Salta i links e vai al contenuto

8 marzo festa della Donna

Lettere scritte dall'autore  

Come tutti certamente saprete l’ 8 marzo 1908 a New York, per dar fine ad uno sciopero che durava diversi giorni, sciopero legittimo contro le terribili e disumane condizioni di lavoro, 129 operaie chiuse dentro la fabbrica Cottom, che venne data alle fiamme, morirono bruciate.
Questo angoscioso avvenimento diede origine, prima negli Stati Uniti, poi si diffuse, ed ancora oggi, alle giuste rivendicazioni della donna per la sua infima condizione sociale e lavorativa, e per tutto quello che ha dovuto subire nel corso dei secoli. E che purtroppo ancora subisce.
A tutte voi il mio pensiero e la mia partecipazione a questa giusta guerra di rivendicazione che, credo purtroppo, sia ancora lontana dal terminare.

L'autore ha scritto 23 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Riflessioni

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    sarah -

    TANTI AUGURI A TUTTE LE DONNE!

  2. 2
    Cantautore -

    Lodo tantissimo Dio per la sua più bella invenzione: la donna! Quindi, tanti auguri anche da parte mia a tutte le donne, anche se mi hanno fatto soffrire per 7 volte!

  3. 3
    Mau -

    x Sarah e Cantautore

    Vi ringrazio di aver trovato il tempo di lasciare un commento.
    Quando ho scritto questa lettera pensavo che un fatto così importante, che scuote tuttoggi per vari motivi le coscienze del mondo, potesse aprire una discussione tra i lettori.
    Invece nulla. Non è successo niente.
    Alle donne ( e agli uomini) della condizione della Donna, non gliene frega un cavolo.
    Ma in compenso una donna ha invitato i lettori a dire la loro sul Grande Fratello 11……e due hanno pure trovato il tenmpo per lasciare un commento…
    Tutti poi pronti a dare consigli in fatto di amore..tutti scienziati.. basta leggere un pochino in giro….ma nessuno che ha voglia di affrontare discorsi con contenuti diversi.
    Poveri noi……

    Mau.

  4. 4
    o_O? -

    mau i tuoi commenti mi sono sempre piaciuti… da te questa lettera non
    me l’aspettavo sinceramente… un sacco di uomini sono morti nelle
    miniere a causa delle condizioni di lavoro disumane eppure non mi
    risulta sia stata istituita la festa dell’uomo, o quella del minatore…
    sarah la conosco ed è una femminista incallita, tutti i suoi commenti
    ruotano intorno all’elevazione della figura femminile… cantautore ha
    lasciato un commento degno di un ragazzino arrapato… ma tu mau, questo
    tuo discorso mi ha francamente spiazzato…

  5. 5
    sarah -

    dimentichi tutti i secoli di sottomissione della donna per colpa degli uomini che purtroppo ancora oggi esiste, non hai compreso minimamente la cosa.

  6. 6
    pippo -

    @sarah
    e tu dimentichi i morti (uomini) di tutte le guerre combattute anche per voi…

  7. 7
    sarah -

    se le donne erano segregate in casa non potevano andare in guerra…il tuo discorso non vale! U_U

  8. 8
    pippo -

    @sarah
    …see non vale 🙂
    quanto alle donne segregate in casa(…ma quando mai…), rilancio mettendo sul tavolo i “numerosi” figli nati in quei periodi burrascosi, figli che non erano dei soldati che erano al fronte, tantomeno frutto di stupri, capisc a me…

  9. 9
    Mau -

    x o_O?
    Innanzitutto ti ringrazio delle tue parole.
    Vedi…ci sono diversi modi di leggere le lettere….io, a parte considerazioni dirette che non lasciano spazio alla fantasia, ho piacere a scrivere con un ‘retrogusto’ di sarcasmo, difficle a volte da percepire.
    Già questo credo basti a chiarirti alcune cose…..e su come concordo con te.
    Per quanto riguarda il problema da te sollevato..si… è vero….ci sono molte realtà che andrebbero discusse.
    In questo blog si sottopone una problematica a mezzo lettera, e su quella si cerca di ragionare.
    A me è venuto di parlare della festa della donna, lanciando un sasso per vedere cosa produceva.
    La prossima volta magari scriverò di un’altra cosa, e ne vedremo i risultati. Un problema alla volta, di più non si può.
    Ma, secondo il mio punto di vista, non va considerato poi il numero delle risposte ricevute…come se avere 100 commenti vuol dire aver posto problematiche serie. C’è chi se ne vanta…
    Secondo me va considerato come si affronta la questione nel merito. Magari pochi commenti, ma giusti, corretti, che entrano nel cuore del problema. Insomma..un confronto..si discute…e senza entrare in diatribe personali, come invece succede spesso. Ognuno ha le sue idee, tutte rispettabilissime. (quando ce le ha…)
    Invece ho purtroppo notato da tempo che alcuni temi, spesso di una banalità sconcertante, sono ‘gettonatissimi’, altri con contenuti più di sostanza non hanno il dovuto riscontro.
    Il sasso che ho lanciato ha prodotto questo. Cioè ‘niente’.
    Un cordiale saluto.

  10. 10
    sarah -

    e dei soldati che vanno in guerra e stuprano?andiamo non puoi fare questo discorso!Di sicuro ci sono donne che questa festa non la meritano e neanche la vogliono ma io la festeggio per me e per tutte quelle che hanno subito ingiustizie da parte degli uomini,ora puoi anche fare il tuo discorso sul tipo di donne che intendi tu e va bene ma non puoi negare che davvero per secoli le donne siano state sottomesse ora non mi negare l’evidenza e purtroppo certe cose esistono ancora oggi,non credo sia il caso di polemizzare su una festa che per me ha un valore,poi ognuno fa come vuole, ci sono donne che non la festeggiano, cavoli loro, io l’ho festeggiata così:sono andata a lavoro e ho dato un mazzolino di mimosa a ogni collega donna, siccome lavoro in un centro per anziani,ho dato la mimosa ad ogni vecchietta che incontravo,molte di loro sono sole,non hanno figli o spesso capitano vecchiette che hanno subito sopruso dall’uomo padrone e credimi di queste storie ne vedo tante lì e vedere che dandogli quel piccolo fiorellino ho dato un sorriso anche per un istante a queste donne che soffrono o hanno sofferto mi ha resa felice,poi ho portato una torta perchè era il mio compleanno e abbiamo festeggiato,per me la festa delle donne rappresenta qualcosa che serve a ricordare a chi forse non lo vuole vedere, che non siamo al di sotto di nessuno,io non parlo per te ma come ho già detto ancora oggi purtroppo ci sono sottomissioni da parte degli uomini, quindi ti prego non iniziare una polemica su questo,poi tu hai tutte le ragioni che vuoi ma davvero non è il caso di fare discussioni inutili.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili