Salta i links e vai al contenuto

Anche io tradita

ciao a tutti,
scrivo su queste pagine perchè nono ho nessuno con cui parlare: nessun vero amico, genitori anziani, figli troppo piccoli per capire…
Conosco mio marito da quando avevo 19 anni. Ora ne ho 38. Siamo sposati da piu di dieci anni, abbiamo tre figli bellissimi.
Abbiamo sempre parlato molto tra noi e condiviso praticamente tutto.
Poi lui quattro anni fa è cambiato. So che si sentiva con delle donne in chat, per mail, cellulare…. lunghe telefonate… chissà, magari si sono anche incontrati. Nutro dei dubbi anche su una sua ex collega..
Io in quel periodo ero incinta del nostro terzo figlio e ricordo che quando è nato lui non sembrava nemmeno contento. Ha minacciato piu volte in quel periodo di volersene andare di casa ed io (stupida) l’ho supplicato di non lasciarmi…
Ora quel periodo orribile sembrava lontano, sembrava che fossimo di nuovo una coppia felice, una famiglia felice… e invece… come in tutte le storie tristi dieci giorni fa vado al pc per vedere il meteo e… vedo che il pc è acceso….. e vedo che sullo schermo c’è una chat aperta… Ho letto… ho letto tutto… lui scriveva che lei era “sensuale”…. si dicevano che era stato bello vedersi… “ti faccio sapere per giovedi”…
Per me è stato come sentire una lama nella pancia.
Gli ho chiesto cosa vuol dire… lui dice che non c’è niente di male, che è una cavolata e che non capisce perchè ci rimango male.
Io ho pianto, ho pianto tanto… ora non piango piu e cerco di comportarmi come sempre (3 figli che non hanno nessuna colpa). ma non riesco piu ad avere rapporti con lui. quando mi bacia o mi tocca sento un misto di tristezza e disgusto…
mi sento sola. sola con una tempesta dentro.
non so cosa devo fare… lasciarlo? e i figli? loro sembrano felici e non voglio farli star male per cose di cui non hanno colpa

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    rossana -

    Nonmelaspettavo,
    ti comprendo molto bene quando scrivi: “quando mi bacia o mi tocca sento un misto di tristezza e disgusto…” e mi dispiace di non poterti aiutare più di tanto.

    temo non si tratti di un brutto momento da superare, come quando eri incita (anche se neppure allora andare a letto con altre era giustificabile). se tuo marito reagisce alle tue rimostranze con: “non c’è niente di male”, mi sembra ci sia ben poco da fare per riportarlo alla normalità.

    ti percepisco fragile e indifesa e non so suggerirti nulla. dipende da quanto sei ancora innamorata di lui e da quanto sei disposta a sacrificarti per il bene dei tuoi figli…

  2. 2
    christopher -

    cosa devi fare ? DISTRUGGILO !

    te lo dico da uomo !!!

    ti sta trattando una merda, non glielo permettere ! vai subito da un avvocato, la legge è (in questo caso una fortuna) dalla tua parte, in un matrimonio la DONNA è stra tutelata, quindi fagliela pagare a quel pezzo di merda !

    prenderai soldi e affidamento dei figli, non ti fare intimidire, sii donna, vali molto di più di quel farabutto

    prendi i figli e portali da tua madre o da una tua amica e vai SUBITO dall’avvocato

  3. 3
    carla -

    forse era gia’ nell’aria… tu stessa hai detto che nutrivi dubbi alcuni anni prima.. Chi chatta con ragazze ed è impegnato in lunghe conversazioni forse non ha di meglio da fare a casa… Mi dispiace molto perchè anche io ho vissuto la tua stessa situazione : eravamo in crisi è anzichè trovare nel dialogo la possibile soluzione lui preferiva (anzi era infastidito quando cercavo di parlare con lui)rifugiarsi in storie virtuali al computer che poi con il tempo si sono trasformate in reali (accade sempre cosi’). E un bel giorno se è andato di casa perchè rivoleva la sua libertà visto che stavamo insieme da quando avevamo 18 anni. Aveva bisogno di fare tutte quelle cose che non aveva potuto fare in mia presenza.. Il matrimonio x lui era una gabbia.. Crisi del quarantenne …no so… ancora oggi a 4 anni dalla separazione ogni tanto mi racconta (abbiamo mantenuto un rapporto civile x i figli) di come sta bene da single, donne ,divertimento, massima libertà… mah!!!
    Quello che ti consiglio è di recuperare il dialogo con tuo marito a patto che voglia veramente superare questa crisi. Buona fortuna

  4. 4
    Rospo -

    Non ho parole: mi vergogno di essere un uomo, di essere un marito e di essere un padre quando vengo a conoscenza di comportamenti come quelli di tuo marito.
    Ti chiedo scusa io al posto suo: scusa come uomo, scusa come marito e scusa come padre.
    Sii forte e sta’ ben accorta.
    Auguro ogni bene a te ed ai tuoi figli, non altrettanto a chi ha abusato del tuo amore e lo ha sciupato.

  5. 5
    colam's -

    Per prima cosa: con tutte le precauzioni del caso direi che tuo marito in questo frangente si sia comportato da fetente, codardo e irresponsabile.

    Secondariamente: nel limite del possibile eviterei il divorzio, i figli ne soffrono spesso e spesso ci rimettono. Detto questo, purtroppo questi saono i tempi odierni. Io ri-penalizzerei l’adulterio.

  6. 6
    Laura M. -

    Ciao nonmelaspettavo. La tua storia mi ricorda un po’ la mia..
    Io ho conosciuto il mio ex ragazzo quando avevo 16 anni. Ci siamo subito piaciuti e a 18 anni ci siamo fidanzati ufficialmente. 7 anni fa, quando avevo quasi 20’anni, sono rimasta incinta. Lui non ha mai parlato di lasciarmi, forse perchè li facevo solo molta pena. Comunque siamo andati a convivere, eravamo felici. A volte aveva voglia di baciarmi, altre volte no. Un giorno, mentre ero in casa da sola, entrando nella nostra camera da letto, ho trovato un computer che non avevo mai visto in vita mia. Era spento e non l’ho neanche acceso, l’ho semplicemente tolto da sotto al materasso e messo sul comodino.
    Alla sera, quando è tornato dal lavoro, si è chiuso in bagno e ci è restato per ben due ore. Io, preoccupata, sono andata a vedere che cosa era successo, e l’ho trovato lì a parlare con una ragazza, con la webcam. Mi ha detto che non dovevo preoccuparmi, che si sentiva male perché per colpa del bambino che aveva in pancia da ben sette mesi non riuscivamo più a fare l’amore e si sentiva insoddisfatto di me. Io in quel momento mi sentii uno schifo. Pensavo a quello che aveva detto il mio ex, che non lo soddisfavo. E aveva dato la colpa al bambino. In lacrime mi chiusi a chiave nella nostra camera, e quando alle due di notte venne a bussare, non aprii neanche la porta.
    Adesso che mi sentivo tradita non lo trattavo più come un tempo, ero fredda, per questo lui continuava ad incontrare donne e a fare con loro quello che non faceva con me.
    Un giorno gli ho detto che sarei andata a trovare i miei genitori a Milano, e che sarei stata via tutto il giorno. Volevo che venisse con me, adesso ero quasi al nono mese e non mi fidavo ad andare da sola in autostrada. Ma lo feci comunque.
    Tornai a casa con un’ora o due, non ricordo, di ritardo. Lo trovai a letto, addormentato. Con una donna, mai vista prima.
    La casa era dei miei genitori, allora non persi tempo e senza neanche svegliarlo gli preparai le valige e le buttai in soggiorno, feci lo stesso con il suo portatile.
    L’ho lasciato, adesso non viene neanche a vedere nostra figlia.
    Per me era diverso. Io non tollero i tradimenti e poi non ero sposata.
    Ho fatto la cosa giusta, anche se lo amavo, ma non avevo neanche ancora un bambino.
    é sempre quello il problema, i figli. Loro possono soffrire per scelte ( a volte giuste) che fanno i genitori. Sono sempre in mezzo alle loro decisioni.
    Adesso mia figlia non conosce suo padre, e non me ne vanto. Ma secondo me è meglio non conoscerlo che conoscere un traditore.
    Prova ad aspettare un pochino, vedi come si comporta tuo marito, poi allora se la cosa continua puoi rivolgerti a qualcuno.
    Buona fortuna.

  7. 7
    sisley-68 -

    avolte nn capisco che cosa veramente voglie un uomo! il sesso o la moglie? bho..,vai a capire! cmq. nonmeloaspettavo se ti possa consolare siamo tutti cornuti e se nn ancora lo saremo. hai una bella famiglia e nn e’ facile oggi come oggi portare la relazione avanti, prova parlarli e vedi se lui cerca di recuperare il rapporto allora vale la pena di continuare se no, credo che nn hai altro fare che la separazione. i figli ti capiranno. se provi disgusto quando ti si avvicina questo passera’ col tempo. sei solo arrabbiata con lui ma il tempo aiuta a chiudere le ferite. ciao

  8. 8
    felicemente separata -

    Ti auguro di trovare la forza per lasciarlo prima di toccare il fondo come, purtroppo, è successo a me. Tre anni fa, nella disperazione più totale, anche io con tre bambini piccoli, come te, scovai questo sito. E per fortuna incontrai tante persone che mi sostennero. Ad un certo punto pensavo di essere addirittura riuscita a rimettere insieme la mia famiglia, al salatissimo prezzo di rinunciare a tutto, in primo luogo alla mia dignità. Ma era solo un’illusione. E i piccoli lo “sentivano” nonostante in casa le cose fossero “tranquille”.
    Forse non ci crederai adesso, ma se difendi te stessa e la tua dignità, difenderai anche i tuoi figli.
    I miei oggi sono bambini sereni, che amano la mamma, il papà e la sua compagna. Lotta sì, ma solo per garantire la loro serenità in un eventuale separazione, impedendo che diventino strumenti di ricatto. Quando un uomo si comporta così non c’è più niente da poter recuperare. Al contrario, non è escluso che, messo spalle al muro, cominci addirittura a farti la guerra perchè è talmente vile da non voler ammettere le sue colpe.

    Ti abbraccio forte… In bocca al lupo.

  9. 9
    ro -

    Cara “nonmelaspettavo” io ho vissuto recentemente la tua stessa situazione. Peraltro ci accomunano l’età ed il tempo vissuto con lui. A Pasqua ho scoperto sul cell.di mio marito la sua relazione con una collega. In verità durante tutti gli anni vissuti insieme era già capitato di scoprire delle corrispondenze sms, ma questa era la più eclatante. Mi ha pertanto raccontato tutto. E’ stato devastante, nei giorni successivi ero un alieno, non capivo nulla, ero distrutta e rabbiosa ma immediatamente mi sono fatta un esame e per giorni, settimane mesi mi sono chiesta il perchè. Purtroppo alcune motivazioni erano evidenti: ultimamente c’era poco dialogo, poca comprensione, poco sesso, poca complicità e “compagnia” da parte della sottoscritta. In ogni caso non ho mai perso di vista le sue responsabilità e ciò che aveva fatto al ns. rapporto ed alla ns. famiglia. Anche io ho avuto come te da discutere perchè lui a volte in modo superficiale si irritava per i miei interrogatori (comunque giustificati dalla perduta fiducia e dalla rabbia/gelosia) come avessi violato la sua privacy, ma devo ammettere che d’altra parte fin da subito mi ha sempre dimostrato disperatamente di voler stare con me, non solo per i figli (che comunque ho lasciato fuori e assolutamente sereni) ma per me.Più volte, mentre gli dichiaravo la mia rabbia e la mia voglia di lasciarlo anche se gli garantivo che il rapporto e la presenza con i bambini sarebbero rimasti invariati, mi diceva che se lo avessi fatto si sarebbe tolto la vita. Immediatamente mi sono riavvicinata a lui fisicamente seppur soffrendo come un cane (lo stesso disgusto tuo) ma allo stesso tempo molto attratta da lui (penso che la gelosia e la rabbia per il tradimento possano provocare ciò). Ora stiamo riacquistando un rapporto perduto fatto di forte intesa e anche di discussioni, ma sempre costruttive. Allora ti chiedo di cercare di capire innanzitutto se è tutta sua la responsabilità o se anche tu hai contribuito, seppur involontariamente, al suo allontanamento. Non dare importanza al suo dire in modo superficiale “non c’è niente di male” (si fa quando ci si sente controllati), vedi se minimamente cerca di riconquistarti, vedi come ti parla, cosa ti trasmette quando siete soli, chiedigli apertamente che cosa prova per te, sforzati ad avvicinarti fisicamente a lui (scusami il termine ma gli uomini hanno “esigenze” sessuali che noi donne molto spesso non abbiamo e dimentichiamo e se stai con lui da 20 anni non è possibile che non ci sia un legame forte, una voglia di dare oltre che ricevere). Penso che solo così puoi capire se potete andare avanti o no. Con questo desidero dirti che io non escludo nulla, non escludo nemmeno che possa ricapitare a lui o possa capitare anche a me (in periodi magari difficili), però ciò di cui sono certa è che fino alla morte non potrò mai provare un amore per un altro uomo così come quello che provo per lui. Chiediti questo. Ti auguro il meglio.

  10. 10
    nonmelaspettavo -

    Vi ringrazio tutti per le cose bellissime che mi avete scritto. Non avevo idea che cosi tante persone avessero passato cio che sto passando io… La cosa buffa è che io per natura tendo a non fidarmi mai di nessuno, infatti, come ho scritto sopra, non ho nessun vero amico, in quanto un presupposto perchè nasca un rapporto di amicizia è la fiducia… ed io non riesco a fidarmi mai. Con lui era diverso: davo per scontato che fosse sincero, che fosse veramente felice con me come voleva far sembrare… in realtà è solo un bravo attore che sa fingere molto bene di essere felice con una persona mentre in realtà le studia tutte per evadere da quella situazione… Col passare dei giorni mi sento sempre piu insignificante… che insegnamenti posso dare ai miei figli quando non sono stata capace in quasi quarantanni di trovare nemmeno una persona che non mi abbia tradito?
    Quando lui mi ha chiesto perchè me la sono presa tanto sono riuscita solo a dire che dalla gente io mi aspetto di tutto, che nessuno è mai riuscito a stupirmi piu di tanto quando si è rivelato per quello che era realmente… ma che da lui, unica persona a cui avevo donato la mia fiducia, proprio non me l’aspettavo.
    In questi giorni sto recitando e i figli sono felici.
    Lui recita come sempre. In verità per lui non è cambiato nulla e non capisco perchè ogni tanto simula tristezza. Forse vuoi farmi sentire una merda, non sa che già mi sento cosi. Avrei dovuto sbatterlo fuori di casa? Nessuno mi avrebbe dato torto. Io dico che mando giu per i figli… ma forse sono solo cosi insulsa da non riuscire a difendere la mia dignità. Vi ringrazio tutti! Mi avete dato tanto affetto con le righe che avete scritto.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili