Salta i links e vai al contenuto

Come posso andare da lui, se i miei non mi lasciano?

Ciao a tutti,
vorrei parlarvi della mia situazione sentimentale con un ragazzo che ho conosciuto 2 mesi fa. Lui è di milano e per venire da me ci mette 1 ora e mezza per via della distanza che ci separa.
Subito ci siamo trovati molto d’accordo su tantissime cose, su ciò che piace ad entrambi e abbiamo molti punti in comune.
Lui è sempre stato dolcissimo e affettuoso con me, ed io ho sempre ricambiato. Ci siamo frequentati per un pò, quando un giorno mi ha detto che non sarebbe potuto venire per un bel periodo perchè ha dei problemi di salute.. (che avesse dei problemi già lo sapevo quando ci siamo conosciuti, perchè me ne ha sempre parlato).
Ma poi la situzione per lui si era messa un pò male, fino a tal punto che ora sta male con sè stesso e con il mondo.

Comunque mi ha spiegato che non ci sta nemmeno molto con la testa, e deve andare anche da uno psicologo.
Mi ha detto che per ora non vuole che ci frequentiamo troppo, anche se restiamo cmq in contatto. E che andrebbe bene se vado io da lui qualche volta. E a me andrebbe anche bene. L’unico ostacolo però sono i miei genitori!!
Non mi lasciano andare a Milano. Devo comunque trovare un modo per andarci perchè mi manca tanto e preferirei parlargli di persona invece che per sms.
Ma come faccio?? Se qualcuno ha degli OTTIMI ed EFFICACI consigli da darmi per andare da lui, inventando qualche scusa con i miei genitori, si faccia sentire. Purtroppo è l’unico modo che ho per poter andare da lui. Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Gaetano -

    Il fatto che tu dipenda dai genitori fa pensare che sei molto giovane, ma magari non è così.
    Comunque per adesso fai quello che puoi, ossia tieniti in contatto con lui tramite cellulare e poi più in là vi rincontrerete quando possibile.
    Se non funzionasse non ti crucciare, alle volte non è destino.
    Ciao

  2. 2
    Chiaramente -

    Chiedi ai tuoi genitori di accompagnarti. Di che è un tuo amico e che sta male e vorresti vedere di persona come sta.

  3. 3
    astarte -

    Io voto per la sincerità. Direi ai miei genitori che tengo molto a questa persona e che sapendo che sta male mi piacerebbe andarla a trovare, anche se non spesso, almeno un paio di volte. Tenterei la via del ragionarci insieme. Il risultato però dipende dal rapporto che hai con i tuoi e dal tuo modo di porti in relazione a questa vicenda.
    Se sei molto giovane i tuoi genitori potrebbero preoccuparsi sapendo che frequenti una persona che non conoscono e che dice di “non starci molto con la testa”. Cerca di metterti nei loro panni e aiutali ad aiutarti.
    Se gli menti e lo scoprono perderanno fiducia in te e penseranno che il tuo attaccamento a questa persona ti sta fuorviando. Se non fai nulla di male perché mentire?

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili