Salta i links e vai al contenuto

Amore ossessivo

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti.
Leggevo le lettere degli utenti, per vedere se qualcuno si trovava nella situazione in cui sono adesso e per sapere il parere di persone completamente esterne alla mia situazione, scrivo questa lettera.
Sono un ragazzo di 26 anni, quando ne avevo 17 mi sono messo insieme ad una ragazza di 15 anni. Inizialmente era una sorta di gioco, anche se lei si innamorò subito di me, ma io che ho avuto la mia prima delusione d’amore a 14 anni, fui molto diffidente, ma poi mi lasciai andare e il tempo passò, fra alti e bassi e si venne a creare un amore profondo da parte di entrambi, anche se da parte sua molto più forte e quasi ossessivo, io non potevo avere amiche donne, non potevo parlare con nessuna e lei mi dimostrava anche troppo, questo causò il mio allontanamento, nel senso che io ero sicurissimo che lei mi amasse alla follia e che mi avrebbe amato a quella maniera per sempre, perciò non mi donavo a lei in tutto e per tutto, spesso la mettevo da parte per stare con gli amici, amici che poi divennero anche i suoi, perché lei ha sempre avuto problemi a trovare amici sinceri, anzi non ne trovava proprio. Questa cosa a me andava molto stretta, perché qualsiasi cosa organizzassi con gli amici lei spesso voleva esserci, ma io quasi sempre non volevo che ci fosse e perciò la trattavo male e la facevo sentire di troppo, a volte anche senza mezzi termini, questo perché volevo una cosa a parte da noi, volevo che i miei amici mi vedessero come sempre cioè io singolo e non come la coppia, questo purtroppo fu inevitabile e molto spesso mi sentii messo da parte dagli amici, anche se così non era, ma le sensazioni era incontrollabili e lei stava male per questo ma era anche più forte di lei la voglia di stare con me appieno. Perciò spesso non ci pensava alle mie esigenze ed io ancora più spesso non pensavo alle sue., in più lei non andava d’accordo spesso con alcuni dei miei amici e naturalmente di mezzo ci passavo io.
Sono passati 9 anni, nei quali le delusioni che le ho dato, i gesti che le sono mancati e chissà cos’altro l’hanno letteralmente fatta disinnamorare di me. La cosa non è stata come un fulmine a ciel sereno, anzi i primi sentori che la cosa stava finendo li ho avuti all’inizio del 2009, sino a quando lei un bel giorno mi disse che aveva provato attrazione per un altro ragazzo, cosa improbabile da parte sua sino ad allora, perché non le era mai successo, me lo disse ed io, ci rimasi molto male anche se ero ancora certo che lei mi amasse.
Dopo questo io cercai di riportarla a me e dopo circa 2 settimane pensai di avercela fatta e rientrammo nella solita routine, fra alti e bassi. Ma lei dopo questo fatto era cambiata, cambiamento che io reccepii ma ma non appieno, feci quasi il finto tonto ripensandoci e lei dopo poco mi ridisse ti amo, parole che in questi mesi sentii poche volte perché in lei ormai il sentimento era quasi spento e lei molto confusa, mi voleva e non, ma questo lei non me lo disse e cercò di camuffare i suoi sentimenti anche se a volte era palese quello che pensava. Io continuai in questo mio cieco andazzo continuando a pensare che è impossibile che lei non ti ami più, anche per ciò che lei mi dimostrava, ma non era come prima.
A dicembre 2009 successe che un giorno un mio amico si rifiutò di venire a casa sua per farci una serata, così dal nulla anche se io sapevo benissimo che loro erano cane e gatto perciò cercavo di evitare gli scontri fra loro, sino a che lui non fece questo gesto e lei ne fu offesa tantissimo io mi schierai dalla sua parte, anche se inizialmente le ribadii che sapevo che prima o poi sarebbero arrivati al limite come avevo detto io e lei perse queste mie parole, come uno schieramento dalla parte del mio amico, ma si sbagliava, come si sbagliò su molte cose di me, lei era convinta che io, se lei mi avesse lasciato, sarei stato male due giorni e che poi sarei stato bene… naturalmente si sbagliava. La rottura avvenne due giorni dopo natale del 2009, iniziò tutto dopo che io mi rifiutai di andare con lei in ristorante per festeggiare i nove anni passati insieme, ma non l’avevamo mai festeggiati i nostri anniversari ed io mi rifiutai di andarci, lei impazzì, e mi disse che mai più mi avrebbe invitato a fare una cosa insieme e dopo alcune serate nelle quali stavamo come sempre a casa sua, seduti nel divano senza più fare l’amore e senza più divertimento fra noi, lei si accorse veramente che non mi desiderava più sino al punto di non curarsi nemmeno, una cosa che lei non avrebbe mai fatto prima, e nemmeno le andava più da tempo di agghindarsi ecc per me. Una di queste sere anche io arrivai al limite e le dissi che così non mi immaginavo una vecchiaia lei che non la volevo se fosse stata così e lo pensavo veramente, a volte volevo essere in un altro posto pur di non stare con lei. Quindi dopo un po’ di giorni passati così, dopo il natale passato come sempre con la sua famiglia, e dopo che io la sera stessa di natale come sempre, la lasciai per andare dai miei amici, anche se lei stava male perché il suo contratto di lavoro era finito ed io come uno stupido non capì che la cosa era veramente molto triste per lei, due giorni dopo come ho detto successe che io le dissi dopo svariati litigi in cui lei mi disse che era molto confusa io le diedi spazio e le dissi di prenderci un periodo lontani, una cosa mai successa fra noi ma mi sentivo che doveva essere così perché lei doveva capire.
Dopo 5 giorni, che non ci sentivamo lei mi chiamò, io me l’aspettavo e anche se stavo molto male sentivo che non l’avrei persa, non so perché ma me lo sentivo e sapevo anche che lei avrebbe ceduto dopo poco, infatti dopo come detto mi chiamò in lacrime, ed io fui molto duro nei suoi confronti perché i suoi dubbi non avevano avuto ancora risposta, ed io semplicemente le mancavo. Dopo questa telefonata iniziò il mio malessere, malessere che divenne sempre più forte, arrivando ad andare da lei e piangere con lei, cosa che feci veramente poche volte. E li lei capì che io stavo molto male, secondo me questo le diede molta forza, e i suoi dubbi si trasformarono in quasi certezze, sino a che quasi due settimane dopo io le chiesi di venire a prendermi a lavoro, lei fece uno sforzo e venne, per me era una scusa, per starle ancora affianco, ma lei in quell’occasione fu molto schietta e mi disse che non voleva assolutamente tornare con me, ma non so cosa la colpì di me, subito dopo che mi lasciò a casa mia in lacrime, io la chiamai dicendole che era un’altra persona, e che non mi sarei mai aspettato questo trattamento da parte sua e lo feci urlando e piangendo.
Subito dopo chiusi il telefono, mi iniziò a mandare messaggi e a chiamarmi scrivendomi: “aspetta non odiarmi mi devo ancora capire cosa sei per me” e poi cercò di chiamarmi più volte io le risposi solo una volta scontroso e avvilito per la situazione. Pensai che ancora tutto non era perduto, ancora una volta ritornai al primo stadio del malessere e dopo questa vicenda, mi feci una pagina facebook, per farla ingelosire e per far in modo che lei sapesse come mi sentivo sempre, inizialmente si rifiutò di darmi l’amicizia, ma dopo che vide che stringevo amicizie con ragazze, che più volte avevamo incontrato in giro e delle quali lei era molto gelosa, si ingelosì a tal punto da scrivermi che non faceva altro che guardare la mia pagina ed ingelosirsi. Ma questo portò lei a togliermi dai suoi amici perché impazzì un’altra volta. Io partii a bologna dissi per dimenticarla, tutta la giornata del viaggio la chiamai e lei fu li, disponibile ad ascoltarmi e a farmi compagnia, come sempre, ma la prima sera a bologna io la chiamai ancora e lei mi disse di non chiamarla più.
Io cercai di mettermelo in testa e infatti non la cercai per giorni, sino a che una sera lei mi chiamò in cerca di conferme sul mio amore, io fui duro ma le detti tutte le certezze che lei voleva, perché io speravo in un ritorno con lei, che era angosciata dal fatto che io fossi partito. Il giorno dopo questa chiamata lei mi mandò tre sms nei quali mi diceva che mi aveva sognato, e mi dedicò una canzone che mi disse di ascoltare su youtube, io lo feci e mi sentii bene, ma il giorno dopo o il giorno dopo ancora, adesso non ricordo perfettamente, io la ricercai e lei era fredda come il ghiaccio, quindi ritornai ancora al primo stadio, però ero a bologna, con uno dei miei migliori amici, perciò fra qualche lacrima e qualche pensiero, le giornate passavano anche troppo veloci, sino a che non ritornai, con lei c’eravamo promessi che ci saremo visti quando sarei tornato, ma quel giorno di viaggio non mi fu allietato dalle sue chiamate e nemmeno il ritorno… la chiamai io, e mi trovai di fronte a un muro che mi diceva che non avrebbe avuto senso uscire insieme la sera, io insistetti, stavo male, ciò che mi trovai davanti però quando la vidi era una ragazza che non aveva voglia di stare con me, non con me come persona ma con me come amante, e li iniziò il vero e proprio sentore che non ci sarebbe stato futuro, ed io mi ammalai perdutamente d’amore per lei… continuai ad ossessionarla, chiamandola ecc, lei mi rispondeva inizialmente poi non mi rispose più e mi disse che non voleva più sentirmi… ma dopo pochi giorni eccola lì che mi chiama 15 volte e che mi dice vieni a dormire da me, io non ci andai perché sapevo che sarebbe stata un’altra doccia fredda, il giorno dopo la sentii lei era contenta di parlare con me e per un po’ di giorni ci risentimmo, sempre però con una certa distanza fra noi, quasi come amici, dopo questo un giorno mi disse che le era venuta voglia di vedermi ed io come un cagnetto andai subito da lei e la baciai, lei mi disse di aver avuto un groppo in gola, cosa che non le succedeva da tempo con me, ma lasciò da parte questa sensazione perché dopo pochi giorni era di nuovo la stessa persona, fredda e cinica.
Questo mi fece impazzire e continuai a tartassarla di chiamate ed sms, allontanandola ancora di più, ma era più forte di me, pensavo che se non mi fossi adoperato un po’ l’avrei persa per sempre, ma questo portò all’esatto contrario, ci uscii altre volte, lei mi disse che erano prove per vedere che le piacevo ancora e se riusciva stare bene con me, ma piano piano lei iniziò a vedermi come un’altra persona, non aveva più gli occhi di una che ama, non era più lei e diceva di vedermi come un estraneo, cosa che mi fece stare molto male, ma che poi svanì nei nostri incontri la sera del 15 febbraio io andai da lei, a mezzanotte avrebbe compiuto 25 anni ed io volevo essere li con lei anche se lei non voleva, ma poi quando eravamo insieme si rilassò, e fu tranquilla, non dico come prima però stava bene e a mezzanotte io andai in macchina presi i fiori e la torta e la sorpresa per lei fu grande, ma non grande da far tornare l’amore.
Dopo questa serata che finì così come le altre sere, senza niente di certo, passo ancora tempo nel quale io non riuscivo a starle lontano e alcuni pomeriggi andai da lei solo per abbracciarla un secondo, fino a che non arrivammo alla distruzione totale, lei dopo tutto questo, un po’ di volte quando mi rispondeva mi disse che non riusciva più a baciarmi, che non mi vedeva più come prima e che era sicura di non amarmi più, ma io l’ascoltai veramente poco perché lei spesso si contraddiceva, dicendomi prima che mi vedeva come un estraneo e che non riusciva a baciarmi e poi, dicendomi che sperava in un futuro insieme, che sperava che ci saremmo rincontrati e questo mi dava molta speranza. Però l’ultima volta che le chiesi di venire con me a cambiare il mio primo stipendio, si parla del 2 marzo forse lei venne però era molto diversa e sulle sue, era schiacciata dai sensi di colpa e non mi voleva assolutamente toccare nemmeno darmi una mano, forse perché i giorni prima l’avevo ossessionata tanto da farmi quasi odiare, senza lasciarle spazio. E li lei mi ribadì che non mi amava più e che non riusciva a vedermi come prima.
C’è anche da dire che nel 2009 lei conobbe le sue amiche, delle brave ragazze, con le quali iniziò a condividere molte esperienze, molte uscite anche quando provò attrazione per quel tizio, lei era con loro, e le stanno molto accanto in questo momento e secondo me anche questo ha influito nel nostro distacco.
Adesso io sono nella situazione di aver capito infondo che lei non mi ama più, ho rimesso insieme tutte le sue parole, ho parlato con molte persone che mi hanno detto che se una donna perde l’amore non lo riconquisterà mai più, infatti io questo l’avevo già messo in conto e le avevo proposto di riconoscerci di iniziare una cosa nuova, non adesso, magari più avanti, ma lei dopo che vedeva che io non capivo realmente cosa sentisse, mi smorzò del tutto non rispondendomi più e sparendo completamente, io cercai di staccarmi da tutti i pensieri che mi legavano a lei, ma troppi sono 9 anni per dimenticare, così, e pensavo che anche per lei fosse lo stesso, ma lei mi vede come il passato, almeno questo è quello che penso io e ciò che le fa male sono i ricordi e non l’avvenire senza di me, lei ha la giornata molto occupata e anche io ma penso tutto il giorno a lei, qualsiasi cosa sto facendo e tre giorni fa l’ho incontrata per caso in un supermercato, e proprio quella mattina dopo 2 giorni di silenzio le mandai un sms con scritto: “ti devo dire le ultime 4 cose”, ma lei non mi rispose e un ora dopo quando la incontrai mi disse subito: “queste 4 cose cosa sono? ” e io le dissi che se non mi aveva risposto non le importavano ma se le voleva sentire io la aspettavo fuori; ci mise un po’ ad uscire e dopo che le dissi che speravo ancora in un futuro non prossimo insieme e che non avrei mai trovato una persona come lei, bella come lei, e che ci dovevamo perdere per ritrovarci e poi fidarci perché ci sarà la stessa luce ad aspettarci.. testo di una canzone che le avevo dedicato e che lei apprezzò; lei mi guardò e mi disse che provava solo affetto nei miei confronti cercai di abbracciarla lei lo fece ma con freddezza e poi andò via.
Sono arrivato oggi dopo questi mesi di travaglio ancora a sperare che le possa mancare, e che ci sia ancora un briciolo d’amore per me nel suo cuore, ma la cosa sta scemando, la speranza è quasi del tutto finita e mi rimangono i rimorsi e i ricordi talmente dolorosi da farmi stare male, fisicamente intendo cioè quando una sensazione è talmente forte da piegarti in due, la mattina mi sveglia il pensiero di lei, dormo e mangio ma spesso mi sforzo, quello che so è che tutto ha perso senso, il lavoro, la palestra, i miei amici e le mie cose.
Non riesco più a trovare qualcosa che mi faccia stare bene e che non mi faccia pensare a lei, a lei che ormai non è più mia ed io non riesco a farmelo entrare in testa, non riesco a vederla con occhi diversi, la idealizzo molto e anche le cose che non sopportavo quando stavo con lei adesso mi mancano tantissimo, perché lei oltre tutto era la mia valvola di sfogo, perché la mia famiglia non capisce e non mi sta affianco e i miei amici adesso mi ricordano lei. Sono disperato non so cosa fare, e mi chiedo solo se un giorno sarà possibile un suo ritorno, ci spero perché noi lontani veramente nel senso di non sentirci per niente e non vederci siamo rimasti massimo 5 giorni ma nell’ultimo periodo le chiamate e gli sms era sempre da parte mia e lei spesso non mi rispondeva perché una settimana fa è arrivata alla conclusione che è meglio per me che lei non mi risponda e mi disse anche che per lei era una situazione di comodo, perché era sicura che quando lei voleva io ci sarei stato, ed in questo penso che abbia pensato a me, non mi voleva più illudere e far stare male, perciò ha tagliato i ponti appena ieri mattina le ho mandato un sms con scritto: “speri ancora in un futuro insieme? Lei mi ha risposto di no, ed io preso dal malessere l’ho chiamata, lei naturalmente non mi ha risposto perciò ho continuato a scriverle messaggi e alla fine lei ha risposto in modo molto freddo e dicendomi che dopo tutto quello che si era presa sul groppone per 9 anni doveva subire anche questo, io le dissi due parole, che non ricordo nemmeno più, poi lei scrissi ancora degli sms e lei non mi rispose, anzi mi scrisse che le dispiaceva avermi detto quelle cose dei 9 anni ma che se lei non faceva la st****a io non avrei mai capito la situazione e che mi voleva bene.
Poi sfiga delle sfighe ieri sera uscito di casa per comperare le sigarette, la incrocio in macchina mi passa davanti e va verso la strada in cui io stavo andando, io mi sono messo dietro di lei in macchina, le ho suonato e lampeggiato sperando in un saluto ma poi ho fatto inversione per andare al tabacchino, però in questo momento le coincidenze furono schiaccianti, perché in quel momento quando la incrociai suonava alla radio la canzone di Jovanotti baciami ancora, e in più le stavo per scrivere il pezzo di quella canzone citata prima (dobbiamo perderci per… ecc) , perciò le ho scritto tutte queste cose e coincidenze, quasi come se fosse una persona esterna all’accaduto, naturalmente lei non mi ha risposto.
Oggi con la ferita aperta come se sia stata appena fatta, e i pensieri che non mi lasciano un secondo di pace, mi rivolgo a voi chiedendovi un minimo di sostegno perché veramente rischio di impazzire e vorrei sapere se un giorno ci potrà essere ancora qualcosa di diverso da ciò che è stato, perché io sono veramente disposto ad impegnarmi come non ho mai fatto con questa persona, ma forse è troppo tardi anche se so che lei spera ancora in un futuro insieme, a me ma mi ha detto che non ci spera solo per non darmi illusioni e false speranze, ma io so che ci potrà essere ancora qualcosa o forse lo desidero e basta perché non riesco a dimenticarla.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    miriam -

    devi lasciarla in pace, non starle con il fiato sul collo, ricordi quando lei lo faceva con te?i ruoli si sono capovolti..mi dispiace per te, capisco che ci stai male ma non sono stati nove anni di rose e fiori. tu stesso racconti che la trattavi male e che volevi stare con i tuoi amici . pensa quanto ne ha sofferto lei. anche tu in quel periodo eri convinto del suo amore e quindi eri abituato ad averla al tuo fianco. ora questa certezza non cel’hai più… dovresti anche tu pensare che forse non è tutto questo amore. l’amore è un darsi reciprocamente, non un ossessione. te lo dico perchè ci sono passata. rammenti che ti ha detto?dopo quello che si era presa sul groppone per nove anni doveva subire anche questo da te: ed è l’ossessione nei suoi confronti. quando cerchi una persona in questo modo quando la chiami più volte, fidati che si allontanerà da te ancora di più. perchè la fai sentire in gabbia, come lei faceva con te prima ed è sbagliato. una cosa l’ho capita nella vita: quando ami veramente vuoi il bene dell’altro,devi lasciare la tua voglia di averla da parte e volere il suo bene. è sbagliato annullarsi l’un l’altro, voler vivere in simbiosi, siete due persone con caratteri differenti e ora che siete cresciuti anche le esigenze sono diverse. con te è stata sincera, lasciale tempo non cercarla.nel frattempo non fossilizzarti con il pensiero di lei, non rinchiuderti in un circolo vizioso .vivi per te stesso, ritrovati cerca di ricomporre pezzo per pezzo la tua vita, riprendi la tua libertà esci con gli amici frequentane nuovi, inizia a frequentare qualche ragazza, riempiti anche i momenti che potrebbero farti pensare a lei… lo so è dura ripeto ci sono passata, ma si può guarire e ricominciare. un abbraccio.

  2. 2
    Derock -

    grazie, ma tu credi che ci sarà un ritorno?? io ho sbagliato a starle con il fiato sul collo, ma pensavo che se l’avessi lasciata andare tutto sarebbe finito, senza ritorno. ho cercato di farle capire che anche a me l’utimo periodo mi stava stretto e che volevo una cosa diversa, ma lei non mi ama più, penso ne sia veramente convinta, anche se c’è ancora qualcosa che va oltre il semplice affetto.
    comunque grazie ancora.

  3. 3
    miriam -

    ed è normale che sia così.il bene rimane comunque lei sarà sempre una
    parte di te e te di lei.siete cresciuti insieme,avete condiviso nove
    anni della vostra vita,e questo non si cancella.poi il futuro non si può
    prevedere,se son rose fiorirano, ma senza forzare niente.
    lascia che le cose vadano come devono andare. se lei vuole che tu stia
    lontano fallo, siete giovani avete una vita davanti. se succederà che
    dovrete tornare insieme sarete più convinti e più maturi ambedue:-)ti
    faccio
    tanti auguri

  4. 4
    lyra -

    Ciao Derock.
    Credo che tutto quello che stiate vivendo sia semplicemente fisiologico.mi spiego meglio.
    Vi siente messi insieme quando eravate ancora molto giovani, per cui fino a quando le cose non si sono spezzate stavate bene così,sia tu che in fondo anche lei.Avete vissuto la parte del rapporto immatura,ora che lei è diventata una donna ha cambiato tutta la prospettiva e per quanto non lo riesci a percepire è cambiata anche per te,infatti ora ti ritrovi nella situazione in cui hai una confusione a livello mentale e comportamentale non indifferente.
    Sai che ho vissuto una storia analoga? anche io sono stata 9 anni con una persona e le dinamiche si rassomigliano molto.
    Ti dico con molta onestà che la storia non è di sicuro finita…lei al 99per cento si farà viva, ma con altrettanta onestà posso dirti che non sarà per tornare insieme, ci vuole troppo tempo.
    Ascolta, pensa all’inverso.Per costruire un rapporto come lo avete avuto sino ad ora c’è voluto tempo giusto? e ci vorrà molto tempo per costruire quello “maturo”.Se per assurdo il destino volesse.
    Questa opinione non è assiomatica,siamo tutti diversi,con vissuti e caratteri diversi,quindi non è detto che le cose finiranno così.
    Ma ti dico che è meglio che inizi a riflettere seriamente su tutta la tua vicenda,inizia a ripercorrere passo dopo passo nove anni della tua vita con lei e ad ogni passo chiederti il perchè.Non cercarla ora, è inutile,ti beccherai solo “no”.ma non perchè si gioca all’orgaglio intendiamoci.Perchè il tuo rapporto con lei è stato talmanente lungo che le dinamiche sono frutto di penisieri,sensazioni e emozioni che hanno radici antiche, 9 anni amico mio,e dico 9 anni!
    Lavora su te stesso…lo so è difficile,a tratti sembra impensabile,la paura di perderla se smettessi di cercarla ti fa tremare,ma sappi che cercandola sarebbe la stessa cosa.Pensa all’inutilità della cosa e vedrai come ti passa la voglia,ma sul serio devi pensarci.
    in bocca al lupo!
    baci

  5. 5
    Derock -

    ti ringrazio, il problema è che so di averla persa…lei è un altra ormai, se un anno fa era convinta che non sarebbe mai riuscita a vivere senza di me adesso è convinta del contrario, almeno penso, se si farà viva le risponderò e ci starò male, lo so, se la vedrò mi farà male, ma non posso farci niente, a volte lo sconforto mi porta a ragionamenti troppo stupidi, cioè, pensare che lei mi veda ancora nella stessa ottica e che un mio gesto la farebbe ritornare, ma devo riuscire a capire che lei ormai pensa in maniera diversa e se un giorno staremo dinuovo insieme sarà un altra cosa completamente, anche se ho i miei dubbi, l’unica cosa che me la farebbe dimenticare sarebbe sentirmi amato da un’altra persona, questo penso che mi aiuterebbe molto, ma adesso non so proprio dove sbattere la testa…non la chiamerò comunque anche se ci sono arrivato vicino molte volte. Grazie ciao

  6. 6
    scalamir -

    Ciao Derock, che dirti? Posso solo essere solidale con il tuo dispiacere e dirti che sono cose che capitano, che tu e solo tu puoi uscire da questo tunnel di dolore. Anche io sono passato da una situazione simile, ma ti posso assicurare che passa. Ora sto con un altra ragazza, convivo, certo dei meccanismi interni miei non sono piu gli stessi ma tutto sommato posso dirti che conduco una vita mediamente serena. Devi avere coraggio e non devi avere paura, lascia perdere un vaso rotto non potra essere mai come nuovo. Tra 1 anno il tuo vivere senza lei sara’ quotidinao, ti girerai e ti acorgerai che il brutto e passato avrai fatto le ossa. Tanti e tanti auguri

  7. 7
    lyra -

    Carissimo Derock…capisco il tuo dolore.Non sai nemmeno quanto.Capisco le tue parole,i pensieri convulsi che non si fermano mai…che sono dietro le parole che scrivi.Ascolta…tutti ci siamo passati,ma devi abituarti alla situazione,devi(purtoppo) convivere con questo dolore perchè è frutto di una scelta che non parte da noi ma da un’altra persona.Immagina te, se tu avessi fatto una scelta e fossi deciso(anche solo per quel frangente) che le cose per quel momento devono andare come dici tu, chi ti farebbe cambiare idea? nessuno. credimi. Sai quando ho capito che alle scelte degli altri dobbiamo solo stare al posto nostro? quando fui io a prendere una scelta nei confronti di una persona.Per me in quel momento non doveva esserci.Punto.e nulla mi poteva far cambiare idea,perchè con quella persona non volevo starci!perchè avrei dovuto? chi me lo ordinava? chi? nessuno. So che queste mie parole forse sono troppo razionali rispetto al dolore che stai provando e so che non capiresti( ma non perchè sei stupido, perchè all’epoca anche io non le capivo…NON LE POTEVO CAPIRE), ma se puoi, quanto prima, cerca di accellerare il processo di ripresa. Aiuterà te e anche lei( se si trova solo in una fase di riflessione).
    Un abbraccio

  8. 8
    dueanime -

    In quante parole mi sono ritrovata parole che non faccio altro ke ripeterle da 3 anni,sono una “ragazza 21 anni..ma in fondo ti capisco quando si ha una delusione d’amore quello che parla e il nostro cuore.In questa lettera c’e tanto amore ma allo stesso tempo non c’e rassegnazione.Forse ritornando con lei “un domani” ti accorgerai che era solo un capriccio ed avrai mille dubbi su di lei.Oggi persone come te con tutti questi sentimenti e difficile incontrarli un uomo che piange per la propria donna credo che li si capisce l’amore ke provi e la pura di perderla…bè ti lascio non voglio prolungarmi ti auguro tanta feicità con una persona che è capace di farti vivere il futuro e farti dimenticare il passato … e ti ringrazio questa lettera mi ha fatto riflettere molto che infondo ci sono ancora uomini capace di amare….spero di avere una tua risposta,,ciao

  9. 9
    Derock -

    ciao
    grazie a tutti per il vostro conforto, ma purtroppo leggendo e capendo che non ci sarà un domani con lei, io muoio dentro sempre di più.
    l’ho cercata ancora, con ogni scusa…sono anche riuscito a staccarmi leggermente da lei, nei pensieri intendo, nel senso che ho provato a guardarla, e a pensare a lei come se ormai fosse divenuta un altra persona, mentendo a me stesso ci sono anche riuscito, ma poi parlandole e capendo che è sempre la stessa, ma che ormai, come mi ha detto, non è più disposta a morire per un uomo che non l’ha meritata ed altre cose del genere, capisco che non l’avrò più, ma è difficile crederci e sopratutto assorbirlo, e non so quanto tempo ci vorrà. So solo che non voglio sforzarmi di dimenticare per non provare dolore, vorrei entrare in un ottica diversa perchè solo questo mi potrebbe riprendere, ma dicendo questo provo un emozione che si trasforma in una sensazione di nausea, perchè io non voglio perderla del tutto, magari come mi dici tu, è solo un capriccio e ritornando con lei capirei che non è la vita che voglio.
    Ma se lei mi amasse, io sono sicuro che la mia vita sarebbe con lei.
    Ma purtroppo, tutte le persone con qui ne ho parlato e lei stessa, dicono che quell’amore che lei provava non lo riproverà mai più e questo da un lato è triste per me, ma dall’altro lato penso ad un amore diverso, più maturo, se io l’ho trascurata, era perchè la sua gelosia, che c’è tutt’ora(anche se non si sa il perchè), e il suo amore la portava a continue richieste, non grandi cose, anzi, quasi scontate da fare con la propria donna, ma al tempo le vedevo come costrizioni ed io sono una persona che odia forzata.
    Adesso mi chiedo: un amore può cambiare? e Quanto tempo ci vuole per capire che è amore ma è cambiato? correggetemi se sono domande stupide, ma purtroppo di ragionare nell’ottica di cui ho parlato è praticamente impossibile al momento. ciao a tutti grazie a voi mi sento meno solo, grazie ancora.

  10. 10
    lady -

    ciao derock mi dispiace x la tua situazione sono una ragazza di vent’anni e come la tua ex ragazza anche io ho passato le sue identiche cose che lei passava con te io con il mio ex mi trascurava x gli amici ogni giorno mi lasciava mi trattava molto ma molto male ed io ci soffrivo xò lo amavo così tanto che sono arrivata anche a tagliarmi…..x lui e non è una bella cosa ora che io me ne sono fatta una ragione e lo lasciato lui piange e mi cerca disperato quello che voglio dire e che dovevi pensarci

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili