Salta i links e vai al contenuto

Al Sindaco di Catania: "fai una passeggiata da cittadino"

Non sono di catania; mi sono trasferita a catania per motivi di studio, come centinaia di persone, ormai da decenni a questa parte. ho conosciuto catania gli anni dei famosi “vespri siciliani”; anni tranquilli , di controllo armato al territorio, alle persone. si usciva la sera, ragazze da sole, per le vie della città, al rientro dal cinema, da una serata in discoteca. sereni si scendeva dall’auto dopo averla parcheggiata e tranquilli si apriva la porta e si andava a casa. per non parlare delle lunghe, interminabili passeggiate in via etnea, via crociferi e verso sicilia, v.le africa… ora di nuovo il terrore, la borsa stretta sotto il braccio, il guardarsi le spalle al momento di scendere dalla macchina o di aprire la porta di casa… le strade piene di ragazzine squillo e i protettori che controllano a distanza… ricordo che anni fa di ritorno da napoli apprezzai la nostra catania, ancora incontaminata, ancora vivibile di giorno e di notte… per non parlare delle strade distrutte; ragazzi che si rompono la testa per le buche a terra, per gli asfalti mai completati, per la mancanza di segnali; l’altra sera alla circonvallazione assisto ad un incidente assurdo: c’era la strada bagnata per via degli annaffiatoi posizionati male; e un gruppo di ragazzi comincia letteralmente a rotolare sull’asfalto con tutte le moto; lì mi è venuta una rabbia e ho pensatio: ma il caro Scapagnini perchè non si fa una bella settimana per le strade di catania, camminando a piedi, prendendo glia autobus urbani sporchi e male odoranti, non si fa una passegiata per v.le africa in mezzo alle ragazze squillo, o perchè no, un giro su un due ruote facendo la gincana tra buche, spazzatura a terra e gente che non cammina sulle strisce…
SIAMO STUFI, SINDACO: ci vergognamo ad ospitare gli amici del nord, a portare qua gli stranieri, e siamo stanchi di dover cacciare dal portamonete già vuoto, e se non te lo rubano prima, i soldi per sistemare le macchine e le moto sfasciate, medicine varie per curare le ferite da incidenti, ricomprare ciò che hanno rubato… SINDACO… BASTA! BASTA

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

5 commenti

  1. 1
    claudio -

    -sono di Catania e in parte ti do ragione. Molte cose si dovrebbero migliorare ma sinceramente quella della borsetta tenuta stretta per paura di uno scippo mi sembra esagerata. Per il resto ti do ragione al 100%. Le strade fanno schifo e la viabilita’ e’ quella che hai visto.

  2. 2
    veronika -

    Ciao!!!
    Io tra qualche mese mi trasferirò a Ct, la mia città natale… Adesso vivo al nord per motivi vari, ma pensare di tornare a Ct mi spaventa… Servizi pubblici che non funzionano, strade dissestate, PARCHEGGIATORI ABUSIVI!!!! Considera che sono via da 5 anni e ogni volta che scendo giù ho una paura folle di guidare, non ci si ferma allo stop, si sorpassa a destra come a sinistra, se rallenti un attimo ti stordiscono coi clacson, spazzatura ovunque… Per fare la raccolta differenziata devi girare tutta Ct!!!!! Non continuo per amor di patria.
    Insomma che qualcuno svegli scapagno!

  3. 3
    Bruno -

    Veronika, non devi aver paura della tua città, il male va combattuto e non serve mettere la testa nella sabbia.
    Se Il sud piange, per fortuna nostra il nord non ride… ad essere pignoli e un tantino sadici, se noi del sud vogliamo vivere bisogna sperare che il nord venga sommerso da rumeni e albanesi.. taluni stanno mettendo in ginocchio i grandi criticoni del nord. Solo cosi lo stato prenderà provvedimenti duri e noi, malgrado tutto, riusciremo a sopravvivere.

  4. 4
    veronika -

    No bruno! Non ho paura della mia città, ho paura di come mi troverò… io vivo da 5 anni al nord ed è un dato di fatto che al nord funzionano molte cose che al sud non vanno!!!! Ma andandomene non ho messo la testa sotto la sabbia, ho studiato e mi sono realizzata, adesso torno giù per vivere la mia città, coi pro e coi contro… ma la paura del cambiamento esiste e non la si può nascondere, non credi?
    Ciao ciao

  5. 5
    RITA -

    Ciao a tutti,
    Sono una ragazza catanese che da 5 anni vive al nord, scusate l’intrusione ma vi volevo dire: quando io abitavo a catania pensavo le vostre stesse cose ma vi giuro adesso lontano da quel macello da quella gente da quel calore mi sento vuota, non dite che catania e’ solo caos perche’ non e’ cosi’. Catania e’ caos e’ vita e’ il posto piu’ bello dove ho passato gli anni piu’ belli e le esperienze piu’ entusiasmanti della mia vita.e se volete sapere la verita’ io faro’ carte false per ritornarci non so come non so quando ma devo trovare un lavoro e poi ritornero’ a vivere. Fidatevi.
    Con affetto catanese disperata

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili