Salta i links e vai al contenuto

Tanti anni buttati via

Stavo con il mio ragazzo da parecchi anni.. Non dieci ma quasi… una storia che come ogni storia ha avuto i suoi alti e bassi
Io la sua prima ragazza perché ci siamo messi insieme in età di adolescenti.. insieme abbiamo fatto mille cose.. abbiamo fatto l’amore per la prima volta siamo partiti i nostri primi viaggi insieme.. e ci siamo stati vicini.. quando la vita ci ha tolto a noi persone care.. siamo stati vicini quando il lavoro ci imponeva di stare lontani fisicamente.. dio quanti sacrifici.. per stare insieme per costruire qualcosa di solido e duraturo… negli ultimi mesi sempre di più si parlava anche di matrimonio… di cambiare lavoro per avere un futuro più stabile e sicuro.. così da poter mettere su famiglia…
Poi invece il destino ha voluto che questa estate lui incontrasse una ragazza… una poco di buono direi.. perché ha fatto di tutto per fargli perdere la testa…. lei lascia il suo ragazzo storico lui lascia me…..
Facebook purtroppo è la bacheca dei nostri sentimenti a volte… e da li ho visto nascere la loro storia.. ancora prima quando lui stava ancora con me… e ora se la stanno vivendo in pieno… all’inizio lui ha negato negato…. perché mi ha lasciata per una scusa banale,,, non aveva motivi seri per lasciarmi e non ha avuto le palle per dirmi che si era innamorato di un altra… ho scoperto tutto da sola… ma lui negava negava negava… e ancora oggi dice che il tutto con questa ragazza è nato dopo… ma quale dopo e dopo?? Se io avevo capito già tutto.. gli avevo anche già detto il nome e il cognome della ragazza con la quale stava.. e infatti questa è stata…. io non capisco e non mi do pace… come ha fatto a dimenticare tutto?
Come fa a chiamare lei amore a dire a lei ti amo quando prima questa cose le faceva con me… ma come può essere senza cuore… come non può non pensarmi più da un giorno all’altro…. io pensando a ciò non mi do pace… anche io sto iniziando una nuova storia… ma sembra tutto difficile.. secondo voi si pentirà mai di ciò che ha fatto????

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    Valinda -

    Cara piccola stella senza cielo (bellissima canzone del liga tra
    l’altro). io ci sono passata e ci sto passando. la mia è stata una
    storia molto più breve (di un anno e mezzo) ma il dolore è stato cmq
    tantissimo. e capisco ancora di più te dopo una storia così lunga. le
    risposte alle tue domande purtroppo non ci sono, non le troverai mai
    credimi. io c’ho sbattuto la testa e ancora ce la sbatto dopo 6 mesi
    dalla rottura ma la verità è che RISPOSTE NON CI SONO. è preso
    dall’altra si è infatuato, magari era già in crisi da prima, magari è
    più superficiale di te…le ipotesi sono mille ma una risposta chiara
    e definitiva non esiste e non esisterà mai. fa male, fa schifo ma è
    così purtroppo. è la vita e a volte è così schifosa da dare la nausea.

    è difficile ed è durissima ma ti consiglio di non pensarci troppo e
    soprattutto di tagliare ogni contatto con lui. io non l’ho fatto e
    ancora ne pago le conseguenze. anche perché il mio ex non ha mai avuto
    le palle per chiarire davvero e dirmi le cose in faccia. lui idem dopo
    2giorni era già in giro con un’altra e idem si è nascosto dietro
    banali scuse. anche ieri gli ho mandato un sms a cui non si è nemmeno
    degnato di rispondere. tu non farlo, vai avanti e non guardarti
    indietro. coltiva la tua nuova storia se te la senti e se hai fiducia.
    anch’io stavo frequentando un nuovo ragazzo e per lui sentivo
    qualcosa…ma ho preferito chiudere perché non ce la faccio sono
    ancora troppo delusa, scottata e rabbiosa. in questo momento non credo
    a nessuno e tantomeno nell’amore. per il mio ex ero l’anima gemella
    che amava la follia fino al giorno prima. e il giorno dopo arrivederci
    e grazie con la nuova donna. se mi fosse passato sopra un treno mi
    avrebbe fatto meno male.

    spero che tu sia più forte e positiva di me, buona fortuna!!

  2. 2
    Prin -

    Difficilmente le storie finiscono senza un perché, specialmente quelle lunghe.. Si tace, si passa sopra, ci si fa andar bene tante cose, tutte piccole, ma a furia di granelli di sabbia accumulati non si riesce più a volare, ci si rende conto che si vorrebbe fosse tutto diverso e quella nuova persona che riesce ancora a tener nascosti i suoi ‘difetti’ sembra la risposta.. ; )

  3. 3
    T.D._ -

    “Tanti anni buttati via” si legge nel titolo. Secondo me, a torto.
    Se tu la guardi dal punto di vista dell’aspettativa futura, allora concordo sul fatto che sembra come “averci lavorato tanto per niente”.
    Ma io non concepisco una storia SOLO in vista del domani. Anch’io sto da tanto con il mio ragazzo, primo ultimo ecc, e anch’io proverei esattamente la tua stessa cosa. Ma prova a pensare che una relazione di autoalimenta di se stessa, ogni giorno và coltivata e dare per scontato una famiglia perchè si sta da tanto insieme, ahimè è una trappola pericolosa quanto automatica. “Non dare mai nulla per scontato” recita il detto: fosse facile! Eppure forse sarebbe meglio, ma troppo preventivo, troppo calcolato, troppo inumano.
    Comunque sia, credo che una storia d’amore sia sempre un’esperienza che non solo ci fa imparare determinate cose nuove (sia dal punto di vista pratico sia da quello sentimentale, morale, affettivo), ma addirittura ci cambia. Se tu oggi sei quella che sei, lo sei anche grazie a questa storia, sia nel bene che nel male. Se parti da questa considerazione razionale ma credo abbastanza realistica -anche perchè come tu stessa dici 10 anni sono davvero considerevoli- e provi a viverla con un pò di serena lucidità, per quanto è possibile, forse è più facile almeno accantonare la beffa che hai subito oltre al danno.

    Concentrandomi adesso, invece, sul danno, è vero che può capitare di innamorarsi o meglio invaghirsi di qualcun altro, ma non per niente gli esseri umani più nobili sono dotati di onestà. E quest’ultima non è camuffabile, non si nasconde dietro quelli che molto spesso sono ipocriti “se” e “ma”, e affermo questo pur essendo una persona generalmente tollerante sull’incertezza e sulla fragilità umana. Eppure resto convinta che questo ragazzo prima di innamorarsi (? sicura?) della tipa in questione se n’è invaghito e prima ancora ha iniziato ad accorgersi di lei. Ebbene: è lì che una persona onesta emerge: parlando, confidandosi e aprendosi alla persona che ha SCELTO di avere affianco per così tanti anni. Questo a mio avviso sarebbe stato un buon comportamento sia verso se stesso (almeno evitava di scendere in quella vigliaccheria spicciola del negare di fronte all’evidenza), ma soprattutto verso di te, e a mio modo di intenderla era suo DOVERE preservarti dal dolore e dal trauma di scoprire tutto da sola, dalla rabbia e dal sentirti spaesata di sentirti dire “ti sbagli” di fronte alle certezze di essere tradita,addirittura comprovata

  4. 4
    T.D._ -

    Secondo me avrebbe dovuto parlartene prima, e come prima ha preferito tacere, ha optato per la via più facile, probabilmente è quello che sta facendo tutt’ora. Adesso forse è la vergogna che gli parla (spero più che altro per lui!), e così facendo non è capace di chiederti umilmente scusa, come tengo a sottolineare non tanto per essersi innamorato di qualcun altro (a parte che volendo allontanava la persona o si allontanava lui!!) piuttosto di non essere stato leale nei tuoi confronti, anzi di averti trattato con menefreghismo. Avresti sofferto ugualmente, ma sicuramente l’impatto sarebbe stato meno violento.

    Venendo alla tua domanda: ti ha dimenticata? possibile? Vuoi la verità? Senza illusioni o false illusioni? Puramente da come prevedo le cose? Partendo dall’idea che non lo conosco e che solo lui certe cose le può sapere?
    Allora io credo che tu non debba illuderti in un ritorno, almeno nell’immediato. La tipa in questione al momento rappresenta la novità, l’idealizzazione della libertà, forse addirittura si compiace di se stesso per essere stato “così coraggioso da cambiare vita”. Ma passata la smania ormonale, c’è una storia da costruire, fatta a sua volta da quotidianità, grattacapi e via dicendo. E sarà lì, nella nuova abitudine, che a mio avviso continuerà, esplicitamente o meno, volente o meno, a paragonarla a te. E difficilmente reggerà il confronto in quanto tu in 10 anni hai avuto il tempo di diventare per lui scoglio di sicurezza. Continuamente, inevitabile si chiederà tra sè e sè “meglio prima od ora””. Se si renderà conto di quello che ha fatto, si mangerà le mani e non mi stupirei se tornasse da te cercando di riallacciare almeno i contatti.
    Pensaci bene, pensaci molto bene prima di accettare. Spassionato consiglio.

    Poi veniamo a te. Ti chiedi del tuo ex ma stai “Iniziando una storia”. Occhio. Nella fase che stai vivendo con questa persona dovresti essere completamente immersa da non pensare minimente all’altro. Qui mi sà che si tratta del chiodo-scaccia-chiodo, e personalmente non ci credo molto. Sia per te che nei confronti del ragazzo/uomo in questione. Per cui stavolta, per quanto tu stia male, dovresti fare lo sforzo di non essere egoista, insomma di chiedeti davvero se ti senti pronta per amare completamente un altra persona, considerando che è unica, non deve pagare per colpe non sue e potrebbe soffrire irrimediabilmente. TI invito a riflettere, sperando che tu faccia la scelta migliore per te.
    Ciao

  5. 5
    Tety -

    Ho 33 anni ed ho interrotto una relazione dopo 14 anni. Quando ci siamo messi insieme avevo 20 anni. Lui 22. Parlavamo di matrimonio, di figli.
    Parlavamo……………..
    14 anni di fidanzamento.
    14 anni di piccole delusioni, 14 anni in cui ho sperato ed ho sperato a vanvera.
    Alla fine non ce l’ho più fatta.
    Sono caduta in depressione. In una grave depressione. Ma non lo sapevo.
    E lui era lì.
    Presente, calmo, pacifico, tranquillo.
    Io morivo e lui c’era.
    Alla fine l’ho lasciato per un altro che mi ha dato tutto ciò che volevo: presenza ed affetto.
    Un tipo conosciuto al bar. Piangevo sul caffè e mi ha chiesto: “che c’è?”. Il mio ex non l’ha mai fatto. Piangevo e diceva che ero una frignona, che dovevo crescere.
    Quando l’ho lasciato il mio ex è caduto dalle nubi.
    Pensava che l’essere presente FISICAMENTE , il non alzare la voce e le mani fossero sufficienti.
    Con lui stavo male. Con il mio attuale quasi marito (il 20 ci sposiamo dopo sei mesi di fidanzamento) sono la persona più realizzata di questa terra.
    Anche se guadagna un terzo del mio ex e, a volte, facciamo litigate terribili.
    In quelle litigate c’è tutto l’amore che non ho avuto.
    14 anni buttati nel cesso.
    E il mio ex si continua a domandare e a domandarsi perchè e mi da della gran tr…!
    E’ normale. Io sono la cattiva perchè sto bene e lui è il buono perchè sta male.
    Prima di prendervela con chi vi ha fregato il posto pensate a cosa avete fatto per lasciarvelo fregare!

  6. 6
    Valinda -

    Cara TETY,
    non conosco nei dettagli la tua storia quindi non posso certo
    esprimere grandi opinioni in merito. se stavi male tu lo sai e per te
    è stato giusto troncare. ma la generalizzazione non la accetto mi
    dispiace. chi lascia ha i suoi buoni motivi ci mancherebbe altro ed è
    legittimo lasciare, nessuno sta lì col mitra puntato a costringere le
    persone a stare insieme. ma attenzione perché lasciare nascondendosi
    dietro le solite scuse banali (se giri per questo sito ne troverai a
    triliardi) con l’altra/o pronto già a bordo campo, le menzogne,
    l’inganno, il tradimento NON VANNO BENE, fanno male, sono
    irrispettose, sono da vigliacchi punto e basta. e anche sul fatto che
    l’altro deve sentirsi in colpa per essere stato lasciato proprio non
    ci sto. non immagini nemmeno quanto fa male questo concetto. hai
    lasciato perché non lo amavi più, perché hai trovato uno che ti
    piaceva di più, con tutti i tuoi buoni motivi ma per favore NON DARE
    la colpa a lui.
    le generalizzazioni sono sempre scorrette. in parallelo io allora
    potrei dirti che tu l’hai lasciato solo perché avevi un altro ramo su
    cui appoggiarti. in 14 anni solo uno sconosciuto al bar ti ha aperto
    gli occhi??? e se subito ti sei buttata tra le sue braccia di un altro
    che sposi dopo solo 6 mesi il tuo ex chiaramente non l’amavi più.
    perché non gliel’hai detto e basta? e hai aspettato di andare con un
    altro? se ci stavi così male perché non l’hai lasciato prima? e potrei
    dirti anche che tra un po’ quando ti sarà passata l’infatuazione forse
    ricercherai pure il tuo vecchio ex sul quale adesso sputi sopra. MA
    tutte queste cose te le dico con ironia perché capisco la tua
    situazione e non giudico a priori. quindi cerca di farlo anche tu per
    favore.

    un’ultima cosa: che significa che guadagna un terzo del tuo ex?
    significa che sei brava perché hai scelto pure uno con meno soldi. non
    voglio credere che sia così, perché sarebbe di una pochezza umana e di
    uno squallore infiniti.

  7. 7
    colam's -

    Anche io dopo 10 anni di fidanzamento ho trovato la persona giusta.

    credo che il problema dei fidanzamenti lunghi e’ che le ragioni che hanno portato la coppia a crearsi (prima storia, infatuazione tra 20enni..) perdono valore 10 anni dopo. Nel mio caso a 20 anni grosso modo tutto bene (vacanzuole, cinema, ristorantini, trombatine.. ) Ma a 30 anno i progetti di vita erano completamente diversi ed incompatibili (sposarsi o no, famiglia o no, dove vivere, mutuo, gestione delle rispettive famiglie..). Bisognerebbe fare maggiori esperienze prima di fidanzarsi seriamente, ma quando pensi di aver trovato la persona giusta, o perlomeno la persona speciale (il che purtroppo non e’ la stessa cosa), non ha senso lasciarla per fare altre esperienze. Bah..

  8. 8
    piccola stella senza cielo -

    tety bhè posso dirti che io sono stata sempre molto presente..quando aveva problemi a casa con la sua famiglia con i suoi..quando aveva problemi a lavoro…quando facevo di tutto per vederlo..quando lui staccava da lavoro anche solo il tempo di un bacio….lo amavo..eppure ero io che ho passato tanti natali e feste varie a casa da sola senza lui…perchè lui era a lavoro e poi stanco tornava a casa..sono io che i fine settimana rimanevo a casa sempre per il suo lavoro..sono io che mi sentivo sola pur stando con lui…era lui la persona che era poco presente..eppure a me bastava poco per essere felice anche solo una chiamata un sms…io non ho fatto nulla per perderlo è stato lui che è andato via….e che nn mi do pace per questo.forse è vero proprio vero..che nella vita più si dà meno si riceve.e ora forse tutto cio che io gli ho dato lui lo sta dando a lei che forse lo amerà neanche un quarto di come l’ho amato io…

  9. 9
    Silvy -

    A volte la persona che abbiamo accanto non è quella giusta per noi (Tety), a volte ci si
    mette insieme da giovani e crescendo ci si accorge che gli obiettivi sono diversi (colam’s),
    ma l’analisi più giusta mi sembra proprio quella di Prin: a volte si va alla ricerca di una
    nuova emozione che il vecchio rapporto (poco curato, taciuto, dimenticato) non è più in
    grado di dare e ci si innamora del nuovo che all’inizio nasconde bene i suoi difetti…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili