Salta i links e vai al contenuto

5 anni buttati al vento?

Lettere scritte dall'autore  

Salve,
scrivo qui per avere qualche consiglio che forse mi sarà utile.
Sono fidanzato da 5 anni: dopo 2 anni di tira e molla decidemmo di stare assieme sul serio e la cosa va appunto avanti senza interruzioni dal 2004.
Tutto è perfetto, ci sono progetti di matrimonio e di famiglia insieme.

A febbraio di quest’anno le cose cominciano a deragliare un pò, io sinceramente non capivo il perché, la sentivo scostante, più fredda e (a mio parere) con altre priorità in testa [la sua famiglia, i suoi impegni].

Premetto che mi sono sempre dedicato molto alle sue vicende e agli innumerevoli problemi dei componenti di casa sua, sollevandola e non poco da compiti gravosi e antipatici. Dal momento che mi sono messo con lei sapevo più o meno a cosa sarei andato incontro e sapevo che non sarebbe stato facile ma l’ho accettato per AMORE SUO!

A maggio viene fuori una novità: lei sostiene di non sapere più se mi ama. Io mi sono sentito veramente perduto, ho creduto che stavo per perdere tutto quello che avevo costruito e amato e tutti i progetti che pensavo fossero condivisi da lei (me lo confermava sempre).
Il giorno dopo un suo familiare ha avuto un incidente abbastanza serio, tale da dover ricevere assistenza. Miracolosamente (tsè!) la sera stessa lei ha un improvviso ravvedimento e sostiene che è stato uno sbandamento momentaneo e che mi ama come prima ed è sempre convinta di volermi sposare. Io (fesso) ci credo.

[Infatti ieri ha confessato che non era vero ma aveva paura e poi non voleva turbare il familiare malato. ]

Passa il tempo, aiuto il malato, ma la situazione non migliora, lei è sempre più distratta e distante, ritaglia me dalla sua vita in tutti i modi possibili, mi estromette. Io ovviamente mi lamento e lei risponde che sono solo geloso.

Un giorno sua madre commenta un mio atteggiamento avuto con lei per un’uscita, cosa che non avrebbe dovuto sapere in quanto ovviamente non era presente. A quel punto chiedo alla mia (ora ex) fidanzata di tenere le famiglie fuori dai nostri problemi: lei accetta.

La situazione peggiora sempre di più, lei scatta per nulla e mi accorgo che non ha più molto piacere a stare accanto a me.
Io sono ottimista e pensavo fosse una cosa passeggera, pensavo fosse legato allo stress accumulato per alcuni esami universitari.
Ho iniziato anche a credere d’essere io il problema, mi sono autoconvinto d’essere troppo presente, mi sono svalutato come persona, mi sono umiliato chiedendole piangendo un po’ del suo tempo e delle sue attenzioni.
Lei alternava rabbia e affetto nei miei confronti.

Siamo partiti in vacanza, fino alla fine della vacanza andò tutto bene, lei era quasi dolce nei miei confronti. In viaggio per il rientro altro grosso litigio, risoltosi (non bene) prima dell’arrivo in città. La vera sorpresa mi aspettava per il giorno dopo.

Siamo partiti presto (dovevo accompagnarla all’università), nel corso della mattinata la visita in casa del mio parente non è andata granché bene quindi non me la sono sentito di restare li a pranzo, dunque le ho proposto di mangiare con lei e i suoi colleghi (cosa che non avevo mai accettato di fare perché non mi sentivo a mio agio con loro, ma volevo approfittare dell’occasione e imparare a conoscerli per il bene della coppia). Lei tira su un manicomio incredibile, cerca mille varianti finché lei non finisce per decidere di mangiare un panino da soli. Allora le propongo di studiare con loro in biblioteca e le spiego che se instauro buoni rapporti con loro tutto è più facile.
A quel punto perde totalmente le staffe e mi dice che voglio solo controllarla (e davvero non era così).
Patatrak!
Scende dalla macchina approfittando del semaforo rosso e mi urla che è stufa. Io ero disperato perché davvero non avevo fatto nulla di male, pensavo sarebbe stata contenta della proposta. La rintraccio per strada, si ferma e parte un’accesa discussione che culmina con un secco ma calmo “non ti amo più”.

Mi cade un mattone in testa, come, le chiedo, ieri volevi sposarmi e oggi non mi ami più? Lei risponde che ci pensa da quando aveva avuto lo sbandamento a maggio.
Casco completamente dalle nuvole, mi rendo conto che mi prende per i fondelli da mesi e nel modo peggiore, dicendomi quale anello di fidanzamento le piacerebbe, che cerimonia nuziale sarebbe meglio e altre cose amene del genere.
Ora è diventata un blocco di ghiaccio, e le ho detto che non è possibile congelarsi così da un giorno all’altro; l’unica cosa plausibile è che lei ha FINTO TOTALMENTE con me tutto questo tempo ed ora è tornata ad essere se stessa.
Essendo noi fidanzati in casa (ahimè), al ritorno abbiamo dato ai miei suoceri la notizia: li pianti su pianti e se la sono presa con lei. Ma zaak ecco l’altra novità: mia suocera comincia a parlare di cose molto private tra me e lei che NON POTEVA ASSOLUTAMENTE SAPERE.

Quindi la suddetta ex-fidanzata non solo mi ha mentito sui suoi sentimenti, mi ha mentito anche su altro il che fa di lei senza ombra di dubbio una bugiarda a 360°. Parliamo un po’ e su esortazione della madre e mia accetta di rifletterci sopra (ancora non ero rinsavito). Io ho passato 2 giorni terribili, pensando che non valgo nulla e che la mia vita senza di lei non avrebbe nessun senso, meglio la morte.
Ho pensato al suicidio concretamente.

Ieri decido di interrompere di frequentare la sua casa (fino a ieri andavo tutti i giorni), dico che parto per riflettere io e per dare a lei la possibilità di riflettere. Mia suocera mi dice che mi vuole bene, che mi vuole chiamare ecc ecc, prova a convincermi a partire con lei ma non ci penso nemmeno e nemmeno lei credo. Piagnisteo al completo insomma.

Io ancora non ero tornato in me, ancora pensavo che se lei avesse voluto ricomporre i cocci io sarei stato li pronto ad aspettarla e anche a sostenerla se non mi avesse più voluto.
Finalmente ieri pomeriggio il primo flash di salute mentale: penso a che razza di bugiarda inaffidabile stavo donando il mio futuro, capisco il doppiogioco che mi ha fatto in questi mesi, capisco quanto crudele è stato il suo comportamento, finalmente la vedo sotto una luce diversa, mi ha deluso e offeso.
Ho annunciato la mia partenza e mi sono chiuso in silenzio stampa, per ora in casa in attesa di partire sul serio. Ricevo una chiamata da parte di sua madre, mi impietosisco e rispondo: le dico di dire alla figlia di non chiamarmi salvo disgrazia, che casomai se ne parlerà al mio ritorno. Ieri sera sul tardi mi chiama la mia ex-fidanzata, rispondo e le dico:… lei risponde: e chiude.
Oggi ho ricevuto almeno 100 chiamate dal numero della madre e non ho risposto nemmeno ad una di queste. Poi un sms sempre suo con su scritto di rispondere, che mi vuole bene, che la mia ex è a letto piangente (piangente dai sensi di colpa verso i suoi genitori penso io, non dalla mia distanza). Dopo un po’ arriva un sms dalla mia ex con su scritto che se ci sono e voglio andare a casa sua torna suo fratello che mi ha anche preso un pensierino dal suo viaggio (il fratello di tutto questo non sa nulla, lui è parte integrante dei problemi di lei).

Oggi mi sono preso del tempo per me, ho fatto un lungo giro e sono andato a trovare delle persone lontane, ho passato un pomeriggio sereno, in viaggio a/r ho avuto modo di riflettere seriamente.

– se lei vorrà tornare con me sarà per amore o per paura di dare un dispiacere ai genitori?
– ho analizzato tutto e secondo me ha mire per qualcun’altro (che dubito si sobbarcherà i problemi che lei si porta appresso, ad ogni modo buona fortuna)
– nel remoto caso che lei voglia ricomporre tutto io cosa farò? ora come ora sto vedendo chiaro su troppe cose e riaffidare per un’altra volta la mia vita a una persona così bassa non credo sia una buona idea. Ma l’amore da parte mia non posso negare che ancora c’è.
– altro fattore da non sottovalutare è la mia autostima: quando è successo il finimondo è crollata, ma ora è in costante aumento e mi sento in uno strano stato di serenità: LIBERO!
Pensavo d’esser fatto per metter su famiglia ma ora è l’ultima cosa a cui penso, mi si parano davanti agli occhi mille obiettivi che potrei raggiungere benissimo anche e soprattutto da single.
Quindi ora sto raccogliendo le idee, per questo mi sono messo in un “eremo” domestico, in attesa di partire qualche giorno.

Questa è una lettera di sfogo, mi scuso per la stesura non proprio idonea. Se qualcuno si sente di darmi qualche consiglio sono felice di leggerli.

grazie, C.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    carmela -

    Stai ritrovando la serenità? Fuggi il più lontano che puoi da lei. Non sarai nè il primo e nè l ultimo a cui è capitata una sciagura del genere e cioè essere maltrattato da una fidanzata viziata e scusa se lo dico cattiva. Solitamente io difendo le donne,ma leggendo la tua lettera,ho inquadrato la tipa: una aprofittatrice e una succhia sangue. L unica cosa che ti consiglio è quello di non precluderti la possibilità un giorno di crearti una famiglia con una brava ragazza. Ciao

  2. 2
    ilmarmocchio -

    Segui il consiglio di Carmela, che sottoscrivo al 100%

  3. 3
    Aspir1 -

    Grazie Carmela per il tuo commento.
    Io l’ho davvero adorata, in tutti i sensi! Non le ho mai fatto mancare il mio sostegno in tutti questi anni; mi chiedo come sia possibile arrivare a situazioni di questo tipo! Lei è moooolto viziata e questo è anche colpa mia. Ora proseguo nel mio silenzio, sempre tormentato dai tentativi di mia suocera di chiamarmi. A fine settimana avrò le idee più chiare e sono sicuro che saprò affrontare bene il discorso con lei.
    Ieri è stata davvero una bella giornata 🙂 e anche oggi è trascorsa serena, forse perchè mi sento libero non so.. Grazie ancora Carmela per la tua attenzione 🙂

  4. 4
    Rasputin -

    Bel tipino la tua ex!
    Mi domando come fai ad essere sereno…ti invidio. Io ho una gran voglia di spaccare tutto quello che mi passa davanti…

  5. 5
    JhonR4 -

    Stai facendo la cosa più giusta. Sono seriamente contento per te che già dopo due giorni riesci a vedere le cose con la giusta ottica. Certo sei ancora innamorato, ma riesci a vedere la via giusta da seguire ( a me ci son voluti 3 mesi!).

    Il mio consiglio é di chiudere definitivamente con lei.Te ne ha fatte tante e tu ti meriti di meglio, meriti di donare il tuo futuro ad una persona migliore, non ad una che ti prende in giro ( anche la mia ex mi ha preso in giro per un mese)!
    Ora sei single, pensa a leccarti le ferite a riscoprire te stesso ( vedrai che ti piacerà) e vedere cosa realmente vuoi dalla vita.

  6. 6
    Antuan -

    Ciao

    Sai cosa ho pensato leggendo la tua lettera? Questa pensa ad un altro… E dopo poche righe mi scrivi che non ti voleva a pranzo con i suoi colleghi. Perche non voleva? Io faccio due conti, falli pure tu.

    Buona fortuna!

  7. 7
    carmela -

    sono contenta di esserti stata utile: quando impareremo a fregarcene di certe persone che pretendono ma non danno nulla in cambio,allora e solo allora,si accorgeranno di quello che hanno perso. Ciao

  8. 8
    Aspir1 -

    Grazie a tutti per l’affetto che mi avete dimostrato, immaginavo di non essere il solo a cui è capitata una cosa del genere.. Oggi un piccolo aggiornamento, non mi chiama più sua madre ma direttamente lei, gia decine di volte stamattina. Non so cosa voglia dirmi anche se immagino la sua faccia piena di finta pietà e le sue parole “vorrei tanto stare con te ma non posso”. Stavolta però ha fatto i conti senza l’oste (che sarei io :D), al cellulare non rispondo finchè non avrò le idee abbastanza chiare su cosa dirle in proposito. Visto che i suoi pensieri erano più che altro sul non distruggere la sua famiglia se la goda la sua famiglia ora perchè ora ad aiutarla non c’è più nessuno. Tanto ora sono sicuro che stanno chiamando solo per scaricarsi le responsabilità, mi immaginano a letto abbattuto e anche qui si sbagliano. Non ho mai girato come in questi giorni. Un pò è normale che mi dispiace perchè ho investito gli anni migliori con lei, ma ho capito che gli anni migliori sono tutti se li sai sfruttare.
    Non vedo l’ora di chiudere tutta questa storia, ma è ancora presto, tra un paio di giorni le manderò un sms per vederci DA SOLI SENZA SUOCERI da qualche parte così avrò l’occasione di dire tutto quello che penso di lei e quello che ho capito.
    La cosa che mi fa davvero soffrire è un bambino che c’è in casa sua, l’ho visto nascere, l’ho cresciuto fino a un certo punto e l’ho tenuto tanto con me nell’ultimo anno. E’ praticamente come fosse mio figlio e mi manca davvero. Ma alla fine penso che comunque mio figlio non è, è SUO nipote. Il bimbo è legatissimo a me, ora ha 2 anni ma si dimenticherà presto immagino. Lei ultimamente si incazzava spesso perchè secondo lei dovevo passare più tempo col bambino e non preoccuparmi dei suoi impegni.. ora capisco che intendeva manovalanza a costo zero.
    Vi ringrazio nuovamente, mi siete davvero utili.

  9. 9
    Ari -

    Smetti di chiamare “mia suocera” la madre della tua ex.
    Non lo è mai stata.
    Penso che sarai molto più sereno senza di loro.
    Buona fortuna.

  10. 10
    Andrea -

    Quando hai detto che da un giorno all’ altro lei è diventata più fredda e distaccata ho capito che lei o pensava ad un altro oppure era arrabbiata con te…immagino che la prima sia quella più plausibile..tutto qello che ti è capitato è una conseguenza del suo carattere e del fatto che le donne quando puntano un’ altro uomo tendono a distaccare sempre più l’ uomo che fino a prima era con loro e dare spazzio al nuovo “amore” non pensado a tutti gli anni passati felicemente….poi le donna si stancano quando le ami troppo (e io amo sempre troppo)…chi è troppo amato amore non dà….non lasciarla prima devi chiarire per vedere se si può recuperare il rapporto sono pur sempre 5 anni cavolo…..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili