestico, che sono ben più inquinanti dell’inquinamento prodotto dalle auto ecc.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili