Salta i links e vai al contenuto

Abbiamo toccato il fondo

Lettere scritte dall'autore  

Salve sono Sicily di Busto Arsizio scusate tanto se ogni volta sto a replicare la nostra grave situazione economica e familiare chiunque abbia letto le altre lettere: Disperazione 3, Abbandono, lettera a tutte le aziende di Busto Arsizio capira’ effettivamente la nostra condizione di reale difficolta’. E’ vero ora mai abbiamo toccato il fondo perché quando si arriva al punto di vendere anche le fedi nuziali significa che si e’ toccato il fondo. Abbiamo fatto numerosi appelli affinché qualche persona importante o qualche famiglia benestante ci potesse dare un aiuto ma fino ad adesso nessuna di queste persone si e’ fatto avanti, io non penso che non ci siano piu’ persone generose che di buon cuore possono aiutare una famiglia onesta che ha sempre lavorato e che adesso a causa della crisi maledetta si e’ ridotta all’elemosina perché e’ cosi che una persona che va in giro per le case, non a vendere prodotti, a chiedere da mangiare. Noi siamo arrivati ad un punto che oltre a non poter pagare il mutuo, le spese condominiali e i vari debiti fatti con due finanziarie, non possiamo questo mese pagare la bolletta della luce di 173,00 euro unica cosa che speriamo di potere pagare altrimenti ci tagliano la corrente. La Caritas di Busto di Arsizio ci da solo 200,00 euro ma come facciamo a vivere un mese se ci dobbiamo pagare anche la luce? Io prego tanto per i miei affinche’ Dio ci aiuti il mio pensiero e’ rivolto solo a loro perché spero tanto che non abbiano una cattiva sorte cosa c’entrano loro se il padre non ha lavoro e non gli puo’ dare piu’ nulla? ai miei figli non posso piu’ compragli una maglietta, uno Jeans, un paio di scarpe e neacnhe la roba piu’ intima perché se qualche persona generosa ti da qualche soldo lo usi per mangiare. Non so se il prossimo anno posso mandare mia figlia a scuola perché non ho neanche i soldi per compragli la roba per la scuola e l’abbonamento dell’autobus, come fa ad andare a scuola che e’ distante? quindi saro’ costretto se nessuno ci da una mano a lasciarla a casa. Mio figlio che ha 20 anni ora mai e’ talmente stressato che non ci rivolge piu’ la parola perché lo assilliamo cosi tanto affinché trovi un lavoro, che si sente confuso, d’altronde se non lo trova non e’ colpa sua. Le istituzioni di Busto Arsizo che ci dovrebbero aiutarci ci hanno abbandonato perché non e’ giusto che nella nostra famiglia di 4 persone non deve lavorare nessuno mentre ci sono delle famiglie nelle quali lavorano anche in 3 o in 4, non questione di gelosia ma e’ questione di giustizia. Io spero tanto che qualche persona importante di Busto Arsizio legga questa lettera e ci possa veramente aiutare perché non ce la facciamo piu’ noi gia’ la carita’ la chiediamo ma vogliamo continuare a vivere perché cosi e’ come essere morti. Facciamo un appello con pieta’ e misericordia a chi di buon cuore ci vuole aiutare gli ne saremo grati per tutta la vita. Chi umanamente ci volesse aiutare questo e’ il numero della carta di mio figlio, perché noi non possediamo piu’ il conto corrente. IT29F 02008 32974 001261529735 Genius Card
email gia.64@hotmail.it

Grazie di cuore a tutti.

Giacomo

L'autore ha scritto 33 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    ... -

    ti conviene staccare l’adsl così risparmi una trentina di euro al mese, no?
    da una parte sono dispiaciuta ma dall’altra non capisco perchè tutti gli italiani abbiano vissuto sopra le loro proprie possibilità, mettendo tutti nella m*rda ora.

  2. 2
    claudio -

    Ciao Giacomo anch’io ho messo un post molto simile al tuo perchè la mia situazione è molto simile alla tua solo che io non ho figli Lego Sicily penso che sei siciliano io lo sono sono di Giarre riposto ma vivo sulla Cremasca purtroppo sono senza lavoro sia io che mia moglie da più di un anno e mezzo quindi può immaginare la situazione mutuo da pagare e tutto il resto come te anch’io ho messo una richiesta di aiuto qualche riccone ma evidentemente i ricconi se ne fregano di te e di me quindi caro Giacomo non credo che qui troveremo aiuto credo che questa sia lultima speranza che qualcuno ci aiuti ma credo che sia impossibile mi piace quando sento la gente che mi dice e vai a lavorare e uno si domanda e dove il lavoro caro Giacomo io non ho altre parole perchè non so come uscirne fuori da questa situazione e non sapere neanche che consiglio Darty ti dico solo buona fortuna a te ea tutta la tua famiglia ciao

  3. 3
    Giacomo -

    Ciao Claudio oltre ad essere compaesani condividiamo la stessa difficile situazione che la capiscono solo come quelli come noi che ci sono dentro. Io non ce l’ho con i ricchi e non pretendo di essere aiutato ma spero tanto che in mezzo a loro ci sia qualcuno che sia portato a fare del bene perché fare del bene non si fa solo a scopo pubblicitario ma lo si fa solamente se uno se lo sente dentro il cuore. Io ho avuto solo comprensione da gente che adesso sta bene e che ha vissuto o che vive questa situazione perché un povero ha sempre aiutato un altro povero. Dispiace anche a me sapere che sei come me in questa situazione ma e’ molto più dura quando si hanno figli perché i figli in teoria dovrebbero stare sempre meglio dei genitori. Buona fortuna caro compaesano e che Dio ci aiuti.
    Adesso voglio rispondere alla signora o signorina che ha scritto che se stacco internet risparmio 30 euro, non sono 30 al mese ma 34 ogni due mesi perché la Vodafone che e’ una societa’ seria e che che ha avuto a cuore la nostra situazione e specialmente quella di mia figlia che con il computer studia, mi ha ridotto il canone del 50 per cento che a sua volta glielo regala la nonna che prende 450 euro di pensione. Adesso spero che questa persona abbia capito e speriamo tanto che non si trovi mai nella mia situazione perché e’ veramente brutto. Con questo non voglio giudicare nessuno perché ognuno la pensa e agisce a modo suo per me e’ solo il grido di dolore di un padre di famiglia che non ha un lavoro per poter avere un po’ di dignita’. Sfortunatamente non ho mai vissuto sopra le mie possibilita’perche nella mia vita ho sempre lavorato da solo e non ho mai chiesto niente a nessuno sono stato sempre un onesto lavoratore e un onesto contribuente ho sempre pagato i miei debiti anche in anticipo e nonostante ho perso il lavoro ho continuato a pagare tutto sperando che prima che finissero le mie risorse potevo trovare un lavoro sicuro per continuare a pagare senza essere un moroso sono solo dispiaciuto di non poterlo fare piu’.

  4. 4
    Fly -

    Buon giorno Giacomo,
    personalmente non saprei come aiutarla, sono una ragazza poco più grande di suo figlio e nonostante siano 4 anni che cerco lavoro, a parte brevissime eccezioni, nulla.
    Però mi è venuta un’idea. Forse scontata e ne avrete già pensato, ma a volte magari presi dall’ansia non si vede quello che si ha sotto gli occhi (capita a tutti!)…: avete un po’ di terreno? O magari qualche anziano che ve ne possa mettere a disposizione un po’? Nella speranza di tempi migliori, potreste provare a dedicarvi ad un orto, e magari scambiare le eccedenze con altri beni di prima necessità. A casa mia si risparmia un po’ evitando di comprare quella frutta e verdura che si riesce ad avere in casa… Perdoni l’intrusione. Vi auguro di trovare qualche persona che abbia le possibilità e il buon cuore di darvi una mano.

  5. 5
    Giacomo -

    Grazie tanto Fly per avermi risposto e del pensiero gentile che hai avuto nei nostri confronti e spero tanto e te lo auguro di tutto cuore che la tua famiglia ti possa sempre sostenere nonostante sia disoccupata perché anche mio padre quando avevo la tua eta’ e quella di mio figlio lo ha fatto senza nessun problema perché lavorava sulle navi e facendo tanti sacrifici e’ riuscito a mandare avanti 4 figli. Adesso siamo talmente poveri che invece di coltivare il terreno possiamo solo fare una buca e metterci dentro. figlia mia la tua idea potrebbe essere interessante ma sfortunatamente non ho nessun terreno e neanche qualcuno che ce lo possa mettere a disposizione poi malgrado tutto non sono neanche del mestiere perché ho sempre lavorato da quando, 27 anni fa mi sono trasferito al nord da Palermo, nell’industria tessile e poi dopo la crisi nel settore gomma plastica. Non ti nego che in questo momento che per avere uno stipendio pulirei, scusando la frase anche i cessi anche se adesso ti chiedono se hai esperienza. Io prego tanto per te e miei figli affinché possiate trovare un lavoro anche se non e’ quello per il quale avete fatto sacrifici a studiare, importante che possiate avere un vostro futuro che adesso vi e’ stato negato.
    Ciao Fly un caro saluto e grazie ancora.

    Giacomo.

  6. 6
    Fly -

    La ringrazio molto.
    Penso che l’unica salvezza che abbiamo, come popolo civile, sia metterci tutti le mani sul cuore, compresi coloro che in questo momento hanno un lavoro (rendendosi conto che niente è certo e, auguro certamente di no, ma potrebbero trovarsi anche loro nel fango) e finalmente dare una risposta collettiva. Non parlo di rivoluzione, ma di necessarie prese di posizione. NON E’ POSSIBILE VEDERE GENTE CHE STA LETTERALMENTE MORENDO DI FAME O DISPERAZIONE E RESTARE INDIFFERENTI. Se potessi, mi creda, le darei volentieri un aiuto. Purtroppo solo chi ha provato sulla propria pelle certe situazioni è solidale con il prossimo. Un caro saluto.

  7. 7
    giacomo -

    Ciao Fly quello che ti ho detto e’ venuto fuori dal piu’ profondo del cuore e no perché mi trovo cosi. Io ho cercato sempre nel mio piccolo di aiutare le persone e quando non potuto, come te li rincuorati e sollevandogli il morale con parole di fiducia e coraggio. Io ho sempre pensato che alle volte le parole non ti danno da mangiare e’ vero ma ti aiutano ad andare avanti facendoti capire che c’e’ sempre speranza e che e’ l’ultima a morire. Per quanto riguarda sensibilizzare anche quelli che lavorano e che non c’e’ niente di sicuro, hai ragione ma c’e’ un proverbio che dice il sazio non ha mai considerato chi digiuna e finche’ bolle la sua pentola non gli importa se quella degli altri e’ spenta. Questo lo so perché ho avuto esperienza, ho visto allontanare gente e specialmente i parenti che quando hanno visto che mi sono trovato in difficolta’ si sono allontanati facendo finta di non sapere nulla perché pensavano che gli chiedessi dei soldi invece no, ho solo avuto molta comprensione e aiuto da persone che non conoscevo neanche che nel loro piccolo hanno fatto un gesto grandissimo. Vedere venire a casa mia persone con le quali non hai mai avuto rapporti e con le borse piena di spesa e persone che hanno comprato dei vestiti per i miei figli e che io non ho posso comprare, non immagini che effetto ci ha fatto. Io e mia moglie ci siamo messi a piangere come dei bambini perché abbiamo visto che ci sono ancora persone che hanno un cuore. Comunque ti ringrazio tantissimo per il tuo gentile pensiero e non ti preoccupare basta solo il gesto sei stata gia’ grande cosi.

    Un caro saluto.

    Giacomo.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili