Salta i links e vai al contenuto

A volte solo l’amore non basta

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno a tutti

arrivo subito al dunque, sono sposato da 25 anni, io e mia moglie ci siamo sposati giovanissimi io 19 anni lei 18 a causa di una gravidanza inaspettata, un anno e mezzo fa mia moglie, ha cominciato ad essere delusa del nostro rapporto, dicendomi che non ero più romantico e premuroso, questo è vero ma i motivi erano il lavoro e seri problemi economici che non mi davano proprio spazio e tempo per le coccole, e in questa situazione ha cominciato una relazione a distanza con un uomo che ha conosciuto in un suo viaggio in sicilia  durante una visita ai suoi parenti, dopo mesi di chat e messaggini senza mai invontearsi, lui è venuto a milano per accompagnare la mamma a fare una visita, e quindi si sono incontrati, premetto che ho assunto un investigatore privato per avere queste informazioni, lei si è lanciata in una settimana di completo trasporto a scopo sessuale, arrivando a fare cose di cui lei si vergogna e si dice pentita, inoltre il galantuomo con delle lacrimucce gli ha spillato anche un bel po di denaro, ma non finisce qui, lei comincia a manifestare interesse per quella regione fino al punto da pensare seriamente di trasferirsi e aprire un    B & B, arrivato il momento per lui di tornare con mamma in sicilia lei decide di seguirlo con la scusa di andare a trovare i parenti, e senza farsi scoprire parte con lo stesso volo, il mio investigatore sempre attaccato a lei mi conferma che hanno viaggiato fianco a fianco ed arrivati in sicilia si sono attivati entrambi a cercare i locali per la sua attività, e guarda caso li trovano proprio nello stesso palazzo dove vive lui, ad un certo punto non resisto più e la chiamo dicendogli che ho scoperto tutto e che la nostra storia finiva lì. lei all’inzio fu d’accordo ma quando tornata a milano la banca gli rifiuta il mutuo per acquistare l’immobile, tutto cambia, lei perde la voglia di andare in sicilia, lui si allontana da lei, e io nel frattempo mi trasferisco in un altro appartamento e iniziamo la pratica di separazione, premetto che lei non lavora ma è amministratore di una società che gli ho aperto io, ma di cui non sa nemmeno minimamente gestire il lavoro, in quanto faccio tutto io, ma legalmente è sua, come suoi sono gli incassi, col passare del tempo mi continua a manifestare un suo pentimento, ed io per poter stare più vicino a nostro figlio di 16 anni, ritorno a casa e annulliamo la richiesta di separazione, adesso sono 6/7 mesi che sono ritornato a casa ma la cosa non va, lei è diventata malfidente, dicendomi che quando gli parlo dei miei problemi sentimentali sono vittima di qualcuno che mi riempie la testa, ha provato a dirmi che secondo lei sono tornato con lei per poter un domani lasciarla e vendicarmi, lei vuole coccole bacìni e bacetti ma a casa non assolve molto i suoi doveri, si alza alle 10 del mattino, e fa poche faccende di casa, nei rapporti sessuali è fredda, e se non la cerco io lei neanche ci pensa, e se glielo dico mi dice che lei è così di carattere(confermo questa cosa) e se mi arrabbio, per qualche giorno cambia tutto, mi cerca e diventa addirittura una bomba sexi, ho notato che lei ha un enorme paura che se la lascio non possa più vivere agiatamente come fa ora, altro problema che mi ha letteralmente stufato è il fatto che è ipocondriaca, spende sempre soldi in visite e prodotti farmaceutici, e quando gli faccio capire che a me da fastidio è che con lei vivo male, come per magia comincia a dire che sta male, oggi la schiena domani un’altra cosa, tutti i giorni è malata, io non riesco più a tollerare questa situazione, nel mio profondo gli voglio bene, ma sembra che mi sono come dire….sterilizzato dal punto di vista dell’amore quello vero quello che ti fa vibrare quando sei vicino alla tua donna, giorni fa ho intrapreso il discorso che secondo me sarebbe opportuno lasciarsi, e lei mi ha detto che se la lascio farà di tutto per rovinarmi, io ho affrontato il problema con i miei figli, la grande ha 25 anni  ed è contraria forse per il fatto che lei lavora nella società di mamma,  il piccolo che ha 16 anni invece mi ha incoraggiato a lasciarla perché ha notato che mamma a casa non è di grande aiuto, infatti mai e poi mai chiede al figlio se ha fatto i compiti e non ha mai parlato con un professore,e tante altre cose..mancano all’appello.  tutte queste cose che che non fa le faccio io senza lamentarmi, anche mio figlio mi dice che per lui non sarebbe un grande problema se ci lasciamo perché vivere con dei genitori che non vanno d’accordo non è molto bello, adesso sinceramente non so che fare, a lei voglio bene ma non la amo più come prima, sono combattuto tra l’andare via e restare, sono molto confuso, perché vorrei in separazione consensuale senza problemi come persone civili, ma lei non lo farebbe, c’è anche il fatto che sono un bell’uomo, non bellissimo ma normale, simpatico e ben educato, è senza vanto ho buone possibilità di non soffrire troppo la solitudine, 

ecco questa è la mia storia

ciao a tutti

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    pax -

    Ma neanche per un figlio di 2 mesi tornerei con una del genere. Tieniti quello che hai voluto ora

    Pax

  2. 2
    Aloneinthedark -

    Topo, se la convivenza è impossibile forse è meglio separarsi. Certo che sposarti a 20anni e intestarle la società non è stato proprio quello che si chiama colpo di genio, ma ormai. Ti sconsiglio dopo la separazione di trovarti un’altra, dopo avrai due problemi e magari pure due società, bisogna imparare dagli errori del passato. Le donne sono furbe, tieni gli occhi aperti, buona fortuna.

  3. 3
    topo72 -

    preciso, le ho creato un’azienda per darle autonomia economica,
    io ho la mia azienda

  4. 4
    Jim kerr -

    Ed ecco il ringraziamento… Buona fortuna topo.

  5. 5
    gabriele -

    Attenzione rischio truffa: Lo so che è difficile, ma è possibile che tua moglie abbia dato delle informazioni sensibili a questa persona e che l’apertura di una attività fosse solo un pretesto per ottenere dei soldi. Te lo dico, perché una vicenda simile è capitata ad una mia parente: routine di un matrimonio, causa gravidanza a vent’anni, incontra su chat un altro uomo, mai incontrati dal vero, l’individuo era di Ragusa, si incontrano, il tizio ottiene una prima somma di denaro, ma non il resto, pattuito, per la apertura di una friggitoria, richiesto mutuo in banca, rifiutato, marito che nel frattempo viene a sapere tutto, ufficiale della polizia postale, che prende visione dei tabulati telefonici, incrociandoli con vari dati, risultato: Pluripregiudicato, truffatore, rapinatore.
    Ora io ti ho fatto un riassunto, ma mi sembra che vi siano parecchie similitudini tra le due storie non credi?

  6. 6
    SETA -

    Questa storia è assurda, eppure così amaramente comune a tante. Ci sono persone che combinano un sacco di guai, che danno problemi a casa, che creano con i loro comportamenti piccoli o grandi guai familiari. Ci sono altre persone che, semplicemente, non vogliono impegni, legami, responsabilità e preferiscono una vita di libertà e forse un pò di egocentrismo. E poi c’è chi invece, a costo di essere tacciato all’opposto di un genio, decide di diventare all’improvviso più grande di quello che è. E’ quello che, dalla storia che leggo, hanno fatto tanti anni fa due ragazzi ancora giovanissimi. Che adesso stanno attraversando un momento di crisi. Non importa di chi è la colpa, credo importi di più qual è la causa. Noia, monotonia? Crisi esistenziale? Nostalgia di giovinezza, mancanza di emozioni? Forse tua moglie è una persona opportunista, oppure è una persona stanca, delusa da qualcosa che magari nemmeno immagini. Forse tu non sei meraviglioso come sembri da quello che scrivi. Magari mio marito avesse una sua azienda e avesse aiutato me a creare la mia, non per una questione di soldi, ma di capacità. Che vi manchi un progetto insieme, un viaggio, un ricordo da raccontarsi sul divano, un complimento improvviso, un pensiero..?

  7. 7
    Xavi -

    Topo, dopo l’investigatore privato (che deve esserti costato una cifra)… fai 31 e assumi un killer.

  8. 8
    Fedepar1999 -

    Non puoi reintestarti l’azienda?
    Scusa e poi perché dovrebbe rovinarti ? lei legalmente ha la sua indipendenza economica , il mantenimento che andrebbe a chiederti sarebbe solo per vostro figlio .
    Se tu senti di star male con lei e di voler separati fallo. Parla con tua moglie e figli e dì la verità, che a seguito del tradimento non è come prima .l’amore dopo tutto questo tempo può consumarsi. È stato un grande amore ma è finito. Succede. Parla, prima magari ,con un avvocato così da poter capire la situazione come andrebbe sul legale.

  9. 9
    Yog -

    Però Topo fai malissimo a disincentivare il trasferimento di buona parte del tuo (suo) reddito alla classe medica: la prevenzione viene prima di tutto! Dovresti fare altrettanto anche tu, altro che pagare investigatori privati.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili