Salta i links e vai al contenuto

Bivio infinito…

Lettere scritte dall'autore  Ester83

Ciao,
Sono sposata da 10 anni, quasi 11 e ne ho 36. Ho due figli di 9 e 6 anni. Non riesco a prendere la decisione di porre fine al mio matrimonio. Mi sento in colpa nei confronti dei miei figli, di prendere una scelta che cambierà la loro vita per colpa mia e xon essa anche il mio rapporto con loro.
Mi sono sposata innamoratissima di mio marito. Siamo stati veramente tanto felici. Dalla nascita del secondo figlio sono nati i problemi, io con il ricominciare a lavorare ho chiesto di rallentare dalle famiglie di origine di entrambe le parti (tre volte a settimana a pranzo o cena con loro). Da li sono nati i problemi. Lui non ha mai accettato la cosa, ho dovuto discutere xon i miei che però alla fine hanno capito e rispettato, i miei suoceri me ne hanno dette di tutti i colori. Ho iniziato ad allontanarmi da lui. Mi rendo conto che adesso non sia facile stare con me, gli voglio un gran bene ma non lo stimo più, non riesco a fidarmi di lui. Per un determinato periodo mi ha detto che mi avrebbe portato via j figli, che non li avrei più visti, sono stata da un avvocato ed ha detto che non è così che funziona. Il piccino aveva 2 anni (4 anni fa). Siamo arrivati alle mani, durante il look down mi invitava al suicidio dicendo che era l unica cosa buona che potessi fare e tanti altri “dispetti”. Due settimane fa non trovavo le medicine che dovevo dare al mio piccolo, insinuava che le avevo nascoste apposta per non dargliele.. un mese prima c è stata una nuova discussione con la sua famiglia perché avevo invitato un loro parente al rinfresco della comunione del ns bambini più grande. Avevamo deciso insieme, ma quando i suoi genitori/fratelli hanno detto di no si è rivoltato contro di me m, urlava che voleva fare a botte per chiamare i carabinieri…. i giorni a seguire sono stata molto male.. sono andata giù di testa. Passa da questi momenti di rabbia a messaggi bellissimi e dirmi che sono bella eccetera… non riesco a lasciarlo, ma non riesco neppure a dimenticare, non riesco a mettere un punto e andare avanti. Non riesco a fare l’amore con lui. Capisco che non sia facile stare con me così.. ma non so come sbloccarmi e sbloccare la situazione.. vorrei che finisse tutto. Vorrei solo essere non più sotto accusa, ma i miei bambini? E il matrimonio in cui credevo?

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Bivio infinito…

Lettere correlate a:

Bivio infinito…

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Bohemien82 -

    Che bello sposarsi.

  2. 2
    Golem -

    Non avete scampo: è finita. Ma come dico spesso, forse non è neppure cominciata. Io sono convinto che se un rapporto è bene indirizzato, “depurato” dalle illusioni e dalle fantasie non può che crescere, e non esaurirsi. Quando si arriva ai punti che hai descritto è venuta fuori solo la “verità” su quel rapporto, negarla significa solo continuare ad illudersi.

  3. 3
    Detta -

    Avrà trovato un belloccio su Instagram e sta progettando di lasciarlo.

  4. 4
    Massimo -

    Ci sono donne che hanno sempre qualche forme di sofferenza. Hanno bisogne di essere aiutate, ascoltate e capite, non giudicate!

  5. 5
    nip56 -

    ester83
    é difficile cambiare un contesto familiare. un consulente familiare potrebbe far capire la situazione e come comportarsi, ma da come ho capito, tu non provi più niente per tuo marito e come dice anche Detta, ti stai guardando intorno e forse hai inquadrato un collega del lavoro in un probabile sostituto(la metafora della scimmia e la liana) . Quando si è a un bivio é perché si é persa la strada e qualsiasi decisione prenderai non sarà mai quella giusta ma in questo momento lasciare tuo marito ti sembrerà una liberazione.

  6. 6
    rossana -

    Esther 83,
    “Siamo stati veramente tanto felici.”, e ti pare poco? quel tempo di gioia non potrà mai esserti portato via. spesso si tende a dimenticare il bene che si è vissuto, ad annullarlo in quanto di male è poi sopraggiunto.

    l’eccessiva presenza/influenza delle famiglie d’origine è spesso deleteria per una coppia, così come il forte peso della fatica della donna, su cui si regge quasi sempre l’armonia famigliare.

    il temperamento di tuo marito sembra troppo instabile e aggressivo perché ti possa sentire disponibile alla sessualità, collante pressoché ineludibile, talvolta in grado di controbilanciare tutto il resto.

    avete tentato una terapia di coppia? se quella non dovesse essere d’aiuto, non rimane che la separazione, benché i bambini siano ancora piccoli per non soffrirne troppo. credo, comunque, che non faccia bene nemmeno a loro vivere nell’atmosfera che si è venuta a creare in casa.

  7. 7
    Ty -

    Ma lascialo,rifatti una vita e prova altri pise…,vedi come rinasci!

  8. 8
    Konta Giante -

    Easy, Ty: ci avrà già pensato lei.

  9. 9
    Mister+T -

    Oramai il vostro rapporto è logoro quindi ti conviene lasciarlo. Hai paura del contraccolpo che ciò possa avere suoi tuoi figli e lo capisco ma hai pensato che andando avanti così per loro sarà peggio rispetto ad un eventuale divorzio? I bambini hanno bisogno di crescere in un ambiente sereno ed equilibrato….

  10. 10
    Giulyy -

    Non puoi vivere continuando a pensare di rovinare la vita dei tuoi bambini. Capisco che, data la loro età, all’inizio potrebbero essere arrabbiati e turbati, ma è sempre così. Nel caso, dovrai cercare di farli ragionare, facendo capire loro che la separazione sarebbe stato il metodo migliore per porre fine ai litigi e al tuo peso (soprattutto al figlio più grande).
    E’ sempre meglio porre fine a realtà che non ci rendono più felici nel presente.
    In più, devi iniziare a difenderti. Perchè non rinfacci un po’ a tuo marito e ai tuoi suoceri che quel bambino l’hai creato tu e che quindi loro non possono capire quante fatiche possa richiedere la sua cura? Non possono sapere che rifiutare dei pasti insieme è nulla in confronto a tutto ciò che deve affrontare una madre per il figlio.
    Perchè avresti dovuto nascondere le medicine di tuo figlio quando lui è una delle poche ragioni per cui stai ancora con tuo marito?
    Ora scaricano su di te la colpa di responsabilità che non si prendono.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili