Salta i links e vai al contenuto

Attrazione a distanza

Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni e sono uno studente universitario. Premetto che mi sono lasciato con la mia ragazza dopo quasi 3 anni che stavamo assieme e dopo 8 mesi dalla rottura sono riuscito a voltare pagina. Un mese dopo ho iniziato l’università e tra le (circa) 300 persone del mio corso ho notato una ragazza molto carina che, nell’immediato, non mi ha destato particolare interesse, però con il passare dei giorni ha iniziato ha interessarmi sempre di più, nonostante non la conoscessi. Ipotizzo che la mia attrazione sia data dall’aver osservato la tipologia di persona (una ragazza riservata, ma che sta sempre con gli amici e che ispira dolcezza e gentilezza) però ovviamente si può parlare solo di una cotta, dal momento che non ho avuto modo di conoscerla realmente. Ho chiesto consiglio ad una mia amica e mi ha detto di informarmi prima di fare la prima mossa, nell’eventualità che potesse avere un ragazzo. Quest’eventualità si è dimostrata vera e so che ha una storia di almeno un anno con questo ragazzo. Il problema è che l’interesse sarebbe dovuto passare, data la situazione non sviluppata, però continuo a tenerci e a cercare il suo sguardo durante le pause tra una lezione e l’altra. Aggiungo anche che io sono un tipo che quando si interessa ad una ragazza in particolare poi smette di interessarsi alle altre, quindi ho praticamente smesso di guardarmi intorno. Quali sono le vostre opinioni? Come agireste voi?

ps: Non sono un bambinetto e sono cosciente delle cose che sento (non sto dicendo di essere innamorato, ci mancherebbe); infatti l’unica mia storia è stata importante e come già detto è durata 3 anni, quindi non sono nemmeno uno che cerca cose frivole e superficiali.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti a

Attrazione a distanza

  1. 1
    nichy -

    Ciao Fabricius, penso semplicemente che tu non debba forzare la situazione. Se lei è fidanzata è probabile che sia anche innamorata, prova semplicemente a diventarle amico e lascia che le cose accadano spontaneamente, se dovranno accadere accadranno!!

  2. 2
    Ohara -

    Ciao.

    Non si può decidere di lasciar passare l’interesse o il piacere. Tu vieni da fuori da una storia abbastanza logorante credo, visto che parli del tempo trascorso di 8 mesi come una liberazione ed una conquista. Questo deve essere considerato.
    Per quanto riguarda la ragazza, non credo che il ragionamento “è fidanzata” debba indurti a non volerla conoscere. E non parlo per difendere la mia vicenda personale. Penso solo che conoscersi è un conto, fare altro implica appunto altro. Può anche succedere che a te non piaccia, che tu non le piaccia, così come potrebbe crearsi altro.
    Io però non mi chiuderei solo su questa persona. Dovresti cercare di rimanere con gli occhi aperti, perché non puoi permetterti di affidarti completamente ad una persona che non conosci. Per affidarti intendo riporre più speranze ed attribuire più qualità di quante non ne abbia. Magari una volta siediti vicino a lei a lezione (se c’è la possibilità di seguire qualche corso insieme) e poi sblocchi la situazione con una frase qualsiasi. Poi vedi come va.
    Io ad istinto non me la sento bene questa cosa, ma può comunque darsi invece che dia i suoi frutti. Sii concentrato e non permettere che entrino altri pensieri. Ora non è il momento di permetterlo. Tienimi aggiornato sulla situazione.

  3. 3
    Fabricius -

    @nichy
    Hai ragione, quello è il primo passo (anche perché sono un sostenitore delle storie che nascono dall’amicizia)!
    Il problema è conoscerla, dato che in facoltà abbiamo i nostri gruppi e su facebook non mi ispira cercarla dato che, a mio parere, sembrerei uno dei tanti maniaci che girano! Diciamo che sto un po’ tergiversando aspettando una buona occasione..

    @Ohara
    La storia ha avuto alti e bassi come tutte le relazioni, l’aspetto logorante è stato il distacco, dato che io la amavo ancora molto e, a prescindere dallo stare insieme, lei è stata una persona molto importante per me. Quindi ora che ho voltato pagina sono decisamente più leggero, anche se le ferite si portano dentro in ogni caso 🙂
    Cercherò di guardarmi più intorno anche se, come ho detto, tendenzialmente tendo a focalizzarmi solo su una persona se questa mi colpisce in qualche modo.
    Il problema, come ho detto anche a nichy, è conoscerla. A lezione lei sta con i suoi amici e io con i miei e attorno a lei non ci sono mai posti vuoti (poi desterebbe molto sospetto spostarsi completamente di posto in un’aula da 300 posti, soprattutto perché credo che gli amici abbiamo notato che le lancio sguardi alle pause). Nelle pause siamo sempre con i nostri amici, anche se alla fine ci ritroviamo a 2-3 m di distanza l’uno dall’altro. Cerco sempre segnali in lei che facciamo capire che ci sia interesse ma non mi è sembrato di vederne al momento.
    Una cosa.. cosa intendi con «Sii concentrato e non permettere che entrino altri pensieri.»?

    Grazie ad entrambi delle risposte 🙂

  4. 4
    Ohara -

    Intendo di non permetterti di pensare: “le piaccio perché…” oppure di pensare che sia la persona giusta. In realtà ti do dei consigli che in realtà ripeto a me stesso, benché per me la situazione sia ben differente e i fatti siano più espliciti. Ma comunque…inizia pian piano a costruire qualcosa e a conoscerla. Può benissimo essere che non vi piacerete, così come vi piacerete. Può benissimo essere che non sarà la persona giusta, così come lo sarà. Ecco, intendo di essere il più lucido possibile nell’analizzare la situazione.

  5. 5
    Fabricius -

    Si hai ragione, mi sono fatto prendere e ho mandato a quel paese una buona analisi della situazione! Comunque tranquillo, non direi mai «è quella giusta» senza manco conoscerla!
    Qualche consiglio per poterla conoscere, tenendo conto del contesto che ti ho raccontato (gruppi di amici diversi, nessun amico, o amico di amico in comune)?

  6. 6
    LUNA -

    ciao, ti dico come la vedo io, per me. Non credo che un interesse miracolosamente passa sapendo che una (uno) che ti piace è impegnata. Penso che entrino in gioco altri fattori, che appartengono al nostro modo di essere. Per me una persona impegnata ha il cartello ‘divieto’. E puoi crederci o no, ma mi viene automatico. Per una questione di rispetto, e perché mi immedisimo anche nell’altra persona e anche perché se una persona è impegnata con un’altra mi fa molto più piacere vedere che la rispetta, ci crede, rispetta il loro mondo e non fa entrare gli altri piuttosto del contrario. E te lo dico tanto più perché secondo me, rispetto a altre situazioni, sei stato pure fortunato. Hai saputo che è impegnata prima. Prima ancora di conoscerla e quando hai solo una cotta. Non dopo mesi che la frequenti, sei già ‘partito’ e di colpo scopri che è impegnata.

  7. 7
    LUNA -

    Mi ha colpito un po’ che ne parli come se fosse libera, e la questione fosse ‘soltanto’: come avvicinarmi e entrare in maggiore confidenza con lei, che mi piace e mi ha colpito. La naturale, anche spensierata, stuzzicante, sebbene anche rischiosa (ci si mette in gioco, c’è l’ignoto) fase del corteggiamento. Però il fatto che esista un lui rende le cose un po’ meno ‘lineari’, no? Certo, siete talmente giovani che anche quando si è innamorati si impara anche a conoscere l’amore, per cui magari lei lascerà il suo ragazzo tra un mese perché non è quello giusto e il vostro incontro sarà stato quello speciale, epocale. Ma tu stesso tra i 16 e 19 anni hai vissuto una storia seria, se pure è finita, e hai sofferto davvero, non per gioco. Immagino di suonare moralista, in realtà ognuno fa ciò che sente e anche lei saprà se le piaci o no, che rapporto ha, se mettere o togliere paletti… Sai cos’è anche, forse, che ho l’impressione che tu, dopo il ‘lutto’ della relazione finita, sia anche preso dal sentire che le TUE energie son tornate in circolo. Sei contento di avere una ‘cotta’, come hai spiegato tu, anche dell’euforia che dà a te e come ti riempie quando in un’aula cerchi lei. E sei anche un po’ impaziente, forse, di ‘rimettere in gioco il tuo cuore’? Tanto che il fatto che la cotta non passi e la tua attenzione non si rivolga altrove ti ‘indispone’ un po’? Gli esseri umani hanno il libero arbitrio, tu, lei, anche il suo lui. La vita pone tutti noi in situazioni anche inattese, di evoluzione, involuzione, in cui rischiamo di ficcarci nei guai o che ci possono anche far capire che siamo nel posto sbagliato. Ascoltarci è importante e scegliamo. Non capisco tanto però perché ti incaponisci, per una cotta, con una ragazza impegnata che tra l’altro, al momento, segnali non te ne lancia. Al di là anche di questioni etiche, personali, ma vale la pena di ficcarti in un possibile casino? Forse vuoi vedere semplicemente come si evolvono le cose. E ovviamente non lo so 😉 magari domani lei lascia lui e manda a te un mazzo di rose, o si mette col postino, o libera o impegnata conoscendovi scatta la scintilla e poi chissà oppure no. La vita è un divenire…

  8. 8
    Fabricius -

    Ciao Luna, grazie della tua risposta innanzitutto!
    Solitamente anche io vedo il cartello “divieto”, però penso anche che spesso, soprattutto alla mia età, le persone portano avanti storie sbagliate o poco importanti anche per lungo tempo, magari anche senza rendersene conto. Non dico che sia questo il caso, magari si amano alla follia e sono perfetti l’uno per l’altra.
    Sicuramente è stato una fortuna scoprirlo prima così da non farmi coinvolgere troppo,non lo metto in dubbio.

    Mi è piaciuta molto quest’analisi che hai fatto:
    «Sai cos’è anche, forse, che ho l’impressione che tu, dopo il ‘lutto’ della relazione finita, sia anche preso dal sentire che le TUE energie son tornate in circolo. Sei contento di avere una ‘cotta’, come hai spiegato tu, anche dell’euforia che dà a te e come ti riempie quando in un’aula cerchi lei. E sei anche un po’ impaziente, forse, di ‘rimettere in gioco il tuo cuore’? Tanto che il fatto che la cotta non passi e la tua attenzione non si rivolga altrove ti ‘indispone’ un po’? »

    E’ possibile che sia anche come dici tu dato che a me piace sentirmi preso da qualcuno, pur non ricambiato, perché è comunque una sensazione di vita che si prova dentro di sé!

    Comunque non so nemmeno io, a dir la verità, come mai mi sia così intestardito su questa faccenda; probabilmente la chiave del mistero è nelle tue righe, che ho riportato poco più su, altrimenti non saprei come spiegarlo.
    In effetti non so nemmeno cosa devo fare: non mi piace l’idea di rovinare una coppia però è vero che ci sono molte variabili. Il mio migliore amico e la sua ragazza si sono messi assieme in una situazione del genere e ormai si amano da circa 2 anni e mezzo!
    Tu mi consigli di starmene al mio posto o di provare a fare qualcosa? (non dico traviarla in modo che lo lasci, visto che oltretutto non so nemmeno se vorrei starci assieme, ma fare in modo di iniziare a conoscerla per avere più elementi per valutare il tutto)

  9. 9
    Ohara -

    Cerca di fare come ti ho detto: ti siedi vicino a lezione e poi viene da sé il parlare (tipo chiedere in prestito una penna o chiedi cosa ha detto il professore). Rileggi ad ogni modo il posto di Luna, perché è molto interessante ciò che ti ha scritto.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili