Salta i links e vai al contenuto

L’amore da adulti… seconda parte

Lettere scritte dall'autore  mm81
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

44 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 31
    ets -

    @Condor secondo me il problema di base è la soddisfazione personale: le donne, oggi, sono totalmente insoddisfatte.
    Insoddisfsatte del loro fidanzato, della loro vita, del loro lavoro sempre se ce l’hanno, della loro famiglia, etc..

    Enorme problema.

  2. 32
    Condor -

    @ets oltre che eternamente insoddisfatte, come giustamente hai detto tu, aggiungerei che hanno sempre problemi enormi e insormontabili, che in realtà non esistono. O meglio che esistono nel loro cervello.
    Grandi problemi in piccoli cervelli!
    Ovviamente i loro problemi, sono SEMPRE colpa degli altri: del malcapitato fidanzato di turno, del capo cattivo, di Topolino e Nonna Papera!

  3. 33
    rabbia -

    lieto di aver scatenato un interessante scambio di opinioni. Si è vero sono stato “inchiappettato” due volte. Due matrimoni malamente naufragati. Due stiorie di 15 anni cadauna. 30 anni buttati nel cesso. Ho amato, molto, sono 4 anni che non riesco più ad andare con una donna. Ho paura, troppo dolore. Non c’è nulla da fare, le femmine hanno mille marce in più. Ben per loro. Forse non ho capito nulla, Ma rimango fermamente convinto che crearsi una famiglia è l’unica cosa sensata che un essere umano possa fare e desiderare…..è venuta a mancare la materia prima..svanita…affogata nelle chiacchere e nelle banalità..tutta apparenza e niente sostanza e comunque noi uomini abbiamo stampata in fronte una data di scadenza.. come il latte..x fortuna io ero uht !!

  4. 34
    glosstar -

    @rabbia.

    Mi dispiace molto per l’esito delle tue storie amorose. So cosa vuol dire perdere un matrimonio — il mio aveva 13 anni — e quanto questo impatta anche l’auto stima e il senso di se stessi.

    Anch’io ho amato molto, ma quel che non ho permesso a me stesso, e’ stato diventare amaro e cinico. Se avessi percorso quel sentiero avrei precluso a me stesso un’altra possibilità che come impliciti anche tu necessita dell’altra meta del cielo per “crearsi una famiglia (che) è l’unica cosa sensata che un essere umano possa fare e desiderare.”

    Per questo, per poter tornare ad amare e a donarmi, ho DOVUTO fare un profondo esame di coscienza dal quale sono uscito colpevole per la mia parte di responsabilità. Credo infatti che redimersi si declini nell’abbracciare le proprie colpe, senza se e senza ma. Diversamente, e’ soltanto riproporre i medesimi fattori della propria equazione, sperando in un risultato diverso. Non può accadere.

    Ti sono solidale e ti auguro di trovare la tua strada…senza amarezza.

    G.

  5. 35
    Condor -

    @rabbia
    Purtroppo quello che dici è la pura verità! Per resistere dobbiamo adattarci al nuovo sistema e trattarle come meritano!
    Più le ami e più sei destinato a prenderlo nel c..o!

  6. 36
    maria grazia -

    rabbia
    non credo che tutti abbiamo lo stesso destino e non credo che la realizzazione di ogni essere umano passi necessariamente per il crearsi una famiglia o comunque un solido rapporto di coppia. La vita comprende un’ infinità di cose bellissime da scoprire, e ritengo che – per chi non trova mai il suo “porto sentimentale sicuro” – ci siano mille altre alternative che ci consentono comunque di apprezzare l’ esistenza.

  7. 37
    mm81 -

    vedo che la discussione ha preso una direzione diversa rispetto a quannto ho scritto nella mia lettera, anche se in effetti il tema di fondo è sempre lo stesso.
    Rispondo a maria grazia…guarda, quello che hai scritto ha proprio centrato quelli che sono i miei obiettivi per i prossimi anni, ora che ho perso ogni stimolo ed entusiasmo ad iniziare una storia con una persona già adulta, perchè come ho detto mi sentirei soltanto ridicolo a mettere su questa farsa della coppietta quando ormai siamo maturi e consapevoli.
    Per questo sto cercando di tornare a coltivare i miei hobby…il pianoforte, lo sport… a dedicare più spazio e apprezzare maggiormente il tempo trascorso con gli amici, anche perchè se uno si toglie dalla testa questo stress dovuto alla disperata ricerca di qualcuno e accetta l’idea di una vita da single, si inizia a guardare la vita con una mentalità differente, più serena, più rilassata, senza per forza doversi sentire “in difetto”.
    D’altra parte come ho ripetutto mille volte, il tanto cercato amore, centro della vita da ventenni (e molto prima), di canzoni, libri, film, mi sembra sempre più un’invenzione dell’uomo…Anche qui leggendo le lettere scritte ogni giorno si trovano migliaia di parole spese sull’argomento, ognuno con le sue convinzioni, con i suoi consigli per chi è stato lasciato o chi è sul punto di lasciare qualcuno, tutti con le proprie certezze, come se questo “amore” debba esistere per forza e ci debba essere per forza una persona giusta per noi…Mah, per chi come me ha superato i 30 senza una storia stabile forse meglio sul serio concentrarsi su altro e prendere la vita con più leggerezza

  8. 38
    ets -

    scusate se esco OT un attimo, ma anche la mia ex da fidanzamento ufficiale mi chiamava il suo porto sicuro 😀
    Così sicuro che ora è sposata, con un altro ovviamente

    🙂

  9. 39
    maria grazia -

    mm81
    il tuo commento n.37 rispecchia quello che in fondo ho voluto farti capire dall’ inizio: se ci si pone il PROBLEMA di doversi ACCOPPIARE A TUTTI I COSTI, si finirà sempre per allontanare il VERO AMORE, incappando in storie, situazioni e persone sbagliate. se invece ci si libera di qualsiasi precedente schema limitante e si riscopre LA PROPRIA felicità A PRESCINDERE DAGLI ALTRI, le probabilità di ri-vivere, anche in “tarda” età, una storia sentimentale intensa, pura e bellissima ( scevra da ogni calcolo opportunistico e da ogni condizionamento ) non saranno assicurate, ma di sicuro aumenteranno in maniera esponenziale.

    comunque anche l’ ironia di ets ( seppur velata di un certo disappunto ) può rappresentare un ottimo punto di partenza!

  10. 40
    ets -

    @MG l’ironia è una cosa essenziale per chi, come me, ne ha attraversate tante in ogni senso (famigliare, personale, lavorativo, sentimentale).
    Ma l’ironia mi permette anche di fare un po di conti e alla fine della fiera la situazione ora non è malaccio: si vabè mi è terminata una storia, prima di quella ne so terminate altre, qualcuna ha figliato, qualcun’altra si è sposata, qualcun’altra spera in un mio (impossibile) ritorno.
    Sono appena tornato da una seratina con i miei amici di sempre dove si è scherzato e bevuto, ho guidato la mia bella macchina da 40k euro, l’ho parcheggiata fuori dalla mia casa in affitto mentre ne sto costruendo una di proprietà, domani ho un bella giornata lavorativa, ho un bicchiere di buon rosso accanto al letto.
    Insomma alla fine di donne ce ne sono tante, ma di persone come me poche. Se le donne non capiscono non è un problema mio. Chi ci ha perso sono loro, non di certo io.
    L’unica cosa importante è contare solo su se stessi e sul proprio lavoro, le uniche mani sulle quali puoi contare sono quelle che stanno al termine delle tue braccia.
    La donna, così come i soldi, sono esperienze “volatili”.
    Se troverò una normale bene, altrimenti pazienza.
    @MG ho riletto un po di post tuoi sul fatto che alle donne piacciono gli stronzi, diciamo che un po ti do ragione, la dove sono stato stronzo ho avuto ottimi risultati e a distanza di molti ma molti anni mi sbavano ancora dietro. Là dove sono stato invece una preda facile le cose non sono andate molto bene.
    Ma ho conosciuto anche brave ragazze che non aspettavano altro che un po di dolcezza.
    Diciamo che più che percentuali si parla di fortuna, bisogna essere fortunati affinchè ti capiti la donna che vuole un po di dolcezza.
    Con le stronze non ci perdo proprio più tempo. Oramai le stronze sono diventate molto impertinenti, propongono trombate come fosse acqua fresca, ma basta poco per rimetterle in riga. Basta rifiutarle e donare loro indifferenza.
    Ecco ho imparato che quello che fa più male alla donna è indifferenza, e da me, di indifferenza per la verità ne hanno preso sempre a iosa.
    Ma tutto quello che ci scriviamo potrebbe essere solo un caso o frutto delle nostre elucubrazioni dato che è vero pure che, se piaci a una donna, puoi essere zerbino – stronzo – molestatore – assassino etc.
    Se incontri i suoi gusti o sei utile per i suoi fini (vedi matrimonio) non ti mollerà mai.

    ps: caro amico, ricorda: IRONIA

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili