Salta i links e vai al contenuto

Alter ego… può la perdita del lavoro condizionare così tanto?

Ciao a tutti,
vi racconto la mia storia.
Condivido da un anno la mia vita con un ragazzo.
Lui è un ragazzo molto impulsivo, irascibile, geloso, irrazionale.
Inizialmente le cose andavano benissimo, lui era molto attento e presente.
Poi ci sono state delle incomprensioni, degli sbagli reciproci che entrambi, dopo diversi tira e molla, abbiamo deciso di superare.
Premetto che non sono una persona approfittante e che, anzi, agisco sempre negli interessi della persona che amo e mai nei miei.
E non ho MAI approfittato del fatto che avesse un lavoro e che potesse permettersi di uscire un sabato o una domenica in più.
Non mi ha mai concesso di offrire la cena, anche se qualche volta, gli ho fatto trovare il conto pagato.
Proprio per questo mi sono sempre limitata nelle uscite e quando queste c’erano, mi limitavo a fargli spendere davvero il necessario.
Lui mi diceva che non dovevo preoccuparmi, che poteva permetterselo, ma io proseguivo nel fare ” economia “.
Anche perché volevo che avesse la possibilità di conservarsi dei soldi, visto che da quando lavora, non conoscendomi ancora, ha sempre sperperato tutto ciò che ha avuto.
E ci sono riuscita, ha messo su un bel gruzzoletto.
A settembre a lui è scaduto il contratto a tempo determinato di lavoro, ma era sicuro che trascorsi massimo 2 mesi, l’avrebbero richiamo ed assunto a tempo indeterminato.
Io, più realista, gli ho sempre detto di puntare troppo su questa sua speranza perché sarebbe potuta restare tale.
Purtroppo, non mi sbagliavo. Perché ad oggi, sono trascorsi 6 mesi e della chiamato del lavoro, nemmeno l’ombra.
E così da quel momento in poi, sono cominciati i mille ” sacrifici ” a starcene ogni sabato e domenica a casa, ogni giorno della settimana, senza nemmeno farci un giro.
A proporglielo ero proprio io, e mi faceva piacere fare così, dopo tutto il mio piacere risiedeva esclusivamente nel trascorrere del tempo insieme e poco importava il luogo.
Non vi nascondo che 6 mesi trascorsi SEMPRE a casa, non sono piacevoli. Ma a lui non ho mai fatto pesare nulla.
È riuscito a pagare la macchina e tutte le altre cose che doveva solo grazie a quanto IO gli avevo fatto conservare.
Influenzato da questa situazione però, cominciò a diventare proprio instabile.. il lavoro lo aveva fortemente destabilizzato e non riusciva a capire nemmeno lui cosa volesse.
Così, pensava bene di farmi scontare le sue pene.
Mi ha lasciata innumerevoli volte dicendomi di voler stare solo ed io, innumerevoli volte non mi sono arresa perché so per certo che il suo è solo un bruttissimo momento e gli sono stata vicina, sempre. Senza demordere mai, nemmeno quando la situazione era davvero tetra.
Puntualmente tornavamo a fare pace e lui si scusava ed era pentito tremendamente, si rendeva conto che in realtà non voleva stare senza me e che questa situazione lo stava scuotendo troppo.
Stavamo bene, ed io l’ho sempre sentito sincero.
Ma poi tornava a comportarsi così.
Quasi come se in lui risiedessero due persone, come se gli si offuscasse la vista in certi momenti e non riuscisse a ricordare tutto quello che c’era stato e che prova.
Poi, lo facevo ragionare, tornava calmo e riusciva a capire che quella che stava facendo era solo l’ennesima cazzata, e che ero l’unica cosa giusta della sua vita.
A gennaio lui si è iscritto ad un sito di poker online e ho scoperto che lì versava dei soldi, che giocava, e perdeva!
Ci ha rimesso di tasca sua circa 1.000 euro!
Io mi sono sentita malissimo, delusa.
Ho fatto di tutto per fargli conservare quei soldi quando ancora lavorava, perché mi hanno insegnato che così si fa, ho fatto di tutto quando non lavorava più in modo che potesse sentirsi ancora con un po’ di dignità riuscendo a fare nel suo piccolo ciò che faceva prima, ogni sabato e domenica a casa mentre tutti uscivano e poi? Poi lui spende 1000 euro come fosse niente!
Lui allora dice che non ha più la faccia di tornare da me e che vuole aspettare di lavorare di nuovo per tornare a cercarmi, ma io non resisto.
Lo perdono, gli sto vicino e gli dico che tutto passerà.
Dopo tutto lo amo, e non voglio che finisca, lo avverto pentito e ho fiducia nella nostra storia.
Da gennaio ad ora, lui si è fatto venire altre 438430 crisi durante le quali dice di voler restare solo perché non me lo merito e si rende conto davvero di essere troppo instabile per me.
Ma non mi sono mai fatta scoraggiare ed ogni volta che lui si sentiva male per il lavoro che non riesce a trovare, gli sono stata vicina anche se mi urlava di andare via.
L’ultima discussione c’è stata domenica, ennesima sua sfuriata ed ennesimo mio tentativo di recuperare. E fino ad oggi le cose procedevano come per sistemarsi, ieri sono andata da lui per parlare, stamattina gli ho fatto arrivare una sorpresa a casa così come ogni volta che lo sento un po’ giù e voglio tirargli su il morale. Oggi pomeriggio sembrava essere tornato tutto ” quasi ” alla normalità e mi aspettavo che mi venisse a prendere ma poi mi dice di nuovo che vuole davvero stare da solo e mi confessa di aver giocato altri 60 euro ieri sera a poker online!! Io non ci ho visto più.
Io so per certo che adesso lui sta facendo tutto questo per farsi odiare, sono certa che voglia stare con me, ma si sente così male per come mi sta facendo stare che si sente in colpa e cerca di allontanarmi, tra una cosa e l’altra, l’ha detto lui stesso.
A differenza delle altre volte, ho preferito staccare il telefono, quindi è finita.
Perché sono certa che non mi cercherà poiché non ha ” la faccia ” per farlo ed io non so che fare. Ma sono stanca, anche se tanto addolorata!
Cosa ne pensate? Secondo voi come andrà a finire?
Grazie in anticipo e scusate per la lunghezza del post.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Lavoro

4 commenti

  1. 1
    colam's -

    mamma mia, sarò forse più disincatato di te, ma… ma chi te lo fa fare ???? Ma lascialo !!! Ma chetefrega !!!!!

  2. 2
    Jessij.. -

    io sono più o meno nella tua stessa situazione.a parte il discorso del poker.cmq secondo me se le cose Non vanno è inutile ostinarsi ad andare avanti..l’amore Non ti fa prendere delle scelte razionali.ma bisogna pensare anche alla nostra felicità!

  3. 3
    mattia86 -

    ciao sei felice con lui?se si continua ma io vengo da un esperienza in cui si litigava ogni settimana..questo non è stare bene!!ci può essere tutto il sentimento che vuoi ma se si sta male non è giusto continuare in nome del sentimento che c’era prima.
    A mio parere forse hai bisogno di un po di tempo anche te..prova a non sentirlo per un po magari un mese.
    lo dici tustessa che pensi sempre più alla persona che hai accanto e meno a testessa quindi occhio!!pensa un po anche a te e domandati se sei veramente felice!è bello che in questi momenti di difficoltà tu gli stia vicina ma se lui non ti vuole c’è poco da fare.
    un abbraccio e fatti questa domanda..sei felice ora?o sei felice per come andavano le cose prima?

  4. 4
    SAM -

    Io sono un artigiano…e non lavoro da un mese…

    In verità so di essere diventato una palla a casa 🙂 Sono irascibile di mio, sono intrattabile di mio e sto in questa situazione di merda…quindi sono doppiamente intrattabile.

    Certo non mi metterei mai a giocare a poker per soldi come non mi metterei mai alle macchinette….è gente molto molto molto sfigata, sta cavolata del “Non ce la faccio a smettere” a me non pare molto veritiera…non dà dipendenza fisica, è ridicola sta cosa e non regge.

    Lui sta cercando di esasperare la sua sofferenza probabilmente…perchè forse sta davvero male…

    Guarda io non so nemmeno che fine farò e non ho aspettative…questo mi distrugge, forse anche lui si sente così…pigliagli il pc e portatelo a casa

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili